Google all'arrembaggio della Tv

BigG progetta un dispositivo che ascolta l'output audio di un apparecchio televisivo e fornisce contenuti online contestuali direttamente su schermo. L'alba della vera Tv su web? Novità Google anche per Firefox

Mountain View (USA) – Michelle Covell e Shumeet Baluja, ricercatori presso i laboratori di Google , hanno progettato un dispositivo tanto inquietante quanto rivoluzionario: una piattaforma che “ascolta” l’audio ambientale, lo analizza e fornisce informazioni contestuali direttamente sullo schermo televisivo o su quello del computer.

Gli esperti la chiamano personalizzazione di massa : l’idea è di “esplorare nuovi modelli di business”, spiega Covell, “legati all’uso interattivo della televisione”. Il progetto è stato presentato ad una conferenza sulla TV interattiva, svoltasi ad Atene, ed è stato premiato per la sua originalità. L’invenzione targata Google è composta da quattro applicazioni differenti: contenuti personalizzati, comunità ad hoc, classifiche di popolarità e mediateca virtuale. Si baseranno tutte sulla “campionatura dell’audio proveniente dalla televisione”, spiega Covell, “grazie ad un semplice microfono collegato ad un computer”.

Il sistema raccoglie frammenti audio di 12 millisecondi ciascuno, in maniera del tutto automatica. L’insieme di campioni raccolti viene quindi utilizzato per comporre una sorta di profilo statistico : questi dati vengono inviati ai server di Google, che automaticamente riesce ad “identificare” il tipo di programma televisivo associato al profilo, utilizzando un apposito database remoto.

Con questi dati, Google fornisce quindi servizi personalizzati in base alle preferenze televisive dell’utente. Ad esempio, l’applicazione per le comunità ad hoc potrà permettere di creare pagine interattive dove i telespettatori di un particolare programma siano in grado di ritrovarsi, così da scambiare opinioni e commenti. La privacy? Nessun problema, secondo i ricercatori di Google. Il sistema non invia frammenti completi di audio ambientale ma soltanto dati identificativi estrapolati da campioni sonori. Insomma: niente rischio Big Brother , nonostante le preoccupazioni di molti osservatori.

Sebbene questo nuovo servizio sia stato soltanto ipotizzato su carta dai due ricercatori ed i portavoce del motore di ricerca abbiano sottolineato che “non si tratta di un prodotto in preparazione”, Google ha chiaramente intenzione d’entrare nel mercato televisivo: l’azienda ha già avviato la ricerca di personale specializzato in tecnologie televisive.

Il gigante californiano continua a stupire ed innovare. È doveroso ricordare che la mission aziendale di Google è “l’organizzazione dell’informazione mondiale”, pertanto l’approdo della creatura di Brin e Page nel mercato della vecchia “scatola parlante” è sempre stato al centro di numerose speculazioni ed ipotesi, adesso più chiare.

Nel frattempo, l’azienda non perde di vista Firefox , il browser open-source che sfida il predominio di Microsoft nel settore della navigazione web. Google ha infatti rilasciato una nuova versione di Toolbar per Firefox, ed un’utile estensione chiamata Browser Sync , pensata per gli utenti che vogliono mantenere le solite impostazioni su più computer: dai bookmark, ai cookie, fino alle password.

