Google, cacciatori di bachi cercasi

Mountain View lancia il proprio programma di ricompense rivolto ai cercatori di bug. Fornite tutte le indicazioni per riuscire ad aggiudicarsi la taglia. Lasciato fuori Android, per il momento

Roma – Doveva riguardare solo le falle di Chrome. Ora, invece, Google ha deciso di espandere la propria campagna di recruitment di cacciatori di taglie digitali . Per questo motivo, BigG ha incluso nuovi siti ( YouTube , Blogger , Orkut e Google.com ) all’interno del programma di ricerca falle, lasciando fuori, per il momento, Android , Picasa e GDesktop . Le cifre che Mountain View si prepara a sborsare variano da un minimo di 500 fino a oltre 3mila dollari per i bug più pericolosi e rari.

L’ annuncio e l’obiettivo del nuovo programma di ricompense per i cercatori di vulnerabilità arriva dal Google Security Team , attraverso il blog ufficiale: “Abbiamo già avuto il piacere di collaborare con un gruppo di ricercatori per la sicurezza di Google (…). Oltre a ringraziare attraverso nuove vie i collaboratori regolari, ci auguriamo che il nostro programma possa attrarre nuovi ricercatori e report in grado di aiutarci nel compito di rendere più sicuri i nostri utenti”. BigG, inoltre, si premura di fornire indicazioni dettagliate a chiunque voglia collaborare : come fare per dimostrare l’esistenza della vulnerabilità, come segnalarla, indicazioni sui premi, chi determina se un bug è effettivamente tale, specifiche sulle questioni legali.

L’iniziativa arriva dopo la buona riuscita del test su Chrome , che ha portato al patching di ben undici vulnerabilità, per le quali Mountain View è arrivata a sborsare più di 10mila dollari a Sergey Glazunov, Mike Taylor, “kuzzcc” e Wushi del Team509 , tutti annoverati nella Hall of Fame dei cacciataori di bachi.

Il punto più controverso del nuovo programma riguarda, per l’appunto, la tipologia di errori considerati “da premiare”. Google inserisce in ques’ultima categoria XSS, XSRF/CSRF, XSSI, il bypassing dei controlli di autorizzazione, l’injecting e l’esecuzione di codice sul server. Non saranno premiate vulnerabilità riguardanti l’infrastruttura corporate, denial of service, i client, i siti Web afferenti a Google e gestiti da terze parti o bug nelle tecnlogie acquisite di recente da Mountain View.

Muovendosi in tale direzione, il gigante dell’informatica mostra di aver compreso l’efficacia di affidare anche a “personale esterno” la ricerca delle falle, una politica praticata già da tempo da Mozilla , che, di recente, ha aumentato la taglia sui bug, arrivando a elargire 3mila dollari a un ragazzino di dodici anni abile nel rintracciare un problemino riguardante Firefox.

Se Mozilla ha scelto di applicare il collaudato Security Bug Bounty Program a tutta la sua schiera di prodotti, Google ha deciso di tenere fuori dal suo programma sicurezza Android , nonostante un recentissimo studio abbia dimostrato la presenza di circa ottantotto difetti ad “alto rischio” all’interno della sua struttura.

Cristina Sciannamblo

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Funz scrive:
    Re: La colpa non è dei videogiochi
    - Scritto da: Pinco Palla
    Quando si educa un ragazzino esistono 3 tipi di
    regole: per la sopravvivenza; estetiche; morali.
    Le regole per la sopravvivenza servono per tenere
    in vita la persona (es. non bere la candeggina),
    sono regole che non accettano discussioni. E' cronaca recente, parecchia gente (adulta) pagava dei bei soldi per una pozione miracolosa che altro non era che candeggina industriale... e più stava male più si convinceva che avesse effetti positivi :| :| :| :|
    • Undertaker scrive:
      Re: La colpa non è dei videogiochi
      - Scritto da: Funz
      E' cronaca recente, parecchia gente (adulta)
      pagava dei bei soldi per una pozione miracolosa
      che altro non era che candeggina industriale... el'amuchina É candeggina diluita ma viene venduta a caro prezzo
      • Funz scrive:
        Re: La colpa non è dei videogiochi
        - Scritto da: Undertaker
        - Scritto da: Funz

