La VPN di Google One è disponibile su iOS

La VPN di Google One è disponibile su iOS

L'annuncio da bigG: il servizio VPN incluso nel pacchetto Google One diventa accessibile anche sui dispositivi mobile con sistema iOS.
L'annuncio da bigG: il servizio VPN incluso nel pacchetto Google One diventa accessibile anche sui dispositivi mobile con sistema iOS.

Lo scorso anno, il gruppo di Mountain View ha anticipato il debutto della VPN di Google One su iOS. Promessa mantenuta, oggi l’annuncio ufficiale. La funzionalità, per lungo tempo rimasta un’esclusiva offerta agli utenti Android, abbraccia così anche i dispositivi della mela morsicata.

VPN su iOS: arriva quella di Google One

La possibilità di accedere alla Virtual Private Network di bigG è riservata a chi sottoscrive l’abbonamento Premium alla piattaforma, quello che include 2 TB di spazio per lo storage sul cloud, la possibilità di condivisione con un massimo di cinque persone e altri vantaggi. Il prezzo è fissato in 9,99 euro al mese. Ecco quanto si legge sulle pagine del blog ufficiale.

Oggi iniziamo il rollout della VPN ai dispositivi iOS. In modo simile a quanto avviene su Android, è disponibile agli utenti Google One con abbonamento Premium (da 2 TB in su), attraverso l’applicazione iOS di Google One. Inoltre, i membri possono condividere il loro piano e la loro VPN con un massimo di cinque familiari e senza spese aggiuntive. In questo modo, tutti possono utilizzare la VPN, indipendentemente dal fatto che siano su Android o su un telefono iOS.

La VPN di Google One è disponibile anche su iOS

La VPN di Google One è al momento disponibile nei seguenti territori oltre all’Italia: Austria, Belgio, Canada, Danimarca, Finlandia, Francia, Germania, Islanda, Irlanda, Messico, Paesi Bassi, Norvegia, Spagna, Svezia, Svizzera, Regno Unito e Stati Uniti.

Di recente, il gruppo di Mountain View ha aggiunto alcune nuove funzionalità al servizio e all’applicazione dedicata. Sono le seguenti: Safe Disconnect per impedire il trasferimento dati quando la VPN non è attiva, App Bypass per consentire a specifiche app di poggiare sulla connessione standard e Snooze per disabilitare temporaneamente la Virtual Private Network. In questo modo bigG vuol andare incontro alle esigenze manifestate e fidelizzare gli utenti, di certo la concorrenza in questo ambito non manca.

Fonte: Google
Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Pubblicato il 2 feb 2022
Link copiato negli appunti