Google e AT&T, la guerra della fibra

Mountain View ufficializza l'installazione delle nuove connessioni a 1 Gigabit in Texas, mentre AT&T dice di voler far lo stesso, a patto che le autorità locali si dimostrino altrettanto disponibili e generose

Roma – Dopo le indiscrezioni dei giorni scorsi , alla fine è arrivata la conferma ufficiale: Google si prepara a sbarcare nella città di Austin, in Texas, per installare connessioni Internet a 1 Gbps così già ha cominciato a fare mesi or sono a Kansas City .

La capitale dello stato texano sarà dunque il secondo centro cittadino a giovare dell’esperimento di Mountain View in veste di Internet provider a fibra ottica, con le prime connessioni domestiche FTTH (Fiber to the Home) in arrivo entro la metà del 2014.

Google porterà velocità telematiche 100 volte superiori a quelle della banda larga media attuale (negli States) grazie alla fattiva collaborazione con il sindaco Lee Leffingwell, una banda ultra-larga di cui potranno giovare la “mecca” della creatività e dell’imprenditoria (Austin, appunto) ma anche importanti istituzioni come l’Università del Texas e il suo centro ospedaliero per la ricerca medica.

Agli utenti verranno resi disponibili servizi di connettività simili a quelli già offerti a Kansas City , dove al momento è possibile scegliere tra pacchetti comprensivi di servizio di TV HD (120 dollari al mese) e un’offerta base che al costo di 300 dollari di installazione fornisce una connessione a 5 Mbps gratuita per 7 anni.

Tra le reazioni scatenate dalla nuova iniziativa di Google, quella di AT&T è particolarmente significativa: il colosso dell’infrastruttura di telecomunicazioni statunitense teme le mire espansionistiche di Mountain View e si dice prontissimo a offrire un servizio di connettività a 1 Gbps ad Austin. A patto, dice AT&T, che la municipalità fornisca tutte le facilitazioni e gli incentivi (anche economici, pare) forniti a Google per la sua iniziativa.

Alfonso Maruccia

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • iRoby scrive:
    A che serve?
    Ma a che serve ad uno stato sovrano con la sua moneta sovrana come gli USA ad andare a rompere le palle su cose stupide e che frutterebbero cifre assolutamente insignificanti?
    • Surak 2.0 scrive:
      Re: A che serve?
      - Scritto da: iRoby
      Ma a che serve ad uno stato sovrano con la sua
      moneta sovrana come gli USA ad andare a rompere
      le palle su cose stupide e che frutterebbero
      cifre assolutamente
      insignificanti?Ed allora le paghino.Poi saranno cifre irrisorie per singola azienda, ma se la pratica è diffusa per ogni azienda con una mensa...Tra la'ltro tanto cifre irrisorie non lo sarebbero visto che solo Google ha 50 mila dipendenti. Diciamo che la cosa valga solo per 10 mila di essi vuol dire un incasso di 40-50 milioni di dollari per il fisco. "buttali via!!"
      • iRoby scrive:
        Re: A che serve?
        Non hai capito...Al fisco non gliene importa nulla di questo genere di entrate se la moneta è sovrana e si applicano le Teorie Monetarie Moderne con i quantitative easing periodici.Cioè ne guadagnerebbero di più dall'aumento delle accise sui carburanti o su qualcos'altro che è già tassato...Ad uno stato con moneta sovrana le tasse non servono per pagare i servizi.
        • Pietro scrive:
          Re: A che serve?
          - Scritto da: iRoby
          Non hai capito...
          Al fisco non gliene importa nulla di questo
          genere di entrate se la moneta è sovrana e si
          applicano le Teorie Monetarie Moderne con i
          quantitative easing
          periodici.

          Cioè ne guadagnerebbero di più dall'aumento delle
          accise sui carburanti o su qualcos'altro che è
          già
          tassato...