        E' cronaca recente, parecchia gente (adulta)

        pagava dei bei soldi per una pozione miracolosa

        che altro non era che candeggina industriale...
        e

        l'amuchina É candeggina diluita ma viene venduta
        a caro
        prezzoCerto, ma non te la spacciano per cura per le verruche, l'autismo, il cancro e praticamente qualsiasi altra malattia, e non ti dicono che la devi bere ^^
  • Kerts scrive:
    Certo che Schwarzenegger che parla di...
    Certo che Schwarzenegger che parla di limitare i giochi violenti sa di trollata gigantescad'altra canto il loro attuale presidente si chiama obama e il ricercato numero 3 dall' fbi si chiama osamaalle volte la realtà ci prende in giro in un modo inquietante
    • Nessuno scrive:
      Re: Certo che Schwarzenegger che parla di...
      - Scritto da: Kerts
      Certo che Schwarzenegger che parla di limitare i
      giochi violenti

      sa di trollata gigantesca

      d'altra canto il loro attuale presidente si
      chiama obama e il ricercato numero 3 dall' fbi si
      chiama osamae pensa che obama di secondo nome fa Hussein, il che la dice tutta...
  • Super Sasquatch scrive:
    Re: La colpa non è dei videogiochi
    - Scritto da: Pinco Palla
    Quando si educa un ragazzino esistono 3 tipi di
    regole1) Picchiare2) Picchiare più forte3) Picchiare ANCORA più forteAd avvenuta implosione del cranio potremo dire che il problema é risolto.Se incontri un ragazzino per strada, picchialo. Tu non sai il perché, lui ignora persino l'esistenza della parola "perché", ma un motivo sicuramente c'é.
  • sire_angelu s scrive:
    Carmageddon
    io sono cresciuto giocando a 11 anni a carmageddon. eppure non vado in giro ad ammazzare gente con la macchina
  • uno qualsiasi scrive:
    E i cartoni animati violenti?
    Cioè, i cartoni in cui il protagonista tira sassi dai cavalcavia, si lancia dai precipizi, si imbottisce di esplosivo per fare attentati... vale a dire, i cartoni di Wile Coyote, non sono forse violenti?
    • panda rossa scrive:
      Re: E i cartoni animati violenti?
      - Scritto da: uno qualsiasi
      Cioè, i cartoni in cui il protagonista tira sassi
      dai cavalcavia, si lancia dai precipizi, si
      imbottisce di esplosivo per fare attentati...
      vale a dire, i cartoni di Wile Coyote, non sono
      forse
      violenti?Poi ci sono i cartoni animati che inneggiano alla caccia agli animali.[img]http://www.arizonaandpacificrr.com/projects/elmer_fudd.jpg[/img]Quelli che inneggiano al fumo.[img]http://bp3.blogger.com/_o42BrsHu9UA/SHRzRWtw8bI/AAAAAAAAAvw/jDhfzEZs0_E/s400/crudvil-431x300.jpg[/img]Quelli che inneggiano all'alcol.[img]http://images.paraorkut.com/img/funnypics/images/h/homer_simpsons-12653.jpg[/img]
    • Undertaker scrive:
      Re: E i cartoni animati violenti?
      - Scritto da: uno qualsiasi
      Cioè, i cartoni in cui il protagonista tira sassi
      dai cavalcavia, si lancia dai precipizi, si
      imbottisce di esplosivo per fare attentati...
      vale a dire, i cartoni di Wile Coyote, non sono
      forse
      violenti?difatti il politically-correct ha colpito anche lí:Speedy Gonzales é politicamente scorretto verso i messicani (la prossima etnia dominante in USA) ed e'stato cancellato.
  • CCd scrive:
    non vedo l'ora che esca MK9
    sarà unaXXXXXta pazzesca O_O e sub zero ha la classica fatality in cui strappa la testa con spina dorsale annessa!!
    • FinishHim scrive:
      Re: non vedo l'ora che esca MK9
      - Scritto da: CCd
      ... e sub zero ha la
      classica fatality in cui strappa la testa con
      spina dorsale annessa!!Quello è scorpion ignorante!!!
      • KaysiX scrive:
        Re: non vedo l'ora che esca MK9
        A dire il vero, limitatamente al primo MK, che finivo proprio con SubZero, ha ragione CCd (non so se nei successivi hanno cambiato le fatality).Nel primo, Scorpion si toglie la maschera (svelando "a sorpresa" un bel teschio) e sputa fuoco ai piedi della vittima, incenerendola.
  • panda rossa scrive:
    Definizione di videogame violento
    Scusate, ma che cosa si intende per videogame violento?Che si muore?Da quando esistono i videogames, e' previsto che il personaggio protagonista abbia generalmente 3 vite, e quando le perde tutte, e' game over.E durante il gioco stesso talvolta e' previsto che bisogna eliminare gli ostacoli, sparandoci sopra.Quindi da un punto di vista concettuale, che differenza c'e' tra SuperMario e DukeNukem?Entrambi uccidono, entrambi muoiono.
    • The Dude scrive:
      Re: Definizione di videogame violento
      - Scritto da: panda rossa
      Scusate, ma che cosa si intende per videogame
      violento?

