Google gestirà i pagamenti online

La grande G entrerà in diretta concorrenza con PayPal del gruppo eBay, sfoderando l'asso della gestione delle transazioni online. In meno di un anno il servizio sarà attivo


Mountain View (USA) – Google lancerà al più presto un servizio per la gestione dei pagamenti online . I manager di Mountain View si stropicciano le mani pensando alle potenzialità del nuovo strumento: l’enorme popolarità del motore di ricerca e la rapida evoluzione di questo settore disegnano uno scenario di sicuro interesse per la grande G.

Il potente motore di ricerca si prepara così a sfidare il peso massimo della categoria: il popolarissimo PayPal , da qualche tempo in mano ad un’altra e-company di enorme successo, eBay . Il sistema ideato dai vertici di Moutain View sarà del tutto simile al borsellino elettronico offerto da eBay: secondo alcune indiscrezioni, il servizio verrà chiamato Google Wallet .

La nuova avventura intrapresa dal team di Google porterà inevitabilmente ad una aspra concorrenza con PayPal. Sebbene l’affermato provider di servizi per l’e-commerce conti già su una enorme comunità di utenti, Google ha dalla sua parte il potere della pubblicità . Al centro di un intero modello di webmarketing, il motore di ricerca potrebbe sfruttare la miniera di pagine indicizzate per far volare il proprio bilancio.

Attraverso la creazione di un sistema centralizzato per la microgestione finanziaria, molti piccoli partner del motore di ricerca potranno utilizzare Google Wallet per organizzare le quote pubblicitarie, vendere contenuti e fornire servizi. Se Google si dimostrerà in grado di sfruttare l’onda fortunata del marketing Ad-Sense, Wallet potrà affiancare strumenti già affermati come Froogle ed il recentissimo Google Mobile , pensato esclusivamente per il mercato della telefonia mobile.

Tommaso Lombardi

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • windrak scrive:
    il futuro vi spaventa?
    Ma perchè il fituro vi spaventa cosi' tanto? State diventando vecchi? Non vi ricordate quando da bambini volevamo guidare un robot come faceva actarus?Il rischio non è nella tecnologia, ma nel come la si usa (ovvio).Voi vedete orde di commerciali pronti a sfruttare questa tencologia per tracciarvi, per scuriosare nei vostri segreti, per sigillare la vostra libertà in un box chiuso senza i buchini per l'aria.Io vedo il futuro, vedo frigoriferi che sanno esattamente cosa contengono e visualizzano la lista sul display senza dover aprire lo sportello, vedo risparmio energetico (grazie al fatto che si apre meno lo sportello), Vedo la nascita di nuove attività commerciali più simili al vecchio 'negozzietto sotto casa' che sfruttano le tecnologie per organizzare il fattorino che vi porta la roba senza essersi preoccupati di ordinarla.Vedo un sistema di diagnostica per la vettura all'uscita del casello autostradale che mi informa se è il momento di cambiare olio, i freni, l'acqua, senza rischiare di dover spendere di euro dal meccanico perchè ho fuso il motore.Vedo la nascita di nuove figure professionali.
    • castigo scrive:
      scendi dal pero....
      che la realtà è ben diversa dalle favolette che ti propinano....actarus poteva andarmi bene quando avevo 8 anni, ora mi accontenterei di un AK....
      • Anonimo scrive:
        Re: scendi dal pero....
        - Scritto da: castigo
        che la realtà è ben diversa dalle favolette che
        ti propinano....

        actarus poteva andarmi bene quando avevo 8 anni,
        ora mi accontenterei di un AK....ok, stai invecchiando... ;)
        • castigo scrive:
          Re: scendi dal pero....
          - Scritto da: Anonimo

          - Scritto da: castigo

          che la realtà è ben diversa dalle favolette che

          ti propinano....



          actarus poteva andarmi bene quando avevo 8 anni,

          ora mi accontenterei di un AK....

          ok, stai invecchiando... ;)eccheccavolo, dovevi dirmelo così, davanti a tutti??:@
  • puntomediatico scrive:
    Li usano anche per marchiare i cani
    http://www.unioneamicidelcaneedelgatto.it/Pet_passaport.htmquando i cani saremo noi......http://tecnologia.virgilio.it/vt_cntDefault.prn.aspx?idcontent=182713
  • Anonimo scrive:
    Indagine esorcizzata
    “Ma, al di là di queste paure, sono in molti a dirsi pronti ad acquistare prodotti dotati di RFID se questo significasse una riduzione dei furti d'auto (70%), un recupero più tempestivo di oggetti rubati (68%) oppure una maggiore garanzia sui farmaci (63%). Altri benefici considerati importanti dai consumatori comprendono la sicurezza e la qualità del cibo ma anche la possibilità di sveltire le code alle casse dei centri commerciali.”Quest’ultima parte credo che sia stata redatta da chi ha interesse a produrli e introdurli.La gente non vuol essere controllata, soprattutto non vuole essere marchiata come vitelli solo per non fare la fila alle casse di stupidi mega-iper-mercati o per monitorare lo stato di salute.Quel marchio della bestia tenetelo per voi e i vostri adepti.
    • Anonimo scrive:
      Re: Indagine esorcizzata
      - Scritto da: Anonimo
      La gente non vuol essere controllata, soprattutto
      non vuole essere marchiata come vitelli solo per
      non fare la fila alle casse di stupidi
      mega-iper-mercati o per monitorare lo stato di
      salute.Guarda che quando si parla di utilizzo degli RFID nella grande distribuzione si intende nel senso di sostituire gli attuali codici a barre, che devono essere passati per un apposito scanner, con questi chips. In sostanza ogni prodotto in vendita avrà un RFID identificativo che alla cassa verrà letto e contato in automatico, senza doverlo spostare dal carrello. E questo è solo l'aspetto più visibile della rivoluzione RFID nella distribuzione e nell'immagazzinamento. Frigoriferi intelligenti leggeranno gli RFID dei prodotti tenuti al fresco e ti diranno quando il latte o lo yogurt sta per scadere; che le uova stanno per terminare, avvisandoti con un SMS sul tuo cellulare, se sei fuori casa.
    • Anonimo scrive:
      Re: Indagine esorcizzata
      - Scritto da: Anonimo
      Questo lo sanno già benissimo quelli che lo
      devono sapere, per esempio il tuo medico e il
      farmacista. E, di nuovo, è solo IL MEDICINALE ad
      essere marchiato. Tu paghi in contanti e te ne
      vai beato, nessuno sa associare l'oggetto a chi
      lo manipola. Se passi accanto a un "hacker" con
      la sua antenna che scansiona cosa hai in tasca,
      dev'essere un "hacker" che ti conosce bene di
      persona, altrimenti legge solo un'etichetta...Esatto, e non solo, negli rfid c'è ben poco da inserire (10-20 byte) già un codice ean si fuma 13 byte o più, non ti resta altro che inserire altri 4 byte per un id univoco verso il sistema interno di archiviazione, che se letto da un potenziale 'hacker' (passerà pochissimo prima che qualche giornalistucolo non si inventerà un termine apposito :) ) non saprà che farsene...Aggiungici poi che gli rfid vengono 'eccitati' solo con un'antenna a distanza moooolto ravvicinata.....Ancora una volta questa è la conferma che in questo forum di 'programmatori', come dovrebbe essere PI, prevalgono solo gli 'allenatori' da bar dello sport.
      • castigo scrive:
        Re: Indagine esorcizzata
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Anonimo

