Google si arma contro il pedoporno

E canta il suo peana sulle pagine del Daily Mail: contro il male degli abusi sui minori, con la collaborazione degli altri attori della Rete, per la gioia del governo

Roma – Il presidente di Google Eric Schmidt ha scelto le pagine a tinte forti del tabloid britanico The Daily Mail per aggiornare i cittadini e le autorità dei progressi fatti per combattere la pedopornografia online: le istituzioni non avranno più motivo per puntare il dito contro gli intermediari della Rete, Mountain View si sta adoperando per combattere gli abusi sui minori perpetrati in Rete.

Non è un caso che l’annuncio di Schmidt sia stato formulato nel Regno Unito: le autorità britanniche nei mesi scorsi hanno sollecitato una risposta forte dal parte degli operatori del Web, spingendoli a mettere a punto soluzioni tecniche in grado di sradicare la pedopornografia, per svincolarsi dalla responsibilità di mediare illegalità. Microsoft si è già messa in luce attrezzando Bing con un sistema di filtri sensibile a certe parole chiave, che innescano la comparsa di un banner che segnala l’illegalità di contenuti frutto di abusi sui minori, sviluppando sistemi di identificazione delle vittime degli abusi come la tecnologia PhotoDNA. Google promette di non essere da meno.

Schmidt illustra i progetti compiuti nei mesi scorsi, passi avanti in una strategia a lungo termine che ha finora visto al lavoro oltre 200 persone solo negli ultimi tre mesi. In primo luogo, l’ affinamento degli algoritmi , che ha “ripulito” i risultati di 100mila query dai link a sfondo pedopornografico e che presto si estenderà a 150 lingue del mondo: “nessun algoritmo è perfetto – ammette però Schmidt – e Google non può impedire preventivamente ai pedofili di aggiungere nuove immagini al Web”. Inoltre, in risposta a 13mila parole chiave, e in risposta alla volontà del primo Ministro britannico Cameron, Google mostra ora degli avvertimenti espliciti : i contenuti frutto di abusi sui minori sono illegali, si spiega nei banner, esistono delle istituzioni che possono porgere aiuto.

Se Google promette di interrompere i link con le immagini pedopornografiche, Schmidt assicura di operare anche attivamente, sul fronte dell’individuazione degli abusi: accanto al sistema di classificazione e di tracciamento delle immagini sviluppato da Microsoft, Google ha messo sul piatto una tecnologia che sembra derivare da VideoID, già utilizzata per identificare i video su YouTube. Se è necessario del personale umano per “distinguere tra immagini innocenti di bimbi che fanno il bagnetto e reali immagini degli abusi”, la tecnologia può tenere traccia del replicarsi dei video. Google sta mettendo a punto una soluzione di questo tipo, per poterla offrire alle numerose organizzazioni che operano contro l’abuso sui minori.

Ma se gli sforzi di Google sono stati accolti dal plauso istituzionale , c’è chi lamenta una falla non da poco nei meccanismi approntati dai privati rispetto al modo di operare di chi sfrutta i minori: “Non vanno su Google per cercare le immagini – avverte un rappresentante del Child Exploitation and Online Protection Centre ( CEOP ) – si rivolgono agli angoli più bui di Internet e ai siti peer-to-peer”. A questo, però, penseranno le istituzioni: le forze dell’ordine del Regno Unito collaboreranno con quelle statunitensi per dare un respiro ancora più globale alla lotta contro la pedopornografia.

Gaia Bottà

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Etype scrive:
    Pena ingiusta...
    Si da la pena massima così da dare l'esempio.Se è vero che è venuto a conoscienza di atti illegali ad opera di governi e aziende e nonostante le proteste non ha ottenuto nulla (come è prevedibile in questi casi) ha fatto bene,solo che doveva rendere queste informazioni pubbliche come ha fatto Snowden.In questo mondo non puoi combattere il "lato oscuro" attenendoti alle leggi e alla protesta pacifica,non si otterrà mai nulla in tal senso perchè non puoi pensare di vincere onestamente in una partita truccata.Ce ne vorrebbero milioni di queste incursioni...
  • MegaLOL scrive:
    IN GABBIA! HAHAHAHAHAHAHA!
    HAHAHAHAHAHAHAHAHA!Il LUNGO BRACCIO DELLA LEGGE colpisce ancora e SCHIAFFEGGIA i poveri, piccoli, patetici nerdini SFIGATI che insistono nell'opporsi all'ormai compiuto ASSOGGETTAMENTO dell'INTERNACCHIO!HAHAHAHAHAHAHAHAHA!HAHAHAHAHAHAHAHAHA!HAHAHAHAHAHAHAHAHA!10 anni? Non durerà 10 SECONDI! I detenuti stupreranno pure le sue NARICI prima di farlo a PEZZI e usare la sua pelle come CARTA IGIENICA e le sue ossa come STUZZICADENTI!!!HAHAHAHAHAHAHAHAHA!HAHAHAHAHAHAHAHAHA!HAHAHAHAHAHAHAHAHA!Sentite questo scroscio, nerdini? È il rumore di un milione di sciacquoni tirati e voi state GALLEGGIANDO nelle FOGNE!HAHAHAHAHAHAHAHAHA!HAHAHAHAHAHAHAHAHA!HAHAHAHAHAHAHAHAHA!
  • bubba scrive:
    purtroppo, a dispetto della "narrazione"
    purtroppo, a dispetto della "narrazione", piu' che buon hacktivista vessato, e' piu simile ad un "anarchist", con qualche velleita' da tafferuglio e un "pedigree" lungo un km.Per carita', NON e' un cybercrook in senso classico... e l'attacco alla Strafor e' stato meritato e bellissimo (anche se ora sappiamo coordinato da Sabu, gia' venduto ai feds. Anzi sta roba qua continua a rimanere un po' strana.. col mix Anonymous e lulzsec ).Pero' il povero hammond e' anni che si muove come un cavallo (per non dire elefante, che e' esagerato) in una cristalleria... l' "occhio di sauron" si era gia girato da quando gestiva il vistatissimo sito HackThisSite.org ... poi se ti metti a compiere praticamente tutti i cyberreati conosciuti (tranne quelli nel childporn... [*] ) e a tafferugliare in piazza... e' CHIARO che ti si bevono a nastro...[*] in elenco negli anni c'e' un po di tutto.. furto di identita', wi-fi violati, card contraffatte (fedex kinko) ,leech di c/c, violazione posta, siti web, phone fraud..
    • Leguleio scrive:
      Re: purtroppo, a dispetto della "narrazione"