      Che si muore?

      Da quando esistono i videogames, e' previsto che
      il personaggio protagonista abbia generalmente 3
      vite, e quando le perde tutte, e' game
      over.
      E durante il gioco stesso talvolta e' previsto
      che bisogna eliminare gli ostacoli, sparandoci
      sopra.

      Quindi da un punto di vista concettuale, che
      differenza c'e' tra SuperMario e
      DukeNukem?

      Entrambi uccidono, entrambi muoiono.Esiste anche la violenza psicologica, sai? Che forse è peggio di quella fisica.http://www.youtube.com/watch?v=VXBo2DRv_OMConfrontare giochi come Il Duca a giochi come F.E.A.R., Condemned, Project Zero è come confrontare un film di Stallone con uno di Takashi Miike
      • panda rossa scrive:
        Re: Definizione di videogame violento
        - Scritto da: The Dude
        - Scritto da: panda rossa

        Scusate, ma che cosa si intende per videogame

        violento?



        Che si muore?



        Da quando esistono i videogames, e' previsto che

        il personaggio protagonista abbia generalmente 3

        vite, e quando le perde tutte, e' game

        over.

        E durante il gioco stesso talvolta e' previsto

        che bisogna eliminare gli ostacoli, sparandoci

        sopra.



        Quindi da un punto di vista concettuale, che

        differenza c'e' tra SuperMario e

        DukeNukem?



        Entrambi uccidono, entrambi muoiono.

        Esiste anche la violenza psicologica, sai? Che
        forse è peggio di quella
        fisica.

        http://www.youtube.com/watch?v=VXBo2DRv_OM

        Confrontare giochi come Il Duca a giochi come
        F.E.A.R., Condemned, Project Zero è come
        confrontare un film di Stallone con uno di
        Takashi
        MiikeApposta ho aperto la questione.Vogliamo provare a definire alcuni parametri che permettano di etichettare un gioco come violento?Oppure si fa come per i film e si lascia valutare il game ad una apposita commissione di censura (che non sara' in grado neanche di finire il primo livello e quindi nulla potra' sapere del livello due dove magari non c'e' piu' il praticello coi fiorellini...)
    • fix scrive:
      Re: Definizione di videogame violento
      allora diciamo pure che tutta la serie quake e unreal sono ultra violenti?hitman è violento?la tv invece non ha niente di violento?meglio le veline nude, il grande fratello, la zuffa televisiva in parlamento, le sparatorie televisive, i morti allo stadio.... questa non è vera censura?
    • krane scrive:
      Re: Definizione di videogame violento
      - Scritto da: panda rossa
      Scusate, ma che cosa si intende per videogame
      violento?
      Che si muore?
      Da quando esistono i videogames, e' previsto che
      il personaggio protagonista abbia generalmente 3
      vite, e quando le perde tutte, e' game over.
      E durante il gioco stesso talvolta e' previsto
      che bisogna eliminare gli ostacoli, sparandoci
      sopra.
      Quindi da un punto di vista concettuale, che
      differenza c'e' tra SuperMario e
      DukeNukem?
      Entrambi uccidono, entrambi muoiono.Giusto ieri sera a Civilization V ho nuclearizzato un intero continente uccidendo qualche milione di cittadini...
      • panda rossa scrive:
        Re: Definizione di videogame violento
        - Scritto da: krane
        - Scritto da: panda rossa