        Questo lo sanno già benissimo quelli che lo

        devono sapere, per esempio il tuo medico e il

        farmacista. E, di nuovo, è solo IL MEDICINALE ad

        essere marchiato. Tu paghi in contanti e te ne

        vai beato, nessuno sa associare l'oggetto a chi

        lo manipola. Se passi accanto a un "hacker" con

        la sua antenna che scansiona cosa hai in tasca,

        dev'essere un "hacker" che ti conosce bene di

        persona, altrimenti legge solo un'etichetta...

        Esatto, e non solo, negli rfid c'è ben poco da
        inserire (10-20 byte) già un codice ean si fuma
        13 byte o più, non ti resta altro che inserire
        altri 4 byte per un id univoco verso il sistema
        interno di archiviazione, che se letto da un
        potenziale 'hacker' (passerà pochissimo prima che
        qualche giornalistucolo non si inventerà un
        termine apposito :) ) non saprà che farsene...

        Aggiungici poi che gli rfid vengono 'eccitati'
        solo con un'antenna a distanza moooolto
        ravvicinata.....

        Ancora una volta questa è la conferma che in
        questo forum di 'programmatori', come dovrebbe
        essere PI, prevalgono solo gli 'allenatori' da
        bar dello sport.ti posto un link utile:http://electronics.howstuffworks.com/framed.htm?parent=smart-label.htm&url=http://www.findarticles.com/p/articles/mi_qa3766/is_199709/ai_n8759470è un articolo (che è interessante e ti fa capire quale può essere la pervasività di questi tag) dal quale ti quoto questa frase:"The tag itself is a database. Up to 70 pages of text can be coded on a tag."hehehe.... con persone così ben informate come te siamo tutti più sicuri :Dah, se passi al "bar sport" un caffè te lo offro volentieri.... chissà che la caffeina non ti aiuti ;)------------------------------------altri link utili:http://searchmobilecomputing.techtarget.com/originalContent/0,289142,sid40_gci959999,00.htmlhttp://www.spychips.com/ecc. ecc..... gooooogle helps ;)
        • Anonimo scrive:
          Re: Indagine esorcizzata
          - Scritto da: castigo

          ti posto un link utile:
          http://electronics.howstuffworks.com/framed.htm?pa
          è un articolo (che è interessante e ti fa capire
          quale può essere la pervasività di questi tag)
          dal quale ti quoto questa frase:
          "The tag itself is a database. Up to 70 pages of
          text can be coded on a tag."Ecco quello che intendevo a proposito di bar.Per aiutarti nella discriminazione delle informazioni: se in quell'articolo ci fossero state delle immagini e se avessi letto bene i prezzi avresti capito che:- gli rftag di cui parla (quelli da 70 pagine text) costano ben 100$ cad (cosa che mi fa capire che l'articolo è un pochetto vecchio...)- le dimensioni sono lontanissime dall'essere considerate 'occultabili'.Ora, considerati i prezzi e le dimensioni per ora (e ancora per almeno 10 annetti) vedremo quei tipi di rftag solo in applicazioni logisitche di grandi dimensioni (containers, pallets, ...), per ora gli rtfag sono ancora troppo costosi per essere 'set and forget'.Quelli di cui si *dovrebbe* aver timore sarebbero quelli applicabili come un codice a barre, vale a dire le 'strip' cioè quelle con un'antenna quadrata di max 0.5 cm ai cui estremi è saldato l'ormai famoso rfchip e che si applicano come se fosse un adesivo (anzi, è proprio un film adesivo).Tuttavia questi chip oggi hanno ancora un costo troppo elevato per essere applicati alla grande distribuzione (ipercoop, esselunga, ...) degli articoli day-by-day (pane, acqua, latte, frutta, verdura, yogurt, ....)I Tag di oggi li trovi solo su capi di vestiario (ma sono quelli ricicabili, ossia vengono tolti alla casa e reinnestati su un altro capo), prodotti con un elevato margine (profumeria, ottica, ...) che comunque vengono inibiti alle casse.Siamo ben lontani dagli scenari orwelliani che qualcuno va pronosticando.Ma ovviamente è più facile criticare che studiare qualcosa di intelligente per sfruttare questa bellissima tecnologia....
          • castigo scrive:
            Re: Indagine esorcizzata
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: castigo



            ti posto un link utile:


            http://electronics.howstuffworks.com/framed.htm?pa

            è un articolo (che è interessante e ti fa capire

            quale può essere la pervasività di questi tag)

            dal quale ti quoto questa frase:

            "The tag itself is a database. Up to 70 pages of

            text can be coded on a tag."

