Google si arma per difendersi

Acquistati poco più di mille brevetti IBM: serviranno da scudo per le disfide brevettuali a venire

Roma – Google ha acquistato 1.030 brevetti da IBM .

Persa l’asta per i 6mila brevetti Nortel, Google si sarebbe sentita quasi con le spalle al muro : da un lato Microsoft, dopo la vittoria nei confronti di HTC, si sta mostrando sempre più aggressiva nei confronti dei produttori hardware su cui gira Android; dall’altro Apple ha guidato la coalizione che si è aggiudicata i brevetti canadesi su cui Mountain View sperava di poter contare per difendere la gratuità del suo sistema operativo.

Anche per questo nei giorni scorsi voci dal Googleplex hanno criticato l’attuale sistema brevettuale che sembra lasciare troppe strade aperte agli abusi e alle aziende che sono disposte ad avviare anche cause pretestuose pur di racimolare qualcosa con royalty ed accordi extragiudiziali.

Ma se il processo di riforma del sistema è, se non estremamente difficile, almeno lungo, Google deve trovare il modo di tutelarsi: la controffensiva sta tutta negli armamenti a propria disposizione, e nel caso della tecnologia questi sono costituiti dai brevetti utilizzabili per dimostrare di avere una risposta che rappresenti, come si direbbe in politica internazionale, una Mutually Assured Distraction . Una controffensiva pronta, cioè, tale da scoraggiare eventuali attacchi.

Gli oltre mille brevetti acquistati da IBM riguardano tecnologie, tra l’altro, relative alla costruzione di chip, al design, alla gestione di database e alla programmazione orientata agli oggetti.
I dettagli finanziari dell’operazione non sono stati divulgati.

Claudio Tamburrino

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Dottor Stranamore scrive:
    Certo d'estate il tablet, l'ebook reader
    La tecnologia d'estate va abolita. Guardate questo sfortunello:http://ehibook.corriere.it/2011/08/in_vacanza_con_lebook_le_vicis.htmlMa quante persone hanno bisogno in vacanza di avere a portata di mano un mare di libri? Quando si va basta portarsi 2-3 libri e gli altri al massimo si comprano lì, esperienza molto più rilassante e piacevole dell'ebook reader, il portatile, drm, callcenter ecc...
    • deactive scrive:
      Re: Certo d'estate il tablet, l'ebook reader
      ma a te quello che fanno gli altri in vacanza interessa davvero cosi' tanto?
      • Dottor Stranamore scrive:
        Re: Certo d'estate il tablet, l'ebook reader
        - Scritto da: deactive
        ma a te quello che fanno gli altri in vacanza
        interessa davvero cosi'
        tanto?La solita risposta inutile che non aggiunge niente al contenuto. È come se io ti chiedessi: e a te quello che scrivo io interessa così tanto? C'è scritto Dottor Stranamore, se non ti va non leggerlo. Certo passiamo il tempo a chiederci: ma a te che te ne frega di questo e di quest'altro :-o
        • jaro scrive:
          Re: Certo d'estate il tablet, l'ebook reader
          - Scritto da: Dottor Stranamore
          - Scritto da: deactive

          ma a te quello che fanno gli altri in vacanza

          interessa davvero cosi'

          tanto?

