Google invita gli americani al voto

Un nuovo servizio di Google Earth per responsabilizzare i cittadini americani: localizzazione degli uffici elettorali, informazioni sui candidati e news riguardo alle elezioni di medio termine del 7 novembre

Roma – Il clima preelettorale negli Stati Uniti è fervente. Tra previsioni, ipotesi e fiammate cattura-voti, si inserisce il nuovo layer di Google Earth , Google Earth Election Guide . Un tool che permette di localizzare sulle foto satellitari degli stati USA informazioni riguardo a candidati, modalità di votazione e programmi per le elezioni del 7 novembre.

Tante stelline (pallini per la versione italiana, più scarna) a stelle e strisce compaiono sulla mappa degli Stati Uniti: corrispondono ai 435 congressional districts . Per ogni distretto, cliccando sulla stellina, si possono ottenere l’elenco dei candidati che ambiscono al Congresso, le fonti di finanziamento che foraggiano ciascun candidato (fornite dalla Federal Election Commission e dal Center for Responsive Politics ), le modalità di voto e di registrazione agli uffici elettorali, pratica spesso ritenuta scocciante e sovente negletta, senza la quale negli USA è impossibile accedere alla votazione. Sono inoltre disponibili feed, immagini e notizie relative a ciascun candidato e al clima elettorale.

Il servizio è frutto del 20 per cento del tempo di due ingegneri di Google: invitati a lavorare, secondo la filosofia del gruppo, a progetti di loro interesse, hanno riscontrato difficoltà nel consultare i siti web dei politici per metterli a confronto, e hanno pensato di risolvere questo problema con Google Earth Election Guide. Il progetto è coerente con l’intento dello chief executive di Google, Eric Schmidt, di “democratizzare l’informazione”, garantendone l’accesso a chiunque.

“Questo è il futuro”, dichiara Hans Riemer, direttore politico di Rock The Vote , servizio USA che incoraggia, responsabilizza e assiste gli elettori più giovani nell’informarsi e nello svolgere le procedure di registrazione per accedere al voto. Rock The Vote ha fatto iscrivere un milione e duecentomila ragazzi, e l’80 per cento di loro è poi andato a votare, nonostante le intricate procedure burocratiche per accedere alla cabina elettorale, che a detta di Riemer sembrano risalire, per lentezza e ridondanza, all’età dei dinosauri.

Alan Gerber, professore a Yale e direttore del Center for the Study of American Politics presso l’università, ritiene che il servizio offerto da Google Earth possa spingere i cittadini a partecipare numerosi al suffragio del 7 novembre. Le ricerche dimostrano che un’informazione costante, anche la semplice segnalazione delle scadenze, “imboccata” ai cittadini come fossero lattanti, riesce a mobilitare i votanti. Riemer, di Rock The Vote, ritiene inoltre che milioni di persone voterebbero, se solo le procedure fossero più semplici, se venisse garantito l’accesso all’informazione, e se solo venisse spiegato loro chiaramente quando e come muoversi per partecipare.

La responsabilizzazione dei cittadini è un nobile intento: anche AOL ha lanciato un blog dedicato alle midterm elections del 7 novembre, The Stump . I post, che alimentano i dibattiti, sono frutto di riflessioni di strateghi politici, giornalisti, personalità del mondo dell’educazione.

In Italia qualcosa si muove, come il progetto di stampo social network OpenPolis che tenta di responsabilizzare i cittadini e di fornire loro strumenti di accesso al troppo spesso criptico mondo politico. Offre un’analisi delle tematiche, un database che raccoglie le informazioni riguardo ai politici italiani e un servizio inaugurato prima delle politiche di questa primavera, Voi siete qui , che consente al cittadino inesperto, ma volenteroso, di individuare il partito che lo possa rappresentare al meglio. Negli Stati Uniti i dati riguardo alla partecipazione e alla consapevolezza dei cittadini sono un poco scoraggianti, stando ai meri dati e non ragionando sulle motivazioni che sono state ipotizzate a giustificare questi numeri.

Per ciò che riguarda la partecipazione, stando all’ analisi della Committee for the Study of the American Electorate , al momento delle presidenziali del 2004, gli aventi diritto al voto erano 201 milioni e mezzo. Solo 143 milioni si sono regolarmente registrati per accedere al voto, mentre i votanti sono stati 120 milioni, il sessanta per cento degli aventi diritto.

Per ciò che riguarda la consapevolezza nel voto, si ritiene che, per considerarsi informato, il cittadino debba conoscere le tematiche, conoscere le posizioni dei rappresentanti del mondo politico in proposito e, se possibile, avere un’opinione riguardo ad esse. Come ricordato in un’analisi di Cato Institute , un’indagine commissionata da NY Times e CBS su un campione americano, riguardo ad una tematica discussa e importante come il Patriot Act, il 58% degli intervistati ha ammesso di conoscere molto poco o di non averne sentito parlare per nulla.

Oltre 100 milioni i download di Google Earth
“La nostra speranza è che le persone più giovani, usando Google Earth riescano a operare scelte migliori, più consapevoli”, afferma John Hanke, direttore di Google Earth e Google Maps.
Una dichiarazione che suona insidiosa, se si considera che Google ha apertamente supportato il Partito Democratico con oltre duecentomila dollari.
Ma in molti sono pronti a scommettere che Google Earth non tenterà di influenzare i suoi giramondo virtuali.

