Google Maps offline e in 3D

La nuova versione dell'app per Android consente di salvare mappe sul proprio device per la consultazione offline. E BigG rilascia anche un aggiornamento per Earth che consente la visualizzazione in tre dimensioni

Roma – Essere connessi a Internet è sempre stata condizione sine qua non per l’utilizzo agevole di Google Maps con il proprio smartphone. Ma da ora è possibile scaricare l’ultima versione dell’app per Android, quindi selezionare e salvare mappe di oltre 150 paesi per l’utilizzo offline. BigG, così come annunciato , rende disponibile il servizio anche per la navigazione in assenza di una connessione web, facilitando il compito di chi – mentre si trova in viaggio – non ha la possibilità di accedere alla Rete.

A differenza di quanto avveniva in precedenza , si possono salvare su dispositivo mobile fino a sei aree metropolitane di grandi dimensioni (ad esempio Londra, Parigi o New York).

Prima di procedere al download della mappa occorre selezionare l’area di proprio interesse e selezionare “Make available offline” (Rendi disponibile non in linea): l’app rende nota la dimensione del file che sarà generato, dando così modo all’utente di conoscere lo spazio occupato in memoria.
Se il device ha il GPS abilitato, un punto blu entrerà in funzione anche senza una connessione dati in modo da sapere dove ci si trova, e se è presente una bussola ci si può orientare anche senza connettività 3G o WiFi.

Questo nuovo aggiornamento di Android Maps include inoltre un miglioramento della funzionalità bussola per Street View. I requisiti minimi di sistema sono OS Android 3.0 o superiore, un sensore giroscopico e la versione 1.8.1 di Street View.

E le novità non sembrano finire qui: come annunciato nelle settimane scorse, BigG ha anche rilasciato un aggiornamento di Earth per Android che consente la visualizzazione in 3D di 14 località, per ora quasi tutte statunitensi. Da Mountain View fanno sapere che altre città saranno aggiunte nei prossimi mesi: “Contiamo di arrivare a coprire una popolazione complessiva di 300 milioni di persone entro fine anno”. Questa funzione non è ancora disponibile per iOS di Apple, anche se Google assicura che “stiamo lavorando anche per questo”.

A onor di cronaca, occorre specificare che l’introduzione della tecnologia 3D da parte di Google è arrivata assai prima del servizio che Apple intende fornire per i suoi device come parte dell’app Maps per iOS 6. Una versione beta è stato distribuita in occasione dell’Apple World Wide Developers Conference poche settimane fa. Il rilascio della versione definitiva è previsto per l’autunno.

Cristiano Vaccarella

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Sathack scrive:
    OFFTOPIC PC lowcost
    PC Low cost: raspberry pi.E' un miracolino che costa !!! 25 !!! e potrebbe diventare LA piattaforma didattica per l'informatica.
  • sia in tema scrive:
    Sicuramente un tablet o pc
    A scuola sicuramente con un tablet o un pc a patto che i libri di testo (in formato digitale) vengano offerti gratuitamente agli studenti che li scaricheranno da un database statale col proprio nome utente e password. Paghiamo gia abbastanza tasse/iscrizioni e si pretende un ritorno economico, tutti sanno quanto possa pesare la spesa scolastica su ogni famiglia (libri, penne, quaderni e arnesi vari), ai miei tempi si aggirava sul milione di lire ogni settembre, il grosso della spesa erano libri di testo che cambiavano ogni anno.
  • Gianfranco scrive:
    A scuola con il PC
    Beh se avessimo studiato con i PC:1) La burocrazia italiana sarebbe stata più veloce e affidabile2) Meno spreco di carta3) Più lavoro per aziende e programmatori per creare software educativi adatti alle scuole4) Percorsi formativi finalizzati all'inserimento lavorativo. Chissà perche le scuole professionali danno più lavoro delle università. Forse perchè ti insegnao veramente qualcosa?5) Minore discriminazione sociale: oggi fortunatamente anche un non vedente o un sordo può usare il computer. Certo la tecnologia andrebbe affinata ma i presupposti ci sono.6) Uguaglianza sostanziale: se non posso prendermi un PC lo posso usare a scuola. Ecco la filantropia di Bill (ve lo ricordate il computer con la manovella? Il progetto per l'Africa? Certo è business ma almeno inteliggente.7) La scelta è il PC: un tablet non durerebbe neanche una settimana perchè è delicato, tende facilmente a rompersi ed è poco pratico da un punto di vista didattico. Quanto costerebbe per la scuola comprare app decenti che a stento riescono a coprire la complessitàò di un software da PC?8) L'unico aspetto negativo? Il sistema che si sceglierà. Windows, Linux e Mac. Quale di questi? Io spero tutti senza distinzione tra chi è meglio e peggio ma lasciando allo studente e non al professore di decidere. Ognuno può essere usato per scopi diversi.Altro aspetto negativo: l'inquinamento. La crescita esponenziale di PC aumenta il consumo elettrico e il loro riciclo. Spero che anche qui si trovi un modo non cinese di risolvere il problema.
  • Pietro Lamberti scrive:
    A scuola...
    ...io mi limiterei a usare quaderni, penna e libri. Tutto il resto, in teoria, dovrebbe essere fatto dal cervello.
    • Fetente scrive:
      Re: A scuola...
      Il problema è che ormai da decenni la tendenza è di disattivare il cervello degli studenti già da piccoli, così poi non scassano la m... ai potenti una volta cresciuti.
    • Sgabbio scrive:
      Re: A scuola...
      - Scritto da: Pietro Lamberti
      ...io mi limiterei a usare quaderni, penna e
      libri. Tutto il resto, in teoria, dovrebbe essere
      fatto dal
      cervello.Non insegnamo le futre generazioni ad usare i nuovi strumenti ?
      • ninjaverde scrive:
        Re: A scuola...

        Non insegnamo le futre generazioni ad usare i
        nuovi strumenti
        ?Ma per carità, vi sono allievi delle elementari ed addirittura delle medie che si trovano in difficoltà a fare una somma senza la calcolatrice!E se faranno un test per ragionieri anche con la calcolatrice non supereranno l'esame poichè con la calcolatrice certi calcoli diventano lenti.In parole povere avranno gravi carenze nelle superiori.E poi questo è solo businness per le aziende come M$ e compagnia.Imparino ad usare penna e matita ed il cervello, poi sarà molto più facile anche usare le macchine.Oppure devono imparare ad usare un'auto prima ancora di saper camminare con le proprie gambe?
        • Mela avvelenata scrive:
          Re: A scuola...
          - Scritto da: ninjaverde

          Non insegnamo le futre generazioni ad usare i

          nuovi strumenti

          ?

          Ma per carità, vi sono allievi delle elementari
          ed addirittura delle medie che si trovano in
          difficoltà a fare una somma senza la
          calcolatrice!elasticità mentale, è questo che dovrebbero insegnare nelle scuole, non a sommare numeri a mano, non serve ad un tubo!
          E se faranno un test per ragionieri anche con la
          calcolatrice non supereranno l'esame poichè con
          la calcolatrice certi calcoli diventano
          lenti.tipo?
          In parole povere avranno gravi carenze nelle
          superiori.le carenze si hanno perchè non ci sono insegnanti all'altezza! È apitato anche a me, parecchi anni fa, i primi due anni delle superiori avevo la media del 5, mentre poi la media del 7. Nel frattempo era cambiata la prof, io continuavo a studiare come sempre!
          E poi questo è solo businness per le aziende come
          M$ e
          compagnia.Il business è business, ma è giusto insegnare ad utilizzare gli strumenti disponibili, altrimenti ti trovi delle generazioni informaticamente analfabete, e questo è un MALE, credimi!
          Imparino ad usare penna e matita ed il cervello,
          poi sarà molto più facile anche usare le
          macchine.
          Oppure devono imparare ad usare un'auto prima
          ancora di saper camminare con le proprie
          gambe?no, devono imparare ad usare prima le gambe, com'è giusto che sia, ma anche un'auto, visto che solo con le gambe si va lontano pochi km...
          • ninjaverde scrive:
            Re: A scuola...

            elasticità mentale, è questo che dovrebbero
            insegnare nelle scuole, non a sommare numeri a
            mano, non serve ad un
            tubo!
            Ma l'elasticità mentale non si ottiene pigiando pulsanti sull'Ipod o tablet che sia.Occorre prima di tutto imparare ad usare i numeri senza macchinette, poi i seguito c'è il tempo anche per imparare ad usare le macchine, e semmai a conoscere e capire come funzionano.L'uso passivo della macchine è antitetica alla elasticità mentale che citi.


            E se faranno un test per ragionieri anche con la

            calcolatrice non supereranno l'esame poichè con

            la calcolatrice certi calcoli diventano

            lenti.

            tipo?1/4+1/5-1/7 è più o meno grande di: 1/3-3/16-5/8 ?16/8+3/5+8/36 è più o meno grande di 36/16+1/5+17/65 ?oppure le più semplici:34+3+87+6-45 è un numero piò o meno grande di 55-21+41-7 ?5x32+28 è più o meno di 4x45-29+43Ed altre simili al test per ragioneria dello stato per controllori impiegati uffici tasse.I test hanno circa un centinaio di questi calcoli più o meno simili agli esempi. L'uso della calcolatrice è consentito, ma chi usa la calcolatrice non riuscirà a finire tutti i test nel tempo previsto.



            In parole povere avranno gravi carenze nelle

            superiori.

            le carenze si hanno perchè non ci sono insegnanti
            all'altezza! È apitato anche a me, parecchi anni
            fa, i primi due anni delle superiori avevo la
            media del 5, mentre poi la media del 7. Nel
            frattempo era cambiata la prof, io continuavo a
            studiare come
            sempre!Questa è un'altra questione grave.La figlia di u7n mio amico non sapeva chi era Che Guevara, ho cercato di spiegare qualcosa del personaggio e subito mi ha chiesto: Gli ho detto che la sua storia più conosciuta si è svolta a Cuba e poi in America latina. Lei mi ha chiesto se Cuba era in Spagna.Allora gli ho detto che non conosceva la geografia oltre che la storia contemporanea. E lei mi ha detto che il suo professore (delle medie) di italiani-storia e geografia dormiva in classe!Ora al liceo ha già perso 2 anni, ed i professori dicono che ha carenze.
            Il business è business, ma è giusto insegnare ad
            utilizzare gli strumenti disponibili, altrimenti
            ti trovi delle generazioni informaticamente
            analfabete, e questo è un MALE,
            credimi!Difendi il businness anche quando è dannoso?Per le conoscenze informatiche possiamo aggiungere una materia, nelle medie tanto per dare una base. Ma la Base non è saper usare Microsof office, poichè per quello basta leggersi un manuale e fare un pò di pratica, e semmai per chi vorrà potrà fare un pò di dattilografia al computer. Occorre invece conoscere le basi del funzionamento del Pc, sapere4 le basi del linguaggio binario, conoscere le basi di come funziona una rete come internet. E mi sembra che per un programma delle scuole medie ce nè già abbastanza. Per questo non occorre neanche uno strumento, se non per alcune prove pratiche, il resto si fa alla lavagna, o con qualche testo. Volendo con alcuni esercizi semplici di programmazione. Poi chi vorrà fare l'informatico sceglierà le scuole superiori che lo preparano sull'argomento.Se si continua ad usare i Pc o similari nelle scuole per imparare solamente a pigiare pulsanti, muovere un mouse o mettere ditate su di uno schermo, non si fa certo un'istruzione utile, tantomeno si stimola la parte inventiva degli allievi.
            no, devono imparare ad usare prima le gambe,
            com'è giusto che sia, ma anche un'auto, visto che
            solo con le gambe si va lontano pochi
            km...Ma l'auto è optional.Metti che si blocchi il commercio della benzina, o che le tasse siano troppo alte come stà già succedendo.Allora che fai?Vai a piedi o usi la bicicletta.Se non sai stare sulla bicicletta puoi solo camminare.Se dopo un pò di passi ti fanno male le gambe è perchè non hai la muscolatura allenata.Ecco dei limiti che possono arrivare all'improvviso.Tanto per dire: una tempesta magnetica che blocca i Pc non è poi così improbabile. Ed allora? Non sapremo neanche fare una addizione per la spesa al mercato! Che bello!
          • CiccioQuant aCiccia scrive:
            Re: A scuola...
            - Scritto da: Mela avvelenata
            - Scritto da: ninjaverde


            Non insegnamo le futre generazioni ad usare i


            nuovi strumenti


            ?



            Ma per carità, vi sono allievi delle elementari

            ed addirittura delle medie che si trovano in

            difficoltà a fare una somma senza la

            calcolatrice!

            elasticità mentale, è questo che dovrebbero
            insegnare nelle scuole, non a sommare numeri a
            mano, non serve ad un
            tubo!

            l'elasticità mentale la ottieni anche sapendo fare le somme a mano e a mente, non si tratta di schiavizzare gli allievi per 10 ore al giorno a sfornare numeri. Esempio concreto realmente accaduto (uno dei tanti). Ho beccatto gente di più di 20 anni che non sapeva calcolare una percentuale. Corso di Excel, esercizi per calcolare sconti, IVA e simili... se non sai già di tuo cos'è una percentuale Excel non ti serve a nulla. Allieva apprendista in difficoltà su come calcolare l'aliquota IVA e sommarla all'imponibile che sbotta "Ma che ne so io?". Io: "scusa ma che lavoro fai?". "Lavoro in cassa". Giuro! Altro che art. 18, a zappare i campi tu, i genitori e gli insegnanti.Ti ricordo che il computer è stato inventanto da gente che prima... non ce l'aveva.

            E se faranno un test per ragionieri anche con la

            calcolatrice non supereranno l'esame poichè con

            la calcolatrice certi calcoli diventano

            lenti.

            tipo?



            In parole povere avranno gravi carenze nelle

            superiori.

            le carenze si hanno perchè non ci sono insegnanti
            all'altezza! È apitato anche a me, parecchi anni
            fa, i primi due anni delle superiori avevo la
            media del 5, mentre poi la media del 7. Nel
            frattempo era cambiata la prof, io continuavo a
            studiare come
            sempre!
            Sul fatto che ci siano una marea di insegnanti non preparati è vero. Fatti però un'altra domanda:nei primi due anni c'erano compagni che avevano una media più alta della tua con la stessa insegnante? ;) Se la risposta è sì, la seconda parte del tuo esempio ha molto meno peso.