            Ecco quello che intendevo a proposito di bar.insisto, una robusta dose di caffeina potrebbe aiutarti.... te lo offo io un caffè doppio se passi al "bar" ;)

            Per aiutarti nella discriminazione delle
            informazioni: se in quell'articolo ci fossero
            state delle immagini e se avessi letto bene i
            prezzi avresti capito che:
            - gli rftag di cui parla (quelli da 70 pagine
            text) costano ben 100$ cad (cosa che mi fa capire
            che l'articolo è un pochetto vecchio...)
            - le dimensioni sono lontanissime dall'essere
            considerate 'occultabili'.appunto, l'articolo è vecchiotto, e la tecnologia avanza ;)

            Ora, considerati i prezzi e le dimensioni per ora
            (e ancora per almeno 10 annetti) vedremo quei
            tipi di rftag solo in applicazioni logisitche di
            grandi dimensioni (containers, pallets, ...), per
            ora gli rtfag sono ancora troppo costosi per
            essere 'set and forget'.

            Quelli di cui si *dovrebbe* aver timore sarebbero
            quelli applicabili come un codice a barre, vale a
            dire le 'strip' cioè quelle con un'antenna
            quadrata di max 0.5 cm ai cui estremi è saldato
            l'ormai famoso rfchip e che si applicano come se
            fosse un adesivo (anzi, è proprio un film
            adesivo).
            Tuttavia questi chip oggi hanno ancora un costo
            troppo elevato per essere applicati alla grande
            distribuzione (ipercoop, esselunga, ...) degli
            articoli day-by-day (pane, acqua, latte, frutta,
            verdura, yogurt, ....)basta avere ordinativi di un certo livello.l'economia di scala non l'hanno inventata ieri....

            I Tag di oggi li trovi solo su capi di vestiario
            (ma sono quelli ricicabili, ossia vengono tolti
            alla casa e reinnestati su un altro capo),
            prodotti con un elevato margine (profumeria,
            ottica, ...) che comunque vengono inibiti alle
            casse.

            Siamo ben lontani dagli scenari orwelliani che
            qualcuno va pronosticando.certo, come no, è tutta fuffa, non ci stanno affatto inscatolando lentamente, è solo una subdola impressione che abbiamo noi poveretti affetti da mania di persecuzione, non dovete preoccuparvi, nooo.....
            Ma ovviamente è più facile criticare che studiare
            qualcosa di intelligente per sfruttare questa
            bellissima tecnologia....certo, certo.... l'unica cosa intelligente che potranno fare è inventare qualcosa che ne inibisca la lettura, che me lo compro subito :D
          • Anonimo scrive:
            Re: Indagine esorcizzata
            - Scritto da: castigo

            insisto, una robusta dose di caffeina potrebbe
            aiutarti.... te lo offo io un caffè doppio se
            passi al "bar" ;)ok, grazie per il caffe'. :)
            appunto, l'articolo è vecchiotto, e la tecnologia
            avanza ;)vero.
            basta avere ordinativi di un certo livello.
            l'economia di scala non l'hanno inventata ieri....Il problema è che, come tutta la tecnologia, ha un change over rapidissimo, per abbattere i costi non sarebbe producente comprarne un'enorme quantitativo perchè poi fra 5/6 anni ti ritrovi con una tecnologia che non è più produttiva, non dico che non funzioni più ma solo che è meno produttiva di quella che ci sarà fra 6 anni, quindi avresti fatto un cattivissimo investimento.In questo caso bisogna attendere gli sviluppi dei produttori, ma l'importante è che si mostri interesse da parte dei compratori, altrimenti lo sviluppo della tecnologia si blocca.
            certo, come no, è tutta fuffa, non ci stanno
            affatto inscatolando lentamente, è solo una
            subdola impressione che abbiamo noi poveretti
            affetti da mania di persecuzione, non dovete
            preoccuparvi, nooo.....secondo me no, preoccuparsi dei rischi prima di valutarne tutte le caratteristiche positive è stupido.
            certo, certo.... l'unica cosa intelligente che
            potranno fare è inventare qualcosa che ne
            inibisca la lettura, che me lo compro subito :DPerchè no? :)Potrebbe essere un business anche quello, del resto oggi ci sono già produttori che navigano spensierati nel mare delle contromisure per ammutolire i gsm :)Ad ogniuno la sua fetta di mercato no?
          • castigo scrive:
            Re: Indagine esorcizzata
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: castigo



            insisto, una robusta dose di caffeina potrebbe

            aiutarti.... te lo offo io un caffè doppio se

            passi al "bar" ;)

            ok, grazie per il caffe'. :)


            appunto, l'articolo è vecchiotto, e la
            tecnologia

            avanza ;)

            vero.


            basta avere ordinativi di un certo livello.

            l'economia di scala non l'hanno inventata
            ieri....

            Il problema è che, come tutta la tecnologia, ha
            un change over rapidissimo, per abbattere i costi
            non sarebbe producente comprarne un'enorme
            quantitativo perchè poi fra 5/6 anni ti ritrovi
            con una tecnologia che non è più produttiva, non
            dico che non funzioni più ma solo che è meno
            produttiva di quella che ci sarà fra 6 anni,
            quindi avresti fatto un cattivissimo
            investimento.uh.... ma se tutti pensassero cosi allora non si avrebbero sviluppi in nessun campo, dato che tutti aspetterebbero l'ultima novità :D
            In questo caso bisogna attendere gli sviluppi dei
            produttori, ma l'importante è che si mostri
            interesse da parte dei compratori, altrimenti lo
            sviluppo della tecnologia si blocca.


            certo, come no, è tutta fuffa, non ci stanno

            affatto inscatolando lentamente, è solo una

            subdola impressione che abbiamo noi poveretti

            affetti da mania di persecuzione, non dovete

            preoccuparvi, nooo.....

            secondo me no, preoccuparsi dei rischi prima di
            valutarne tutte le caratteristiche positive è
            stupido.ma qui il problema è che NON si valutano i rischi!il che, imho, è ancora peggio....è un pò come quando si spargeva ddt dovunque, salvo poi accorgersi che i bambini nascevano deformi....


            certo, certo.... l'unica cosa intelligente che

            potranno fare è inventare qualcosa che ne

            inibisca la lettura, che me lo compro subito :D

            Perchè no? :)
            Potrebbe essere un business anche quello, del
            resto oggi ci sono già produttori che navigano
            spensierati nel mare delle contromisure per
            ammutolire i gsm :)
            Ad ogniuno la sua fetta di mercato no? vero.... basta che poi non siano vietate per legge ;)
          • Anonimo scrive:
            Re: Indagine esorcizzata
            - Scritto da: castigo

            uh.... ma se tutti pensassero cosi allora non si
            avrebbero sviluppi in nessun campo, dato che
            tutti aspetterebbero l'ultima novità :DSi si, sono daccordo. Ma io dicevo questo perchè nel post precedente si diceva che per abbattere i costi bisognasse comprarne un grandissimo quantitativo.Il che, allo stato attuale, bisognerebbe comprarne veramente tanti (ammesso che il produttore poi riesca ad assorbire la richiesta) e non sarebbe una buona mossa strategica.