          Ad uno stato con moneta sovrana le tasse non
          servono per pagare i
          servizi.Gli Usa non hanno una moneta sovrana, la federal reserve é privata. I soldi non li stampa mica lo stato.
  • Surak 2.0 scrive:
    Logica furbina
    " Alcuni avvocati sono infatti convinti che un pranzo gratuito non rappresenti una forma di compensazione, dal momento che ai datori di lavoro conviene che la risorsa resti in sede"... allora vale pure per lo stipendio, mica è una compensazione ma solo un modo perchè la gente esca di casa e vada in sede e vi resti.In realtà bisognova da sempre che i vari benefit siano considerati parte dello stipendio, perchè è del tutto evidente che pagare in contanti o pagare in "natura" è la stessa cosa con lo stesso scopo e uno squilibrio fiscale crea solo trucchi d'elusione.
    • nome e cognome scrive:
      Re: Logica furbina

      scopo e uno squilibrio fiscale crea solo trucchi
      d'elusione.Corretto, è infatti strano che il fisco USA se ne sia accorto solo ora: considerando il numero di dipendenti che queste aziende hanno ci stanno perdendo milioni.
      • pietro scrive:
        Re: Logica furbina
        niente di strano, non si sono ancora accorti che tutti i camerieri, facchini di Hotel, e altri che lavorano nei servizi hanno come quasi unico reddito le mance( 20% del conto e praticamente obbligatorie) e che senza alcun tipo di controllo vengono dichiarate forfettariamente, e ci si può immaginare come.A quanto ammonterà l'evasione in questo caso?
    • panda rossa scrive:
      Re: Logica furbina
      - Scritto da: Surak 2.0
      " Alcuni avvocati sono infatti convinti che un
      pranzo gratuito non rappresenti una forma di
      compensazione, dal momento che ai datori di
      lavoro conviene che la risorsa resti in sede"...
      allora vale pure per lo stipendio, mica è una
      compensazione ma solo un modo perchè la gente
      esca di casa e vada in sede e vi
      resti.
      In realtà bisognova da sempre che i vari benefit
      siano considerati parte dello stipendio, perchè è
      del tutto evidente che pagare in contanti o
      pagare in "natura" è la stessa cosa con lo stesso
      scopo e uno squilibrio fiscale crea solo trucchi
      d'elusione.Ma dove?Solo le transazioni in denaro devono essere tassate!Il baratto non viene tassato da nessuna parte del mondo.Se io vengo pagato 100, le tasse sono su quei 100.Tutti gli altri benefit: computer, smartphone con traffico illimitato compreso, auto aziendale, mensa, pacco regalo di natale e pasqua, viaggi premio, etc. sono rigorosamente esentasse per il lavoratore e potrebbero benissimo essere scaricati come costi per l'azienda.
      • Francesco scrive:
        Re: Logica furbina
        Scusa ma vivi in Italia? Sei un evasore totale? Sei talmente ricco che si occaupa di tutto il tuo studio commerciale?In Itaglia non si può scaricare quasi nulla, ed i benefit sono rigorosamente tassati.
        • panda rossa scrive:
          Re: Logica furbina
          - Scritto da: Francesco
          Scusa ma vivi in Italia? Sei un evasore totale?
          Sei talmente ricco che si occaupa di tutto il tuo
          studio
          commerciale?

          In Itaglia non si può scaricare quasi nulla, ed i
          benefit sono rigorosamente
          tassati.Forse allora non sono benefit ma strumenti di lavoro.E comunque io di sicuro non ci pago tasse sopra.Saranno problemi di chi mi passa quelle cose.
          • nome e cognome scrive:
            Re: Logica furbina

            Forse allora non sono benefit ma strumenti di
            lavoro.
            E comunque io di sicuro non ci pago tasse sopra.
            Saranno problemi di chi mi passa quelle cose.Il computer, il telefono sono considerati strumenti di lavoro e non tassati. L'auto aziendale per uso promiscuo, la carta carburante, i rimborsi spese oltre un certo limite, il fondo pensione, l'assicurazione sanitaria, ecc, ecc sono tutti tassati.
          • panda rossa scrive:
            Re: Logica furbina
            - Scritto da: nome e cognome

            Forse allora non sono benefit ma strumenti di

            lavoro.

            E comunque io di sicuro non ci pago tasse
            sopra.

            Saranno problemi di chi mi passa quelle cose.