            E poi questo è solo businness per le aziende
            come

            M$ e

            compagnia.

            Il business è business, ma è giusto insegnare ad
            utilizzare gli strumenti disponibili, altrimenti
            ti trovi delle generazioni informaticamente
            analfabete, e questo è un MALE,
            credimi!
            Abbiamo generazioni ANALFABETE e basta, ben prima di essere analfabetiche informaticamente. Ho beccato 15enni totalmente impediti e 60 anni che gli facevano il XXXX agli adolescentini cresciuti a tecnologia. Secondo te per quale motivo?


            Imparino ad usare penna e matita ed il cervello,

            poi sarà molto più facile anche usare le

            macchine.

            Oppure devono imparare ad usare un'auto prima

            ancora di saper camminare con le proprie

            gambe?

            no, devono imparare ad usare prima le gambe,
            com'è giusto che sia, ma anche un'auto, visto che
            solo con le gambe si va lontano pochi
            km...Solo dopo che sai camminare per bene. Tanto oggi come oggi hanno già smartphone e PC indi... lo usano già anche se tu non glielo insegni.Il problema è che gli insegnanti non sono in grado di usare questi mezzi. Sono appunto mezzi, dietro devi sapere usare quello che realmente ti fa risolvere i problemi: IL CERVELLO. Gli algoritmi li fai con quello, non solo in informatica.
          • Mela avvelenata scrive:
            Re: A scuola...
            - Scritto da: CiccioQuant aCiccia
            - Scritto da: Mela avvelenata

            - Scritto da: ninjaverde



            Non insegnamo le futre generazioni ad usare
            i



            nuovi strumenti



            ?





            Ma per carità, vi sono allievi delle
            elementari


            ed addirittura delle medie che si trovano in


            difficoltà a fare una somma senza la


            calcolatrice!



            elasticità mentale, è questo che dovrebbero

            insegnare nelle scuole, non a sommare numeri a

            mano, non serve ad un

            tubo!





            l'elasticità mentale la ottieni anche sapendo
            fare le somme a mano e a mente, non si tratta di
            schiavizzare gli allievi per 10 ore al giorno a
            sfornare numeri. Esempio concreto realmente
            accaduto (uno dei tanti). Ho beccatto gente di
            più di 20 anni che non sapeva calcolare una
            percentuale. Corso di Excel, esercizi per
            calcolare sconti, IVA e simili... se non sai già
            di tuo cos'è una percentuale Excel non ti serve a
            nulla. Allieva apprendista in difficoltà su come
            calcolare l'aliquota IVA e sommarla
            all'imponibile che sbotta "Ma che ne so io?". Io:
            "scusa ma che lavoro fai?". "Lavoro in cassa".
            Giuro! Altro che art. 18, a zappare i campi tu, i
            genitori e gli
            insegnanti.se quella ragazza non ha idea di come calcolare l'iva, allora partiamo già maluccio...a parte che non è detto che tutti coloro i quali lavorano in cassa abbiano nozioni di aliquote, imponibili ed affini! Nè è detto che tutti coloro i quali lavorano i campi siano esperti agronomi, anzi...
            Ti ricordo che il computer è stato inventanto da
            gente che prima... non ce
            l'aveva.ah, certo...e con questo?


            In parole povere avranno gravi carenze nelle


            superiori.



            le carenze si hanno perchè non ci sono
            insegnanti

            all'altezza! È apitato anche a me, parecchi anni

            fa, i primi due anni delle superiori avevo la

            media del 5, mentre poi la media del 7. Nel

            frattempo era cambiata la prof, io continuavo a

            studiare come

            sempre!



            Sul fatto che ci siano una marea di insegnanti
            non preparati è vero. Fatti però un'altra
            domanda:

            nei primi due anni c'erano compagni che avevano
            una media più alta della tua con la stessa
            insegnante? ;) Se la risposta è sì, la seconda
            parte del tuo esempio ha molto meno
            peso.la risposta è sì, ma gran parte della classe aveva voti negativi. Il problema era palesemente l'insegnante, e forse pure i libri di testo (che infatti nel triennio erano cambiati)


            E poi questo è solo businness per le aziende

            come


            M$ e


            compagnia.



            Il business è business, ma è giusto insegnare ad

            utilizzare gli strumenti disponibili, altrimenti

            ti trovi delle generazioni informaticamente

            analfabete, e questo è un MALE,

            credimi!



            Abbiamo generazioni ANALFABETE e basta, ben prima
            di essere analfabetiche informaticamente. Ho
            beccato 15enni totalmente impediti e 60 anni che
            gli facevano il XXXX agli adolescentini cresciuti
            a tecnologia. Secondo te per quale
            motivo?perchè le nuove generazioni di insegnanti non sono all'altezza?


            Imparino ad usare penna e matita ed il
            cervello,


            poi sarà molto più facile anche usare le


            macchine.


            Oppure devono imparare ad usare un'auto prima


            ancora di saper camminare con le proprie


            gambe?



            no, devono imparare ad usare prima le gambe,

            com'è giusto che sia, ma anche un'auto, visto
            che

            solo con le gambe si va lontano pochi

            km...


            Solo dopo che sai camminare per bene. Tanto oggi
            come oggi hanno già smartphone e PC indi... lo
            usano già anche se tu non glielo
            insegni.qua non si parla di insegnare ad utilizzare uno smartphone o un tablet, qua si parla di insegnare ad utilizzare i mezzi informatici a disposizione, partendo DALLE BASI, se necessario!
            Il problema è che gli insegnanti non sono in
            grado di usare questi mezzi. Sono appunto
            mezzi, dietro devi sapere usare quello che
            realmente ti fa risolvere i problemi: IL
            CERVELLO. Gli algoritmi li fai con quello, non
            solo in
            informatica.sono d'accordo che è necessario insegnare ai giovani a sfruttare i 2 neuroni funzionanti che hanno, ma devono essere in grado di farlo anche imparando a sfruttare i mezzi informatici a disposizione! Io ancora mi meraviglio di quanti non sono in grado di fare una ricerca efficace su Google: non è che ci voglia un grosso studio, eppure molti si trovano in difficoltà, indipendentemente dall'età!
          • CiccioQuant aCiccia scrive:
            Re: A scuola...
            - Scritto da: Mela avvelenata
            - Scritto da: CiccioQuant aCiccia


            se quella ragazza non ha idea di come calcolare
            l'iva, allora partiamo già maluccio..Malissimo, non maluccio. Il problema sta a monte... i bambini non nascono e crescono a scuola ma... indovina dove? Ecco bravo... indi... hai presente quella parola che inizia per g e finisce per enitori? Razza pressoché estinta dal 1980. Se 20/30 anni fa pur avendo meno mezzi la gente era meno analfabeta, aveva un briciolo in più di rispetto per il prossimo, non si stupravano le compagne in branco, non si dava fuoco alla scuola, bimbe di 12 anni non si prostituivano per comprarsi l'agenda fighetta (equivalente di allora della ricarica per cellulare di oggi), non vedevi girare adolescenti ubriachi alle 5 di pomeriggio, non c'erano le baby ganga e se il figlio andava male a scuola prima di gridare al complotto della scuola magari pensavi di avere un figlio che non aveva voglia di studiare e agivi di conseguenza, gli strumenti disciplinare avevano ancora un minimo di valenza ecc. ecc. un motivo c'è o no???Oggi non è più così perché milioni di persone hanno fatto figli senza essere in grado di essere genitori. Punto. Prova tu a raddrizzare uno di 15 anni che è dalla culla che pensa che il mondo sia al suo servizio.a parte che
            non è detto che tutti coloro i quali lavorano in
            cassa abbiano nozioni di aliquote, imponibili ed
            affini! Sarebbe come dire che chi fa l'idraulico non deve capirne di diametri delle tubazioni e relative chiavi, silicone e guarnizioni. Stiamo parlando di calcolare una semplice percentuale non di fare l'esame per l'agenzia delle entrate.Nè è detto che tutti coloro i quali
            lavorano i campi siano esperti agronomi,
            anzi...
            Infatti sono cose diverse ma io se avessi un negozio uno che non sa fare di conto in cassa non ce lo metto nemmeno se mi paga lui.


            Ti ricordo che il computer è stato
            inventanto
            da

            gente che prima... non ce

            l'aveva.

            ah, certo...e con questo?leggi tra le righe

            la risposta è sì, ma gran parte della classe
            aveva voti negativi. Il problema era palesemente
            l'insegnante, e forse pure i libri di testo (che
            infatti nel triennio erano
            cambiati)
            Ok, tieni conto che però se già al terzo anno la tua media è salita vuol dire che nei primi 2 anni volente o nolente qualcosa hai assorbito e delle basi te le sei creati altrimenti non è possibile avere una media del 7 sul 3° anno di programma avendo lacune enormi i primi due.

            perchè le nuove generazioni di insegnanti non
            sono
            all'altezza?
            Sì anche ma anche quelle vecchie e ti ricordo un particolare che sembra insignificante ma in realtà è fondamentale: bisogna essere in due a voler imparare. Non stiamo parlando di un comico che non fa ridere il pubblico che in fondo non ha alcun obbligo nei suoi confronti e non deve fare niente.




            Imparino ad usare penna e matita
            ed
            il

            cervello,



            poi sarà molto più facile anche
            usare
            le



            macchine.



            Oppure devono imparare ad usare
            un'auto
            prima



            ancora di saper camminare con le
            proprie



            gambe?





            no, devono imparare ad usare prima le
            gambe,


            com'è giusto che sia, ma anche un'auto,
            visto

            che


            solo con le gambe si va lontano pochi


            km...





            Solo dopo che sai camminare per bene. Tanto
            oggi

            come oggi hanno già smartphone e PC indi...
            lo

            usano già anche se tu non glielo

            insegni.

            qua non si parla di insegnare ad utilizzare uno
            smartphone o un tablet, qua si parla di insegnare
            ad utilizzare i mezzi informatici a disposizione,
            partendo DALLE BASI, se
            necessario!
            Sì, ma quello che non ti è ancora chiaro è che ci sono delle basi che vengono prima delle basi che dici tu, le vere fondamenta. Senza di quelle la casa non la tiri su proprio.


            Il problema è che gli insegnanti non sono in

            grado di usare questi mezzi. Sono appunto

            mezzi, dietro devi sapere usare quello che

            realmente ti fa risolvere i problemi: IL

            CERVELLO. Gli algoritmi li fai con quello,
            non

            solo in

            informatica.

            sono d'accordo che è necessario insegnare ai
            giovani a sfruttare i 2 neuroni funzionanti che
            hanno, ma devono essere in grado di farlo anche
            imparando a sfruttare i mezzi informatici a
            disposizione! Io ancora mi meraviglio di quanti
            non sono in grado di fare una ricerca efficace su
            Google: non è che ci voglia un grosso studio,
            eppure molti si trovano in difficoltà,
            indipendentemente
            dall'etàSecondo perché? NOn ci vuole un grosso studio se hai le nozioni giuste, la forma mentale giusta soprattutto. Se è per questo, c'è una marea di gente che digita il nome del sito o peggio ancora l'indirizzo del sito nella casella di ricerca anziché nella barra dell'indirizzo. È un discorso lungo e complicato. Lungi da me dire di non insegnare per bene l'informatica a scuola solo che devi fare i conti con il materiale umano (e tecnico) che hai a disposizione. Senza contare che abbiamo delle scuole che stanno in piedi per miracolo se non un pericolo fisico concreto. Quello viene prima... non è bello beccarsi il soffitto in testa mentre ti spiegano cos'è una variabile.
        • pippo75 scrive:
          Re: A scuola...


          Ma per carità, vi sono allievi delle elementari
          ed addirittura delle medie che si trovano in
          difficoltà a fare una somma senza la
          calcolatrice!
          E se faranno un test per ragionieri anche con la
          calcolatrice non supereranno l'esame poichè con
          la calcolatrice certi calcoli diventano
          lenti.
          In parole povere avranno gravi carenze nelle
          superiori.
          E poi questo è solo businness per le aziende come
          M$ e
          compagnia.
          Imparino ad usare penna e matita ed il cervello,
          poi sarà molto più facile anche usare le
          macchine.
          Oppure devono imparare ad usare un'auto prima
          ancora di saper camminare con le proprie
          gambe?100% condivido al.metterei anche basi di latino ( dicono che con il latino si comprenda anche la grammatica senza studiarla come nozioni ).problema: meno le persone sono portate ad usare il brain e meglio sono assoggettate.
          • ninjaverde scrive:
            Re: A scuola...

            metterei anche basi di latino ( dicono che con il
            latino si comprenda anche la grammatica senza
            studiarla come nozioni
            ).

            problema: meno le persone sono portate ad usare
            il brain e meglio sono
            assoggettate.Certo il latino non è un male conoscerlo come lingua base, anche se non lo imporrei alle scuole tecniche come materia d'obbligo.Da notare che anche l'inglese usa un sacco di parole latine, anche se gli inglesi le pronunciano alla loro maniera. Inoltre è una lingua precisa ed evoluta, senza entrare in particolari, l'inglese è una lingua molto più "grezza", anche se per proprio per questo motivo è più facile da studiare.
          • Mela avvelenata scrive:
            Re: A scuola...
            - Scritto da: pippo75



            Ma per carità, vi sono allievi delle elementari

            ed addirittura delle medie che si trovano in

            difficoltà a fare una somma senza la

            calcolatrice!

            E se faranno un test per ragionieri anche con la

            calcolatrice non supereranno l'esame poichè con

            la calcolatrice certi calcoli diventano

            lenti.

            In parole povere avranno gravi carenze nelle

            superiori.

            E poi questo è solo businness per le aziende
            come

            M$ e

            compagnia.

            Imparino ad usare penna e matita ed il cervello,

            poi sarà molto più facile anche usare le

            macchine.

            Oppure devono imparare ad usare un'auto prima

            ancora di saper camminare con le proprie

            gambe?