        Scusate, ma che cosa si intende per videogame

        violento?


        Che si muore?


        Da quando esistono i videogames, e' previsto che

        il personaggio protagonista abbia generalmente 3

        vite, e quando le perde tutte, e' game over.

        E durante il gioco stesso talvolta e' previsto

        che bisogna eliminare gli ostacoli, sparandoci

        sopra.


        Quindi da un punto di vista concettuale, che

        differenza c'e' tra SuperMario e

        DukeNukem?


        Entrambi uccidono, entrambi muoiono.

        Giusto ieri sera a Civilization V ho
        nuclearizzato un intero continente uccidendo
        qualche milione di
        cittadini...Genocida! Che poi i bambini imparano a risolvere le controversie internazionali con le bombe atomiche invece che mandando i missionari! ;)
      • The Dude scrive:
        Re: Definizione di videogame violento
        - Scritto da: krane
        - Scritto da: panda rossa

        Scusate, ma che cosa si intende per videogame

        violento?


        Che si muore?


        Da quando esistono i videogames, e' previsto che

        il personaggio protagonista abbia generalmente 3

        vite, e quando le perde tutte, e' game over.

        E durante il gioco stesso talvolta e' previsto

        che bisogna eliminare gli ostacoli, sparandoci

        sopra.


        Quindi da un punto di vista concettuale, che

        differenza c'e' tra SuperMario e

        DukeNukem?


        Entrambi uccidono, entrambi muoiono.

        Giusto ieri sera a Civilization V ho
        nuclearizzato un intero continente uccidendo
        qualche milione di
        cittadini...Ah, i bei tempi in cui immolavo i lemmings facendoli esplodere!
      • Funz scrive:
        Re: Definizione di videogame violento
        - Scritto da: krane
        Giusto ieri sera a Civilization V ho
        nuclearizzato un intero continente uccidendo
        qualche milione di
        cittadini...Pensa a chi persegue l'achievement di Defcon, quello dove bisogna sterminare l'equivalente della popolazione umana :D
        • uno qualsiasi scrive:
          Re: Definizione di videogame violento

          Pensa a chi persegue l'achievement di Defcon,
          quello dove bisogna sterminare l'equivalente
          della popolazione umana
          :DE prova questo:http://www.crazymonkeygames.com/fullscreen.php?game=pandemic-2Obbiettivo: spazzare via la razza umana con una epidemia.
  • The Dude scrive:
    Ma e i genitori?
    Capisco che la frenetica vita quotidiana non possa aiutare, ma mi domando: i genitori che ci stanno a fare?Sono così impediti da non essere in grado di leggere 18 sulla confezione del videogioco che loro figlio porta a casa?Hanno veramente così poco tempo per studiarsi i parental control di tutti i dispositivi (o quasi) che hanno a casa loro?O forse viene più comodo "mollare" il figlio davanti alla TV, al PC o alla console?E poi una considerazione sull'effettivo "danno" dei videogames violenti. Sicuramente non ti fanno diventare un assassino o uno psicopatico ma siamo sicuri che non facciano proprio niente a livello psicologico?
    • Teone scrive:
      Re: Ma e i genitori?
      l'elemento indispensabile alla crescita corretta di un essere emotivo è la compagnia di altri esseri emotivi:- puoi giuocare ore e ore a tekken, non sarà mai un male se lo fai coi tuoi amici- il tuo amico ha preso un film V. M 18? Quello, insieme, sarà una occasione di crescita e quasi un RITO DI PASSAGGIO dall'infanzia alla pubertàda un punto di vista filosofico, è altamente sbagliato voler mettere i paraocchi agli adolescenti: se non conoscono il male, come faranno a starne alla larga?sapete da quali famiglie provengono in maggior parte le attrici dei film XXXXX?da famiglie con problemi? con genitori assenti / alcolizzati /drogati?qualche volta sì, ma per la maggior parte si tratta di famiglie che hanno tentato di imporre alle figlie una EDUCAZIONE BACCHETTONA e SESSOFOBICA!che poi questo possa nascondere l'ennesimo attacco alle libertà individuali non mi stupisce
      • francososo scrive:
        Re: Ma e i genitori?
        - Scritto da: Teone
        l'elemento indispensabile alla crescita corretta
        di un essere emotivo è la compagnia di altri
        esseri
        emotivi:

        - puoi giuocare ore e ore a tekken, non sarà mai
        un male se lo fai coi tuoi
        amici
        - il tuo amico ha preso un film V. M 18? Quello,
        insieme, sarà una occasione di crescita e quasi
        un RITO DI PASSAGGIO dall'infanzia alla
        pubertà

        da un punto di vista filosofico, è altamente
        sbagliato voler mettere i paraocchi agli
        adolescenti: se non conoscono il male, come
        faranno a starne alla
        larga?

        sapete da quali famiglie provengono in maggior
        parte le attrici dei film
        XXXXX?
        da famiglie con problemi? con genitori assenti /
        alcolizzati
        /drogati?

        qualche volta sì, ma per la maggior parte si
        tratta di famiglie che hanno tentato di imporre
        alle figlie una EDUCAZIONE BACCHETTONA e
        SESSOFOBICA!

        che poi questo possa nascondere l'ennesimo
        attacco alle libertà individuali non mi
        stupisceTeone concordo con te ! :)
      • The Dude scrive:
        Re: Ma e i genitori?
        Aspetta, qua non si tratta di andare da un estremo all'altro.Sono straconvinto che un'educazione sessofobica e bacchettona faccia gli stessi danni.Il mio intervento mirava semplicemente a sottolineare come oggi un bambino o un adolescente abbiano mille volte più bisogno di orientamento di quando ero piccolo io (anni 70).E questo non perchè fossimo più svegli, semplicemente perchè la società è diventata più complessa. E' una società difficile per un adulto, immaginati per un ragazzo.Ed è per questo che oggi il genitore ha delle responsabilità ben più grosse di un tempo.Responsabilità che tanti genitori preferiscono delegare.
        • giorgio scrive:
          Re: Ma e i genitori?
          Per "genitori responsabili" intendi quelli che cambiano auto ogni anno, vivono tra i debiti per mantenere uno status degno del rango, si lamentano con gli insegnanti se riprendono il figlio alunno teppista?Se alle elementari avessi dato uno schiaffo ad un compagno e mio padre fosse venuto a saperlo, mi avrebbe portato a calci in XXXX e tenendomi per un orecchio a chiedere scusa, davanti a tutti. Non avrebbe detto, a prescindere, "sicuramente se lo meritava, bravo, hai le pal*e!".Credo che ultimamente non siamo piu' abituati a farci domande, avere dubbi o chiedere scusa: e' piu' facile gridare piu' forte.Sono andato fuori tema... :)
          • The Dude scrive:
            Re: Ma e i genitori?
            - Scritto da: giorgio
            Per "genitori responsabili" intendi quelli che
            cambiano auto ogni anno, vivono tra i debiti per
            mantenere uno status degno del rango, si
            lamentano con gli insegnanti se riprendono il
            figlio alunno
            teppista?Hai proprio centrato il punto....purtroppo.
            Se alle elementari avessi dato uno schiaffo ad un
            compagno e mio padre fosse venuto a saperlo, mi
            avrebbe portato a calci in XXXX e tenendomi per
            un orecchio a chiedere scusa, davanti a tutti.
            Non avrebbe detto, a prescindere, "sicuramente se
            lo meritava, bravo, hai le
            pal*e!".Esatto. Siamo nell'era delle denunce. "Tuo figlio ha toccato mio figlio? Ti denuncio!"
            Credo che ultimamente non siamo piu' abituati a
            farci domande, avere dubbi o chiedere scusa: e'
            piu' facile gridare piu'
            forte.E' quello che insegnano in TV...ripurtroppo. Per quello a casa mia la TV non è collegata all'antenna e mio figlio guarda solo quello che c'è sull'hard disk collegato alla televisione.
            Sono andato fuori tema... :)Per niente. Piuttosto è la società in cui viviamo che è andata fuori tema, e di brutto.
      • vecchio saggio scrive:
        Re: Ma e i genitori?
        - Scritto da: Teone