          La solita risposta inutile che non aggiunge
          niente al contenuto.Se ti metti a sindacare su quello che devono fare e non fare gli altri in vacanza un "Ma che tte frega" è una risposta più che pertinente.
        • Sgabbio scrive:
          Re: Certo d'estate il tablet, l'ebook reader
          il tuo post inutile, non è colpa degli ebook, se qualcuno ha imposto il solito crimine contro l'umanità (DRM) sui libri digitali.
        • deactive scrive:
          Re: Certo d'estate il tablet, l'ebook reader
          no mi spiace, non fare il furbo.Tu trolleggi, anzi ti interessi di cose che non dovrebbero riguardarti, ovvero come la gente trascorrera' il proprio tempo in vacanza.Sei il solito i****a che non ha capito un beneamato razzo.
    • iupiter scrive:
      Re: Certo d'estate il tablet, l'ebook reader
      libro cosa spesso inutile e che usa 150 pagine per dire una cosa per cui ne servono tre, meglio il web...google e l argomento me lo scelgo io.
      • Dottor Stranamore scrive:
        Re: Certo d'estate il tablet, l'ebook reader
        - Scritto da: iupiter
        libro cosa spesso inutile e che usa 150 pagine
        per dire una cosa per cui ne servono tre, meglio
        il web...google e l argomento me lo scelgo
        io.Certo sul web tutte le righe sono utilissime, non come i libri. Infatti sul web leggo post come:-quoto :)-ROTFL ROTFL ROTFL-First!-sauce pls
        • Sgabbio scrive:
          Re: Certo d'estate il tablet, l'ebook reader
          capisco che vuoi fare l'anti interenet postato su internet, ma citare a XXXXX il 4chan ti fa perdere punti.
          • Funz scrive:
            Re: Certo d'estate il tablet, l'ebook reader
            - Scritto da: Sgabbio
            capisco che vuoi fare l'anti interenet postato su
            internet, ma citare a XXXXX il 4chan ti fa
            perdere
            punti.Ah, ecco, mi chiedevo in quale posto assurdo si usasse un gergo simile :p
          • Sgabbio scrive:
            Re: Certo d'estate il tablet, l'ebook reader
            voglio corregermi: il "first!" o meglio dire "primo!" era una piaga che coinvolgeva vari siti, alcuni l'hanno debellata usando metodi un pò drastici.
      • say no scrive:
        Re: Certo d'estate il tablet, l'ebook reader
        - Scritto da: iupiter
        libro cosa spesso inutile e che usa 150 pagine
        per dire una cosa per cui ne servono tre, meglio
        il web...google e l argomento me lo scelgo io.mah insomma... nol'argomento te lo fai scegliere da altri: google e la realtà sono cose mooooolto diverse... e nella fattispecie è google che sceglie e sei tu a lasciarti condizionarehttp://www.ippolita.net/google
    • JackRackham scrive:
      Re: Certo d'estate il tablet, l'ebook reader
      - Scritto da: Dottor Stranamore
      La tecnologia d'estate va abolita. Guardate
      questo sfortunello:Qualcuno dovrebbe dire al signor Paolo Rastelli che gli editori non hanno alcuna intenzione o interesse a diffondere l'editoria online. Al momento, esclusi i "grossi", tutti gli altri editori che sono presenti online ci sono perchè non possono non esserci (lavoro presso una casa editrice e questa frase l'ho sentita dire da TUTTI i rappresentanti che sono venuti a proporci software di "edicola digitale" su iPad e dispositivi vari)--JackRackham
      • Dottor Stranamore scrive:
        Re: Certo d'estate il tablet, l'ebook reader
        - Scritto da: JackRackham
        - Scritto da: Dottor Stranamore

        La tecnologia d'estate va abolita. Guardate

        questo sfortunello:

        Qualcuno dovrebbe dire al signor Paolo Rastelli
        che gli editori non hanno alcuna intenzione o
        interesse a diffondere l'editoria online.Mi sembra ovvio il perché, se loro stessi digitalizzano i libri rendono poi la vita più facile ai pirati. Li costringe anche a svalutare il prezzo dei libri perché ovviamente un ebook uno lo vuole pagare di meno, peccato che non è il costo della carta quello che pesa di più nel prezzo.Sinceramente quello che sta succedendo con Amazon e il Kindle non mi piace per niente, sta facendo crescere un monopolio molto pericoloso. Secondo me ad Amazon e Barnes & Nobles dovrebbe essere impedito di vendere anche l'ebook reader, perché lo fanno solo per imprigionare il cliente. Infatti se uno ha comprato centinaia di ebook su amazon poi sarà sempre legato al Kindle, infatti il loro DRM è supportato da numerosi apparecchi, ma solo da un ebook reader con tecnologia eInk: IL LORO.Pure quello di Barnes&Nobles pur essendo un drm Adobe è stato modificato per andare solo sul Nook.
      • panda rossa scrive:
        Re: Certo d'estate il tablet, l'ebook reader
        - Scritto da: JackRackham
        Qualcuno dovrebbe dire al signor Paolo Rastelli
        che gli editori non hanno alcuna intenzione o
        interesse a diffondere l'editoria online.Qualcuno dovrebbe dire agli editori, che il pubblico non ha alcuna intenzione di restare ancorato alla carta, visto che siamo nel terzo millennio.Se gli editori non hanno interesse alla rete, possono andare a far compagnia agli ex venditori di ghiaccio e agli ex venditori di ferri di cavallo.Sotto il ponte c'e' ancora un posticino....Sbrigarsi pero', prima che quel posticino lo prendano i videotecari.
        • say no scrive:
          Re: Certo d'estate il tablet, l'ebook reader
          - Scritto da: panda rossa[...]
          Qualcuno dovrebbe dire agli editori, che il
          pubblico non ha alcuna intenzione di restare
          ancorato alla carta, e ciò sarebbe terribile!a distanza di millenni possiamo ancora leggere documenti scritti su supporti "cartacei", e senza bisogno di alcun diapositivo se non gli occhi... e a distanza di un paio di decenni già è enormemente difficile riuscire a leggere un qualsiasi documento, che so, ad esempio, in formato wordstar su un floppy da 5"1/2...la digitalizzazione totale è solo una immenza ca@@ata: si perderanno enormi quantità di informazioni e, come qualche millennio fa, solo pochi "faraoni" potranno avere pieno acXXXXX a quello che rimarrà della conoscenza...
          visto che siamo nel terzo
          millennio.

          Se gli editori non hanno interesse alla rete,
          possono andare a far compagnia agli ex venditori
          di ghiaccio e agli ex venditori di ferri di
          cavallo.
          Sotto il ponte c'e' ancora un posticino....

          Sbrigarsi pero', prima che quel posticino lo
          prendano i
          videotecari.
          • Sgabbio scrive:
            Re: Certo d'estate il tablet, l'ebook reader
            non è la digitalizzazione l'errore, ma i formati. In passato si usavano solo ed esclusivamente formati chiusi che potevano essere letti solo da un programma. Adesso la cosa è diversa, si punto molto su formati a perti, leggibili da qualcunque software....Non vedere il male dove non c'è.
          • Shrike scrive:
            Re: Certo d'estate il tablet, l'ebook reader
            Anche sorvolando sul problema del formato rimane quello del supporto.Ad oggi esistono libri leggibili dopo più di 2000 anni... non ci scommetterei che un hard-disk/sd/dvd/cd/floppy possa durare tanto...
          • Sgabbio scrive:
            Re: Certo d'estate il tablet, l'ebook reader
            Bhe, considera che all'epoca i libri e gli oggetti li facevano veramente per durare nel tempo, non come adesso che i libri che compri dopo 2 anni hanno già le pagine ingallite....PEr i supporti dipende. I floppy disk hanno sempre avuto una vita "breve" i CD/DVD/supporti ottici, dipende dal materiale, quelli "industriali" sono fatti per durare molto tempo, mentre quelli che prendi tu vergine, no, eccezioni a parte.HD, se è spento è difficile che non funzioni più, comunque è buona norma fare unacopia su nuovi supporti....si faceva cosi pure per i libri.
          • say no scrive:
            Re: Certo d'estate il tablet, l'ebook reader
            - Scritto da: Sgabbio
            Bhe, considera che all'epoca i libri e gli
            oggetti li facevano veramente per durare nel
            tempo, non come adesso che i libri che compri
            dopo 2 anni hanno già le pagine ingallite....all'epoca (millenni fa) scrivevano su legno, stoffe, papiri ecc. e neanche avevano idea di fare "libri" né pensavano più di tanto a fare qualcosa che durasse nel tempo... eppure quei testi sono ancora oggi leggibili
            PEr i supporti dipende. I floppy disk hanno
            sempre avuto una vita "breve" i CD/DVD/supporti
            ottici, dipende dal materiale, quelli
            "industriali" sono fatti per durare molto tempo,
            mentre quelli che prendi tu vergine, no,
            eccezioni a parte.beh al massimo siamo sempre, bene che vada (nastri magnetici), intorno a un massimo di 30-50 anni... per arrivare ai millenni ce ne passa un bel po'...
            HD, se è spento è difficile che non funzioni più,
            comunque è buona norma fare unacopia su nuovi
            supporti....si faceva cosi pure per i libri.e il vero problema non è poi solo il supporto che decade troopo in fretta ma, come ho già cercato di spiegare, il fatto che occorra uno *specifico* dispositivo (che necessita anche di essere correttamente alimentato elettricamente) in grado di leggere e interpretare ciò che è memorizzato sul supporto... e già adesso è difficile riuscire a leggere un file wordstar memorizzato 20 anni fa su un floppy 5"1/4...
          • Sky scrive:
            Re: Certo d'estate il tablet, l'ebook reader
            E' un problema che comunque viene affrontato (davvero) in ambiti in cui mantenere l'informazione fruibile costituisce un valore. Fai bene ad evidenziarlo ma non riterrei roba tipo facciabuco un "qualcosa da conservare per i posteri" (magari un qualcosa da sotterrare subito :D) e, se vogliamo, neppure questi forum.Però, battute a parte, posso dirti che in ambito scientifico (e non solo) lo "svecchiamento dei dati" è materia piuttosto seguita.Da un lato, come dice Sgabbio, contribuiscono i formati aperti, e dall'altro si fanno copie su supporti meno obsoleti... come facevano comunque una volta: non è che scrivevano un libro e quello rimaneva intatto per centinaia d'anni, ci pensavano i frati certosini (e tutta una serie di persone) a farne le "fresh copies".Nè si usavano supporti come pietra, legno o stoffe pensando al futuro: erano gli unici materiali disponibili. Se vuoi, oggi, digitalizzando i testi antichi, siamo semplicemente parte della lunga catena della storia... e speriamo che continui così ed altri proseguano dopo di noi.
          • panda rossa scrive:
            Re: Certo d'estate il tablet, l'ebook reader
            - Scritto da: say no
            - Scritto da: panda rossa
            [...]