            100% condivido al.

            metterei anche basi di latino ( dicono che con il
            latino si comprenda anche la grammatica senza
            studiarla come nozioni
            ).pedagoghi della domenica...il latino potrebbe essere tranquillamente eradicato dalle scuole superiori, che il mondo non ne sentirebbe la mancanza! Ricordo ancora con tenerezza tutte quelle inutili versioni di latino tradotte, e sinceramente avrei preferito spendere il tempo in maniera più costruttiva!
            problema: meno le persone sono portate ad usare
            il brain e meglio sono
            assoggettate.siamo tutti assoggettati, cervello o non cervello! anzi, mi sa che quelli con meno cervello vivono più spensierati ed occupano posti di lavoro di maggior rilievo!
          • CiccioQuant aCiccia scrive:
            Re: A scuola...
            - Scritto da: Mela avvelenata
            siamo tutti assoggettati, cervello o non
            cervello! anzi, mi sa che quelli con meno
            cervello vivono più spensierati ed occupano posti
            di lavoro di maggior
            rilievo!perché lì c'è il fattore C... dove la C non sta per cervello ;) :p
      • Sathack scrive:
        Re: A scuola...
        - Scritto da: Sgabbio
        - Scritto da: Pietro Lamberti

        ...io mi limiterei a usare quaderni, penna e

        libri. Tutto il resto, in teoria, dovrebbe
        essere

        fatto dal

        cervello.

        Non insegnamo le futre generazioni ad usare i
        nuovi strumenti
        ?Come possono le nuove generazioni imparare ad usare i nuovi strumenti se prima non gli insegni ad usare il cervello?Uno strumento fornisce risposte, ma per avere delle risposte bisogna prima fare delle domande...e le domande si fanno con il cervello.
        • jaro scrive:
          Re: A scuola...
          - Scritto da: Sathack

          Come possono le nuove generazioni imparare ad
          usare i nuovi strumenti se prima non gli insegni
          ad usare il
          cervello?
          Uno strumento fornisce risposte, ma per avere
          delle risposte bisogna prima fare delle
          domande...e le domande si fanno con il
          cervello.Io dico: credi di essere in grado di pensare? Bene. Prova a insegnare a una macchina, a farlo, e vediamo cosa esce fuori. Quella è la vera prova. Vuoi insegnare a pensare a un ragazzino? Insegnagli a farlo fare a una macchina. Quante persone conosco che pensano per sofismi (parolone), contorsioni mentali e fallacie logiche, e si credono dei grandi pensatori? E' perché non sono stati corretti fin da piccoli, o peggio sono stati "corretti" da persone come loro. Una macchina non ha tolleranza per queste cose. Un algoritmo costruito in base a ragionamenti sbagliati, siano essi sottili e ingegnosi quanto volete, darà dei risultati sbagliati. Per apprendere ci vuole un feedback. Un bambino può convincersi di scrivere in modo perfetto, finché non vede i segni rossi messi dall'insegnante sul compito. Oggi abbiamo degli strumenti capaci di dare un feedback al nostro modo di ragionare, di mettere segni rossi sui nostri ragionamenti sbagliati. Usiamoli. Insegnamo la programmazione nelle scuole.
    • Cavallo Pazzo scrive:
      Re: A scuola...
      Se ti limiti il problema è solo tuo, non dovresti però imporre il tuoi limiti alle generazioni che crescono.
      • Mela avvelenata scrive:
        Re: A scuola...
        - Scritto da: Cavallo Pazzo
        Se ti limiti il problema è solo tuo, non dovresti
        però imporre il tuoi limiti alle generazioni che
        crescono.90 minuti di applausi!
    • Mela avvelenata scrive:
      Re: A scuola...
      - Scritto da: Pietro Lamberti
      ...io mi limiterei a usare quaderni, penna e
      libri. Tutto il resto, in teoria, dovrebbe essere
      fatto dal
      cervello.ma io a scuola insegnerei ai fanciulli a zappare e seminare come dio comanda! di più nella vita non dovrebbe servire...
      • pippo75 scrive:
        Re: A scuola...

        ma io a scuola insegnerei ai fanciulli a zappare
        e seminare come dio comanda! di più nella vita
        non dovrebbe
        servire...a molte persone sarebbe meglio insegnare a stare al mondo e a non pensare solo con il marchio di prodotti famosi. ( triste ma vero ).
  • banca scrive:
    tablet cinese con android e tastiera usb
    e magari pure con un mouse, con allwinner a10 si trovano anche a 50 e ci si può installare linux..
    • banca scrive:
      Re: tablet cinese con android e tastiera usb
      - Scritto da: banca
      e magari pure con un mouse, con allwinner a10 si
      trovano anche a 50 e ci si può installare
      linux..Boxchip Allwinner A13 non hanno l'hdmi e costano ancor meno...
  • Piero scrive:
    Tablet, contenuti multimediali, blabla
    ...e poi quando porti i figli a scuola ti ritrovi una HP Smartboard da 1600 a fare da sostegno per tanti bei poster cartacei.Direi che ci stiamo preoccupando dei treni prima di costruire le ferrovie
    • Milite ignoto scrive:
      Re: Tablet, contenuti multimediali, blabla
      " Tablet PC "o è un tablet... o è un pc.il tablet è nato per una cosa, il pc per un'altra. A scuola è giusto che insegnino e basta. Vogliono usare un tablet, o un pc... va bene, purchè si dia la possibilità a tutti di essere competitivi nello studio.Il resto sono solo futili cose.
  • Daniil scrive:
    Un Tablet PC, il meglio di due mondi
    Sono d'accordo con Microsoft, a scuola serve un dispositivo che permetta di creare anche contenuti.. ma sono anche d'accordo sul fatto che serve un dispositivo Tablet leggero e con molta autonomia. Quindi un pc classico non va bene, ma neanche un Tablet standard. L'ideale (è basta andare nelle università per accorgersene) è un Pc che sia anche Tablet, insomma un vero Tablet PC con digitalizzatore attivo e l'autonomia, lo spessore e la leggerezza di un tablet (diversi modelli di questo tipo esistono già, ma sono costosi, il più economico è l'HP TM2). La versione Pro del Surface di Microsoft va proprio in questa direzione. Se Apple comincerà a dotare i suoi iPad di digitalizzatore attivo allora anche questi dispositivi sarebbero adatti.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 28 giugno 2012 12.23-----------------------------------------------------------
    • ruppolo scrive:
      Re: Un Tablet PC, il meglio di due mondi
      Si continua a guardare al "ferro", quando invece ciò che conta è il software.
      • lucapas scrive:
        Re: Un Tablet PC, il meglio di due mondi
        Hai perfettamente ragione, non è importante il "ferro" che si utilizza, ma è assolutamente FONDAMENTALE che a scuola i programmi insegnati/usati siano tutti FLOSS! ;)
      • Nome e cognome scrive:
        Re: Un Tablet PC, il meglio di due mondi
        Concordo. Il problema è che un I-Pad non avrà mai un sw come OneNote, e nemmeno come Journal perché non supporta le penne attive, che sono l'unica cosa che conta in ambito di *produttività* di un tablet. Parlo da possessore di tablet windows, con tutte le problematiche del caso, ma lasciatemelo dire, non c'è nessun paragone in termini di produttività. Ho praticamente tutti gli appunti dell'università organizzati in quaderni, categorie, sottocategorie, note e sub-note. Tutto in un click.I-Pad o tablet android, per quanto tecnicamente (hw o sw che sia) possano essere all'apice, per me restano soltanto giocattoli costosi. Cosa ci si fa? al massimo si legge qualcosa, ma oltre a lasciarci ditate sopra, non c'è nessun altro modo di usarli per *produrre* qualcosa (a meno che non ci attacate una tastiera, ma lì diventerebbe un netbook).
        • ruppolo scrive:
          Re: Un Tablet PC, il meglio di due mondi
          - Scritto da: Nome e cognome
          Concordo. Il problema è che un I-Pad non avrà mai
          un sw come OneNote, e nemmeno come Journal perché
          non supporta le penne attive, che sono l'unica
          cosa che conta in ambito di *produttività* di un
          tablet. Parlo da possessore di tablet windows,
          con tutte le problematiche del caso, ma
          lasciatemelo dire, non c'è nessun paragone in
          termini di produttività. Ho praticamente tutti
          gli appunti dell'università organizzati in
          quaderni, categorie, sottocategorie, note e
          sub-note. Tutto in un
          click.
          I-Pad o tablet android, per quanto tecnicamente
          (hw o sw che sia) possano essere all'apice, per
          me restano soltanto giocattoli costosi. Cosa ci
          si fa? al massimo si legge qualcosa, ma oltre a
          lasciarci ditate sopra, non c'è nessun altro modo
          di usarli per *produrre* qualcosa (a meno che non
          ci <b
          attacate </b
          una tastiera, ma lì diventerebbe un
          netbook).Produrre testi con errori fa parte della produttività di cui parli?
          • tucumcari scrive:
            Re: Un Tablet PC, il meglio di due mondi
            - Scritto da: ruppolo
            - Scritto da: Nome e cognome

            Concordo. Il problema è che un I-Pad non
            avrà
            mai

            un sw come OneNote, e nemmeno come Journal
            perché

            non supporta le penne attive, che sono
            l'unica

            cosa che conta in ambito di *produttività*
            di
            un

            tablet. Parlo da possessore di tablet
            windows,

            con tutte le problematiche del caso, ma

            lasciatemelo dire, non c'è nessun paragone in

            termini di produttività. Ho praticamente
            tutti

            gli appunti dell'università organizzati in

            quaderni, categorie, sottocategorie, note e

            sub-note. Tutto in un

            click.

            I-Pad o tablet android, per quanto
            tecnicamente

            (hw o sw che sia) possano essere all'apice,
            per

            me restano soltanto giocattoli costosi. Cosa
            ci

            si fa? al massimo si legge qualcosa, ma
            oltre
            a

            lasciarci ditate sopra, non c'è nessun altro
            modo

            di usarli per *produrre* qualcosa (a meno
            che
            non

            ci <b
            attacate </b
            una
            tastiera, ma lì diventerebbe
            un

            netbook).

            Produrre testi con errori fa parte della
            produttività di cui
            parli?Si, infatti esistono (pensa te!) maestri professori e quanto altro per correggere e spiegare proprio perchè questa attività fa parte INTEGRANTE dell'insegnamento!Ma ripeto Imparare non è un problema per il macaco non è appunto la attività in cui eccelle (anzi)...Tu ne sei la dimostrazione più evidente!
          • Nome e cognome scrive:
            Re: Un Tablet PC, il meglio di due mondi
            Infatti, scrivendo da tastiera ho commesso un errore di battitura. Se avessi scritto a penna (con la mia grafia, seppur pessima), l'errore non ci sarebbe stato. La vedi la differenza?
          • Jacopo scrive:
            Re: Un Tablet PC, il meglio di due mondi
            Ma tranquillo!!!Limportante è che lui si possa far bello del suo sistema che gli corregge ogni parola che scrive!
          • Nome e cognome scrive:
            Re: Un Tablet PC, il meglio di due mondi
            P.S.Fotografare la lavagna che il prof ha appena riempito e poterci scrivere accanto i miei appunti, non ha prezzo.Per tutto il resto bastano i "giocattoli costosi" di cui prima.Saluti
          • MacGeek scrive:
            Re: Un Tablet PC, il meglio di due mondi
            - Scritto da: Nome e cognome
            P.S.
            Fotografare la lavagna che il prof ha appena
            riempito e poterci scrivere accanto i miei
            appunti, non ha
            prezzo.
            Per tutto il resto bastano i "giocattoli costosi"
            di cui prima.Guarda che è esattamente quello che può fare il programma che avevo linkato (Notability, ma ovviamente non è il solo). E ci puoi pure registrare la voce del prof.
          • eleirbag scrive:
            Re: Un Tablet PC, il meglio di due mondi
            Guarda che per Ruppolo l'insegnamento nonesiste per lui c'è solo l'indottrinamento!Lui ragiona mica per scienza o per cognizione dicausa bensi per dogmi della grande mela morsicata.La sua realtà e dogmatica tutto il resto semplicementenon può osistere. 8)Credimi lascia stare stai solo perdendo tempo...
        • MacGeek scrive:
          Re: Un Tablet PC, il meglio di due mondi
          - Scritto da: Nome e cognome
          Concordo. Il problema è che un I-Pad non avrà mai
          un sw come OneNote, e nemmeno come Journal perché
          non supporta le penne attive, che sono l'unica
          cosa che conta in ambito di *produttività* di un
          tablet. Ahah! sei rimasto all'era dei pennini. SVEGLIA, è il 2012!!!Scrivere "a mano" sui tablet non ha mai funzionato. E non funzionerà mai. A 'sto punto è meglio la dettatura vocale.
          • tucumcari scrive:
            Re: Un Tablet PC, il meglio di due mondi
            - Scritto da: MacGeek
            - Scritto da: Nome e cognome

            Concordo. Il problema è che un I-Pad non
            avrà
            mai

            un sw come OneNote, e nemmeno come Journal
            perché

            non supporta le penne attive, che sono
            l'unica

            cosa che conta in ambito di *produttività*
            di
            un

            tablet.

            Ahah! sei rimasto all'era dei pennini.
            SVEGLIA, è il 2012!!!

