Google frulla AJAX nel biberon

Gli sviluppatori di bigG hanno sviluppato un tool gratuito che permette anche ai programmatori meno esperti di convertire le proprie applicazioni Java nell'equivalente AJAX

San Francisco (USA) – Già tra i promotori e primi utilizzatori della tecnologia AJAX, Google ha ora rilasciato un software che promette di semplificare lo sviluppo di applicazioni AJAX simili a Google Maps e Gmail. Chiamato Google Web Toolkit (GWT), il framework può essere scaricato gratuitamente in versione beta da qui .

GWT si compone di un certo numero di API e di un compilatore che prende il codice Java e lo traduce in Javascript e HTML . Google afferma che il codice generato dal proprio compilatore è compatibile con la stragrande maggioranza dei browser in circolazione, eliminando così uno dei maggiori punti deboli della tecnologia AJAX: la difficoltà di creare interfacce che appaiano identiche su tutti i browser.

“È davvero difficile programmare in AJAX, e chi ci ha già provato lo sa bene”, ha affermato Bruce Johnson, uno lead programmer che ha lavorato a GWT. “Scaricate GWT e non dovrete più preoccuparvi della complessità di questa tecnologia”.

AJAX consente agli sviluppatori web di scrivere applicazioni dinamiche e interattive utilizzando standard aperti e già affermati come HTML, CSS, DOM, Javascript, DHTML ed altri ancora. Le applicazioni web che usano AJAX minimizzano lo scambio di dati tra client e server web, riducendo così i tempi di riposta dell’applicazione agli input dell’utente e il lavoro del server.

Google si è servita di AJAX per sviluppare alcuni dei suoi servizi chiave, come i già citati Google Maps e Gmail ma anche Calendar.

GWT, che Google conta di distribuire gratuitamente anche in futuro , è disponibile per Windows e Linux con licenza open source Apache 2.0.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

Chiudi i commenti