            Il computer, il telefono sono considerati
            strumenti di lavoro e non tassati. Appunto!
            L'auto
            aziendale per uso promiscuo,L'auto aziendale e' dell'azienda.
            la carta carburante,
            i rimborsi spese oltre un certo limite, il fondo
            pensione, l'assicurazione sanitaria, ecc, ecc
            sono tutti tassati.Non compaiono in busta: sono un di piu'.Il fondo pensione invece sono soldi, quindi potrebbero avere un trattamento fiscale, di cui pero' non so nulla.
          • nome e cognome scrive:
            Re: Logica furbina


            aziendale per uso promiscuo,
            L'auto aziendale e' dell'azienda.Dipende, se l'auto aziendale è dell'azienda la puoi usare SOLO per motivi strettamente legati al lavoro e quindi non è tassata. Se l'auto è per uso promiscuo e quindi la tieni nel weekend o altro allora 1) con tutta probabilità è di una società di leasing 2) ci paghi le tasse.

            la carta carburante,

            i rimborsi spese oltre un certo limite, il
            fondo

            pensione, l'assicurazione sanitaria, ecc, ecc

            sono tutti tassati.

            Non compaiono in busta: sono un di piu'.Se sono fuori busta sono in nero. Qualsiasi cosa l'azienda ti da a titolo di premio o benefit è tassata.
            Il fondo pensione invece sono soldi, quindi
            potrebbero avere un trattamento fiscale, di cui
            pero' non so
            nulla.Il fondo pensione, l'ex-TFR è parte del tuo reddito ed è tassato, se l'azienda aggiunge soldi (come capita ora coi fondi di categoria) è un benefit ed è tassato.
      • nome e cognome scrive:
        Re: Logica furbina

        Tutti gli altri benefit: computer, smartphone con
        traffico illimitato compreso, auto aziendale,
        mensa, pacco regalo di natale e pasqua, viaggi
        premio, etc. sono rigorosamente esentasse per il
        lavoratore e potrebbero benissimo essere
        scaricati come costi per
        l'azienda.Non dire XXXXXXX, dimostri per l'ennesima volta di non aver mai messo piede in un posto di lavoro. Tutti i benefit concorrono al reddito, per alcuni viene definita un franchigia (ticket restaurant ad esempio)... ma l'auto aziendale, la mensa (sotto tot di valore), i per-diem (sopra un certo valore), i bonus in denaro e non, il rimborso delle telefonate sono rigorosamente tassati in base al tuo scaglione di reddito.
        • panda rossa scrive:
          Re: Logica furbina
          - Scritto da: nome e cognome

          Tutti gli altri benefit: computer,
          smartphone
          con

          traffico illimitato compreso, auto aziendale,

          mensa, pacco regalo di natale e pasqua,
          viaggi

          premio, etc. sono rigorosamente esentasse
          per
          il

          lavoratore e potrebbero benissimo essere

          scaricati come costi per

          l'azienda.

          Non dire XXXXXXX, dimostri per l'ennesima volta
          di non aver mai messo piede in un posto di
          lavoro.Ha parlato il sindacalista!
          Tutti i benefit concorrono al reddito, per alcuni
          viene definita un franchigia (ticket restaurant
          ad esempio)... ma l'auto aziendale, la mensa
          (sotto tot di valore), i per-diem (sopra un certo
          valore), i bonus in denaro e non, il rimborso
          delle telefonate sono rigorosamente tassati in
          base al tuo scaglione di
          reddito.Quale parte di "non sono io che pago le tasse sui benefit" non ti e' chiara?Sulla mia busta paga c'e' indicato solo lo stipendio.Tutto il resto non c'e'.Non e' neanche mio.
          • nome e cognome scrive:
            Re: Logica furbina

            Quale parte di "non sono io che pago le tasse sui
            benefit" non ti e'
            chiara?La parte in cui è legale.
            Sulla mia busta paga c'e' indicato solo lo
            stipendio.
            Tutto il resto non c'e'.Hai una macchina aziendale che usi per motivi personali? Se non è in busta paga la tua azienda sta evadendo il fisco.Hai ticket restaurant di importo superiore a 5,29 euro? Se non figura in busta paga la tua azienda sta evadendo il fisco.
            Non e' neanche mio.La responsabilità di denunciare è tua, altrimenti sei complice.
          • panda rossa scrive:
            Re: Logica furbina
            - Scritto da: nome e cognome

            La responsabilità di denunciare è tua, altrimenti
            sei
            complice.La mia responsabilita' e' quella di far funzionare i server.E vengo pagato per questo.Per tutto il resto ci sono gli scribacchini dell'ufficio paghe.Si arrangiassero loro... se qualcosa non va negli stipendi e' responsabilita' loro, mica mia.Cosi' come se un server si pianta e' responsabilita' mia, mica loro.
          • nome e cognome scrive:
            Re: Logica furbina

