Google, nuove fotocamere a Street View

Il colosso dell'advertising ha pronto un nuovo design per le fotocamere utilizzate nella cattura dei percorsi stradali. Un upgrade che arriva dopo anni e che promette di incrementare sensibilmente la qualità delle immagini

Roma – A otto anni di distanza dall’ultimo refresh, Google aggiorna il design degli apparati fotografici montati sulle famigerate “Google car” per la registrazione dei dati necessari al servizio Street View . La configurazione “a palla” sparisce per lasciare il posto ad un sistema meno voluminoso , mentre la qualità dei contenuti catturati è ovviamente cresciuta in maniera significativa.

La piccola torretta da montare sul tetto della vettura cattura-immagini include ora sette videocamere contro le quindici precedenti, ciascuna equipaggiata con un sensore da 20 Megapixel , e due radar a tecnologia laser sul fronte e sul retro; due ulteriori fotocamere verranno poi impiegate per scattare istantanee in HD .

Il nuovo apparato fotografico di Street View rappresenta l’aggiornamento hardware più significativo dal 2007, anno in cui è partita la raccolta di immagini per la navigazione “immersiva” ad altezza stradale integrata su Google Mappe, e permetterà di catturare contenuti fotografici molto più definiti, chiari e dai colori più vividi .


L’adozione massiccia degli algoritmi di intelligenza artificiale permette poi ai server di Mountain View di sfruttare ancora più a fondo le fotografie raccolte su strada, con l’identificazione precisa di numeri civici e toponomastica stradale con cui arricchire il database di Google, senza dimenticare i nomi degli esercizi commerciali e i marchi.

L’obiettivo di Mountain View è ovviamente quello di rendere sempre più “smart” e capaci i suoi sistemi e servizi cloud per rispondere con maggior pertinenza alle richieste dell’utente, che magari è alla ricerca di un particolare negozio in un particolare angolo di mondo, ma non ricorda il nome né l’indirizzo preciso.

Alfonso Maruccia

fonte immagine

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • giano scrive:
    grandi legislatori
    Quindi il dipendente (tenace) e disonesto ha vinto e l'azienda ha perso.Grande risultato.E grand insegnamento: con la tenacia si ottiene tutto, anche l'assurdo.
    • panda rossa scrive:
      Re: grandi legislatori
      - Scritto da: giano
      Quindi il dipendente (tenace) e disonesto ha
      vinto e l'azienda ha
      perso.C'e' una sentenza che stabilisce che il comportamente del dipendente non fu disonesto.Quindi prendi il "disonesto" e rimangiatelo tutto.
    • d589923067a scrive:
      Re: grandi legislatori
      Immagina qualcuno che appena entri in ufficio ti segue passo passo con un registratore e rimane con te fino a che te ne vai a casa. A volte ti capita come a tutte le persone di parlare a ruota libera mentre parli del più e del meno con i colleghi. Dopo dieci anni che stai li hai una qualche disputa con il tuo capo e lui tira fuori tutto quello che è stato registrato e lo usa contro di te.
      • 5h8y3q8i scrive:
        Re: grandi legislatori
        - Scritto da: d589923067a
        Dopo dieci anni che stai li hai una qualche disputa
        con il tuo capo e lui tira fuori tutto quello
        che è stato registrato e lo usa contro di te.Da un punto di vista squisitamente legale, non potrebbe comunque usare contro di te proprio un bel niente. Perché le registrazioni private, in ambito civilistico, non hanno praticamente nessun valore legale. E in anche in ambito penalistico, dipende molto dal modo in cui sono state ottenute. Col risultato di potersi anche ritorcere contro chi le tira fuori, se ottenute nei modi sbagliati.
    • bubba scrive:
      Re: grandi legislatori
      - Scritto da: giano
      Quindi il dipendente (tenace) e disonesto ha
      vinto e l'azienda ha
      perso.
      Grande risultato.
      E grand insegnamento: con la tenacia si ottiene
      tutto, anche
      l'assurdo.beh.......The Court concluded that the Romanian courts, in reviewing the decision of Mr Bărbulescusemployer to dismiss him after having monitored his electronic communications, failed to strike a fairbalance between the interests at stake: namely Mr Bărbulescus right to respect for his private lifeand correspondence, on the one hand, and his employers right to take measures in order to ensurethe smooth running of the company, on the other.The Court found that the Romanian courts failed to determine whether Mr Bărbulescu hadreceived prior notice from his employer of the possibility that his communications might bemonitored.10 anni per stabilire se aveva o no flaggato sul 'monitoriamo le conversazioni'..
  • prova123 scrive:
    violazione del diritto alla vita privata
    uno usa le cose di un altro senza chiedere il permesso e poi ha anche da ridire? ... bah.Violazione del diritto alla vita privata è quando qualcuno mette il naso nelle tue cose... non quando abusi delkle cose degli altri.
    • FType scrive:
      Re: violazione del diritto alla vita privata
      - Scritto da: prova123
      uno usa le cose di un altro senza chiedere il
      permesso e poi ha anche da ridire? ...
      bah.
      Violazione del diritto alla vita privata è
      quando qualcuno mette il naso nelle tue cose...
      non quando abusi delkle cose degli
      altri.Se vuoi fare una cosa del genere devi preventivamente avvertire il personale con tanto di firma.Diversamente è una violazione.
  • panda rossa scrive:
    Niente da fare, la gente non capisce
    Cloud = computer di qualcun altroMail server = computer di qualcun altroFessbuk = computer di quacun altroTutto cio' che viene messo nel computer di qualcun altro appartiene a quel qualcun altro, il quale puo' leggere, modificare, cancellare, utilizzare a proprio uso e consumo.Quindi se proprio si deve usare il computer di qualcun altro per le proprie necessita' e' IMPERATIVO che quel qualcun altro non sappia chi siate voi altrimenti tutto quello che fate col computer di qualcun altro potra' essere usato contro di voi.P.S. sono favorevole al licenziamento in tronco per manifesta incapacita' di tutti coloro che usano la mail aziendale per i loro porci comodi, quando il web pullula di strumenti per la comunicazione e il cazzeggio durante le ore di lavoro.
    • rudy scrive:
      Re: Niente da fare, la gente non capisce
      usava yahoo non la mail aziendale, e siccome i mailer web usano https, gli hanno installato un keylogger sul computer. quindi diciamo che non usava proprio la mail aziendale nel senso che dici tu.sul lavoro conviene usare il cellulare, fermo restando che yahoo o chi per lui fa quel che vuole coi dati, ECC permettendo (per ora..)
      • bradipao scrive:
        Re: Niente da fare, la gente non capisce
        - Scritto da: rudy
        usava yahoo non la mail aziendale, e siccome i
        mailer web usano https, gli hanno installato un
        keylogger sul computer. quindi diciamo che nonHTTPS non assicura niente, se l'azienda utilizza un firewall aziendale che stabilisce in proprio la connessione HTTPS e presenta all'utilizzatore una propria connessione HTTPS con il suo certificato (in pratica fa esplicitamente da MITM).
        • bon iesu scrive:
          Re: Niente da fare, la gente non capisce
          - Scritto da: bradipao
          HTTPS non assicura niente, se l'azienda utilizza
          un firewall aziendale che stabilisce in proprio
          la connessione HTTPS e presenta all'utilizzatore
          una propria connessione HTTPS con il suo
          certificato (in pratica fa esplicitamente da
          MITM).in quel caso il browser suona le campane e avverte l'utente
          • ... scrive:
            Re: Niente da fare, la gente non capisce
            - Scritto da: bon iesu
            - Scritto da: bradipao

