Google Chrome aggiorna la beta

Il browser di Mountain View è quasi pronto per la sua quarta main release con la nuova tecnologia di sincronizzazione in remoto. Chrome cresce in popolarità mentre IE cede quote di utenti
Il browser di Mountain View è quasi pronto per la sua quarta main release con la nuova tecnologia di sincronizzazione in remoto. Chrome cresce in popolarità mentre IE cede quote di utenti

Chrome 4, prossima incarnazione del browser con cui Google ha lanciato la sfida prima a Internet Explorer, raggiunge lo stato intermedio di beta con la build 4.0.223.16 . Molte le novità annunciate, prima fra tutte la capacità di sincronizzare i segnalibri in remoto , attraverso una tecnologia di capitale importanza per i piani tecnologici e commerciali di Mountain View.

Delle tre diverse iterazioni di Chrome esistenti (beta, preview per sviluppatori e release stabile), la versione beta è quella che offre il compromesso ideale tra la possibilità di testare le nuove caratteristiche e la stabilità generale del software. La sincronizzazione dei bookmark, che i G-man spiegano essere propedeutica per l’accesso agli stessi siti preferiti su macchine diverse, si basa su quella stessa tecnologia di cloud computing già presentata lo scorso agosto .

Una tecnologia che sul lungo periodo dovrebbe permettere a Chrome di gestire tutti i dati degli utenti – e non solo i preferiti – senza soluzione di continuità tra “nuvole” e applicazione locale, fornendo a Google il principale strumento di somministrazione del suo pacchetto di “mainframe computing” tutto compreso aggiornato all’epoca di Internet e delle connessioni broadband a 150 ms di latenza.

Tra le altre novità incluse nella nuova beta si segnala un 30 per cento di incremento prestazionale nell’esecuzione del codice web, mentre non è attualmente noto quando tecnologie importanti come Native Code o WebGL entreranno a far parte del codice prima della prossima main release.

Novità tecnologiche a parte, le ultime stime rilasciate da Net Applications certificherebbero il fatto che Google Chrome è il browser con il più alto tasso di crescita , con un market share del 3,6 per cento a ottobre per un incremento dello 0,2 per cento rispetto al mese precedente. Google sostiene che Chrome è attualmente utilizzato attivamente da più di 30 milioni di utenti, anche se si tratta di numeri che sembrano circolare da tempo .

Nella partita per il controllo dei browser web – diretta emanazione della più ampia sfida che oramai coinvolge Internet, i sistemi operativi e le applicazioni – a soffrire sembra essere Internet Explorer di Microsoft che in Europa, pur mantenendo la stragrande maggioranza del mercato, perde utenti a vista d’occhio (il 2,6 per cento in sei mesi) a vantaggio dei concorrenti, di Chrome, Safari e soprattutto Mozilla Firefox.

Alfonso Maruccia

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

03 11 2009
Link copiato negli appunti