            Scrivere "a mano" sui tablet non ha mai
            funzionato. E non funzionerà mai. A 'sto punto è
            meglio la dettatura
            vocale.Certo infatti è così che si impara a scrivere... nel 2012(rotfl)(rotfl)
          • nome e cognome scrive:
            Re: Un Tablet PC, il meglio di due mondi

            Scrivere "a mano" sui tablet non ha mai
            funzionato. E non funzionerà mai. A 'sto punto è
            meglio la dettatura
            vocale.Evviva, tutti che dettano in classe al proprio tablet ... un'esperienza fantastica di condivisione delle idee.
          • Nome e cognome scrive:
            Re: Un Tablet PC, il meglio di due mondi
            Suona tanto di chi non ha mai utilizzato una penna attiva. A parte l'auto-tag del testo (che ti consente di ricercare parole o frasi scritte con la propria grafia), la possibilità di prendere appunti direttamente su slide, pdf o quant'altro, esistono nuove forme d'arte basate sull'input penna (basta farti un giro su internet ne trovi a migliaia), oltre a poter contare su un grado di interattività che da un lato non ti potrebbe dare un foglio di carta, e dall'altro nemmeno una tastiera o una fredda "dettatura".Provare per credere (e soprattutto prima di sparare XXXXXte).
          • WP8 scrive:
            Re: Un Tablet PC, il meglio di due mondi
            - Scritto da: Nome e cognome
            Suona tanto di chi non ha mai utilizzato una
            penna attiva. A parte l'auto-tag del testo (che
            ti consente di ricercare parole o frasi scritte
            con la propria grafia), la possibilità di
            prendere appunti direttamente su slide, pdf o
            quant'altro, esistono nuove forme d'arte basate
            sull'input penna (basta farti un giro su internet
            ne trovi a migliaia), oltre a poter contare su un
            grado di interattività che da un lato non ti
            potrebbe dare un foglio di carta, e dall'altro
            nemmeno una tastiera o una fredda
            "dettatura".
            Provare per credere (e soprattutto prima di
            sparare
            XXXXXte).Ti stai sbagliando!!! Ripeti con me : Ti stai sbagliando!!Se una tecnologia X non funziona col prodotto Y NON ESISTE o E' INUTILE!!!Ancora una volta : Ti stai sbagliando!!!Ora prendi il tuo tablet e scrivi 1000000 di volte "Sto Sbagliando" (ovviamente con tastiera touch non ti provare a collegare qualcosa di non previsto dal tuo tablet!!!!) così impari anche a scrivere come nel 2012!!!. E non vale copia incolla ammesso che il tuo tablet lo permetta.Devi ringraziare la gente come ruppolo e MacGeek che ti corregge ora grazie a loro ti ho dato anche un problema di logica... trova X e Y da fare a casa ovviamente col tablet.quei due mi fanno rotolare... e poi dicono che Apple non produce nulla di utile o dilettevole...aahhahahahhahahhahah :)
          • Nome e cognome scrive:
            Re: Un Tablet PC, il meglio di due mondi
            E ci credo che sta nel cassetto. Una penna capacitiva non avrà mai la precisione (0.3 mm nel mio caso) di una penna attiva, ne tantomeno la reattività. Sulla velocità devo smentirti, riesco ad essere anche più veloce di quando scrivevo su carta. Molti amici erano scettici sul funzionamento, dopo averla provata con le *loro* mani si sono dovuti ricredere. Compreso un mio collega fan accanitissimo di apple, col quale siamo giunti insieme alla conclusione che esistono dispositivi per l'intrattenimento e lo svago (iPad, tablet android, ecc..) e dispositivi per la produttività, punto. Sono target diversi per utenti e usi diversi. È inutile fare i fan-boy in questo senso, ci vuole un minimo di maturità ed oggettività. Senza contare poi che io non ci disegno col tablet perché non sono né architetto né grafico, ma su youtube trovi vagonate di video di gente che la carta non la usa da anni.
      • uno qualsiasi scrive:
        Re: Un Tablet PC, il meglio di due mondi
        Che sugli icosi è castrato.Per imparare a usare un software, serve qualcosa che ti insegni anche a scriverlo, ad esempio.
  • Lazy Turtle scrive:
    direi un tablet.
    io sono più propenso ad un tablet dato che a scuola si fanno 2 cose: si legge e si scrive. un tablet è leggerissimo e comodo, quindi evito di portarmi kili di libri o acXXXXXri per il portatile e con le giuste impostazioni dello schermo non ha il problema di dare affaticamento agli occhi. per la scrittura le cose si complicano solo un po', una tastiera wireless sarebbe ottimo magari con un supporto per il tablet, ma si rischia di dimenticarci di scrivere a mano e questo sarebbe un vero problema. il prezzo del tablet non è un problema perchè sicuramente le famiglie spendono anche centinaia di euro di libri al anno, il prezzo del tablet e dei libri elettronici è abbondantemente ripagato in qualche anno di utilizzo. l'unico problema sono gli studenti, non penso che dare un tablet a un ragazzo delle elementari sia una mossa intelligente, dato che non ne conosce il valore, ma già ad uno delle medie il discorso cambia. ma credo che debbano essere le famiglie e valutare se il proprio figlio sia abbastanza responsabile con apparecchi talvolta costosi.
  • ruppolo scrive:
    A Bill...
    Il tuo tempo è finito, di danni ne hai fatti abbastanza, specie nelle scuole.
    • tucumcari scrive:
      Re: A Bill...
      - Scritto da: ruppolo
      Il tuo tempo è finito, di danni ne hai fatti
      abbastanza, specie nelle
      scuole.A scuola si <b
      impara </b
      non ci si limita a usare!Il vero problema è chi insegna cosa!In mancanza di questo il danno è sicuro e sopratutto indipendente dal brand!Capitouomo (oddio.. uomo... diciamo sub-macaco siamo realisti) sandwich?
      • becker scrive:
        Re: A Bill...
        - Scritto da: tucumcari
        - Scritto da: ruppolo

        Il tuo tempo è finito, di danni ne hai fatti

        abbastanza, specie nelle

        scuole.
        A scuola si <b
        impara </b
        non ci
        si limita a
        usare!
        Il vero problema è chi insegna cosa!
        In mancanza di questo il danno è sicuro e
        sopratutto indipendente dal
        brand!
        Capito
        uomo (oddio.. uomo... diciamo sub-macaco siamo
        realisti)
        sandwich?Se devi leggere un libro o prendere appunti un notebook/pc è scomoodo!! I Tablet li dovete vedere in un ottica di sostituzione dei supporti cartacei (libri, quaderni ecc.)
        • tucumcari scrive:
          Re: A Bill...
          - Scritto da: becker
          - Scritto da: tucumcari

          - Scritto da: ruppolo


          Il tuo tempo è finito, di danni ne hai
          fatti


          abbastanza, specie nelle


          scuole.

          A scuola si <b
          impara </b

          non
          ci

          si limita a

          usare!

          Il vero problema è chi insegna cosa!

          In mancanza di questo il danno è sicuro e

          sopratutto indipendente dal

          brand!

          Capito

          uomo (oddio.. uomo... diciamo sub-macaco
          siamo

          realisti)

          sandwich?

          Se devi leggere un libro o prendere appunti un
          notebook/pc è scomoodo!! I Tablet li dovete
          vedere in un ottica di sostituzione dei supporti
          cartacei (libri, quaderni
          ecc.)I tablet a scuola non servono affatto a quello!Anche perchè i "supporti cartacei" come li chiami tu hhanno costi infinitamente inferiori a un iPad e hanno una batteria che dura infinitamente più a lungo!Lo scopo di uno strumento didattico è quello di imparare! e quindi il suo uso è propri completamente diverso da quello che dici tu!La "comodità" è proprio quello che non c'entra nulla con tutto ciò uno studente deve (sta li per quello) imparare come e perchè funzionano le cose che si tratti di informatica o penne o carta!A scuola ti insegnano chi è gutemberg e cosa ha voluto dire la stampa e come funziona non a "leggere comodo".
          • becker scrive:
            Re: A Bill...
            - Scritto da: tucumcari
            - Scritto da: becker

            - Scritto da: tucumcari


            - Scritto da: ruppolo



            Il tuo tempo è finito, di danni ne
            hai

            fatti



            abbastanza, specie nelle



            scuole.


            A scuola si <b
            impara
            </b



            non

            ci


            si limita a


            usare!


            Il vero problema è chi insegna cosa!


            In mancanza di questo il danno è sicuro
            e


            sopratutto indipendente dal


            brand!


            Capito


            uomo (oddio.. uomo... diciamo sub-macaco

            siamo


            realisti)


            sandwich?



            Se devi leggere un libro o prendere appunti
            un

            notebook/pc è scomoodo!! I Tablet li dovete

            vedere in un ottica di sostituzione dei
            supporti

            cartacei (libri, quaderni

            ecc.)
            I tablet a scuola non servono affatto a quello!
            Anche perchè i "supporti cartacei" come li chiami
            tu hhanno costi infinitamente inferiori a un iPad
            e hanno una batteria che dura infinitamente più a
            lungo!
            Lo scopo di uno strumento didattico è quello di
            imparare! e quindi il suo uso è propri
            completamente diverso da quello che dici
            tu!
            La "comodità" è proprio quello che non c'entra
            nulla con tutto ciò uno studente deve (sta li per
            quello) imparare come e perchè funzionano le cose
            che si tratti di informatica o penne o
            carta!
            A scuola ti insegnano chi è gutemberg e cosa ha
            voluto dire la stampa e come funziona non a
            "leggere
            comodo".Ma i libri di scuola non me li stampavo io. E' giusto insegnare i fondamenti dell'informastica, la bsse ma poi uno strumento deve essere pronto per utilizzarlo. Poi io parlo anche di Tablet di fascia bassa, tablet non è sinonimo di Ipad..I
        • nome e cognome scrive:
          Re: A Bill...

          Se devi leggere un libro o prendere appunti un
          notebook/pc è scomoodo!! I Tablet li dovete
          vedere in un ottica di sostituzione dei supporti
          cartacei (libri, quaderni
          ecc.)Il macaco del futuro:Maestra mi si sta scaricando l'ipad non posso più continuare a seguire la lezione.Cambia la batt..oooooh, ok poggia la testa sul banco e dormi.
          • Sgabbio scrive:
            Re: A Bill...
            - Scritto da: nome e cognome

            Se devi leggere un libro o prendere appunti
            un

            notebook/pc è scomoodo!! I Tablet li dovete

            vedere in un ottica di sostituzione dei
            supporti

            cartacei (libri, quaderni

            ecc.)

            Il macaco del futuro:

            Maestra mi si sta scaricando l'ipad non posso più
            continuare a seguire la
            lezione.

            Cambia la batt..oooooh, ok poggia la testa sul
            banco e
            dormi.01/10A parte che gli ipad hanno una buona autonomia, dubito che non ci sia una presa per fare la ricarica :D
          • nome e cognome scrive:
            Re: A Bill...

            A parte che gli ipad hanno una buona autonomia,
            dubito che non ci sia una presa per fare la
            ricarica
            :DMaestra mi sono stancato di stare sotto la cattedraRuppolino non ti lamentare la prossima volta ricaricalo a casa
      • ruppolo scrive:
        Re: A Bill...
        - Scritto da: tucumcari
        - Scritto da: ruppolo

        Il tuo tempo è finito, di danni ne hai fatti

        abbastanza, specie nelle

        scuole.
        A scuola si <b
        impara </b
        non ci
        si limita a
        usare!E quindi il libro di testo si usa o si impara?O vuoi vedere che... si fanno entrambe le cose?
        • tucumcari scrive:
          Re: A Bill...
          - Scritto da: ruppolo
          - Scritto da: tucumcari

          - Scritto da: ruppolo


          Il tuo tempo è finito, di danni ne hai
          fatti


          abbastanza, specie nelle


          scuole.

          A scuola si <b
          impara </b

          non
          ci

          si limita a

          usare!

          E quindi il libro di testo si usa o si impara?

          O vuoi vedere che... si fanno entrambe le cose?Si impara e si va a scuola per quello!Quando una cosa si usa PER IMPARARE si IMPARA!Naturalmente è un problema che il macaco non ha "imparare" non è proprio l'attività in cui eccelle!
    • Piero scrive:
      Re: A Bill...
      Ora è tempo che li faccia Apple
  • collione scrive:
    bill gates?
    mentre lui dice pc, i suoi sgherri dicono tablet http://www.ictbusiness.it/cont/news/microsoft-l-anno-prossimo-i-tablet-supereranno-i-pc/29286/1.htmlsi mettessero d'accordo
  • MacGeek scrive:
    Meglio Tablet
    Per leggere è più comodo (l'orientamento verticale è più naturale di quello orizzontale fisso dei notebook), è più leggero e la batteria dura molto di più.Per prendere appunti al volo ci sono app eccezionali per iPad, come Notability (http://itunes.apple.com/it/app/notability-take-notes-annotate/id360593530?mt=8), che permettono l'inserimento di testo, disegni, foto, audio.Si possono con semplicità evidenziare testi e PDF (per lo studio) e scrabbochiarci sopra (es. http://itunes.apple.com/it/app/neu.annotate+-pdf/id478313705?mt=8).Con un notebook normale tutto questo non è semplice o non si può fare per niente.Se uno deve scrivere cose lunghe può sempre usare il computer a casa o metterci una tastiera esterna. Ma non serve così spesso e per le cose brevi non si scrive affatto male con un iPad (non è l'iPhone, i tasti sono GRANDI).
    • ruppolo scrive:
      Re: Meglio Tablet
      Concordo, molto meglio un iPad (e non ho detto tablet).Anche per un discorso di autonomia.
      • tucumcari scrive:
        Re: Meglio Tablet
        - Scritto da: ruppolo
        Concordo, molto meglio un iPad (e non ho detto
        tablet).(rotfl)(rotfl)Maddai.... sono stupito!(rotfl)(rotfl)
      • Jacopo scrive:
        Re: Meglio Tablet
        Infatti esiste solo la tavoletta Apple!ogni studente potrà permettersi 400 euro di tablet per andare a scuola!
        • ruppolo scrive:
          Re: Meglio Tablet
          - Scritto da: Jacopo
          Infatti esiste solo la tavoletta Apple!
          ogni studente potrà permettersi 400 euro di
          tablet per andare a
          scuola!Lo studente non può permettersi nulla, sono i genitori che se lo permettono.
          • Jacopo scrive:
            Re: Meglio Tablet
            Appunto e a parer mio, molte famiglie non potrebbero semplicemente permetterselo! In questo momento tutti cercano di spendere il meno possibile per i libri ed il materiale andando a comprarlo usato ove possibile, e quindi se al costo dell'ipad si aggiungono i libri digitali e gli acXXXXXri si ottiene una spesa davvero eccessiva per una famiglia! Mentre utilizzando un tablet da 200 euro e sommando il costo dei libri e di una tastiera si dovrebbe arrivare a spendere una cifra simile a quella spesa oggi.Non è comunque un problema in quanto i contenuto sono fruibili da tutte e tre le odierne piattaforme e quindi le famiglie sarebbero libere di scegliere verso cosa orientarsi.
          • ruppolo scrive:
            Re: Meglio Tablet
            - Scritto da: Jacopo
            Appunto e a parer mio, molte famiglie non
            potrebbero semplicemente permetterselo! In questo
            momento tutti cercano di spendere il meno
            possibile per i libri ed il materiale andando a
            comprarlo usato ove possibile, e quindi se al
            costo dell'ipad si aggiungono i libri digitali e
            gli acXXXXXri si ottiene una spesa davvero
            eccessiva per una famiglia! Mentre utilizzando un
            tablet da 200 euro e sommando il costo dei libri
            e di una tastiera si dovrebbe arrivare a spendere
            una cifra simile a quella spesa
            oggi.200 euro non fanno alcuna differenza, zero.
            Non è comunque un problema in quanto i contenuto
            sono fruibili da tutte e tre le odierne
            piattaforme e quindi le famiglie sarebbero libere
            di scegliere verso cosa
            orientarsi.Direi proprio di no. Su Android, ad esempio, contenuti zero. Del resto quella è la piattaforma preferita dai pirati, che è il fesso che ci pubblica contenuti?
          • Jacopo scrive:
            Re: Meglio Tablet
            tralasciando il tuo solito scarso tentativo di trollaggio, un ebook è fruibile da android, ios, m$ senza alcun problema visto che può tranquillamente essere veicolato dall'istituto agli studenti da repository online oppure direttamente passando il file allo studente.Certo che non perdi mai tempo per dimostrare la tua ignoranza
          • ruppolo scrive:
            Re: Meglio Tablet
            - Scritto da: Jacopo
            tralasciando il tuo solito scarso tentativo di
            trollaggio, un ebook è fruibile da android, ios,
            m$ senza alcun problema visto che può
            tranquillamente essere veicolato dall'istituto
            agli studenti da repository online oppure
            direttamente passando il file allo
            studente.