            ma qui il problema è che NON si valutano i rischi!
            il che, imho, è ancora peggio....
            è un pò come quando si spargeva ddt dovunque,
            salvo poi accorgersi che i bambini nascevano
            deformi....Ok allora facciamolo, aggiungete quello che vi viene in mente:POSITIVI (quelli che mi son venuti in mente al volo):- indentificazione immediata di oggetti smarriti/abbandonati- identificazione provenienza merci- identificazione dei processi lavorativi subiti dall'oggetto- archiviazione facilitata e automatizzabile- manuali d'uso e garanzie allegate all'oggetto stesso invece che su supporto cartaceo- diminuzione dell'uso della carta- datasheet aggiornato in tempo reale anziché con numerosi errata-corrige- gestione e protezione dei diritti d'autore (shhhtt... non ditelo troppo forte eh... :) )- apertura allo sviluppo di altre tocnologie tipo: il tracking logistico, domotica, ...- profilazione del comportamento umano (io ci vedo un vantaggio....)- creazione di nuove figure professionali- posti di lavoroNEGATIVI:--------------- possibilità di modificare i dati a piacimenti nel caso in cui gli rfid vengano usati per scopi di identificazione personale- inquinamento tecnologico- creazione di antenne sempre più potenti per irradiare anche rfid nel raggio di qualche decina di metriio tendo, ovviamente, ad escludere comportamenti 'illegali' nell'uso della tecnologia per la profilazione degli acquisti/movimenti/etc... Questa possibilità esiste per qualsiasi cosa, quindi lo escludo a priori come effetto negativo
            vero.... basta che poi non siano vietate per
            legge ;):) ricevuto
    • castigo scrive:
      Re: Indagine esorcizzata
      - Scritto da: Anonimo

      - Scritto da: Arkymede



      ... mi va bene ma in ogni secondo sanno in quale

      autogrill sei andato a... fare i tuoi bisogni.

      Al massimo sanno dov'è passata l'automobile. Da
      lì a risalire a chi c'era a bordo c'è un abisso,
      o pensi che ti introdurranno il chip sottopelle
      contro la tua volontà, mentre dormi ? Il tag RFID
      è nell'automobile, in quel caso.uh.... beh, sì, probabilmente hai pure ragione, però dato che di solito ad un auto è associato un unico propietario, e dato che non tutti gestiamo un autonoleggio, si potrebbe pensare che in quell'auto ci sia solo il suo propietario, come è di solito nel 90% dei casi.... ma forse mi sbaglio eh.....
    • Anonimo scrive:
      Re: Indagine esorcizzata
      - Scritto da: Anonimo
      Premessa: ma voi ci siete o ci fate?ci siamo, nel senso che siamo nel modo 'reale', tu non so...Allora: - hai il telepass? o paghi con la viacard o con il bancomat? - quando vai alla conad, ipercoop, esselunga, ... hai la tessera 'fidelity', 'maxi sconto', 'grand prix'...? paghi con il bancomat? paghi con carta di credito?
      K, svegliati un pochino, vuoi? Ipotizziamo che io
      sia un investigatore privato e voglia ficcare il
      naso sulla tua salute: appena entri in farmacia
      mi piazzo con l'antennina vicino alla porta,
      facendo finta di guardare la vetrina. Quando esci
      ho una lettura di tutto quello che hai
      comperato...ahahahah :) Ecchissei? il figlio segreto di TomPonzi?Allora: - non hai bisogno di attrezzarti di antennina con il cosino che legge le cosine, basta che entri insieme alla tua vittima e guardi cosa compra - getti mai lo scontrino quando esci? Basta raccoglierlo per capire cos'hai comprato- di nuovo: paghi col bancomat o carta di credito?Se hai risposto almeno una volta: si, vuol dire che sei nella grande famiglia degli osservati, sei una cavia, sei un 'target', o forse non lo sapevi?Eppoi, cmq, gli rfid (già oggi) vengono 'distrutti' magneticamente alla cassa, quando esci dal supermercato gli rfid NON rispondono più e sono ILLEGGIBILI.E anche se lo fossero... Hai qualcosa da nascondere?
      • rumenta scrive:
        Re: Indagine esorcizzata
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Anonimo

        Premessa: ma voi ci siete o ci fate?

        ci siamo, nel senso che siamo nel modo 'reale',
        tu non so...

        Allora:
        - hai il telepass? o paghi con la viacard o con
        il bancomat?
        - quando vai alla conad, ipercoop, esselunga, ...
        hai la tessera 'fidelity', 'maxi sconto', 'grand
        prix'...? paghi con il bancomat? paghi con carta
        di credito?


        K, svegliati un pochino, vuoi? Ipotizziamo che
        io

        sia un investigatore privato e voglia ficcare il

        naso sulla tua salute: appena entri in farmacia

        mi piazzo con l'antennina vicino alla porta,

        facendo finta di guardare la vetrina. Quando
        esci

        ho una lettura di tutto quello che hai

        comperato...

        ahahahah :) Ecchissei? il figlio segreto di
        TomPonzi?

        Allora:
        - non hai bisogno di attrezzarti di antennina
        con il cosino che legge le cosine, basta che
        entri insieme alla tua vittima e guardi cosa
        compra
        - getti mai lo scontrino quando esci? Basta
        raccoglierlo per capire cos'hai comprato
        - di nuovo: paghi col bancomat o carta di credito?

        Se hai risposto almeno una volta: si, vuol dire
        che sei nella grande famiglia degli osservati,
        sei una cavia, sei un 'target', o forse non lo
        sapevi?

        Eppoi, cmq, gli rfid (già oggi) vengono
        'distrutti' magneticamente alla cassa, quando
        esci dal supermercato gli rfid NON rispondono più
        e sono ILLEGGIBILI.