            HTTPS non assicura niente, se l'azienda utilizza

            un firewall aziendale che stabilisce in proprio

            la connessione HTTPS e presenta all'utilizzatore

            una propria connessione HTTPS con il suo

            certificato (in pratica fa esplicitamente da

            MITM).

            in quel caso il browser suona le campane e
            avverte
            l'utenteMa anche no.
          • panda rossa scrive:
            Re: Niente da fare, la gente non capisce
            - Scritto da: ...
            - Scritto da: bon iesu

            - Scritto da: bradipao


            HTTPS non assicura niente, se l'azienda
            utilizza


            un firewall aziendale che stabilisce in
            proprio


            la connessione HTTPS e presenta
            all'utilizzatore


            una propria connessione HTTPS con il suo


            certificato (in pratica fa
            esplicitamente
            da


            MITM).



            in quel caso il browser suona le campane e

            avverte

            l'utente

            Ma anche no.Bravo.Continua ad usare software closed e vivi felice fino al licenziamento.
          • Il fuddaro scrive:
            Re: Niente da fare, la gente non capisce
            - Scritto da: ...
            - Scritto da: bon iesu

            - Scritto da: bradipao


            HTTPS non assicura niente, se l'azienda
            utilizza


            un firewall aziendale che stabilisce in
            proprio


            la connessione HTTPS e presenta
            all'utilizzatore


            una propria connessione HTTPS con il suo


            certificato (in pratica fa
            esplicitamente
            da


            MITM).