            La mia responsabilita' e' quella di far
            funzionare i
            server.
            E vengo pagato per questo.Dillo ai finanzieri, hanno bisogno di ridere.
            Cosi' come se un server si pianta e'
            responsabilita' mia, mica
            loro.Se si pianta il server ti frustano un po' e tutto come prima, se arriva la finanza e accerta l'evasione cominciano a pignorare tutto compreso il tuo server.
          • krane scrive:
            Re: Logica furbina
            - Scritto da: nome e cognome

            La mia responsabilita' e' quella di far

            funzionare i server.

            E vengo pagato per questo.
            Dillo ai finanzieri, hanno bisogno di ridere.

            Cosi' come se un server si pianta e'

            responsabilita' mia, mica loro.
            Se si pianta il server ti frustano un po' e tutto
            come prima, se arriva la finanza e accerta
            l'evasione cominciano a pignorare tutto compreso
            il tuo server.Ma mica quelli di casa sua... Quelli del padrone delle ferirere.
          • nome e cognome scrive:
            Re: Logica furbina

            Ma mica quelli di casa sua... Quelli del padrone
            delle
            ferirere.Ovvero di quello che gli paga lo stipendio...
          • krane scrive:
            Re: Logica furbina
            - Scritto da: nome e cognome

            Ma mica quelli di casa sua... Quelli

            del padrone delle ferirere.
            Ovvero di quello che gli paga lo stipendio...Un bravo operaio non ha problemi a trovare chi abbia bisongo della sua opera...
          • qualcuno scrive:
            Re: Logica furbina

            Quale parte di "non sono io che pago le tasse sui
            benefit" non ti e'chiara?La parte che dice: "Non so leggere le trattenute in busta paga"
      • Surak 2.0 scrive:
        Re: Logica furbina
        - Scritto da: panda rossa
        - Scritto da: Surak 2.0

        " Alcuni avvocati sono infatti convinti che
        un

        pranzo gratuito non rappresenti una forma di

        compensazione, dal momento che ai datori di

        lavoro conviene che la risorsa resti in
        sede"...

        allora vale pure per lo stipendio, mica è una

        compensazione ma solo un modo perchè la gente

        esca di casa e vada in sede e vi

        resti.

        In realtà bisognova da sempre che i vari
        benefit

        siano considerati parte dello stipendio,
        perchè
        è

        del tutto evidente che pagare in contanti o

        pagare in "natura" è la stessa cosa con lo
        stesso

        scopo e uno squilibrio fiscale crea solo
        trucchi

        d'elusione.

        Ma dove?Chi? cosa? Quando?La mia era solo un'affermazione di logica equa.
        Solo le transazioni in denaro devono essere
        tassate!Bene, così da domani nessuno prende lo stipendio e tutti a vivere di buoni o pacchi spesa, elettrodomestici, viaggi turistici pagati ecc.
        Il baratto non viene tassato da nessuna parte del
        mondo.Perchè è un uso irrilevante o quasi (in realtà di possono scambiare anche case, e pagare solo il controvalore di differenza, quindi un bella riduzione di tasse) e si presuppone che lo scamgio sia alla pari (non ci sia un arricchimento di una parte)
        Se io vengo pagato 100, le tasse sono su quei 100.

        Tutti gli altri benefit: computer, smartphone con
        traffico illimitato compreso, auto aziendale,
        mensa, pacco regalo di natale e pasqua, viaggi
        premio, etc. sono rigorosamente esentasse per il
        lavoratore e potrebbero benissimo essere
        scaricati come costi per
        l'azienda.Bello, così paga ancora meno, mentre il disgraziato che è dipedente classico paga pure per 'ste ditte che intanto guadagno miglaiia di euro esentasse. O scaricano tutto tutti o non scarica nessuno (tranne ovviamente casi specifici per motivi sociali/solidali), nel primo caso eprò nessuno si almenti che sul resto si paghi il 90% di tasse
  • Umar Jamil scrive:
    dai 4 ai 5 mila euro di tasse sul pranzo
    "Se invece passasse l'altra linea, un dipendente di BigG potrebbe arrivare a pagare tra 4 e 5mila dollari all'anno per pranzi e cene in ufficio"Ma quanto cavolo guadagnano per dover pagare 4-5mila euro di tasse sul pranzo?!
    • Lumaco Scarafoni scrive:
      Re: dai 4 ai 5 mila euro di tasse sul pranzo
      - Scritto da: Umar Jamil
      "Se invece passasse l'altra linea, un dipendente
      di BigG potrebbe arrivare a pagare tra 4 e 5mila
      dollari all'anno per pranzi e cene in
      ufficio"