Tommaso Lombardi

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    banda non garantita? limite connessioni
    Visto che la banda massima non può essere garantità, almeno si certifichi il numero di connessioni per canale.Esempio se la linea fisica di internet è a 30 Mbit (testata in condizioni ottimali = solo due punti di accesso) allora ci collego massimo 30 utenti per 30 linee a un MBit: puo accader che gli utenti se si collegano tutti ad uno solo la velocità massima è 1 mbit altimenti andrò mediamente a 4-5 MbitPurtroppo oggi il sistema di connessione che usano le compagnie è molto più ladresco (nessuno fa i soldi quando è onesto!)Con un paio di conti ststistici ti dicono che con una linea a 30 Mbit ci si collegano 1000 utenti e che la linea andrà a 4 Mbit (ma ti assicurano solo 32Kbit).Poi in caso di difficolà operativa ci collegano anche 2000 utenti magari aggiungendo un filtro di trafficoSi forse la connessione fisica tra centrale e casa mia va a 4 Mbit ma dopo la prima centrale sicuramente andra molto ma molto più piano!!Io vorrei che sul numero di connessioni per canale ci fosse chiarezza
  • Anonimo scrive:
    Banda massima garantita!!
    Quando vi vendono un'adsl da 2Mb/Sec vuol dire che ti garantiscono che non andrai mai piu' veloce di 2Mb/sec ma non ti garantiscono che non viaggerai mai a meno di 1Kb/sec.E questo sia chiaro (cylon)Ci confonde il fatto che se ad esempio uno ci vende un'automobile e dice che questa fa al massimo i 150Km/h pensiamo implicitamente di poter raggiungere tale velocita' invece per le adsl il piu' delle volte questo ragionamento non funziona.
  • Anonimo scrive:
    QoS come fa libero? OMG!!!!11!1!
    Come da titolo...addio muletti non cifrati? ci tocca tutti usare neomule et simili che cifrano gli interi pacchetti???:S
  • Anonimo scrive:
    Speriamo bene
    buon lavoro, intanto incrocio le dita
  • Harlock75 scrive:
    TUTTE BALLE
    Cita:"Il problema con cui ci si è scontrati - spiega Tripaldi - è che con le Adsl solo alcuni valori possono essere garantiti in una carta dei servizi, perché sono deterministici: per esempio, i tempi di attivazione, di risposta del call center, di intervento in caso di guasti. Sono cose infatti che dipendono dalla quantità di risorse impiegate dagli operatori in rapporto alle richieste e al numero di utenti. Tutto ciò che riguarda le prestazioni è invece aleatorio".Ripeto:TUTTO CIO' CHE RIGUARDA LE PRESTAZIONI E' INVECE ALEATORIO!!Cazzo ve l'ha detto in faccia che volete di più??Praticamente la cosa più importante (la qualità "materiale" del servizio") resterà indefinibile, servendosi sempre delle solite scuse.Ora, anche se sappiamo che una ADSL a 1mega non è che deve viaggiare fisso a quella velocità, è anche vero che ci si serve di queste scuse per vendere prodotti falsi e fare vere e proprie TRUFFE LEGALIZZATE.E smettetela di scrivere (mi rivolgo anche agli utenti del forum) che ci vuole la banda minima garantita: non avete ancora capito che è una grossa arma a doppio taglio inventata per tutelare chi vi frega vendendovi adsl a 1-2-4-ecc mega e poi con un misero MCR di 20kbps vi fà viaggiare peggio di un 56k e voi lo prendete nel culo perchè la legge (che si sono fatti loro) li mette al riparo da qualsiasi denuncia.Ma voi la comprereste una ADSL a 1mega con anche 300 di MCR per poi ritrovarvi a viaggiare sempre a quei 300??Questo è in sintesi quanto mi è stato detto dal managing director del mio ISP quando, dopo mesi e mesi di gravi disservizi, io e decine di altri utenti abbiamo fortemente (e giustamente) protestato:"Sig. (omissis), noi siamo tenuti