        sapete da quali famiglie provengono in maggior
        parte le attrici dei film
        XXXXX?
        da famiglie con problemi? con genitori assenti /
        alcolizzati
        /drogati?

        qualche volta sì, ma per la maggior parte si
        tratta di famiglie che hanno tentato di imporre
        alle figlie una EDUCAZIONE BACCHETTONA e
        SESSOFOBICA![CITAZIONE NECESSARIA]
        • Undertaker scrive:
          Re: Ma e i genitori?
          - Scritto da: vecchio saggio
          - Scritto da: Teone

          sapete da quali famiglie provengono in maggior

          parte le attrici dei film

          XXXXX?

          tratta di famiglie che hanno tentato di imporre

          alle figlie una EDUCAZIONE BACCHETTONA e

          SESSOFOBICA!
          [CITAZIONE NECESSARIA]Moana Pozzi, wikipagliaccio
    • shevathas scrive:
      Re: Ma e i genitori?
      - Scritto da: The Dude
      Capisco che la frenetica vita quotidiana non
      possa aiutare, ma mi domando: i genitori che ci
      stanno a
      fare?spesso cercano scuse per il proprio fallimento e la propria disattenzione.
      Sono così impediti da non essere in grado di
      leggere 18 sulla confezione del videogioco che
      loro figlio porta a
      casa?talvolta capita.
      Hanno veramente così poco tempo per studiarsi i
      parental control di tutti i dispositivi (o quasi)
      che hanno a casa
      loro?
      O forse viene più comodo "mollare" il figlio
      davanti alla TV, al PC o alla
      console?è questo il triste. Ma trovo ancora più squallido che non riescano a far capire al pargolo la differenza fra la finzione e la realtà, che nella finzione si possono fare delle cose che nel mondo reale sono pericolosissime e che portano a gravi conseguenze.
      E poi una considerazione sull'effettivo "danno"
      dei videogames violenti. Sicuramente non ti fanno
      diventare un assassino o uno psicopatico ma siamo
      sicuri che non facciano proprio niente a livello
      psicologico?possono anche essere una valvola di sfogo per scaricare l'aggressività, come quelli che si "rilassano" menando un sacco da boxe. Un minimo di aggressività esiste in tutti ed è meglio lasciare che trovi sfoghi pacifici, meglio che si prema un acceleratore virtuale che fare i XXXXXXs per strada Meglio che uno si sfoghi con un sacco da boxe che menando la prima che passa, come già tristemente sucXXXXX.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 03 novembre 2010 13.40-----------------------------------------------------------
    • Antony scrive:
      Re: Ma e i genitori?
      Il Parental Control?Ho la PS3 ma non c'è distinzione di Account Master e quelli Slave....se il genitore vuole cambiare i settaggi di Parental Control per l'utente "Figlio" deve loggare con "Figlio" entrare nelle impostazioni e settarle.Così poi quando sua figlio vede che il nuovo gioco non mostra il sangue, va a farsi lo stesso giretto nelle impostazioni e disattiva tutto ;)
      • The Dude scrive:
        Re: Ma e i genitori?
        - Scritto da: Antony
        Il Parental Control?
        Ho la PS3 ma non c'è distinzione di Account
        Master e quelli Slave....se il genitore vuole
        cambiare i settaggi di Parental Control per
        l'utente "Figlio" deve loggare con "Figlio"
        entrare nelle impostazioni e
        settarle.
        Così poi quando sua figlio vede che il nuovo
        gioco non mostra il sangue, va a farsi lo stesso
        giretto nelle impostazioni e disattiva tutto
        ;)Grande...niente password?
    • asd scrive:
      Re: Ma e i genitori?
      basta che i bambini non rompano... ecco... puoi mettere qualsiasi etichetta a loro basta che non lagnano.
  • Teone scrive:
    psicologi dilettanti....
    Quando ero ragazzino giuocavo intensamente a tekken...Leggevo histoire d'O, la Justine di Sade e molti altri sui romanzi...non appena un mio amico ebbe internet (era una rarità) ci facemmo un giro per i siti a luci rosse...non mi sono affatto "turbato"...., né sono diventato un criminaleperché non lasciano la psicologia agli psicologi laureati?
    • Number 6 scrive:
      Re: psicologi dilettanti....
      - Scritto da: Teone