        E anche se lo fossero... Hai qualcosa da
        nascondere?ma LOL... era lo stesso discorso che sentivo fare ieri sera in tv.... c'era gente che diceva "io non ho nulla da nascondere, non ho fatto niente di male, perchè dovrebbero farmi qualcosa?"e verso l'alba passava la NKVD, che li portava a fare una passeggiata verso la più vicina fossa comune :Dgli inglesi hanno un proverbio che dice:piano piano prendi la scimmia....vuoi essere tu la prima?? tanto non hai nulla da nascondere, vero?? :D
        • Anonimo scrive:
          Re: Indagine esorcizzata
          - Scritto da: rumenta

          ma LOL... era lo stesso discorso che sentivo fare
          ieri sera in tv....
          c'era gente che diceva "io non ho nulla da
          nascondere, non ho fatto niente di male, perchè
          dovrebbero farmi qualcosa?"
          e verso l'alba passava la NKVD, che li portava a
          fare una passeggiata verso la più vicina fossa
          comune :DQuindi che facciamo? abbandoniamo il progresso? Ci fermiamo qui? Basta cosi?Bho... che tristezza.....
          • rumenta scrive:
            Re: Indagine esorcizzata
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: rumenta



            ma LOL... era lo stesso discorso che sentivo
            fare

            ieri sera in tv....

            c'era gente che diceva "io non ho nulla da

            nascondere, non ho fatto niente di male, perchè

            dovrebbero farmi qualcosa?"

            e verso l'alba passava la NKVD, che li portava a

            fare una passeggiata verso la più vicina fossa

            comune :D

            Quindi che facciamo? abbandoniamo il progresso?
            Ci fermiamo qui? Basta cosi?
            Bho... che tristezza.....e sai che progresso.... possono bastare i codici a barre, per quel che ci devono fare.meglio triste che chippato e... trombato ;)come dicevo nel pezzo che ti sei ben guardato di quotare, gli inglesi dicono: piano piano prendi la scimmia..... oggi i tag nei vestiti, domani chissà...
          • Anonimo scrive:
            Re: Indagine esorcizzata
            - Scritto da: rumenta
            e sai che progresso.... possono bastare i codici
            a barre, per quel che ci devono fare.
            meglio triste che chippato e... trombato ;):) Ok, allora mettiamola cosi': anche se il 70% delle persone (fra cui io) fa difficoltà a definire il cellulare come 'progresso', è indubbio che *grazie* al cellulare oggi possiamo:- navigare in internet (se non fosse per la rete gsm il gprs non esisterebbe)- vedere applicazioni del tipo automotive nel campo della logistica (con trasmissione dati gprs)- portare la connettività in zone dove sarebbe difficile cablare a doppino.- pemettere ad alcune persone di 'portare a casa la pagnotta' grazie a questo nuovo business- a me e (forse) a te di divertirsi sviluppando giochini e applicazioncine per i cellulari jme, e perchè no anche di farci qualche soldino vendendoli.Per come la vedo io su questo argomento (telefonini) ci siamo lasciati sfuggire una cava d'oro, che prontamente hanno invece colto le varie nokia, siemens, ericsson.E non era questione di altro se non di buona volontà e lungimiranza... Ci sono sempre almeno due modi diversi di vedere le cose, ovviamente ogniuno sceglie quello che ritiene più giusto.
            come dicevo nel pezzo che ti sei ben guardato di
            quotare, gli inglesi dicono: piano piano prendi
            la scimmia..... oggi i tag nei vestiti, domani
            chissà...Non ho quotato perchè mi sembrava una vera ca*ata inglese ;) Cosa vorrebbe dire "piano piano prendi la scimmia"? Forse quanto "andando con lo zoppo impari a zoppicare"Un proverbio vale quanto un 2 a briscola (questa volta è un modo di dire :) )
          • rumenta scrive:
            Re: Indagine esorcizzata
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: rumenta

            e sai che progresso.... possono bastare i codici

            a barre, per quel che ci devono fare.

            meglio triste che chippato e... trombato ;)

            :) Ok, allora mettiamola cosi': anche se il 70%
            delle persone (fra cui io) fa difficoltà a
            definire il cellulare come 'progresso', è
            indubbio che *grazie* al cellulare oggi possiamo:
            - navigare in internet (se non fosse per la rete
            gsm il gprs non esisterebbe)
            - vedere applicazioni del tipo automotive nel
            campo della logistica (con trasmissione dati
            gprs)
            - portare la connettività in zone dove sarebbe
            difficile cablare a doppino.e per tutte queste applicazioni il wi-fi (che se non erro esiste da tanto quanto il gprs) è decisamente meglio ;)
            - pemettere ad alcune persone di 'portare a casa
            la pagnotta' grazie a questo nuovo business
            - a me e (forse) a te di divertirsi sviluppando
            giochini e applicazioncine per i cellulari jme, e
            perchè no anche di farci qualche soldino
            vendendoli.

            Per come la vedo io su questo argomento
            (telefonini) ci siamo lasciati sfuggire una cava
            d'oro, che prontamente hanno invece colto le
            varie nokia, siemens, ericsson.
            E non era questione di altro se non di buona
            volontà e lungimiranza... su questo non posso che darti ragione, ma ammetterai pure tu la differenza sostanziale che passa tra un cellulare e un rfid.....il cellulare so sempre dov'è e cosa fa, e se non lo so, e sono paranoico, per sicurezza posso sempre spegnerlo.un rfid no.è lì, e magari non lo sai, e fa sempre il suo sporco lavoro.....

            Ci sono sempre almeno due modi diversi di vedere
            le cose, ovviamente ogniuno sceglie quello che
            ritiene più giusto.


            come dicevo nel pezzo che ti sei ben guardato di

            quotare, gli inglesi dicono: piano piano prendi

            la scimmia..... oggi i tag nei vestiti, domani

            chissà...