            Qualcuno dovrebbe dire agli editori, che il

            pubblico non ha alcuna intenzione di restare

            ancorato alla carta,

            e ciò sarebbe terribile!Dipende.Sarebbe terribile se ci fossero i drm.Altrimenti no.Ognuno salverebbe su carta solo le copie che gli interessa avere su carta.Mentre tutto il resto finisce in chiavetta.
            a distanza di millenni possiamo ancora leggere
            documenti scritti su supporti "cartacei", e senza
            bisogno di alcun diapositivo se non gli occhi...Questo e' sacrosanto.Ma dobbiamo arrivare ad un punto in cui uno sceglie che cosa stampare su carta.
            e a distanza di un paio di decenni già è
            enormemente difficile riuscire a leggere un
            qualsiasi documento, che so, ad esempio, in
            formato wordstar su un floppy da
            5"1/2...Oggi abbiamo finalmente dei formati standard per i dati e per le memorie di massa.
            la digitalizzazione totale è solo una immenza
            ca@@ata: si perderanno enormi quantità di
            informazioni e, come qualche millennio fa, solo
            pochi "faraoni" potranno avere pieno acXXXXX a
            quello che rimarrà della
            conoscenza...E' gia' cosi'.Tu credi di poter avere pieno acXXXXX a tutto quanto e' stampato?Non ce l'hai.
          • collione scrive:
            Re: Certo d'estate il tablet, l'ebook reader
            - Scritto da: say no
            a distanza di millenni possiamo ancora leggere
            documenti scritti su supporti "cartacei", e senza
            bisogno di alcun diapositivo se non gli occhi...e se del suddetto supporto cartaceo ne esistono solo poche copie localizzate in un ristretto ambito geografico sei sicuro che é cosi facile accedervi, in confronto al formato digitale?
            e a distanza di un paio di decenni già è
            enormemente difficile riuscire a leggere un
            qualsiasi documento, che so, ad esempio, in
            formato wordstar su un floppy da
            5"1/2...il supporto si evolve, si chiama evoluzione della tecnologia, normalmente le informazioni vengono tramandate da supporto a supporto con una semplice copia.
            la digitalizzazione totale è solo una immenza
            ca@@ata: si perderanno enormi quantità di
            informazionila digitalizzazione permette di creare praticamente infinite copie di un documento, in tempi brevissimi e senza vincoli geografici, quindi é esattamente il contrario di quello che sta affermato
            e, come qualche millennio fa, solo
            pochi "faraoni" potranno avere pieno acXXXXX a
            quello che rimarrà della
            conoscenza...sembra che con l 'avvento di internet e la diffusione dei formati digitali sia sucXXXXX esattamente il contrario
    • Alfonso Maruccia scrive:
      Re: Certo d'estate il tablet, l'ebook reader
      "Invece di caricarmi di libri pesantissimi quando vado in spiaggia, mi porto il Sony"Libri "pesantissimi"?!? Magari nel medioevo, con i tomi prodotti dagli amanuensi. Non credo un'edizione in brossula di un libro anche corposo possa pesare più di 22 chili :-P
      • La Carta Puzza scrive:
        Re: Certo d'estate il tablet, l'ebook reader
        - Scritto da: Alfonso Maruccia
        "Invece di caricarmi di libri pesantissimi quando
        vado in spiaggia, mi porto il
        Sony"