            in quel caso il browser suona le campane e

            avverte

            l'utente

            Ma anche no.Ma il perché del fatto che posti una frase(le satudi la notte)quasi stupida, da utente random del momento quale bon iesu che manco saI cosè Gesu, e subito dopo spunti come il campione dei XXXXXXXX quale ... con un'altra frase a te a genio.Sei un campione non c'è che dire. Campione del minchio sul po.RICOVERATI, un buon gesto verso te stesso.
          • ... scrive:
            Re: Niente da fare, la gente non capisce
            Cosa XXXXX stai abbaiando, XXXXX.
          • ... scrive:
            Re: Niente da fare, la gente non capisce
            Non si capisce un XXXXX. Ripassa quando saprai scrivere in modo che ti qualifichi come essere umano.
          • bradipao scrive:
            Re: Niente da fare, la gente non capisce
            - Scritto da: bon iesu
            in quel caso il browser suona le campane e
            avverte l'utenteCerto che lo avvisa. Ma se ci pensi bene è un problema solo per i tuoi eventuali utilizzi "personali".
      • panda rossa scrive:
        Re: Niente da fare, la gente non capisce
        - Scritto da: rudy
        usava yahoo non la mail aziendale, e siccome i
        mailer web usano https, gli hanno installato un
        keylogger sul computer. quindi diciamo che non
        usava proprio la mail aziendale nel senso che
        dici
        tu.Dove sta scritta questa cosa?Si parla di mail aziendale, non di keylogger.
        sul lavoro conviene usare il cellulare, fermo
        restando che yahoo o chi per lui fa quel che
        vuole coi dati, ECC permettendo (per
        ora..)Si, ma yahoo o chi per lui non mi conosce personalmente e quindi non puo' usare contro di me quello che scrivo nella sua mail.
        • Izio01 scrive:
          Re: Niente da fare, la gente non capisce
          - Scritto da: panda rossa
          - Scritto da: rudy

          usava yahoo non la mail aziendale, e siccome
          i

          mailer web usano https, gli hanno installato
          un

          keylogger sul computer. quindi diciamo che
          non

          usava proprio la mail aziendale nel senso che

          dici

          tu.

          Dove sta scritta questa cosa?
          Si parla di mail aziendale, non di keylogger.
          "Di recente la Corte tedesca ha stabilito che l'utilizzo di keylogger (software che copia e tiene traccia nascosta di ciò che viene digitato) è eccessivamente intrusivo e quindi vietato. <b
          Nel caso in oggetto, l'azienda avrebbe utilizzato proprio uno di questi programmi </b
          ".
          • panda rossa scrive:
            Re: Niente da fare, la gente non capisce
            - Scritto da: Izio01
            - Scritto da: panda rossa

            - Scritto da: rudy


            usava yahoo non la mail aziendale, e
            siccome

            i


            mailer web usano https, gli hanno
            installato

            un


            keylogger sul computer. quindi diciamo
            che

            non


            usava proprio la mail aziendale nel
            senso
            che


            dici


            tu.



            Dove sta scritta questa cosa?

            Si parla di mail aziendale, non di keylogger.



            "Di recente la Corte tedesca ha stabilito che
            l'utilizzo di keylogger (software che copia e
            tiene traccia nascosta di ciò che viene digitato)
            è eccessivamente intrusivo e quindi vietato.
            <b
            Nel caso in oggetto, l'azienda avrebbe
            utilizzato proprio uno di questi programmi
            </b

            ".Quindi ancora una volta PI scrive articoli fuori tema. :|
        • ... scrive:
          Re: Niente da fare, la gente non capisce
          - Scritto da: panda rossa
          Si parla di mail aziendale, non di keylogger.Nell'articolo, che tu come sempre non hi letto
          Si, ma yahoo o chi per lui non mi conosce
          personalmente e quindi non puo' usare contro di
          me quello che scrivo nella sua mail.Questa è la tua certezza, che come sempre è totalmente avulsa dalla realtà
      • umby scrive:
        Re: Niente da fare, la gente non capisce
        "Ad essere intercettata attraverso sistemi aziendali è stata la posta gravitata su un account Yahoo che il dipendente stesso aveva chiesto di usare per rispondere ai clienti."L'account yahoo era personale del dipendente o dell'azienda?Se era personale del dipendente, male ha fatto l'azienda.Se l'account era stato creato dall'azienda e dato all'utente per rispondere ai clienti, la mail era aziendale..Punto.
      • umby scrive:
        Re: Niente da fare, la gente non capisce
        "Ad essere intercettata attraverso sistemi aziendali è stata la posta gravitata su un account Yahoo che il dipendente stesso aveva chiesto di usare per rispondere ai clienti."L'account yahoo era personale del dipendente o dell'azienda?Se era personale del dipendente, male ha fatto l'azienda.Se l'account era stato creato dall'azienda e dato all'utente per rispondere ai clienti, la mail era aziendale..Punto.
    • d589923067a scrive:
      Re: Niente da fare, la gente non capisce
      Da quello che ho letto da altre parti il dipendente era stato mandato all'estero dalla sua azienda e lui di tanto in tanto usava il laptop aziendale per tenersi in contatto con la famiglia. 1) Usare il telefono personale dall'estero costa e i dipendenti delle aziende rumene sono pagati quattro soldi. 2) Un fatto del genere capita spesso e non è considerato tanto grave. Nessuno ha scritto quanto tempo passava sulle email personali, ma se esagerava avrebbe dovuto essere stato ammonito, il licenziamento è una misura estrema, in Italia ancora c'è la regola delle tre lettere di richiamo.Visti i fatti sospetto che il datore di lavoro voleva liberarsi del dipendente per altri motivi e ha usato le email personali come scusa per aggirare le leggi sui diritti dei lavoratori.
Chiudi i commenti