            Certo che non perdi mai tempo per dimostrare la
            tua
            ignoranzaL'ignoranza la dimostri tu: al momento solo Apple ha introdotto i TextBook, che sono fruibili solo su iPad.L'istituto non deve e non è titolato a veicolare nulla che non sia prodotto nell'istituto stesso, quindi il problema non si pone.
          • Jacopo scrive:
            Re: Meglio Tablet
            Se la casa produttrice prende accordi con la scuole per passare i libri in formato digitale anzichè cartaceo il problema non si pone!e si possono tranquillamente utilizzare formati di ogni tipo!
          • Onef scrive:
            Re: Meglio Tablet
            - Scritto da: ruppolo

            200 euro non fanno alcuna differenza, zero.
            A ME 200 EURO FANNO LA DIFFERENZAse a te avanzano ti lascio il mio IBAN così me ne giri un pochi ogni mese ;)
          • Sathack scrive:
            Re: Meglio Tablet

            Direi proprio di no. Su Android, ad esempio,
            contenuti zero. Del resto quella è la piattaforma
            preferita dai pirati, che è il fesso che ci
            pubblica
            contenuti?non è vero! per installare i programmi con installous puoi dire:'Vedi? costa 60...io te lo metto su per 10!"Con gli Androidiani non puoi fare così perchè in genere sono meno fessi!
        • Dodge scrive:
          Re: Meglio Tablet
          - Scritto da: Jacopo
          Infatti esiste solo la tavoletta Apple!
          ogni studente potrà permettersi 400 euro di
          tablet per andare a
          scuola!iPad a 400 euro, ti dura 5 anni di superiorisono 80 euro l'anno, poco più del prezzo di un singolo libro.Togli tutta la carta risparmiata e i libri presi a prezzo più basso rispetto a quelli tradizionali.Non andrai a pari, ma buona parte di quei 400 euro si recupera.
          • Jacopo scrive:
            Re: Meglio Tablet
            si si io ovviamente parlavo del primo anno! è ovvio che con i successivi si andrà ad ammortizzare la spesa iniziale!Ma anche prendendo un tablet meno caro (io per esempio ho un mediacom 8" pagato 160 euro e per l'utilizzo che ne faccio mi trovo egregiamente) penso che si possa ottenere un risparmio iniziale ancor maggiore!
          • ruppolo scrive:
            Re: Meglio Tablet
            - Scritto da: Jacopo
            si si io ovviamente parlavo del primo anno! è
            ovvio che con i successivi si andrà ad
            ammortizzare la spesa
            iniziale!
            Ma anche prendendo un tablet meno caro (io per
            esempio ho un mediacom 8" pagato 160 euro e per
            l'utilizzo che ne faccio mi trovo egregiamente)
            penso che si possa ottenere un risparmio iniziale
            ancor
            maggiore!L'obiettivo non è risparmiare, ma fornire uno strumento superiore.
          • WP8 scrive:
            Re: Meglio Tablet
            - Scritto da: ruppolo
            - Scritto da: Jacopo

            si si io ovviamente parlavo del primo anno! è

            ovvio che con i successivi si andrà ad

            ammortizzare la spesa

            iniziale!

            Ma anche prendendo un tablet meno caro (io
            per

            esempio ho un mediacom 8" pagato 160 euro e
            per

            l'utilizzo che ne faccio mi trovo
            egregiamente)

            penso che si possa ottenere un risparmio
            iniziale

            ancor

            maggiore!

            L'obiettivo non è risparmiare, ma fornire uno
            strumento
            superiore.Infatti barboni!!! Dovete far andare a scuola i vostri figli in limousine con autista. Cribbio!!!Se uno studia con iPad diventerà SICURAMENTE un genio e voi state a disquisire sugli Euro... ASSURDO davvero ASSURDOahuahuahuahuahuahuahuahuahuhuahuahuahuahu
          • Sgabbio scrive:
            Re: Meglio Tablet
            Ruppolo, sei fuori dalla realtà. Se con il tuo lavoro guadagni più di mille euro al mese, non vuol dire che la maggioranza degli italiani, hanno questa tua situazione economica.
          • styx scrive:
            Re: Meglio Tablet
            - Scritto da: Sgabbio
            Ruppolo, sei fuori dalla realtà. Se con il tuo
            lavoro guadagni più di mille euro al mese, non
            vuol dire che la maggioranza degli italiani,
            hanno questa tua situazione
            economica.tra l'altro poi.. ruppie guadagna sull'ignoranza di macachi piu somari di lui... non e' un gran lavoro :P
          • panda rossa scrive:
            Re: Meglio Tablet
            - Scritto da: Sgabbio
            Ruppolo, sei fuori dalla realtà. Se con il tuo
            lavoro guadagni più di mille euro al mese, non
            vuol dire che la maggioranza degli italiani,
            hanno questa tua situazione
            economica.E secondo te uno che guadagna piu' di 1000 euro al mese, vive in affitto, in provincia e con una macchina che manco piu' ti assicurano perche' la quotazione di quattroruote e' negativa?
          • krane scrive:
            Re: Meglio Tablet
            - Scritto da: ruppolo
            - Scritto da: Jacopo
            L'obiettivo non è risparmiare, ma fornire
            uno strumento superiore.Toh, soffri:[yt]INYE4M6Dol8[/yt]
          • Sgabbio scrive:
            Re: Meglio Tablet
            - Scritto da: Dodge
            - Scritto da: Jacopo

            Infatti esiste solo la tavoletta Apple!

            ogni studente potrà permettersi 400 euro di

            tablet per andare a

            scuola!
            iPad a 400 euro, ti dura 5 anni di superiori
            sono 80 euro l'anno, poco più del prezzo di un
            singolo
            libro.
            Togli tutta la carta risparmiata e i libri presi
            a prezzo più basso rispetto a quelli
            tradizionali.

            Non andrai a pari, ma buona parte di quei 400
            euro si
            recupera.Ti dimentichi gli acXXXXXri e apple care.
      • gnammolo scrive:
        Re: Meglio Tablet
        il tablet è il computer degli stupidi
        • ruppolo scrive:
          Re: Meglio Tablet
          - Scritto da: gnammolo
          il tablet è il computer degli stupidiDaresti dello stupido al tuo medico?
          • nome e cognome scrive:
            Re: Meglio Tablet
            - Scritto da: ruppolo
            - Scritto da: gnammolo

            il tablet è il computer degli stupidi

            Daresti dello stupido al tuo medico?Il mio medico ha un pc, se usasse un ipad gli darei sicuramente dello stupido perché non potrebbe collegarsi al sito della regione per fare i certificati elettronici ne potrebbe collegare il lettore USB delle schede regionali ASL e perché non avrebbe un database decente per l'anagrafica dei malati, e perché la sua infermiera non potrebbe gestire la sua agenda...
          • gnammolo scrive:
            Re: Meglio Tablet
            non ho detto che il tablet è da stupidi ho detto che il tablet è il computer degli stupidi, ovvero detto terra-terra chi dice che il tablet è come un computer è uno stupido.
          • Sgabbio scrive:
            Re: Meglio Tablet
            - Scritto da: gnammolo
            non ho detto che il tablet è da stupidi ho detto
            che il tablet è il computer degli stupidi, ovvero
            detto terra-terra chi dice che il tablet è come
            un computer è uno
            stupido.Anche perchè certi applicativi che usano i medici di base, difficilmente li vedi per ipad.
          • panda rossa scrive:
            Re: Meglio Tablet
            - Scritto da: Sgabbio
            - Scritto da: gnammolo

            non ho detto che il tablet è da stupidi ho detto

            che il tablet è il computer degli stupidi,
            ovvero

            detto terra-terra chi dice che il tablet è come

            un computer è uno

            stupido.

            Anche perchè certi applicativi che usano i medici
            di base, difficilmente li vedi per
            ipad.L'anno scorso andai a fare una risonanza magnetica, e il centro che mi ha fatto quell'esame alla fine mi ha consegnato un CD da dare al medico.Naturalmente ho guardato il contenuto del CD prima di darlo al medico e c'erano le immagini della risonanza che mi hanno fatto, in formato bitmap, e un applicativo per windows che ne consentiva la visione per quei medici che non avessero gia' qualcosa per visualizzare le bitmap.Vorrei proprio vederlo un medico dotato di solo iPad come lo leggera' quel CD.
    • MacGeek scrive:
      Re: Meglio Tablet
      Casualmente le 2 App che ho linkato sono anche molto scontate in questo momento. Consiglierei i possessori di iPad di approfittare perché sono ottime.
      • ruppolo scrive:
        Re: Meglio Tablet
        - Scritto da: MacGeek
        Casualmente le 2 App che ho linkato sono anche
        molto scontate in questo momento. Consiglierei i
        possessori di iPad di approfittare perché sono
        ottime.Approfittato, grazie :D
    • eleirbag scrive:
      Re: Meglio Tablet
      Si meglio un tablet certo, e magari che abbiaanche un desktop vero con programmi veri.Oltre a questo serve anche uno schermo eink,o comunque che non ti spari la luce negli occhi,altrimenti la vedo dura riuscire ad usarlo ea studiarci per 8 ore o più al di.Dunque speriamo si decidano, non mi interessa chi,a creare qualcosa di realmente usabile u fruibile.
      • MacGeek scrive:
        Re: Meglio Tablet
        - Scritto da: eleirbag
        Si meglio un tablet certo, e magari che abbia
        anche un desktop vero con programmi veri.Un desktop? A che serve, se non a complicare le cose?Programmi veri ce ne sono eccome per iPad. E ti dirò, mentre su computer a volte sono fatti male e sono lenti (perché magari sono porting mal fatti) su iPad è sempre tutto molto 'slick' e veloce. Come le consolle per i videogiochi: essendoci l'hardware fisso le App vengono ottimizzate meglio anche se l'hardware SULLA CARTA è inferiore.
        Oltre a questo serve anche uno schermo eink,
        o comunque che non ti spari la luce negli occhi,
        altrimenti la vedo dura riuscire ad usarlo e
        a studiarci per 8 ore o più al di.Nessuno ha dimostrato che l'eInk è meglio dell'LCD per la vista.Quello che conta per non sforzare gli occhi è che il testo sia ben illuminato. Con uno schermo RETROILLUMINATO questo è sempre vero, con l'eInk no.Il vantaggio maggiore dell'eInk è che consuma niente e si vede bene all'aperto. La prima cosa è certamente utile in ambito scolastico, la seconda è irrilevante. Per contro le caratteristiche dell'eInk lo limitano fortemente per tutti i contenuti e utilizzi dinamici. Ed è solo in bianco/nero.Insomma l'eInk va bene solo per leggere romanzi una pagina alla volta. Non ha altri utilizzi. Un tablet come l'iPad è estremamente più versatile.
        Dunque speriamo si decidano, non mi interessa chi,
        a creare qualcosa di realmente usabile u fruibile.Ecco, i lettori eInk non lo sono di certo.
        • nome e cognome scrive:
          Re: Meglio Tablet

          Nessuno ha dimostrato che l'eInk è meglio
          dell'LCD per la
          vista.Io, con tutta la buona volontà, sull'ipad più che fumetti non riesco a leggere. Non saranno riusciti a dimostrarlo ma per me l'LCD non è adatto.
        • eleirbag scrive:
          Re: Meglio Tablet
          - Scritto da: MacGeek
          - Scritto da: eleirbag

          Si meglio un tablet certo, e magari che abbia

          anche un desktop vero con programmi veri.

          Un desktop? A che serve, se non a complicare le
          cose?
          Programmi veri ce ne sono eccome per iPad. E ti
          dirò, mentre su computer a volte sono fatti male
          e sono lenti (perché magari sono porting mal
          fatti) su iPad è sempre tutto molto 'slick' e
          veloce. Come le consolle per i videogiochi:
          essendoci l'hardware fisso le App vengono
          ottimizzate meglio anche se l'hardware SULLA
          CARTA è
          inferiore.(rotfl)(rotfl)(rotfl)


          Oltre a questo serve anche uno schermo eink,

          o comunque che non ti spari la luce negli
          occhi,

          altrimenti la vedo dura riuscire ad usarlo e

          a studiarci per 8 ore o più al di.

          Nessuno ha dimostrato che l'eInk è meglio
          dell'LCD per la
          vista.Si vede che non ci hai mai passato 8 ore di fila. 8)
          Quello che conta per non sforzare gli occhi è che
          il testo sia ben illuminato. Con uno schermo
          RETROILLUMINATO questo è sempre vero, con l'eInk
          no.(rotfl)(rotfl)(rotfl)

          Il vantaggio maggiore dell'eInk è che consuma
          niente e si vede bene all'aperto. La prima cosa è
          certamente utile in ambito scolastico, la seconda
          è irrilevante.(rotfl)(rotfl)(rotfl)

          Per contro le caratteristiche dell'eInk lo
          limitano fortemente per tutti i contenuti e
          utilizzi dinamici. Ed è solo in
          bianco/nero.
          Insomma l'eInk va bene solo per leggere romanzi
          una pagina alla volta. Non ha altri utilizzi. Un
          tablet come l'iPad è estremamente più
          versatile.


          Dunque speriamo si decidano, non mi
          interessa
          chi,

          a creare qualcosa di realmente usabile u
          fruibile.

