Google nei cellulari di T-Mobile

La presenza della grande G è stata voluta dall'azienda per dare l'idea che dal cellulare tutta la rete è disponibile, proprio come dal computer di casa. O quasi
La presenza della grande G è stata voluta dall'azienda per dare l'idea che dal cellulare tutta la rete è disponibile, proprio come dal computer di casa. O quasi


Roma – T-Mobile , secondo operatore europeo di telefonia mobile che fa capo a Deutsche Telekom, ha dichiarato ieri che utilizzerà il motore di ricerca Google come homepage per clienti che usano il cellulare per navigare su Internet.

L’accordo con Google fa seguito ad una campagna già in corso, in cui T-Mobile sottolinea la possibilità di accedere pienamente ad internet attraverso i cellulari collegati alla propria rete, in contraddizione con un luogo comune secondo cui gli operatori selezionano i siti web nell’ambito di un ben preciso “giardino recintato”.

“Con la homepage di Google vogliamo dire ai nostri clienti fin dal primo momento che stanno portando con loro l’Internet che conoscono già”, ha dichiarato Ulli Gritzuhn, consigliere d’amministrazione di T-Mobile, nel corso di una conferenza stampa che ha avuto luogo a Bonn, nella sede centrale della società.

La campagna di T-Mobile, che è stata ribattezzata “web’n’talk” (web e conversazioni), prevede inoltre il lancio sul mercato di cellulari con schermi di dimensioni più “generose”, destinati alla navigazione su web, e l’offerta di tariffe più basse. Iniziative sempre volte ad incoraggiare l’uso di Internet.

Una decisione che viene dopo vani tentativi, da parte degli operatori di telefonia mobile tedeschi, di convincere i propri clienti ad utilizzare il telefono cellulare anche per altre funzioni oltre alle telefonate e all’invio di SMS: iniziative legate alla riduzione dei margini dovuta al progressivo calo delle tariffe.

Dario Bonacina

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

29 06 2005
Link copiato negli appunti