Gaia Bottà

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Google ti sfrutta "Data mining" umano
    Google oramai non sa piu che inventarsiQueste stronzatine non attaccano piu.Questo servizio servirà per fare del dataminingsfruttando le persone invece che complicati algoritmi di ricerca.
    • Anonimo scrive:
      Re: Google ti sfrutta "Data mining" uman
      - Scritto da:
      Google oramai non sa piu che inventarsi
      Queste stronzatine non attaccano piu.
      Questo servizio servirà per fare del datamining
      sfruttando le persone invece che complicati
      algoritmi di
      ricerca.Sì ma mi paga e quindi perche' no?
  • Anonimo scrive:
    Come al solito fanno lavorare gli altri
    invece di darti un engine pronta sul settore che ti interessa ti chiedono di farla tu, che tanto poi la riusano come gli pare. Bravissimi non ce' che dire
    • corrado1972 scrive:
      Re: Come al solito fanno lavorare gli al
      Google ha il vantaggio di sfruttare il tuo lavoro di setup e tu partecipi agli utili che esso genera: questo nel mondo degli affari viene definito un accordo che soddisfa il "reciproco interesse".Un accordo che va al di là del tuo sarcasmo ;)
      • Anonimo scrive:
        Re: Come al solito fanno lavorare gli al
        - Scritto da: corrado1972
        Google ha il vantaggio di sfruttare il tuo lavoro
        di setup e tu partecipi agli utili che esso
        genera: questo nel mondo degli affari viene
        definito un accordo che soddisfa il "reciproco
        interesse".
        Un accordo che va al di là del tuo sarcasmo ;)
        Grazie per l'ottima e competente spiegazione. :)
      • Anonimo scrive:
        Re: Come al solito fanno lavorare gli al
        Vi seve l'elemosina dio Google?Si altrimenti passereste altrove la giornata.
    • Anonimo scrive:
      Re: Come al solito fanno lavorare gli al
      - Scritto da:
      invece di darti un engine pronta sul settore che
      ti interessa ti chiedono di farla tu, che tanto
      poi la riusano come gli pare. Bravissimi non ce'
      che
      direInfatti, tanto di cappello. Come al solito utile per te e utile per loro.
      • Anonimo scrive:
        Re: Come al solito fanno lavorare gli al
        - Scritto da:

        - Scritto da:

        invece di darti un engine pronta sul settore che

        ti interessa ti chiedono di farla tu, che tanto

        poi la riusano come gli pare. Bravissimi non ce'

        che

        dire

        Infatti, tanto di cappello. Come al solito utile
        per te e utile per
        loro.diciamo che se anche lo stato italiano ragionasse nella stessa maniera sarebbe un bell'andare....
        • Anonimo scrive:
          Re: Come al solito fanno lavorare gli al
          - Scritto da:

          - Scritto da:



          - Scritto da:


          invece di darti un engine pronta sul settore
          che


          ti interessa ti chiedono di farla tu, che
          tanto


          poi la riusano come gli pare. Bravissimi non
          ce'


          che


          dire



          Infatti, tanto di cappello. Come al solito utile

          per te e utile per

          loro.

          diciamo che se anche lo stato italiano ragionasse
          nella stessa maniera sarebbe un
          bell'andare....tranquilli, entro qualche decennio non avremo più di questi problemi
        • teddybear scrive:
          Re: Come al solito fanno lavorare gli al
          - Scritto da:
          diciamo che se anche lo stato italiano ragionasse
          nella stessa maniera sarebbe un
          bell'andare....Scrivere "stato italiano" e "ragionamento" nella stessa frase è considerato un errore grammaticale.
    • Anonimo scrive:
      Re: Come al solito fanno lavorare gli al
      - Scritto da:
      invece di darti un engine pronta sul settore che
      ti interessa ti chiedono di farla tu, che tanto
      poi la riusano come gli pare. Bravissimi non ce'
      che
      direE tu non lo usare, non li aiutare, cosi' non ti cambia nulla e non ci annoi con i tuoi commenti.
      • Anonimo scrive:
        Re: Come al solito fanno lavorare gli al
        - Scritto da:

        - Scritto da:

        invece di darti un engine pronta sul settore che

        ti interessa ti chiedono di farla tu, che tanto

        poi la riusano come gli pare. Bravissimi non ce'

        che

        dire

        E tu non lo usare, non li aiutare, cosi' non ti
        cambia nulla e non ci annoi con i tuoi
        commenti.certo però su google image labeler mettono solo francobolli ... ho visto un mio amico che ci giocava e ho detto: beh, tu si che lo fai SOLO per regalare qualcosa a google... non è divertente così. The ESP game non era male... ma quello di google è terrificante... le immagini sono MICROSCOPICHE
    • Anonimo scrive:
      Re: Come al solito fanno lavorare gli al
      Ma fammi capire, ti danno una cosa personalizzata, gratis e customizzabile con una interfaccia che potrebbe usare anche un bambino e in cambio ti chiedono di configurartela, e ti lamenti?Cioè, windows 98 era a pagamento non era customizzabile e non era personalizzato e te lo dovevi configurare eppure lo hanno comprato in milioni... Fai te... :)
    • Anonimo scrive:
      Re: Come al solito fanno lavorare gli al
      - Scritto da:
      invece di darti un engine pronta sul settore che
      ti interessa ti chiedono di farla tu, che tanto
      poi la riusano come gli pare. Bravissimi non ce'
      che
      direper il prezzo che paghi puoi lamentarti finché vuoi. ma se l'energia che ci metti nel scassare i maroni la usiamo invece per costruire, ecco che hai la soluzione che forisce google.e direi che è utile per tutti.
    • Anonimo scrive:
      soldi non gliene daresti
      per quello che ti danno (ottima qualità) soldi non gliene daresti, no?quindi ottengono lavoro.è un baratto :)
Chiudi i commenti