            Non ho quotato perchè mi sembrava una vera ca*ata
            inglese ;) Cosa vorrebbe dire "piano piano prendi
            la scimmia"? Forse quanto "andando con lo zoppo
            impari a zoppicare"
            Un proverbio vale quanto un 2 a briscola (questa
            volta è un modo di dire :) )e meno male che avevo aggiunto la spegazione :Dvuol dire semplicemente che si può tranquillamente passare da una tecnologia rfid non invasiva ad una estremamente invasiva, il tutto a piccoli passi, un pò per volta, o, come nel proverbio, piano piano.... tutto in nome della "sicurezza" e della "comodità", ovviamente :D
          • Anonimo scrive:
            Re: Indagine esorcizzata
            - Scritto da: rumenta
            e per tutte queste applicazioni il wi-fi
            (che se non erro esiste da tanto quanto il gprs)
            è decisamente meglio ;)si ok, ma il wifi non ha certo la portata di una catena di ponti gsm, oltretutto è tecnicamente impossibile (per come è strutturato il protocollo) gestire lo spostamento da un ponte ad un altro ponte, come fa invece il gsm che passa il "client" al ponte più vicino quando lo sta perdendo.O si?
            su questo non posso che darti ragione, ma
            ammetterai pure tu la differenza sostanziale che
            passa tra un cellulare e un rfid.....
            il cellulare so sempre dov'è e cosa fa, e se non
            lo so, e sono paranoico, per sicurezza posso
            sempre spegnerlo.
            un rfid no.
            è lì, e magari non lo sai, e fa sempre il suo
            sporco lavoro.....Questo si, ma il rftag presuppone che tu passi sotto un'antenna che irradia l'antennina del rfchip.Non è che si possa tapezzare la terra di antenne. :)Mentre se il cell lo lasci acceso (e di persone che rischiano anche la vita pur di avere il cell sempre carico ce n'è...) è un vero e proprio mini gps, basandoti sulla cell-id posso sapere in che punto ti trovi nel raggio di un centinaio di metri (ovviamente devi essere a conoscenza delle tabelle degli ID dei ponti radio...)
            e meno male che avevo aggiunto la spegazione :D
            vuol dire semplicemente che si può
            tranquillamente passare da una tecnologia rfid
            non invasiva ad una estremamente invasiva, il
            tutto a piccoli passi, un pò per volta, o, come
            nel proverbio, piano piano.... tutto in nome
            della "sicurezza" e della "comodità", ovviamente
            :DOk, sono daccordo, ma del resto se ci si fosse fermati davanti al primo avviso di 'controindicazione' non saremmo quella specie vivente che nel bene o nel male è andata sulla luna.
          • rumenta scrive:
            Re: Indagine esorcizzata
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: rumenta

            e per tutte queste applicazioni il wi-fi

            (che se non erro esiste da tanto quanto il gprs)

            è decisamente meglio ;)

            si ok, ma il wifi non ha certo la portata di una
            catena di ponti gsm, oltretutto è tecnicamente
            impossibile (per come è strutturato il
            protocollo) gestire lo spostamento da un ponte ad
            un altro ponte, come fa invece il gsm che passa
            il "client" al ponte più vicino quando lo sta
            perdendo.
            O si? perchè, forse non è implementabile?


            su questo non posso che darti ragione, ma

            ammetterai pure tu la differenza sostanziale che

            passa tra un cellulare e un rfid.....

            il cellulare so sempre dov'è e cosa fa, e se non

            lo so, e sono paranoico, per sicurezza posso

            sempre spegnerlo.

            un rfid no.

            è lì, e magari non lo sai, e fa sempre il suo

            sporco lavoro.....

            Questo si, ma il rftag presuppone che tu passi
            sotto un'antenna che irradia l'antennina del
            rfchip.
            Non è che si possa tapezzare la terra di antenne.
            :)scusa ma per i cellulari lo stanno facendo, e questo nonostante ci si lamenti.cosa gli impedisce di farlo anche con le altre antenne?
            Mentre se il cell lo lasci acceso (e di persone
            che rischiano anche la vita pur di avere il cell
            sempre carico ce n'è...) è un vero e proprio mini
            gps, basandoti sulla cell-id posso sapere in che
            punto ti trovi nel raggio di un centinaio di
            metri (ovviamente devi essere a conoscenza delle
            tabelle degli ID dei ponti radio...)ma è la stessa cosa con gli rfid, che si comportano come un cellulare ogni volta che entrano nel campo di un'antenna.....però il cellulare lo spengo quando mi pare, l'rfid no, è sempre "acceso".


            e meno male che avevo aggiunto la spegazione :D

            vuol dire semplicemente che si può

            tranquillamente passare da una tecnologia rfid

            non invasiva ad una estremamente invasiva, il

            tutto a piccoli passi, un pò per volta, o, come

            nel proverbio, piano piano.... tutto in nome

            della "sicurezza" e della "comodità", ovviamente

            :D

            Ok, sono daccordo, ma del resto se ci si fosse
            fermati davanti al primo avviso di
            'controindicazione' non saremmo quella specie
            vivente che nel bene o nel male è andata sulla
            luna.guarda, io non abito in una caverna, mi piacciono le comodità e la sicurezza, ma se per averle devo abdicare alla mia libertà allora preferisco farne a meno di determinate cose.il problema qui è che si vogliono uovo e gallina allo stesso tempo.è successo lo stesso in molti campi, ed alcune tecnologie si sono rivelate altamente dannose, basta pensare alle prime pillole anticoncezionali, a certi coloranti artificiali, all'amianto, tutti prodotti che erano considerati "sicuri".per questo secondo me è molto meglio considerare molto attentamente tutte le ricadute di tecnologie cosi invasive.ci siamo andati, sulla luna, ma il prezzo lo paghiamo ancora adesso, e continueremo a farlo ancora per molto, se non invertiamo la tendenza.==================================Modificato dall'autore il 20/06/2005 17.59.56
          • Anonimo scrive:
            Re: Indagine esorcizzata
            - Scritto da: rumenta

            perchè, forse non è implementabile?ah si, volendo si puo' far tutto. Ma qui discutevamo sul fatto che il telefonino ha portato alla rete gsm che oggi sfruttiamo anche per il gprs. Il fatto che il cambio di ponte si possa fare anche con il wifi iniziando a sviluppare da oggi non c'entra col discorso.
            scusa ma per i cellulari lo stanno facendo, e
            questo nonostante ci si lamenti.
            cosa gli impedisce di farlo anche con le altre
            antenne?vero, ma in questo caso essendo il tag un chip 'passivo' ci vorrebbe un'antenna di elevatissima potenza per eccitare un rftag a distanza di qualche decina di metri, figurati farlo per distanze come quelle del gsm... altro che radio vaticana :)