          Ecco, i lettori eInk non lo sono di certo.Grazie di cuore per le risate, gentilissimo.Oggi sto male e mi ci volevano propio. (apple)
          • Sgabbio scrive:
            Re: Meglio Tablet
            Il suo è fanboismo becero, anche perchè al dilà che appstore ha ucciso il freeware per come funziona, molto spesso non ci sono applicazioni "degne" di questo nome, come c'è ne sono su desktop.
          • eleirbag scrive:
            Re: Meglio Tablet
            Si però è divertente leggere le scemenzeche scrive e la convinzione che ci mettenel farlo. E' propio vero l'Apple è un mondoa se con una Fauna tutta sua. 8)
          • Rover scrive:
            Re: Meglio Tablet
            Sta ancora ravanando tra le 500mila apps nella speranza di trovarne una che faccia al caso suo.Forse è il suo lavoro....
          • MacGeek scrive:
            Re: Meglio Tablet
            "Il riso abbonda nella bocca degli stolti"Saggezza popolare... ;)
          • eleirbag scrive:
            Re: Meglio Tablet
            Felicissimo di esserlo(Stolto)se tui sei l'esempio del saggio! 8)
        • Aleb scrive:
          Re: Meglio Tablet

          Per contro le caratteristiche dell'eInk lo
          limitano fortemente per tutti i contenuti e
          utilizzi dinamici. Non per molto.Ed <s
          è </s
          <b
          lo trovi </b
          solo in
          bianco/nero.FIXED-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 01 luglio 2012 16.00-----------------------------------------------------------
          • MacGeek scrive:
            Re: Meglio Tablet
            - Scritto da: Aleb

            Per contro le caratteristiche dell'eInk lo

            limitano fortemente per tutti i contenuti e

            utilizzi dinamici.

            Non per molto.

            Ed <s
            è </s
            <b
            lo trovi
            </b
            solo
            in

            bianco/nero.

            FIXEDÈ anni che se ne parla dell'eInk a colori, ma ancora, appunto, non si è visto.E i prototipi che si sono visti erano terribili (colori slavati). Vedremo se riusciranno. Ma con l'evoluzione che hanno LCD e Oled, dubito.
    • Talking Head scrive:
      Re: Meglio Tablet
      - Scritto da: MacGeek
      Per leggere è più comodo (l'orientamento
      verticale è più naturale di quello orizzontale
      fisso dei notebook)L'errore è tutto qui: per studiare, dopo i 10-13 anni, è meglio un libro. Solo bambini o ragazzi con disturbi dell'apprendimento o dell'attenzione possono avere giovamento da contenuti più d'impatto.Si memorizza molto più studiando su carta e prendendo appunti su carta con una penna. Questo è studiato e dimostrato. Puoi mettere contenuti 3D? Video? Belli, ma non aiutano a ricordare le cose.La nostra mente necessita della struttura tridimensionale del libro per ricordare. Quante volte si cerca di ricordare qualcosa che si è letto da poco e si ricorda solo "Ricordo che era su una pagina destra, verso il basso". La memoria è visuale, è memoria di struttura. Le pagine che si ricostruiscono di un ebook o di un tablet non l'aiutano.Non bisogna pensare a cosa possa essere figo per te, ma cosa possa aiutare e migliorare la qualità delle nozioni che rimangono al ragazzo a fine lezione.Vi sono cose per cui un calcolatore effettivamente aiuta:- Quiz standardizzati - Ricerche di informazioni esterne al libro di testo (non oggetto di studio)- InformaticaCon il terzo punto intendo tutte le attività in cui il computer è primario e non acXXXXXrio. Programmazione ovviamente, ma anche un corso sui fogli di calcolo o di CAD vari e eventuali nei vari istituti professionali.Bisogna avere chiaro di cosa si sta parlando, quali siano le esigenze dei ragazzi e degli insegnanti per l'apprendimento, prima di discutere se sia meglio un iPad o una calcolatrice scientifica o le sculture di Pongo.Se non si sa cosa si sta ottimizzando, si finisce che ognuno dice semplicemente l'apparecchio che usa lui (iPad, PC, tablet Android), come se le esigenze di un professionista e di uno studente siano le stesse. E più o meno, guardando i commenti e i nick, mi sembra che sia esattamente quello che è sucXXXXX.
      • CiccioQuant aCiccia scrive:
        Re: Meglio Tablet
        Oh bravo! Finalmente uno che ha capito. Anche se occhio che i tipi di memoria meglio sviluppati variano da persona a persona... c'è chi ha una migliore memoria visiva, chi uditiva ecc.Il prendere appunti a mano non a rivali, carta e penna o penna grafica che sia. Ma poi vuoi mettere il bello di chiedersi "ma che XXXXXXX avevo scritto qua???!", scusa... eh! ;) Truccare le foto dei personaggi sui libri. Il tutto senza consumare elettricità. Attaccare bottone con le ragazze per via degli appunti. Se fai la copia di un file non hai la scusa di rivederla per tornarglieli o farteli tornare:))))))Augh!
    • Rover scrive:
      Re: Meglio Tablet
      E lo spazio residuale sullo schermo resta poca cosa.Comunque per uno studente penso sia meglio un tablet, non necessariamente un ipad.Se però lo studente deve anche creare in modo "pesante" dei contenuti, ecc, allora è meglio un notebook, non necessariamente un macbook, anzi....
    • panda rossa scrive:
      Re: Meglio Tablet
      - Scritto da: MacGeek
      Per leggere è più comodo (l'orientamento
      verticale è più naturale di quello orizzontale
      fisso dei notebook),Infatti quando uso il netbook per leggere, lo tengo aperto a libro, con lo schermo ruotato in verticale.
      è più leggero e la batteria
      dura molto di più.La batteria e' un falso problema.Abbiamo gia' dimostrato piu' volte che solo chi attraversa il sahara a dorso di cammello non riesce a raggiungere una presa di corrente entro 2/3 ore.
      Per prendere appunti al volo ci sono app
      eccezionali per iPad, come Notability
      (http://itunes.apple.com/it/app/notability-take-noCi sono app eccezionali per qualunque sistema.Anche per quelli liberi.E sono app libere e gratuite.
      Si possono con semplicità evidenziare testi e PDF
      (per lo studio) e scrabbochiarci sopra (es.
      http://itunes.apple.com/it/app/neu.annotate+-pdf/iAnche questa e' una funzionalita' esistente anche per i sistemi liberi, e anch'essa libera e gratuita.
      Con un notebook normale tutto questo non è
      semplice o non si può fare per niente.Si puo' fare questo e altro.E si possono fare anche cosa che sul tuo sistema blindato sono inibite by design, come installare un emulatore, per esempio.
      Se uno deve scrivere cose lunghe può sempre usare
      il computer a casa o metterci una tastiera
      esterna. Ma non serve così spesso e per le cose
      brevi non si scrive affatto male con un iPad (non
      è l'iPhone, i tasti sono
      GRANDI).Prova a scrivere una sola frase senza dover guardare la tastiera virtuale, come faresti con una tastiera fisica, e saro' il primo a farti i complimenti.
      • MacGeek scrive:
        Re: Meglio Tablet
        - Scritto da: panda rossa
        - Scritto da: MacGeek

        Per leggere è più comodo (l'orientamento

        verticale è più naturale di quello
        orizzontale

        fisso dei notebook),

        Infatti quando uso il netbook per leggere, lo
        tengo aperto a libro, con lo schermo ruotato in
        verticale.Deve essere un bello spettacolo. Fatti una foto postala. Non ti dimenticare anche quella con il velcro sul cruscotto.
        La batteria e' un falso problema.
        Abbiamo gia' dimostrato piu' volte che solo chi
        attraversa il sahara a dorso di cammello non
        riesce a raggiungere una presa di corrente entro
        2/3 ore.2/3 ore bastano solo per chi vive sempre in cantina.Non ne fanno un oggetto PORTATILE. Al più TRASPORTABILE.
        Ci sono app eccezionali per qualunque sistema.
        Anche per quelli liberi.
        E sono app libere e gratuite.Ah! Costava BEN 79 centesimi l'altro. Davvero troppo per te?Meglio soffrire con un XXXXX di software, ma opensource??La tua app libera e gratuita ti permette di prendere appunti e fare schizzi con grafica VETTORIALE (mi piace per quello quel programma) e non bitmap e inserire foto (scattate con il device) e audio (registrato con il device)?
        Anche questa e' una funzionalita' esistente anche
        per i sistemi liberi, e anch'essa libera e
        gratuita.Non credo. Ce ne sono pochi anche per Mac che ti permettono di inserire di tutto su un PDF, da evidenziazioni, forme, firme, stencil, foto, audio... Anteprima fa quasi tutto questo, ma non tutto. Per tutto c'è Acrobat pro, ma costa uno sfracello. Ed è anche scomodo.
        Si puo' fare questo e altro.
        E si possono fare anche cosa che sul tuo sistema
        blindato sono inibite by design, come installare
        un emulatore, per
        esempio.
        Wow, addirittura un emulatore?E cosa dovrei voler emulare? Forse a te servono gli emulatori perché il tuo sistema non ti offre quello che vuoi.Un iPad non ha niente di degno da emulare, essendo già il top.
        • panda rossa scrive:
          Re: Meglio Tablet
          - Scritto da: MacGeek

          Infatti quando uso il netbook per leggere, lo

          tengo aperto a libro, con lo schermo ruotato
          in

          verticale.

          Deve essere un bello spettacolo. Fatti una foto
          postala.Con una custodia in pelle sembra proprio di maneggiare un libro antico.Niente foto.
          Non ti dimenticare anche quella con il velcro sul
          cruscotto.Niente foto. Non lascio facilmente tracce personali in rete.

          La batteria e' un falso problema.

          Abbiamo gia' dimostrato piu' volte che solo
          chi

          attraversa il sahara a dorso di cammello non

          riesce a raggiungere una presa di corrente
          entro

          2/3 ore.

          2/3 ore bastano solo per chi vive sempre in
          cantina.
          Non ne fanno un oggetto PORTATILE. Al più
          TRASPORTABILE.Raccontami in quale disavventura sei rimasto per piu' di 2 ore lontano da una presa di corrente. Deve essere stato davvero terribile.

          Ci sono app eccezionali per qualunque
          sistema.

          Anche per quelli liberi.

          E sono app libere e gratuite.

          Ah! Costava BEN 79 centesimi l'altro. Davvero
          troppo per te?E' una questione di principio.
          Meglio soffrire con un XXXXX di software, ma
          opensource??Come si vede la tua assoluta ignoranza in fatto di software open source gratuiti!
          La tua app libera e gratuita ti permette di
          prendere appunti e fare schizzi con grafica
          VETTORIALE (mi piace per quello quel programma) e
          non bitmap e inserire foto (scattate con il
          device) e audio (registrato con il
          device)?Foto e audio naturalmente si.Per quanto riguarda la grafica vettoriale non so anche perche' io salvo sempre la grafica in png.

          Anche questa e' una funzionalita' esistente
          anche

          per i sistemi liberi, e anch'essa libera e

          gratuita.

          Non credo. Ce ne sono pochi anche per Mac che ti
          permettono di inserire di tutto su un PDF, da
          evidenziazioni, forme, firme, stencil, foto,
          audio... Anteprima fa quasi tutto questo, ma non
          tutto. Per tutto c'è Acrobat pro, ma costa uno
          sfracello. Ed è anche
          scomodo.Mai sentito parlare di Open Office?

          Si puo' fare questo e altro.

          E si possono fare anche cosa che sul tuo
          sistema

          blindato sono inibite by design, come
          installare

          un emulatore, per

          esempio.



          Wow, addirittura un emulatore?
          E cosa dovrei voler emulare? Altri sistemi che permettano di far girare altri software.
          Forse a te servono gli emulatori perché il tuo
          sistema non ti offre quello che
          vuoi.A me servono gli emulatori per conservare la RETROCOMPATIBILITA'.
          Un iPad non ha niente di degno da emulare,
          essendo già il top.Non essendo in grado di far girare roba precedente, non e' il top.Io ho software che ha piu' di 20 anni proveniente da una dozzina di vecchi sistemi, e la condizione imprescindibile per qualunque nuova macchina e' quella di far girare tutto, nativamente o emulato.Altrimenti la nuova macchina e' insufficiente.
  • andrea ci scrive:
    notebook
    notebook. possibilmnete partendo da dos.se dai a un bambino un tablet cosa pretendi che impari???è già bello che impara cos'è un file...
    • Paolo T. scrive:
      Re: notebook
      Magari impara i congiuntivi!
      • ruppolo scrive:
        Re: notebook
        - Scritto da: Paolo T.
        Magari impara i congiuntivi!E anche a scrivere possibilmente invece di "possibilmnete".
    • ruppolo scrive:
      Re: notebook
      - Scritto da: andrea ci
      notebook. possibilmnete partendo da dos.

      se dai a un bambino un tablet cosa pretendi che
      impari???Impara meglio, visto che un libro su iPad può avere contenuti multimediali, oggetti 3d da manipolare e scoprire,eccetera,
      è già bello che impara cos'è un file...Ecco, quello è meglio che non lo impari: retaggio del passato.
      • WP8 scrive:
        Re: notebook
        Ma non vi vergognate... se un bambino non ha l'ultimo iPad ca**o ci va a fare a scuola... come dite? se i genitori faticano ad arrivare a fine mese e non possono permetterselo? sono dei barboni non meritano istruzione...p.s. ruppolo guarda che quelle cose funzionano anche su un pc da 250 monitor compreso (e non 10"). O l'importante è avere il touch?? L'alfabetizzazione informatica non passa di certo da i-cosi.
      • Magutt scrive:
        Re: notebook
        Penso che tu meriteresti di fare la fame, quella vera,così il tuo cervelletto si risveglierebbe dal torpore dell'iQualcosa.Dov'è la libertà di scegliere quello che si vuole in base alle proprie possibilità?Una scuola mi deve imporre la marca di uno strumento da utilizzare o invece garantirmi in ogni modo i contenuti?Siamo alla follia!-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 28 giugno 2012 16.55-----------------------------------------------------------
        • Jacopo scrive:
          Re: notebook
          Magu, lascia perdere, stai parlando con una persona che al giorno doggi pensa che per una famiglia con figli 200 euro non facciano alcuna differenza! È ovvio che gli si è rotta la sua Ifotocamera e non riesce a guardare il mondo
          • panda rossa scrive:
            Re: notebook
            - Scritto da: Jacopo
            Magu, lascia perdere, stai parlando con una
            persona che al giorno doggi pensa che per una
            famiglia con figli 200 euro non facciano alcuna
            differenza! È ovvio che gli si è rotta la
            sua Ifotocamera e non riesce a guardare il
            mondoLa gente e' divisa in due categorie: macachi e pezzenti.Se vuoi essere un macaco, e' necessario avere SEMPRE l'ultimo modello di qualunque iCagata, e devi avere debiti con gli strozzini per poter avere sempre denaro contante in tasca per dimostrare ai pezzenti che 200 euro li usi come carta igienica.
          • Jacopo scrive:
            Re: notebook
            Non ci avevo pensato Panda :)Comunque con il mio Paddino (pezzente) della Mediacom (ma alla faccia della frammentazione me lo hanno aggiornato ad ICS) riesco a fare comodamente tutto quello che faccio con l'IPAD 2 della mia fidanzata, ovvio non ho una qualità dello schermo paragonabile, ma la differenza di prezzo non me la fanno nemmeno rimpiangere! ;)
      • uno qualsiasi scrive:
        Re: notebook

        Impara meglio, visto che un libro su iPad può
        avere contenuti multimediali, oggetti 3d da
        manipolare e
        scoprire,eccetera,Così invece di seguire la lezione gioca ad Angry Birds... ottima idea, davvero.


