Domani il Google I/O 2019: non sarà il solito I/O

I nuovi smartphone Pixel, il cloud gaming di Stadia, la piattaforma Android Q e altri dispositivi: cosa aspettarsi dal Google I/O 2019 al via domani.

Il conto alla rovescia che porterà al keynote d’apertura del Google I/O 2019 è ormai quasi agli sgoccioli. L’evento andrà in scena nella serata di domani, martedì 7 maggio, quando in Italia saranno le ore 19:00. Ad ospitarlo la cornice dello Shoreline Amphitheatre di Mountain View. Stando a rumor e indiscrezioni sarà un appuntamento diverso rispetto a quello degli ultimi anni: focus non solo su software e intelligenza artificiale, ma anche su hardware e dispositivi.

Google I/O 2019: quali novità?

Ormai quasi certa la presentazione di Pixel 3a e 3a XL, due nuovi smartphone che entreranno a far parte del catalogo di bigG, andando ad aggredire la fascia media del mercato, con specifiche inferiori rispetto a quelle dei flagship (Pixel 3 e 3 XL) lanciati nell’autunno scorso, ma offrendo lo stesso comparto software e a quanto pare le medesime performance in campo fotografico.

Dal palco dell’I/O 2019 potrebbe andare in scena anche l’annuncio di Google Hub Max, uno smart display con diagonale da 10 pollici e altoparlanti stereo progettato in collaborazione con il team di Nest (i primi rumor hanno fatto riferimento al device come Nest Hub Max), dotato non solo dell’Assistente Google, ma anche di una videocamera con sensore di movimento capace di fungere da terminale per la sorveglianza della casa.

Più che certo il focus su Android Q, la nuova iterazione del sistema operativo mobile già avvistata con un paio di versioni beta. Del tutto probabile il rilascio di un’ulteriore release preliminare entro i prossimi giorni, con funzionalità inedite e correzioni per i bug riscontrati.

Android Q Beta 2: Bubbles

Plausibile una comparsa sul palco dell’I/O anche per Duplex, la tecnologia svelata lo scorso anno e ora disponibile in quasi tutti gli Stati Uniti, in grado di intrattenere una conversazione telefonica per svolgere operazioni come prenotare un tavolo al ristorante. Google potrebbe rendere note nuove potenzialità legate al progetto e anticiparne un rollout a livello internazionale.

Come già anticipato, si parlerà anche di Stadia. La piattaforma di cloud gaming è stata annunciata nel mese di marzo e si è subito dimostrata capace di attirare a sé una grande attenzione. Rimangono alcuni dubbi da sciogliere, in primis quelli riguardanti il prezzo dell’abbonamento e il catalogo di giochi disponibile al lancio. Potremmo saperne di più già nella serata di domani.

L'architettura cloud della piattaforma Stadia di Google

Non è da escludere nemmeno l’arrivo di novità per i sistemi operativi Chrome OS (Chromebook), Wear OS (smartwatch), Android TV (televisori e set-top box) e Android Auto/Automotive (quattro ruote). Occhi puntati in direzione di Mountain View, dunque, per l’evento più importante dell’anno in casa Google.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

Chiudi i commenti