      Ma quanto cavolo guadagnano per dover pagare
      4-5mila euro di tasse sul
      pranzo?!Beh sai, mica in tutto il resto del mondo è come in Italia, gli stipendi degli impiegati sono fermi da 20 anni.
      • Lumaco Scarafoni scrive:
        Re: dai 4 ai 5 mila euro di tasse sul pranzo
        - Scritto da: Lumaco Scarafoni
        - Scritto da: Umar Jamil

        "Se invece passasse l'altra linea, un dipendente

        di BigG potrebbe arrivare a pagare tra 4 e 5mila

        dollari all'anno per pranzi e cene in

        ufficio"



        Ma quanto cavolo guadagnano per dover pagare

        4-5mila euro di tasse sul

        pranzo?!

        Beh sai, mica in tutto il resto del mondo è come
        in Italia, gli stipendi degli impiegati sono
        fermi da 20
        anni.Errata corrige: Beh sai, mica in tutto il resto del mondo è come in Italia, DOVE gli stipendi degli impiegati sono fermi da 20 anni.
    • Surak 2.0 scrive:
      Re: dai 4 ai 5 mila euro di tasse sul pranzo
      - Scritto da: Umar Jamil
      "Se invece passasse l'altra linea, un dipendente
      di BigG potrebbe arrivare a pagare tra 4 e 5mila
      dollari all'anno per pranzi e cene in
      ufficio"

      Ma quanto cavolo guadagnano per dover pagare
      4-5mila euro di tasse sul
      pranzo?!magari è scritto male e si parla del lordo.Ipotizzando 200 giorni di pranzi, si tratta di pasti da 20 dollari... non proprio la tipica mensa da operai, ma manco quelli sono operai o si calcola al costo medio di un pranzo ad una tavola calda.Se invece fossero proprio cifre dell'incasso dell'erario, magari si parla dei pasti dei pezzi da novanta americani che pranzano a pizza ma bevendo vino da 400 dollari a bottiglia
    • nome e cognome scrive:
      Re: dai 4 ai 5 mila euro di tasse sul pranzo
      - Scritto da: Umar Jamil
      "Se invece passasse l'altra linea, un dipendente
      di BigG potrebbe arrivare a pagare tra 4 e 5mila
      dollari all'anno per pranzi e cene in
      ufficio"

      Ma quanto cavolo guadagnano per dover pagare
      4-5mila euro di tasse sul
      pranzo?!Immagino che intendano che il lordo aggiunto sia 4/5 mila euro (dollari?), e se consideri pranzo e cena un 40 euro al giorno li puoi tranquillamente contare (30$ di cena + 10$ di pranzo). considera 200 giorni lavorativi e arrivi a 8.000$.Niente di strano, in Italia succede la stessa cosa coi ticket restaurant che se superiori a 5,30 diventano parte dello stipendio e vengono tassati secondo lo scaglione di reddito.
      • qualcuno scrive:
        Re: dai 4 ai 5 mila euro di tasse sul pranzo


        Immagino che intendano che il lordo aggiunto sia
        4/5 mila euro (dollari?), e se consideri pranzo
        e cena un 40 euro al giorno li puoi
        tranquillamente contare (30$ di cena + 10$ di
        pranzo). considera 200 giorni lavorativi e arrivi
        a 8.000$.

        Niente di strano, in Italia succede la stessa
        cosa coi ticket restaurant che se superiori a
        5,30 diventano parte dello stipendio e vengono
        tassati secondo lo scaglione di
        reddito.Visti i ritmi di lavoro oltreoceano mi sa che puoi pure aumentare il numero di giorni lavorativi. Con i tuoi conti ci si avvicina facilmente ai 10000 $ l'anno
Chiudi i commenti