Google Cloud: intelligenza artificiale per rivenditori

Google Cloud: intelligenza artificiale per rivenditori

Google Cloud ha svelato nuove tecnologie IA che permettono ai rivenditori di gestire l'inventario e migliorare l'esperienza di shopping online.
Google Cloud ha svelato nuove tecnologie IA che permettono ai rivenditori di gestire l'inventario e migliorare l'esperienza di shopping online.

Google Cloud ha annunciato quattro tecnologie di intelligenza artificiale che permettono ai rivenditori di ottimizzare la gestione dell’inventario e migliorare l’esperienza di acquisto degli utenti. Le novità, che verranno mostrate alla conferenza NRF 2023, riguardano sia i negozi fisici che i siti di e-commerce.

Google Cloud: soluzioni IA per il commercio

Il primo tool sviluppato da Google Cloud è denominato Vertex AI Vision. Grazie ad un database con miliardi di immagini è possibile riconoscere i prodotti presenti negli scaffali, suggerire una disposizione più efficace e indicare quali devono essere aggiunti. Il rivenditore deve solo fornire al servizio le immagini scattate dalle videocamere di sorveglianza o dalla fotocamera dello smartphone.

La tecnologia è ancora in versione preliminare, ma sarà disponibile in tutto il mondo nei prossimi mesi. Le immagini non verranno conservate sui server di Google. Servono solo per consentire all’intelligenza artificiale di identificare il prodotto e l’etichetta del prezzo.

Discovery AI è invece la soluzione che permette ai rivenditori di migliorare la visibilità dei prodotti su un sito di e-commerce. Gli algoritmi di machine learning possono selezionare l’ordine dei prodotti nelle singole pagine, considerando i dati storici. Non è più necessario un intervento manuale.

Un’altra tecnologia consente di mostrare risultati delle ricerche più personalizzati. Quando l’utente cerca un prodotto su sito di e-commerce viene visualizzato quello più probabile in cima ai risultati. Ciò avviene analizzando i comportamenti degli utenti (clic, acquisti e altro). Infine, Recommendations AI sfrutta il machine learning per i suggerimenti personalizzati. L’utente vedrà prodotti che probabilmente acquisterà in futuro.

Fonte: Google Cloud
Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Pubblicato il 16 gen 2023
Link copiato negli appunti