Google: informazioni migliori da Wikimedia nelle ricerche

Google: informazioni migliori da Wikimedia nelle ricerche

Google è diventato cliente di Wikimedia con la sottoscrizione del servizio Enterprise, ora può offrire informazioni migliori nelle ricerche.
Google è diventato cliente di Wikimedia con la sottoscrizione del servizio Enterprise, ora può offrire informazioni migliori nelle ricerche.

Google ha deciso di offrire informazioni maggiormente accurate e aggiornate sul proprio motore di ricerca e per farlo ha deciso di affidarsi a Wikimedia. Stando infatti a quanto ufficialmente riferito nel corso delle ultime ore, il “colosso delle ricerche online” intende retribuire l’associazione no-profit alle spalle di Wikipedia proprio per lo scopo in questione.

Google compra il servizio Enterprise di Wikimedia

Andando più in dettaglio, Wikimedia fa sapere che Google è una delle prime aziende ad acquistare il suo servizio Enterprise di natura commerciale, soluzione lanciata lo scorso anno che permette a eventuali clienti di accedere ad enormi quantità di informazioni presenti sui servizi Wikimedia, appunto, in maniera più efficiente.

Invece che fare affidamento su dump di dati gratuiti e API publiche, dunque, il servizio Enterprise di Wikimedia consente di sfruttare API ad hoc e di ricavare dettagli in modo più ampio, permettendo altresì di recuperare aggiornamenti per i contenuti usati, contribuendo a prevenire che informazioni obsolete o imprecise compaiano sul Web al di fuori di Wikipedia.

Al momento, non è ancora ben chiaro in che misura gli accordi presi tra Google e Wikimedia possano andare a modificare l’esperienza d’uso degli utenti. Al riguardo, Tim Palmer, amministratore delegato delle partnership di ricerca di Google, ha affermato che “big G” non vede l’ora di approfondire la sua partnership con Wikimedia Foundation attraverso il suo servizio Enterprise, mentre Lane Becker, direttore senior delle entrate guadagnate di Wikimedia Enterprise, ha dichiarato che il servizio è ancora in una fase preliminare.

Da notare che sebbene la cosa non venisse colta dai più, già prima dell’accordo, Google sfruttava i servizi Wikimedia in vari modi, in particolare all’interno dei pannelli con informazioni posti lateralmente nella pagina con i risultati delle ricerche, oltre che su YouTube per cercare di contrastare la disinformazione e le teorie del complotto.

Fonte: Wikimedia
Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Pubblicato il 23 giu 2022
Link copiato negli appunti