      perché non lasciano la psicologia agli psicologi
      laureati?Quelli sono pure peggio! (rotfl)
    • giorgio scrive:
      Re: psicologi dilettanti....
      Ma tu sapevi leggere. Credo che fra non molto avremo schiere di ragazzini che sanno smontare una glock a occhi chiusi, ma non sono capaci di relazionarsi o di concentrarsi per piu' di 10 minuti.
      • vecchio saggio scrive:
        Re: psicologi dilettanti....
        - Scritto da: giorgio
        Ma tu sapevi leggere. Credo che fra non molto
        avremo schiere di ragazzini che sanno smontare
        una glock a occhi chiusi, ma non sono capaci di
        relazionarsi o di concentrarsi per piu' di 10
        minuti.E non ci saranno più le mezze stagioni.
      • Number 6 scrive:
        Re: psicologi dilettanti....
        - Scritto da: giorgio
        Ma tu sapevi leggere. Credo che fra non molto
        avremo schiere di ragazzini che sanno smontare
        una glock a occhi chiusi, ma non sono capaci di
        relazionarsi o di concentrarsi per piu' di 10
        minuti.Magari, smontare una Glock richiede concentrazione e coordinazione. La maggior parte dei ragazzini di fronte ad un'arma da fuoco vera andrebbe in panico perché manca il pulsantino rosso FIRE e quello blu RELOAD. ;)
    • vecchio saggio scrive:
      Re: psicologi dilettanti....
      - Scritto da: Teone
      Quando ero ragazzino giuocavo intensamente a
      tekken...
      Leggevo histoire d'O, la Justine di Sade e molti
      altri sui
      romanzi...
      non appena un mio amico ebbe internet (era una
      rarità) ci facemmo un giro per i siti a luci
      rosse...

      non mi sono affatto "turbato"...., né sono
      diventato un
      criminaleSei finito a commentare su PI, il che, se permetti, è molto molto peggio.
      • Paolo Nocco scrive:
        Re: psicologi dilettanti....
        Non mi pare che tu faccia altro, caro Solone di turno.Preferivi che fosse andato a rubare, magari a casa tua?
        • vecchio saggio scrive:
          Re: psicologi dilettanti....
          - Scritto da: Paolo Nocco
          Non mi pare che tu faccia altro, caro Solone di
          turno.
          Preferivi che fosse andato a rubare, magari a
          casa
          tua?E a te chi ha chiesto qualcosa?Sei il suo amichetto, per caso?
          • Paolo Nocco scrive:
            Re: psicologi dilettanti....
            No, sono uno a cui piace sottolineare l'incoerenza della gente.Tu fai proprio al mio caso.
          • seitriste scrive:
            Re: psicologi dilettanti....
            - Scritto da: Paolo Nocco
            No, sono uno a cui piace sottolineare
            l'incoerenza della
            gente.
            Tu fai proprio al mio caso.Molto bene.Dai ora, abbassatevi i pantaloni, prendete un pò di sabbia, e fate pace.
Chiudi i commenti