        è già bello che impara cos'è un file...

        Ecco, quello è meglio che non lo impari: retaggio
        del
        passato.Certo, e tu non imparare cos'è un pistone, o la marmitta, quando guidi una macchina, mi raccomando.
      • Ace Gentile scrive:
        Re: notebook
        - Scritto da: ruppolo
        Impara meglio, visto che un libro su iPad può
        avere contenuti multimediali, oggetti 3d da
        manipolare e
        scoprire,eccetera,Io credo che sia meglio che il libro se lo legga usando un apposito book reader con un illuminazione adatta, giusto per non rovinargli gli occhi anzitempo. Per la parte più prettamente informatica invece può essere utilizzata qualsiasi macchina di recupero, tanto per le basi non si hanno grandi necessità.
  • 520baobe scrive:
    tgyhb
    ma anche un tablet da 10" con tastiera blutooth non sarebbe male! senza considerare poi la cosa più importante![img]http://www.digoko.info./kv.gif[/img]
  • iRoby scrive:
    Lui non è leader dei tablet
    La Micro$oft ha ruolo marginale nel mondo dei tablet per cui è ovvio che non avrebbe mai consigliato quello.Dal mio punto di vista consiglio anch'io il PC perché è un device più versatile e lì c'è il software opensource e gli strumenti di programmazione liberi e gratuiti.C'è Linux, e tutto l'ecosistema di linguaggi e protocolli.Indubbiamente un PC ma solo con software libero e sistemi operativi che non diano troppa astrazione, ma insegnino come funzionano i motori dei computer e del web.Il tablet oggi come oggi è solo un device di acXXXXX a contenuti. A scuola si deve imparare come si creano quei contenuti...
    • becker scrive:
      Re: Lui non è leader dei tablet
      - Scritto da: iRoby
      La Micro$oft ha ruolo marginale nel mondo dei
      tablet per cui è ovvio che non avrebbe mai
      consigliato
      quello.

      Dal mio punto di vista consiglio anch'io il PC
      perché è un device più versatile e lì c'è il
      software opensource e gli strumenti di
      programmazione liberi e
      gratuiti.
      C'è Linux, e tutto l'ecosistema di linguaggi e
      protocolli.

      Indubbiamente un PC ma solo con software libero e
      sistemi operativi che non diano troppa
      astrazione, ma insegnino come funzionano i motori
      dei computer e del
      web.

      Il tablet oggi come oggi è solo un device di
      acXXXXX a contenuti. A scuola si deve imparare
      come si creano quei
      contenuti...se devi predere appunti e leggere un tablet basta e avanza!! (magari con la possibilità di aggiungere una tastiera senza fili per scrivere veloce) Poi lo conservi nella cartella (un solo tablet al posto di tutti i libri pesanti, questo già è progresso)Se fai un corso di informatica di fotoritocco, programmazione e ovvio che è meglio un PC o un ibrido! Ogni cosa si deve valurare ina base a quello che si deve fare!
      • jaro scrive:
        Re: Lui non è leader dei tablet
        - Scritto da: becker
        Se fai un corso di informatica di fotoritocco,
        programmazione e ovvio che è meglio un PC o un
        ibrido! Ogni cosa si deve valurare ina base a
        quello che si deve
        fare!Allora prendiamo un PC per il corso d'informatica e un tablet per tutti gli altri corsi. Di lì a poco si dirà "Dobbiamo risparmiare" e allora si prenderà solo il PC. Problema risolto.
        • becker scrive:
          Re: Lui non è leader dei tablet
          - Scritto da: jaro
          - Scritto da: becker

          Se fai un corso di informatica di
          fotoritocco,

          programmazione e ovvio che è meglio un PC o
          un

          ibrido! Ogni cosa si deve valurare ina base a

          quello che si deve

          fare!

          Allora prendiamo un PC per il corso d'informatica
          e un tablet per tutti gli altri corsi. Di lì a
          poco si dirà "Dobbiamo risparmiare" e allora si
          prenderà solo il PC. Problema
          risolto.I tablet di fascia economica se li comprano gli studenti. I libri cartacei a scuola non me li hanno mai regalati li ho dovuti comprare.
          • jaro scrive:
            Re: Lui non è leader dei tablet
            - Scritto da: becker

            I tablet di fascia economica se li comprano gli
            studenti. I libri cartacei a scuola non me li
            hanno mai regalati li ho dovuti
            comprare.Bene, allora. Ogni famiglia compri un tablet e un laptop a ogni figlio. Che problema c'é?
      • nome e cognome scrive:
        Re: Lui non è leader dei tablet

        Quando io sono diventato un tecnico, non
        esistevano scuole di "tecnici" informatici, di
        nessun ordine e
        grado.Quindi hai studiato agronomia e si vede. (rotfl)
      • panda rossa scrive:
        Re: Lui non è leader dei tablet
        - Scritto da: ruppolo

        Quando io sono diventato un tecnico, non
        esistevano scuole di "tecnici" informatici, di
        nessun ordine e
        grado.Allora, in questo sito:http://www.ruppolo.com/dice <i
        Mi occupo di informatica dal 1977 </i
        In quest'altro sito:http://it.wikipedia.org/wiki/Informatica_%28universit%C3%A0%29dice: <i
        Tra le prime università a formalizzare un corso furono: Università di Pisa nel 1969; Università degli Studi di Bari nel 1970; </i
        Stando cosi' le cose, la domanda che sorge spontanea e':chi e' il buffone?
    • Pietro scrive:
      Re: Lui non è leader dei tablet
      I computer nelle scuole oggi sono tutti windows tranne qualche mac nelle scuole di grafica
      • carlo2002 scrive:
        Re: Lui non è leader dei tablet
        Ci sono anche molti GNU/Linux.
      • panda rossa scrive:
        Re: Lui non è leader dei tablet
        - Scritto da: Pietro
        I computer nelle scuole oggi sono tutti windows
        tranne qualche mac nelle scuole di
        graficaNelle scuole dove mi hanno chiesto di sistemare il computer, effettivamente windows c'e', ma e' la seconda scelta di grub (in alcuni casi perfino la terza).
  • Jacopo scrive:
    difficile decidere
    sicuramente un PC con monitor adeguato (14-15 pollici) da guardare per 7 ore circa è sicuramente meglio per la vista dei ragazzi!ma anche un tablet da 10" con tastiera blutooth non sarebbe male! senza considerare poi la cosa più importante!La batteria!!! se 20 studenti portano un portatile in aula avete presente quante prese di corrente serviranno? e quanti cavi sparsi in giro?Sia per la sicurezza in aula che per i consumi elettrici il notebook non è la situazione ideale, mentre un tablet può tranquillamente durare per tutta la mattina di studi senza il minimo provlema!quindi al momento io punterei ad un tablet con un buon monitor (9-10 pollici) e tastierina (che sia blutooth o integrata poco cambia)
    • MacGeek scrive:
      Re: difficile decidere
      - Scritto da: Jacopo
      sicuramente un PC con monitor adeguato (14-15
      pollici) da guardare per 7 ore circa è
      sicuramente meglio per la vista dei
      ragazzi!

      ma anche un tablet da 10" con tastiera blutooth
      non sarebbe male! senza considerare poi la cosa
      più
      importante!

      La batteria!!! se 20 studenti portano un
      portatile in aula avete presente quante prese di
      corrente serviranno? e quanti cavi sparsi in
      giro?
      Sia per la sicurezza in aula che per i consumi
      elettrici il notebook non è la situazione ideale,
      mentre un tablet può tranquillamente durare per
      tutta la mattina di studi senza il minimo
      provlema!Un 'portatile' che deve essere sempre attaccato al cavo di rete è una contraddizione in termini.Non capisco come possano i produttori di PC continuare a vendere notebook con batterie che durano 2-3 ore (da nuovi).
      • panda rossa scrive:
        Re: difficile decidere
        - Scritto da: MacGeek
        Un 'portatile' che deve essere sempre attaccato
        al cavo di rete è una contraddizione in
        termini.Un portatile e' compatto e leggero.E' fatto per essere portato, non per essere usato mentre lo porti.
        Non capisco come possano i produttori di PC
        continuare a vendere notebook con batterie che
        durano 2-3 ore (da
        nuovi).Perche' 2-3 ore sono un tempo piu' che sufficiente per raggiungere una presa di corrente.
        • MacGeek scrive:
          Re: difficile decidere
          - Scritto da: panda rossa
          Perche' 2-3 ore sono un tempo piu' che
          sufficiente per raggiungere una presa di
          corrente.Panda... torna in cantina.Un portatile è fatto per essere usato in MOBILITA'E in mobilità la corrente non c'è.Se deve essere sempre attaccato ad un tavolo, tanto vale usare un computer fisso, costa meno.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 28 giugno 2012 12.19-----------------------------------------------------------
          • gnammolo scrive:
            Re: difficile decidere
            evidentemente il lavoro in mobilità non sà cosa sia...
          • MacGeek scrive:
            Re: difficile decidere
            - Scritto da: gnammolo
            evidentemente il lavoro in mobilità non sà cosa
            sia...Tu sei uno di quelli che arriva con il portatile e la prima domanda che fai è "dov'è la presa di corrente"?
          • ruppolo scrive:
            Re: difficile decidere
            - Scritto da: MacGeek
            - Scritto da: gnammolo

            evidentemente il lavoro in mobilità non sà
            cosa

            sia...

            Tu sei uno di quelli che arriva con il portatile
            e la prima domanda che fai è "dov'è la presa di
            corrente"?Come tutti quelli che hanno i PC portatili (rotfl)
          • panda rossa scrive:
            Re: difficile decidere
            - Scritto da: ruppolo
            - Scritto da: MacGeek

            - Scritto da: gnammolo


            evidentemente il lavoro in mobilità non


            cosa


            sia...



            Tu sei uno di quelli che arriva con il
            portatile

            e la prima domanda che fai è "dov'è la presa
            di

            corrente"?

            Come tutti quelli che hanno i PC portatili (rotfl)[img]http://multimedia.quotidiano.net/data/images/gallery/2012/38553/99-119828-000027.jpg[/img]
          • Jacopo scrive:
            Re: difficile decidere
            il problema non è la mobilità è che una scuola molto semplicemente non potrebbe sostenere le spese per adeguare le aule ne tantomeno la spesa di corrente per mantenere 1000 macchine accese 7 ore al giorno!e con 1000 macchine tengo un numero basso visto che nella mia scuola eravamo quasi 1800 studenti ed insegnanti.
          • Sathack scrive:
            Re: difficile decidere
            Rasp.PI: 5V/07A = 3.5Wptot= 3.5W + 35W_di_monitor = 40W40W*1800studenti=72KWSe fossero PC anche lowpower avremo per lo minimo 150W*1800=270KW !!!Senza contare che 5V/0.7A possono essere ricavati da batterie e pannelli fotovoltaici.Se si volesse veramente dotare di un 'pc' per ogni studente le posssibilità tecnologiche ci sarebbero. Evidentemente non lo si vuole fare, magari anche perchè a farlo bene nessuno ci potrebbe rubacchiare sopra.Poveri politici di residui biologici, se non gli fai guadagnare un po di soldi come pretendi che possano fare le cose?
          • panda rossa scrive:
            Re: difficile decidere
            - Scritto da: gnammolo
            evidentemente il lavoro in mobilità non sà cosa
            sia...Evidentemente il lavoro in mobilita' non sapete voi che cos'e'.
          • nome e cognome scrive:
            Re: difficile decidere
            - Scritto da: panda rossa
            - Scritto da: gnammolo

            evidentemente il lavoro in mobilità non sà
            cosa

            sia...

            Evidentemente il lavoro in mobilita' non sapete
            voi che
            cos'e'.Tu lo sai? Finalmente ti hanno cacciato? (rotfl)
        • ruppolo scrive:
          Re: difficile decidere
          - Scritto da: panda rossa
          - Scritto da: MacGeek


          Un 'portatile' che deve essere sempre
          attaccato

          al cavo di rete è una contraddizione in

          termini.

          Un portatile e' compatto e leggero.
          E' fatto per essere portato, non per essere usato
          mentre lo
          porti.Il termine "laptop" non ti dice nulla?Ora bisognerebbe stabilire se tenerlo sulle ginocchia significa "portarlo" o "usarlo mentre lo porto".Certamente un tablet è più indicato ad essere usato mentre lo si porta, anche stando in piedi. Anzi, a questo punto il termine "portarlo" non è più applicabile, in quanto l'azione è l'utilizzo, non il trasporto.
          • panda rossa scrive:
            Re: difficile decidere
            - Scritto da: ruppolo
            - Scritto da: panda rossa

            - Scritto da: MacGeek




            Un 'portatile' che deve essere sempre

            attaccato


            al cavo di rete è una contraddizione in


            termini.



            Un portatile e' compatto e leggero.

            E' fatto per essere portato, non per essere
            usato

            mentre lo

            porti.