      purtroppo, a dispetto della "narrazione", piu'
      che buon hacktivista vessato, e' piu simile ad un
      "anarchist", con qualche velleita' da tafferuglio
      e un "pedigree" lungo un
      km.L'unica curiosità che mi rimane è se il suo atteggiamento inflessibile rimarrà lo stesso negli anni, o se, come Anakata, si metterà a frignare perché lo vogliono processare in una lingua che non è la sua:http://punto-informatico.it/3914710/PI/News/anakata-lettera-dalle-carceri.aspxDi militanti che si piegano ma non si spezzano non sappiamo che farcene.
      • bubba scrive:
        Re: purtroppo, a dispetto della "narrazione"
        - Scritto da: Leguleio

        purtroppo, a dispetto della "narrazione",
        piu'

        che buon hacktivista vessato, e' piu simile
        ad
        un

        "anarchist", con qualche velleita' da
        tafferuglio

        e un "pedigree" lungo un

        km.

        L'unica curiosità che mi rimane è se il suo
        atteggiamento inflessibile rimarrà lo stesso
        negli anni, o se, come Anakata, si metterà a
        frignare perché lo vogliono processare in una
        lingua che non è la
        sua:
        http://punto-informatico.it/3914710/PI/News/anakat
        Di militanti che si piegano ma non si spezzano
        non sappiamo che
        farcene.dato il pedigree dubito che 'frigni'... cmq il tuo confronto e' un pochettino hum ingiusto, diciamo, vah :P
        • Leguleio scrive:
          Re: purtroppo, a dispetto della "narrazione"


          Di militanti che si piegano ma non si spezzano

          non sappiamo che

          farcene.
          dato il pedigree dubito che 'frigni'... cmq il
          tuo confronto e' un pochettino hum ingiusto,
          diciamo, vah
          :PIntendi dire che hanno un <I
          background </I
          diverso e fini diversi?Forse hai ragione. A me, da esterno, pare che i fan sono gli stessi, identici. :|
          • bubba scrive:
            Re: purtroppo, a dispetto della "narrazione"
            - Scritto da: Leguleio


            Di militanti che si piegano ma non si
            spezzano


            non sappiamo che


            farcene.


            dato il pedigree dubito che 'frigni'... cmq
            il

            tuo confronto e' un pochettino hum ingiusto,

            diciamo, vah

            :P

            Intendi dire che hanno un <I
            background
            </I
            diverso e fini
            diversi?eh direi... prima che le Major sguinzagliassero i cani, era una persona normale... e ci sono seri dubbi su quel che avrebbe combinato "in fuga"
            Forse hai ragione. A me, da esterno, pare che i
            fan sono gli stessi, identici.
            :|beh diverse ordate di fan, in quanto tali, non sanno/vogliono leggere :Pquindi mettono tutto nello stesso calderone.
    • cobram scrive:
      Re: purtroppo, a dispetto della "narrazione"
      pure Rosa Parks era tacciata di essere "anarchica", le leggi ingiuste, altrimenti, rimarrebbero lì in eterno
      • Leguleio scrive:
        Re: purtroppo, a dispetto della "narrazione"

        pure Rosa Parks era tacciata di essere
        "anarchica", le leggi ingiuste, altrimenti,
        rimarrebbero lì in
        eternoBoh, non so chi e quando abbia definito seriamente Rosa Parks un'anarchica. Nel suo caso, era un "legge" comunale, un regolamento dei trasporti, come potrebbe esserlo quello dell'ATAC o dell ATAF in Italia.
      • bubba scrive:
        Re: purtroppo, a dispetto della "narrazione"
        - Scritto da: cobram
        pure Rosa Parks era tacciata di essere
        "anarchica", le leggi ingiuste, altrimenti,
        rimarrebbero lì in
        eternomhhh sapevo che qualcuno si sarebbe "offeso" per la parola anarchico (che ha pure i suoi lati di nobilita')... allora diciamola in un altro modo... "sei un XXXXXXsta a livelli tali che ti sei fatto beccare molteplici volte. Pure a ciucciare kg di c/c. Con una pagella del genere, io povero giudice, cosa dovrei fare?" :P
  • king volution scrive:
    free hammond
    free hammondsolidarietà
Chiudi i commenti