        Libri "pesantissimi"?!? Magari nel medioevo, con
        i tomi prodotti dagli amanuensi. Non credo
        un'edizione in brossula di un libro anche corposo
        possa pesare più di 22 chili
        :-PProva a portartene dietro una decina e poi ne riparliamo. Io nel mio Sony per ora ne ho caricati solo 1600 e fischia e me li porto ovunque mi punga vaghezza di andare :-PP.S.: Brossura, si dice brossura.
        • say no scrive:
          Re: Certo d'estate il tablet, l'ebook reader
          - Scritto da: La Carta Puzza
          Io nel mio Sony per ora ne ho
          caricati solo 1600 e fischia e me li porto
          ovunque mi punga vaghezza di andaree mentre vaghi per qualche bucolico prato o riposi le tue stanche membra su un materassino mosso dal mare...che succede se non hai più alimentazione elettrica?che succede se l'alimentatore si guasta?che succede se ti si rompe lo schermetto?che succede se l'apparecchietto decide che il drm non va bene?che succede se una bella svedese ti chiede di prestarglielo? nel mentre che lei legge tu che fai: tiri fuori il sony di riserva?ecc. ecc. ...
          • Fiber scrive:
            Re: Certo d'estate il tablet, l'ebook reader
            - Scritto da: say no
            - Scritto da: La Carta Puzza


            Io nel mio Sony per ora ne ho

            caricati solo 1600 e fischia e me li porto

            ovunque mi punga vaghezza di andare

            e mentre vaghi per qualche bucolico prato o
            riposi le tue stanche membra su un materassino
            mosso dal
            mare...
            che succede se non hai più alimentazione
            elettrica?
            che succede se l'alimentatore si guasta?
            che succede se ti si rompe lo schermetto?
            che succede se l'apparecchietto decide che il drm
            non va
            bene?
            che succede se una bella svedese ti chiede di
            prestarglielo? nel mentre che lei legge tu che
            fai: tiri fuori il sony di
            riserva?
            ecc. ecc. ...farà ANCHE solo un po' di <b
            contorsioni </b
            per non accecarsi col riflesso sullo schermohttp://archiviostorico.corriere.it/2011/luglio/26/tablet_dipendenti_contorsioni_sotto_ombrellone_co_9_110726032.shtmlIl must oggi in spiaggia e' far vedere che si tira fuori l'Ipad dallo zaino altrimenti sei Out = non fai parte della mandria ......il mandriano sta su qualche Yacht a largo di Cupertino-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 01 agosto 2011 19.04-----------------------------------------------------------
          • La Carta Puzza scrive:
            Re: Certo d'estate il tablet, l'ebook reader
            - Scritto da: Fiber
            farà ANCHE solo un po' di <b
            contorsioni
            </b
            per non acciecarsi col riflesso sullo
            schermoTu se non dimostri ogni volta di non capire niente dell'argomento, non sei contento, vero?Un e-book reader non ha niente a che spartire con un tablet, non c'è alcun pericolo di <b
            <u
            accecarsi </b
            </u
            .
          • Sgabbio scrive:
            Re: Certo d'estate il tablet, l'ebook reader
            vabbè che ipad funge anche da ereader, forse sovradimensionato per la funzione.Per il resto gli e reader non danno problemi alla vista grazie al e ink :D
          • Tamuz scrive:
            Re: Certo d'estate il tablet, l'ebook reader
            - Scritto da: Sgabbio
            vabbè che ipad funge anche da ereader, forse
            sovradimensionato per la
            funzione.Sì, lo stanno pubblicizzando anche come e-reader (specie per i .pdf e i fumetti, mi dicono), ma lo schermo retroilluminato uccide la vista, non è umanamente possibile resistere troppo a lungo senza rischiare di diventare un Mr. Magoo.
            Per il resto gli e reader non danno problemi alla
            vista grazie al e inkHehe, hai detto poco :)
            :D
          • Sgabbio scrive:
            Re: Certo d'estate il tablet, l'ebook reader
            dipende come regoli la luminosità :D
          • La Carta Puzza scrive:
            Re: Certo d'estate il tablet, l'ebook reader
            - Scritto da: say no
            - Scritto da: La Carta Puzza