            ma è la stessa cosa con gli rfid, che si
            comportano come un cellulare ogni volta che
            entrano nel campo di un'antenna.....
            però il cellulare lo spengo quando mi pare,
            l'rfid no, è sempre "acceso".l'rftag è 'acceso' solo quando passa sotto l'antenna ad una distanza che non supera i 2 metri, oltre si deve usare un rftag attivo (cioè alimentato con pile), come per il telepass per intenderci, ma cambiano drasticamente dimensioni, peso, costi....
            guarda, io non abito in una caverna, mi piacciono
            le comodità e la sicurezza, ma se per averle devo
            abdicare alla mia libertà allora preferisco farne
            a meno di determinate cose.
            il problema qui è che si vogliono uovo e gallina
            allo stesso tempo.mah... a me sembra tutto l'opposto, l'uovo e la gallina la vogliono chi dice che "l'rftag è dannoso" e allo stesso tempo vogliono che ci si dia uno sviluppo tecnologico per poter sopravvivere nel futuro direttamente minacciato dai cinesi (che c'entrano i cinesi?? c'entrano c'entrano... :) )E comunque boicottare la tecnologia degli rftag (ma in generale tutta la tecologia) è veramente stupido.Sarebbe come a dire boicottiamo internet per evitare la pornografia.la tecnologia rfid è solo uno dei tanti mezzi per realizzare delle cose.Tutte le tecnologie di controllo tipo quella della gillette possono essere fatte ANCHE senza rftag.Ma visto che è una nuova tecnologia tutti si scandalizzano...
            è successo lo stesso in molti campi, ed alcune
            tecnologie si sono rivelate altamente dannose,
            basta pensare alle prime pillole
            anticoncezionali, a certi coloranti artificiali,
            all'amianto, tutti prodotti che erano considerati
            "sicuri".E no, paragone errato. La tecnologia rftag al di la del fatto che c'è un'antenna di BASSISSIMA potenza che irradia il chip e che quindi potrebbe essere in un certo modo dannosa (moooolto meno del telefonino), di per se non produce danno.Le applicazioni in rftag sono tutt'altro discorso.Lo zolfo è dannoso? di per se no, ma se lo metti su un'asticella di legno e lo scricchi puoi dar fuoco ad una scuola elementare, eliminiamo lo zolfo dalla faccia della terra?
          • rumenta scrive:
            Re: Indagine esorcizzata
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: rumenta



            perchè, forse non è implementabile?

            ah si, volendo si puo' far tutto. Ma qui
            discutevamo sul fatto che il telefonino ha
            portato alla rete gsm che oggi sfruttiamo anche
            per il gprs.
            Il fatto che il cambio di ponte si possa fare
            anche con il wifi iniziando a sviluppare da oggi
            non c'entra col discorso.vero, il fatto che ci fossero investimenti (sballati) che dovevano assolutamente rientrare è puramente incidentale ;)

            scusa ma per i cellulari lo stanno facendo, e

            questo nonostante ci si lamenti.

            cosa gli impedisce di farlo anche con le altre

            antenne?

            vero, ma in questo caso essendo il tag un chip
            'passivo' ci vorrebbe un'antenna di elevatissima
            potenza per eccitare un rftag a distanza di
            qualche decina di metri, figurati farlo per
            distanze come quelle del gsm... altro che radio
            vaticana :)perchè??basta semplicemente aumentare il numero delle antenne... ovviamente per la tua "sicurezza", ovviamente, come stanno facendo con le telecamere ;)



            ma è la stessa cosa con gli rfid, che si

            comportano come un cellulare ogni volta che

            entrano nel campo di un'antenna.....

            però il cellulare lo spengo quando mi pare,

            l'rfid no, è sempre "acceso".

            l'rftag è 'acceso' solo quando passa sotto
            l'antenna ad una distanza che non supera i 2
            metri, oltre si deve usare un rftag attivo (cioè
            alimentato con pile), come per il telepass per
            intenderci, ma cambiano drasticamente dimensioni,
            peso, costi....no no, niente tag attiv , solo passivi.come ho detto sopra, però....

            guarda, io non abito in una caverna, mi
            piacciono

            le comodità e la sicurezza, ma se per averle
            devo

            abdicare alla mia libertà allora preferisco
            farne

            a meno di determinate cose.

            il problema qui è che si vogliono uovo e gallina

            allo stesso tempo.

            mah... a me sembra tutto l'opposto, l'uovo e la
            gallina la vogliono chi dice che "l'rftag è
            dannoso" e allo stesso tempo vogliono che ci si
            dia uno sviluppo tecnologico per poter
            sopravvivere nel futuro direttamente minacciato
            dai cinesi (che c'entrano i cinesi?? c'entrano
            c'entrano... :) )c'entrano perchè loro non hanno dibattiti come questo, se solo ci provi è il gulag o una palla nella nuca :Dquindi implementeranno al massimo gli rfid e noi rimarremo al palo ;)
            E comunque boicottare la tecnologia degli rftag
            (ma in generale tutta la tecologia) è veramente
            stupido.
            Sarebbe come a dire boicottiamo internet per
            evitare la pornografia.LOL.... vedi che piano piano ci arrivi anche tu??lo stanno già facendo ad internet, con la scusa di pedofilia, pirateria, spam, truffe e "terrorismo".cosa gli impedirà di farlo a noi imponendoci tecnologie potenzialmente invasive come questi tag??
            la tecnologia rfid è solo uno dei tanti mezzi per
            realizzare delle cose.
            Tutte le tecnologie di controllo tipo quella
            della gillette possono essere fatte ANCHE senza
            rftag.
            Ma visto che è una nuova tecnologia tutti si
            scandalizzano...


            è successo lo stesso in molti campi, ed alcune

            tecnologie si sono rivelate altamente dannose,

            basta pensare alle prime pillole

            anticoncezionali, a certi coloranti artificiali,

            all'amianto, tutti prodotti che erano
            considerati

            "sicuri".