solo a rispettare la banda minima garantita e lei non può dire niente!"ERGO: noi la truffiamo con l'avallo della legge e lei zitto e lo prenda nel culo.Ecco con chi avete a che fare.Un altra lobby di ladri e mafiosi come quelli delle major.In conclusione, il miglior bollino lo danno gli utenti e sarà sempre così.Mi auguro inoltre che nasca una rivista seria (web e/o cartacea) che parli di ADSL e ISP italiani che stia dalla parte degli utenti e che stronchi implacabilmente tutti quegli operatori che si comportano in questo modo con articoli seri, fatti con criterio e senza ascoltare la voce dei padroni, in modo da informare correttamente l'utente che ha deciso di farsi una ADSL e non sà a chi rivolgersi; altrimenti l'unica guida alle ADSL saranno sempre i forum e i newsgroup.
  • Anonimo scrive:
    [Per la redazione] La formattazione...
    Nelle parole in grassetto ci sono problemi di formattazione: vi dimenticate di inserire gli spazi prima e/o dopo di esse. Non è la prima volta che accade e quindi mi sembra giusto segnalarvelo.
    • Lamb scrive:
      Re: [Per la redazione] La formattazione.
      - Scritto da:
      Nelle parole in grassetto ci sono problemi di
      formattazione: vi dimenticate di inserire gli
      spazi prima e/o dopo di esse. Non è la prima
      volta che accade e quindi mi sembra giusto
      segnalarvelo.Ies grazie! Ce nesiamo accorti ;)un salutoneciao!!;)
  • Anonimo scrive:
    E l'accessibilita'?
    Non sarebbe il caso di preoccuparsi prima che il servizio ADSL sia reso disponibile in tutti i paesi italiani? dal blog di Beppe Grillo ho appreso che : "la singola "banda" di ogni cavo copre fino a 700 numeri telefonici. A detta del rappresentante di Telecom, nel mio comune, quando è stata superata la soglia dei 700 numeri la Telecom, per risparmiare, anziché installare un secondo cavo, ha preferito codificare i successivi numeri a più alta frequenza, facendoli viaggiare sul medesimo cavo.In parole povere, l'ADSL non c'è (e non ci può essere) per il semplice fatto che la Telecom ha occupato entrambe le "bande" per il normale traffico telefonico." Ma vi sembra una cosa possibile? il canone Telecom questi comuni lo pagano ridotto secondo voi? Se non lo pagano ridotto perchè non possono accedere ad un servizio come l'ADSL?Saluti, Filippo
    • Anonimo scrive:
      Re: E l'accessibilita'?
      E' vero!Ma come può essere tollerabile che da un lato si parla di ADSL a 20 Mbit/s e poi vi siano centinaia di comuni, non solo piccoli, che l'ADSL se la sognano?Io dico: dove c'è una scuola, deve arrivare l'ADSL.Non era meglio evitare di "oliare" il business dei decoder digitali, che non servono a nessuno (tranne a chi li produce) e usare i soldi dei contribuenti per sistemare questa ridicola questione?
      • Anonimo scrive:
        Re: E l'accessibilita'?
        - Scritto da:
        E' vero!
        Ma come può essere tollerabile che da un lato si
        parla di ADSL a 20 Mbit/s e poi vi siano
        centinaia di comuni, non solo piccoli, che l'ADSL
        se la
        sognano?
        Io dico: dove c'è una scuola, deve arrivare
        l'ADSL.
        Non era meglio evitare di "oliare" il business
        dei decoder digitali, che non servono a nessuno
        (tranne a chi li produce) e usare i soldi dei
        contribuenti per sistemare questa ridicola
        questione?I decoder digitali non servono a nessuno ? Ma per favore! Tutto il mondo sta passando al digitale terrestre DVB-T. In Australia da anni hanno DVB-T HDTV.
        • Anonimo scrive:
          Re: E l'accessibilita'?
          - Scritto da:

          - Scritto da:

          E' vero!

          Ma come può essere tollerabile che da un lato si

          parla di ADSL a 20 Mbit/s e poi vi siano

          centinaia di comuni, non solo piccoli, che
          l'ADSL

          se la

          sognano?

          Io dico: dove c'è una scuola, deve arrivare

          l'ADSL.

          Non era meglio evitare di "oliare" il business

          dei decoder digitali, che non servono a nessuno

          (tranne a chi li produce) e usare i soldi dei

          contribuenti per sistemare questa ridicola

          questione?

          I decoder digitali non servono a nessuno ?
          Ma per favore! Tutto il mondo sta passando al
          digitale terrestre DVB-T. In Australia da anni
          hanno DVB-T HDTV.
          Vero, il DTT è il futuro.Però in Italia è stato fatto affrettato, anticipandone l'introduzione per motivi politici (se non proprio personali).Pensi che in Australia la trasmissione in HD sia codificata in MPEG2? O usano H.264?Io propendo per la seconda, la prima sarebbe un suicidio.In Italia non è stata prevista la possibilità di uso di H.264 (anche su un canale non HD), per cui o si buttano tutti i decoder e agli italiani si obbliga a ricomprarli con quella funzionalità, oppure noi rimarremo di fatto senza HD sul DTTEcco perchè il DTT italiano va fermato.pieggi
  • Anonimo scrive:
    E dopo...
    ..le banane tocca alle ADSL fregiarsi dei bollini . Anche a costo di sembrare qualunquista , penso che sia la solita trovata all'italiana per giustifare l'esistenza di autorità , che personalmente ritengo inutili e svuotate di un pur minimo potere , IMHO :D . La verità è che troppo spesso , e sottolineo troppo , l'utente viene lasciato in balia di queste grosse compagnie , che da tempo hanno attuato la politica del "muro di gomma" dei call center . Il povero utente "rimbalzando" telefonicamente da un punto all'altro della penisola , si rivolge al malcapitato operatore , che per una manciata di euro deve sorbirsi le ire , giustificare , di chi sborsa denaro sonante , avendo in cambio un servizio pessimo . Altro che bollini . Ci vorrebbero misure veloci ed efficaci come le attuano le compagnie che subito sospendono il servizio in caso di inadempienze contrattuali . Per cui , tempo qualche mesetto e ci dimenticheremo la storia dei bollini , come il primo classificato del Festival di Sanremo . E LORO lo sanno . ;)
    • FaustoM53 scrive:
      Re: E dopo...
      Sono d'accordo con te. Basterebbe mettere una legge che obbliga gli ISP a fornire anche una Banda Minima Garantita e pagare sulla qualita'. (E' inutile pagare per un servizio che spesso va piu' piano di una 56K).Poi sarebbe sufficiente dare agli utenti la possibilita' di disdire il contratto in qualsiasi momento, quando si e' in presenza di gravi disservizi tecnici.E' il libero mercato che deve fare le regole e non gli operatori che si aggragno in lobbies e fanno cio' che vogliono.
  • Anonimo scrive:
    Ora vendono i 20 Mega...
    Chi li ha già visti?Pregasi farsi avanti.Le compagnie ora giocano al rialzo, a chi le spara più grosse!!!
    • Anonimo scrive:
      Re: Ora vendono i 20 Mega...
      - Scritto da:
      Chi li ha già visti?
      Pregasi farsi avanti.
      Le compagnie ora giocano al rialzo, a chi le
      spara più
      grosse!!!Quella che dovrebbe essere importante è la banda in uscita.La 20 mega di Telecom ha in upload solo 384 micragnosissimi kbit/s, quando la tecnologia ne permette 2Mbit/s.Con Tiscali io ho 512kbit/s in upload e 4M in download a 19,95 al mese. Non voglio fare pubblicità a Tiscali ma già va un pò meglio e senza bisogno di ADSL2+.Anche Infinito ha una splendida offerta con 512/2M e IP statico a 24 euro al mese inclusa IVA.Ma come vedete sono solo bruscolini! Nessuno che ti configura per la piena velocità permessa dallo standard perché tutti vogliono che la banda larga diventi la TV del futuro, dove il consumatore/utente deve essere passivo e non diventi anche creatore di contenuti.
      • Anonimo scrive:
        Re: Ora vendono i 20 Mega...
        - Scritto da:
        Tramite dyndon.org ho un dominio che si Si dyndon.org il sito del bravo campanaro. (rotfl)Volevo scrivere dyndns.org
  • Anonimo scrive:
    Garanzie
    Sarebbe un enorme passo in avanti. Io ora in teoria ho 4 MEGA e in pratica giro a 40 K
  • carobeppe scrive:
    i vostri bollini
    i vostri bollini li infilerei tutti nel deretano del tronchetto uno per uno se non si decide di coprirmi, lo voglio sfasciare a mazzate il router zyxel isdn...
    • Anonimo scrive:
      Re: i vostri bollini
      sottoscrivo, il vostro bollino picchiatevelo su per il culo :@
      • uguccione500 scrive:
        Re: i vostri bollini
        ...certo, ma solo dove i servizi ip arrivano...per il resto dell'Italia a metterselo nel BEEP saranno come al solito gli utenti!!!- Scritto da:
        sottoscrivo, il vostro bollino picchiatevelo su
        per il culo
        :@-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 13 giugno 2006 06.35-----------------------------------------------------------
Chiudi i commenti