Google combatte il malware anche su Mac OS X

Mountain View rilascia la versione Mac di un suo popolare tool anti-malware, nella speranza che gli sviluppatori di software antivirale inizino a dedicarsi all'ecosistema Apple. Nel mentre, in Australia gli iPhone finiscono ostaggio

Roma – Google ha annunciato la disponibilità di una versione Mac di VirusTotal Uploader, tool antivirale già popolare in ambiente Windows e facente parte del “pacchetto” finito fra le mani di Mountain View con l’acquisizione della omonima società un paio d’anni or sono.

Come già su sistemi operativi Windows, VirusTotal Uploader per Mac (OS X 10.8 e 10.9) può essere utilizzato per eseguire l’upload di file sospetti sui server di VirusTotal: a quel punto il file verrà passato alla scansione di 52 diversi engine di altrettanti software antivirali.

Google spiega che l’uploader fa uso della stessa API pubblica già impiegata dal software in versione Windows, e che l’aggiunta di file da spedire online è basata su un semplice meccanismo di drag&drop sull’interfaccia del software.

Mountain View spiega la decisione di rendere disponibile VirusTotal Uploader anche su Mac con la volontà di spingere gli sviluppatori di software antivirali a seguire con maggior attenzione la piattaforma informatica di Cupertino, un ecosistema sempre più interessante dal punto di vista di cyber-criminali e creatori di malware.

A ulteriore dimostrazione della crescente popolarità dei prodotti Apple in ambito di cyber-crime arriva infine una notizia dall’Australia, dove alcuni possessori di iPhone, iPad e Mac si sono trovati davanti a un messaggio di “device hacked” e alla richiesta del pagamento di un riscatto in denaro per lo sblocco. Ancora ignoto il meccanismo con cui i criminali sono riusciti a prendere il controllo dell’Apple ID degli utenti interessati dall’accaduto.

Alfonso Maruccia

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • vqKUECwKaer jUPekVQL scrive:
    zkFdsZYrPsmA
    http://generic-augmentin.cf/#5767 augmentin,
  • alberto temporin scrive:
    sicuro una truffa?
    hai visto per caso il prezzo dell'oro andare quasi a 1800 dollari poi scendere un pò e dopo in circa 2 ore perder il 20% del suo valore ed arrivare a 1400 e ora è a 1200 dollari?questa non è una truffa? no è il mercato ti diranno....hai visto i titoli di stato dell'ungheria dopo che gli ungheresi hanno votato la legge costituzionale per controllare la banca centrale....il giorno dopo all'asta non ne hanno venduti neanche unoquesta è una truffa? no è il mercato ti diranno....
  • Gabriele Nardini scrive:
    Bitcoin
    Caro Luca, non riesco a capire come mai ipotizzi a giustificazione dell'impennata dei Bitcoin software nascosti, non dico che sia impossibile, ma non capisco come mai non accenni nemmeno al fatto che proprio in quel periodo ci fu il prelievo forzoso a Cipro, gli imprenditori per non farsi mangiare tutti i soldi dallo stato convertirono tutti i loro EURI in Bitcoin, questo fu il motivo della super impennata, non comprendo come si possano scrivere articoli emettendo tesi senza avere le informazioni tra l'altro pubbliche e sotto gli occhi di tutto, chiunque conosca i Bitcoin sa benissimo i motivi delle impennate, mi meraviglio come non possa saperlo chi scrive articoli sull'argomento.
    • krane scrive:
      Re: Bitcoin
      - Scritto da: Gabriele Nardini
      Caro Luca, non riesco a capire come mai ipotizzi
      a giustificazione dell'impennata dei Bitcoin
      software nascosti, non dico che sia impossibile,
      ma non capisco come mai non accenni nemmeno al
      fatto che proprio in quel periodo ci fu il
      prelievo forzoso a Cipro, gli imprenditori per
      non farsi mangiare tutti i soldi dallo stato
      convertirono tutti i loro EURI in Bitcoin, questo
      fu il motivo della super impennata, non comprendo
      come si possano scrivere articoli emettendo tesi
      senza avere le informazioni tra l'altro pubbliche
      e sotto gli occhi di tutto, chiunque conosca i
      Bitcoin sa benissimo i motivi delle impennate, mi
      meraviglio come non possa saperlo chi scrive
      articoli sull'argomento.Ma tu leggi gli articoli qua ??? :O
    • Luca Annunziata scrive:
      Re: Bitcoin
      non mi pare ci sia modo di dimostrare la causalità, mancando peraltro riferimenti puntuali a dimostrazioni tangibili di questo flusso di capitali: inoltre, l'operazione di cipro fu in un certo senso retroattiva, visto che i conti correnti erano stati congelati da qualche giorno se non ricordo malecon lo stesso ragionamento, per altro, si potrebbe tranquillamente associare un'evento astronomico alla crescita e decrescita del valore dei bitcoin
Chiudi i commenti