Google, l'importanza degli ingegneri

L'azienda di Mountain View è la più generosa con i suoi sviluppatori. Seguono Facebook, Apple, eBay e Zynga. In Silicon Valley con la programmazione non si muore di fame

Roma – Con un salario medio di oltre 128mila dollari (97mila euro circa) all’anno , gli ingegneri software di Google sembrano spassarsela nel cuore della Silicon Valley. In un recente report pubblicato da Glassdoor.com – sito specializzato nella raccolta di informazioni in ambito occupazionale – il colosso di Mountain View si è piazzato al primo posto nella speciale classifica delle aziende high-tech più generose.

Stando ai dati snocciolati da Glassdoor, il salario medio degli sviluppatori software statunitensi si assesta sui 92mila dollari , a partire da un campione di 15 tech company a stelle e strisce. Al secondo posto della classifica, Facebook offre ai software engineers una paga di 123mila dollari – circa 93mila euro – all’anno.

Basandosi sulle dichiarazioni di 5mila professionisti negli ultimi 12 mesi, Glassdoor ha piazzato al terzo posto il colosso Apple (114mila dollari, 86mila euro) , seguito dalla piattaforma delle aste eBay (108mila dollari, 82mila euro) e dall’alfiere del social gaming Zynga, con un salario medio di 105mila dollari (80mila euro) ai suoi sviluppatori software. ( M.V. )

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • AxAx scrive:
    Al momento impazzano i grulli
    che si fanno XXXXXXX le password di posta da app sconosciute sui cellulari, password che poi vengono usate dagli spammer per usare i loro accounts.
  • collione scrive:
    è assurdo
    l'Italia è sul podio sempre e solo per motivazioni negative?ma che razza di Paese siamo?
    • Il redaziono con i trolli scrive:
      Re: è assurdo
      - Scritto da: collione
      l'Italia è sul podio sempre e solo per
      motivazioni
      negative?

      ma che razza di Paese siamo?È semplice: un Paese in cui per anni il governo e i media hanno cercato di dipingere Internet come un posto di malati di mente mentre negli altri Paesi ne sfruttavano le potenzialità commerciali e lavorative. E poi ci stupiamo che quando per forza di cose la gente ha dovuto usare il computer non avesse neanche le basi su come utilizzarlo senza infettarsi?
  • panda rossa scrive:
    Si dice winzombie, non zomie e basta.
    Il termine tecnico corretto per indicare un PC compromesso ed inglobato in una botnet sparaspam e' WINZOMBIE.
  • P.Inquino scrive:
    in futuro..
    ci saranno le piastrelle zombie (rotfl)
Chiudi i commenti