            E no, paragone errato. La tecnologia rftag al di
            la del fatto che c'è un'antenna di BASSISSIMA
            potenza che irradia il chip e che quindi potrebbe
            essere in un certo modo dannosa (moooolto meno
            del telefonino), di per se non produce danno.scusa, non ho chiarito bene, il mio esempio NON riguardava la salute, ma il fatto che si implementano tecnologie SENZA prima assicurarsi che non abbiano controindicazioni.negli esempi fatti da me si trattava di salute, qui si tratta di tecniche di profilazione quando non addirittura di controllo degli individui.
            Le applicazioni in rftag sono tutt'altro discorso.
            Lo zolfo è dannoso? di per se no, ma se lo metti
            su un'asticella di legno e lo scricchi puoi dar
            fuoco ad una scuola elementare, eliminiamo lo
            zolfo dalla faccia della terra?no, eliminiamo gli utilizzi dannosi dello zolfo, e coloro che ne fanno cattivo uso.il problema comunque è che gli stessi governi che dovrebbero proteggerci dagli eccessi sono pronti essi stessi ad eccedere, per tutelate interessi di corporation e di fasce della burocrazia arroccate sui loro privilegi.i segnali ci sono tutti, noi possiamo dargli la corda con la quale ci legheranno oppure bruciarla.... magari insieme ad un pò di loro ;)comunque questa è solo filosofia, e forse sono solo paranoico.... spero solo di non dover dire "io l'avevo detto":DP.S. ti posto anche un sitarello con articoli interessanti.... paranoici? forse.... o forse no ;)http://unrfidpertutti.blogspot.com/Cià :D==================================Modificato dall'autore il 20/06/2005 23.08.51
      • Anonimo scrive:
        Re: Indagine esorcizzata
        - Scritto da: Anonimo
        ci siamo, nel senso che siamo nel modo 'reale',
        tu non so...Hmmm... vediamo.
        Allora:
        - hai il telepass? o paghi con la viacard o con
        il bancomat? No.
        - quando vai alla conad, ipercoop, esselunga, ...
        hai la tessera 'fidelity', 'maxi sconto', 'grand
        prix'...? paghi con il bancomat? paghi con carta
        di credito?No (tranne acquisti online, ma li' c'e' poco da fare).
        Allora:
        - non hai bisogno di attrezzarti di antennina
        con il cosino che legge le cosine, basta che
        entri insieme alla tua vittima e guardi cosa
        compraCerto... fantozziano, direi.
        - getti mai lo scontrino quando esci? Basta
        raccoglierlo per capire cos'hai compratoMai.
        - di nuovo: paghi col bancomat o carta di credito?Mai.
        Se hai risposto almeno una volta: si, vuol dire
        che sei nella grande famiglia degli osservati,
        sei una cavia, sei un 'target', o forse non lo
        sapevi?Io so, dunque non sono. :pRiassumendo: se fossi un parente di TP, effettivamente l'aggeggino mi sarebbe utile... ;)
        Eppoi, cmq, gli rfid (già oggi) vengono
        'distrutti' magneticamente alla cassa, quando
        esci dal supermercato gli rfid NON rispondono più
        e sono ILLEGGIBILI.Be' ecco... chi me lo garantisce, la fatina?
        E anche se lo fossero... Hai qualcosa da
        nascondere?A be'... la scempiaggine definitiva, complimenti. Tornando alla prima riga, hai ragione: ci sei, nel senso che sei proprio cosi', non fingi... :|
        • Anonimo scrive:
          Re: Indagine esorcizzata
          - Scritto da: Anonimo

          - hai il telepass? o paghi con la viacard o con

          il bancomat?

          No.


          prix'...? paghi con il bancomat? paghi con carta

          di credito?

          No (tranne acquisti online, ma li' c'e' poco da
          fare).


          - getti mai lo scontrino quando esci? Basta

          raccoglierlo per capire cos'hai comprato

          Mai.

          - di nuovo: paghi col bancomat o carta di
          credito?

          Mai.mah... Se è vero complimenti, non posso negarlo.Tuttavia trovo poco realistico questo tuo modo di comportarsi estendolo alla maggioranza delle persone.Dal mio punto di vista l'avvento delle tecnologie applicate al quotidiano (bancomat, carta di credito, telepass, telelettura, banca online, ...) ha portato enormi facilitazioni.Guarda giusto giusto stamattina sono andato a pagare l'F24 in banca (normalmente lo faccio online), ho fatto 45 min di coda... ma perchè devo alzarmi 1 ora prima la mattina per fare una cosa che potevo fare in 4 minuti comodamente da casa?E ancora oggi mi fischiano le orecchie per il rumore assordante fatte dalle chiacchere accusatorie a questa 'nuova tecnologia che è l'home banking'... Ripeto: mi tracciano i movimenti? E allora?
          • paperinox scrive:
            Re: Indagine esorcizzata
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo


            - hai il telepass? o paghi con la viacard o
            con


            il bancomat?



            No.




            prix'...? paghi con il bancomat? paghi con
            carta


            di credito?



            No (tranne acquisti online, ma li' c'e' poco da

            fare).




            - getti mai lo scontrino quando esci? Basta


            raccoglierlo per capire cos'hai comprato



            Mai.


            - di nuovo: paghi col bancomat o carta di

            credito?



            Mai.


            mah... Se è vero complimenti, non posso negarlo.

            Tuttavia trovo poco realistico questo tuo modo di
            comportarsi estendolo alla maggioranza delle
            persone.

            Dal mio punto di vista l'avvento delle tecnologie
            applicate al quotidiano (bancomat, carta di
            credito, telepass, telelettura, banca online,
            ...) ha portato enormi facilitazioni.
            Guarda giusto giusto stamattina sono andato a
            pagare l'F24 in banca (normalmente lo faccio
            online), ho fatto 45 min di coda...
            ma perchè devo alzarmi 1 ora prima la mattina per
            fare una cosa che potevo fare in 4 minuti
            comodamente da casa?

            E ancora oggi mi fischiano le orecchie per il
            rumore assordante fatte dalle chiacchere
            accusatorie a questa 'nuova tecnologia che è
            l'home banking'...

            Ripeto: mi tracciano i movimenti? E allora?
            se il trend è questo, ne riparliamo tra qualche anno.... sempre che si possa ancora farlo ;)
Chiudi i commenti