            Il termine "laptop" non ti dice nulla?
            Ora bisognerebbe stabilire se tenerlo sulle
            ginocchia significa "portarlo" o "usarlo mentre
            lo
            porto".Per tenerlo sulle ginocchia devi stare seduto.Se devi stare seduto, hai sotto al XXXX una sedia.Se c'e' una sedia, c'e' un pavimento, una stanza, una presa di corrente.
            Certamente un tablet è più indicato ad essere
            usato mentre lo si porta, anche stando in piedi.Ovvio.Stando in piedi puoi leggere, non certo produrre.E comunqeu non stai in piedi piu' di 2 ore.Dopo un po' avrai raggiunto la destinazione dove c'e' una presa di corrente.
            Anzi, a questo punto il termine "portarlo" non è
            più applicabile, in quanto l'azione è l'utilizzo,
            non il trasporto.Lo utilizzi parzialmente durante il trasporto.
          • Aleb scrive:
            Re: difficile decidere
            Però tutti questi discorsi non spiegano perché nessun portatile abbia l'alimentatore incorporato
          • panda rossa scrive:
            Re: difficile decidere
            - Scritto da: Aleb
            Però tutti questi discorsi non spiegano perché
            nessun portatile abbia l'alimentatore
            incorporatoPerche' in quelle due/tre ore che lo usi in mobilita' e' un peso in meno.
          • Aleb scrive:
            Re: difficile decidere
            Ma un'enorme scomodità in più, quando devi attaccarti alla presa.
          • panda rossa scrive:
            Re: difficile decidere
            - Scritto da: Aleb
            Ma un'enorme scomodità in più, quando devi
            attaccarti alla
            presa.Assolutamente no.Devi sempre inserire una spina nella presa e l'altra spina nell'ingresso dell'alimentazione.
          • Aleb scrive:
            Re: difficile decidere
            E nel frattempo trafficare con un coso ENORME, mentre se si trattasse solo di un filo di corrente potresti maltrattarlo a piacimento.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 02 luglio 2012 13.07-----------------------------------------------------------
          • panda rossa scrive:
            Re: difficile decidere
            - Scritto da: Aleb
            E nel frattempo trafficare con un coso ENORME,
            mentre se si trattasse solo di un filo di
            corrente potresti maltrattarlo a
            piacimento.Enorme?Maltrattarlo?Spiegati.
          • Aleb scrive:
            Re: difficile decidere
            Non so se tu lo faccia apposta, comunque i fatti dicono chè è molto più scomodo mettere giù due cavi e un alimentatore, che un cavo singolo. Non fornirò ulteriori spiegazioni.
    • exsinistro scrive:
      Re: difficile decidere
      - Scritto da: Jacopo
      sicuramente un PC con monitor adeguato (14-15
      pollici) da guardare per 7 ore circa è
      sicuramente meglio per la vista dei
      ragazzi!

      ma anche un tablet da 10" con tastiera blutooth
      non sarebbe male! senza considerare poi la cosa
      più
      importante!

      La batteria!!! se 20 studenti portano un
      portatile in aula avete presente quante prese di
      corrente serviranno? e quanti cavi sparsi in
      giro?
      Sia per la sicurezza in aula che per i consumi
      elettrici il notebook non è la situazione ideale,
      mentre un tablet può tranquillamente durare per
      tutta la mattina di studi senza il minimo
      provlema!E una presa a pavimento per ogni banco? Magari direttamente a bassa tensione in CC così non hai neanche in giro gli alimentatori?
      quindi al momento io punterei ad un tablet con un
      buon monitor (9-10 pollici) e tastierina (che sia
      blutooth o integrata poco
      cambia)"al momento" e fino a quando?-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 28 giugno 2012 11.37-----------------------------------------------------------
      • Jacopo scrive:
        Re: difficile decidere
        fino a quando non verrà proposta una tecnologia utile a coprire interamente le necessità di studenti e professori.PSsecondo te un qualsiasi istituto ha i soldi e la voglia di rifare completamente i pavimenti di TUTTE le sue aule per installare delle prese a pavimento? oltretutto delle prese con massima sicurezza in modo tale che se dovesse allagarsi il pavimento (o semplicemente venir pulito con acqua) siano completamente ermetiche?Io direi di rimanere seri e non fantasticare troppo! In questo momento il tablet per:costi produttivi consumi di corrente portabilitàconnettivitàè la miglior soluzione utilizzabile, almeno a parer mio!
    • ruppolo scrive:
      Re: difficile decidere
      - Scritto da: Jacopo
      sicuramente un PC con monitor adeguato (14-15
      pollici) da guardare per 7 ore circa è
      sicuramente meglio per la vista dei
      ragazzi!Sicuramente qualsiasi PC, caratterizzato da display economici, non è adatto alla vista dei ragazzi.
      ma anche un tablet da 10" con tastiera blutooth
      non sarebbe male!Sarebbe male, invece. Una tastiera non è concepita per essere sballottata a destra e a manca.
  • Jack scrive:
    Informatica a Scuola
    [code]Non si possono semplicemente fornire gadget a studenti e professori e attendersi magie. A scuola è previsto che si scriva e si comunichi oltre a visionare clippini video e output di "app" su schermi mignon, quindi ci vuole un PC con tutti i crismi del caso. Fosse anche "low-cost", ma serve un PC.[/code]Lungi da me l'idea di essere pro-microsoft, ma sono assolutamente d'accordo con queste parole. Quanti informatici hanno imparato modificando file di configurazione in /etc o file .ini in windows 3.x? Quanti invece hanno iniziato ad usare un computer con windows xp e adesso appena appare un errore non sanno che pesci pigliare?Ok, è anche un discorso di mentalità e passione, ma tutte le scuole devono aprire orizzonti, non chiuderli, fornire una base su cui crescere, non farti usare l'apice della piramide senza sapere cosa c'è sotto!Jack
    • SETI scrive:
      Re: Informatica a Scuola
      Questa volta infatti Gates non ha tutti i torti, anche se lui interviene per interesse economico.In effetti il tablet va bene per un utente avanzato, non per i bambini poveri dell'India. :s
      • smilzoboboz scrive:
        Re: Informatica a Scuola
        C'è anche da dire che io ho studiato programmazione praticamente senza un pc. Nel senso che le lezioni (senza laboratori o altro) le facevo con spiegazione del professore e un pizzico di astrazione (a casa, dopo aver scritto "per esteso" e verificato il codice, si compilava).Un PC a scuola è inutile, bisognerebbe valorizzare il fatto che con il costo di una PS3 (Xbox, Nintendo Wii e quant'altro) un marmocchio si può portare a casa un netbook (o simili) "vergine" e divertirsi a smanettare come ho fatto io all'epoca.Piuttosto, si DEVE avere un qualcuno a scuola che possa insegnare a chi vuole imparare a scrivere (programmi).PS: Ci sono bambini che hanno la collezione di console e non hanno un computer a loro disposizione (nel senso che quello di papà, con la roba di papà, che non si può pocciare altrimenti papà si arrabbia, non vale)
        • panda rossa scrive:
          Re: Informatica a Scuola
          - Scritto da: smilzoboboz
          PS: Ci sono bambini che hanno la collezione di
          console e non hanno un computer a loro
          disposizione (nel senso che quello di papà, con
          la roba di papà, che non si può pocciare
          altrimenti papà si arrabbia, non
          vale)Il computer di papa' con la roba di papa', si puo' toccare benissimo, basta creare un account ai figli e il papa' sappia farsi i backup della sua roba.Nella situazione che tu hai descritto, il problema e quel papa'.E di conseguenza verranno su dei poveri figli, utonti quanto il padre.
  • Findi scrive:
    Gates?
    "ci vuole un pc!"...non avevamo dubbi sul parere di Bill!Dal mio punto di vista, ci vuole un tablet, magari con una piccola tastiera integrata nella cover!...ma prima di ogni cosa, ci vuole la banda larga!! con la tecnologia che meglio preferite, ma fatela alla svelta!!:-)
    • bertuccia scrive:
      Re: Gates?
      - Scritto da: Findi

      "ci vuole un pc!"...non avevamo dubbi sul parere
      di Bill!ecco il testo originale <i
      "I mean, students aren't there just to read things - they're supposed to actually be able to write and communicate, and so this is a lot more in the PC realm." </i
      quindi la differenza starebbe tutta in una tastiera?tipo quella integrata nei nuovi tablet W8?tipo questa insomma?[img]http://zapp4.staticworld.net/reviews/graphics/products/uploaded/463547_g1.jpg[/img]LOL povero bill..-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 28 giugno 2012 13.33-----------------------------------------------------------
      • collione scrive:
        Re: Gates?
        non penso volesse dire quelloevidentemente pure lui si è reso conto che un pad è utile solo per fruire dei contenutionestamente ai pad manca proprio l'hardware ( e intendo dimensioni del display, tastiera, ecc... ) per poter essere realmente produttivi
        • ruppolo scrive:
          Re: Gates?
          - Scritto da: collione
          non penso volesse dire quello

          evidentemente pure lui si è reso conto che un pad
          è utile solo per fruire dei
          contenutiCome gli studenti fruiscono della scuola e degli insegnanti.
          onestamente ai pad manca proprio l'hardware ( e
          intendo dimensioni del display, tastiera, ecc...
          ) per poter essere realmente
          produttiviA scuola non si deve essere produttivi. Quello è un requisito delle aziende.
          • tucumcari scrive:
            Re: Gates?
            - Scritto da: ruppolo
            - Scritto da: collione

            non penso volesse dire quello



            evidentemente pure lui si è reso conto che
            un
            pad

            è utile solo per fruire dei

            contenuti

            Come gli studenti fruiscono della scuola e degli
            insegnanti.


            onestamente ai pad manca proprio l'hardware
            (
            e

            intendo dimensioni del display, tastiera,
            ecc...

            ) per poter essere realmente

            produttivi

            A scuola non si deve essere produttivi. Quello è
            un requisito delle
            aziende.A scuola si impara non si usa!Certo per te (lo capiamo tutti questa è una novità).
          • Sgabbio scrive:
            Re: Gates?
            - Scritto da: ruppolo
            A scuola non si deve essere produttivi. Quello è
            un requisito delle
            aziende.Mai stato in uno dei tanti laboratori scolastici ?
    • nome e cognome scrive:
      Re: Gates?
      - Scritto da: Findi
      "ci vuole un pc!"...non avevamo dubbi sul parere
      di
      Bill!

      Dal mio punto di vista, ci vuole un tablet,
      magari con una piccola tastiera integrata nella
      cover!

      ...ma prima di ogni cosa, ci vuole la banda
      larga!! con la tecnologia che meglio preferite,
      ma fatela alla
      svelta!!

      :-)Ha assolutamente ragione invece, a scuola vengono richieste attività diverse non la sola lettura. Se vogliamo che i ragazzi leggano libri e vadano su facebook benissimo il tablet, se vogliamo che imparino a programmare, usare un foglio di calcolo, o strumenti avanzati per risolvere problemi matematici allora serve un pc.
      • Jacopo scrive:
        Re: Gates?
        Ma non è che TUTTI andranno a fare informatica...qui di parla di integrare un tablet/notebook all'interno della vita scolastica! altrimenti nel tempo che scrivo un equazione sul tablet il mio compagno di banco con carta e penna me l'ha già risolta!Il supporto informatico a parer mio deve andare a sostituire i testi scritti ed integrarli con contenuti multimediali. Per il resto lo studente dovrebbe continuare ad utlilizzare la carta!
        • nome e cognome scrive:
          Re: Gates?
          - Scritto da: Jacopo
          Ma non è che TUTTI andranno a fare informatica...Ma si spera che TUTTI studieranno matematica.
          qui di parla di integrare un tablet/notebook
          all'interno della vita scolastica! altrimenti nel
          tempo che scrivo un equazione sul tablet il mio
          compagno di banco con carta e penna me l'ha già
          risolta!E visto che bisogna integrarci per forza qualcosa, perché non integrarci qualcosa in grado di fare tutto?
          Il supporto informatico a parer mio deve andare a
          sostituire i testi scritti ed integrarli con
          contenuti multimediali. Per il resto lo studente
          dovrebbe continuare ad utlilizzare la
          carta!E allora perché mai? Anche per il testo scritto basta la carta. Suddividi i libri in dispense per il peso e ad un costo infinitamente minore hai risolto il problema. I contenuti multimediali si proiettano come si è sempre fatto... o vogliamo che in classe ognuno si legga il libro con su le cuffie?
        • jaro scrive:
          Re: Gates?
          - Scritto da: Jacopo
          Ma non è che TUTTI andranno a fare informatica...E non è che solo quelli che poi andranno a fare informatica debbano studiare un po' di informatica, eh? Non è che la tavola pitagorica la si debba insegnare solo a quelli che intendiamo mandare a fare matematica all'università, o si debba insegnare a leggere e scrivere solo a quelli a cui vogliamo far fare gli scrittori. Non sarebbe ora di darla a tutti, un'infarinatura di informatica?
        • panda rossa scrive:
          Re: Gates?
          - Scritto da: Jacopo
          Ma non è che TUTTI andranno a fare informatica...Mi ricordo circa 100 anni fa, un vecchio maniscalco, il cui pronipote oggi ha una videoteca in via di fallimento, che disse: "Ma non e' che TUTTI andranno in giro in macchina..."
          qui di parla di integrare un tablet/notebook
          all'interno della vita scolastica! altrimenti nel
          tempo che scrivo un equazione sul tablet il mio
          compagno di banco con carta e penna me l'ha già
          risolta!Non e' mica una gara di velocita'.Si tratta solo di imparare ad approcciare lo strumento.Mi ricordo che nel tardo medioevo, quando comincio' a diffondersi l'uso della carta che facevano a Fabriano, qualcuno disse: "...altrimenti nel tempo in cui scrivo una equazione su carta, il mio compagno con tavoletta di argilla e stilo ha gia' finito."
          Il supporto informatico a parer mio deve andare a
          sostituire i testi scritti ed integrarli con
          contenuti multimediali.Contenuti multimediali che al momento non esistono, o ne esistono veramente pochi.Per esempio questo.http://www.pianetascuola.it/risorse/media/primaria/adozionali/rino_scienze/unita.html
          Per il resto lo studente
          dovrebbe continuare ad utlilizzare la
          carta!La carta e' ben al di la' dall'essere soppiantata.Pero' il computer, la rete e la multimedialita' sono una realta'.E lo studente deve avere la possibilita' di capire questi che fa ridere chiamare "nuovi strumenti" visto che esistono da ben prima degli studenti di scuole elementari e medie.
Chiudi i commenti