Google e le app porno-pubblicitarie

Mountain View ha rimosso alcune decine di app colpevoli - tra le altre cose - di visualizzare advertising pornografico, prendendo per di più di mira gli utenti più giovani

Roma – I ricercatori di Check Point hanno identificato una nuova minaccia per gli utenti di Android chiamata AdultSwine, una genìa di codice malevolo che ha infettato alcune app molto popolari e che può, nel più benevolo dei casi, esporre gli utenti minori a tipologie di contenuti a dir poco sconvenienti.

I tre payload malevoli di AdultSwine comprendono infatti la visualizzazione di advertising a tema pornografico, il tentativo di spingere gli utenti a installare app di sicurezza fasulle, oppure l’invito – del tutto camuffato – ad abbonarsi a servizi telefonici “premium” a pagamento.


Google e le app porno-pubblicitarie

La visualizzazione di banner pornografici è probabilmente la “funzionalità” meno apprezzata dagli utenti, soprattutto nei casi di genitori di figli minorenni: lo scorso novembre, una recensione lasciata da un genitore per una delle app infette si lamentava dell’esposizione del figlio di quattro anni alla pubblicità porno.

Altrettanto pericolosa, per i minori e non solo, è poi la visualizzazione di un falso allarme di infezione in corso che invita a installare app di “sicurezza” aggiuntive, mentre colpiscono soprattutto il portafogli i pop-up che invitano al completamento di un quiz per ricevere un premio (ironicamente un iPhone): in realtà, comunicando il proprio numero di telefono, l’utente viene registrato a un servizio telefonico a pagamento con tutti gli effetti deleteri che la cosa comporta.

Il numero di app risultate infette da AdultSwine ammonta a circa 60, con download che oscillano fra i 3 e i 7 milioni e un target spesso giovanissimo come nel caso di McQueen Car Racing Game . Tutte le app infette sono state ora rimosse, ha comunicato Google.

Alfonso Maruccia

fonte immagine

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • il don abbondia sulla bocca degli stolti scrive:
    Meltdown e Spectre: gragnola di patch
    Meltdown e Spectre: gragnola di patchoMeltdown e Spectre: magagna di patchoMeltdown e Spectre: grana di patch?Meditate gente, meditate.
    • parenzo il figlio gay di renzo scrive:
      Re: Meltdown e Spectre: gragnola di patch

      Meditate gente, meditate.Me ditate.oMe di tate.Gente, gente.
  • iRoby scrive:
    Bagno di sangue
    Un bagno di sangue questi bug.E il furbacchione si è venduto le azioni prima che venisse diffuso al pubblico...Tutta la ricerca dovrebbe tornare nelle università e finanziata dagli Stati.Non ad aziendacce private sotto il sistema capitalista.Ho ormai compreso che questo bug viene dalla necessità di apparire più veloci e fighi, usando anche trucchi e leggerezza nel gestire le funzionalità di sicurezza delle CPU.Tutti i controlli di coerenza su dati e salti costano in termini di prestazioni.Sennò intel come faceva ad apparire 10-15% più veloce di AMD?Adesso scopri che se fanno i dovuti controlli le loro CPU sono anche 20% più lente...-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 19 gennaio 2018 14.23-----------------------------------------------------------
    • parlottammo in cesso scrive:
      Re: Bagno di sangue
      [img]http://i.imgur.com/aorOfGh.png[/img]
    • rockroll scrive:
      Re: Bagno di sangue
      - Scritto da: iRoby
      Un bagno di sangue questi bug.

      E il furbacchione si è venduto le azioni prima
      che venisse diffuso al
      pubblico...

      Tutta la ricerca dovrebbe tornare nelle
      università e finanziata dagli
      Stati.
      Non ad aziendacce private sotto il sistema
      capitalista.

      Ho ormai compreso che questo bug viene dalla
      necessità di apparire più veloci e fighi, usando
      anche trucchi e leggerezza nel gestire le
      funzionalità di sicurezza delle
      CPU.

      Tutti i controlli di coerenza su dati e salti
      costano in termini di
      prestazioni.
      Sennò intel come faceva ad apparire 10-15% più
      veloce di
      AMD?

      Adesso scopri che se fanno i dovuti controlli le
      loro CPU sono anche 20% più
      lente...
      Ne sono convinto anche io.Ma vedrai che, come sempre, Intel troverà il modo di coinvolgere ben oltre il giusto la concorrenza in un calderone comune, è riuscirà ad uscirne appena scalfita da questa situazione di oggettiva difficoltà; per contro AMD non se ne avvantaggerà più di tanto, storia insegna!.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 19 gennaio 2018 21.43-----------------------------------------------------------
    • Zucca Vuota scrive:
      Re: Bagno di sangue
      - Scritto da: iRoby
      Tutta la ricerca dovrebbe tornare nelle
      università e finanziata dagli
      Stati.Non è che le università siano proprio del tutto estranee a questo tipo di algoritmi e tecnologie.
Chiudi i commenti