            Io nel mio Sony per ora ne ho

            caricati solo 1600 e fischia e me li porto

            ovunque mi punga vaghezza di andare

            e mentre vaghi per qualche bucolico prato o
            riposi le tue stanche membra su un materassino
            mosso dal
            mare...
            che succede se non hai più alimentazione
            elettrica?Il PRS-650 ha un paio di settimane di autonomia.
            che succede se l'alimentatore si guasta?Vedi sopra e comunque si carica da presa usb o con apposito charger.
            che succede se ti si rompe lo schermetto?C'ho le protezioni.
            che succede se l'apparecchietto decide che il drm
            non va
            bene?LOL, i miei epub sono tutti debitamente sprotetti.
            che succede se una bella svedese ti chiede di
            prestarglielo? nel mentre che lei legge tu che
            fai: tiri fuori il sony di
            riserva?La bella svedese, sei fermo ai cliché del vitellone anni '60.
          • corigan scrive:
            Re: Certo d'estate il tablet, l'ebook reader
            e che succede se passa uno squalo bianco e si pappa il braccio con tutto l'e-reader?una domanda seria: i libri di carta nascono su krypton e poi arrivano a noi?
          • panda rossa scrive:
            Re: Certo d'estate il tablet, l'ebook reader
            - Scritto da: corigan
            e che succede se passa uno squalo bianco e si
            pappa il braccio con tutto
            l'e-reader?Succede che hai perso il braccio e il device.I contenuti del device, se sei stato furbo, li avrai backuppati sul computer di casa, altrimenti ciccia!
            una domanda seria: i libri di carta nascono su
            krypton e poi arrivano a
            noi?Perche' dovrebbe essere seria questa domanda? (newbie)
          • corigan scrive:
            Re: Certo d'estate il tablet, l'ebook reader
            - Scritto da: panda rossa
            - Scritto da: corigan


            una domanda seria: i libri di carta nascono
            su

            krypton e poi arrivano a

            noi?

            Perche' dovrebbe essere seria questa domanda?
            (newbie)chiedevo a say no.citava tutti i possibili malanni di cui puo essere affetto un e-reader usato su di un lettino marino, per contro mi chiedo seriamente da dove nasca l'invulnerabilità del libro.
          • panda rossa scrive:
            Re: Certo d'estate il tablet, l'ebook reader
            - Scritto da: corigan
            - Scritto da: panda rossa

            - Scritto da: corigan




            una domanda seria: i libri di carta
            nascono

            su


            krypton e poi arrivano a


            noi?



            Perche' dovrebbe essere seria questa domanda?

            (newbie)

            chiedevo a say no.
            citava tutti i possibili malanni di cui puo
            essere affetto un e-reader usato su di un lettino
            marino, per contro mi chiedo seriamente da dove
            nasca l'invulnerabilità del
            libro.Parlare di invulnerabilita' del libro mi pare esagerato, tuttavia, se confrontato con l'equivalente digitale, un libro e' sicuramente piu' robusto.Per esempio, nel fuoco si distrugge sia il libro cartaceo che quello digitale.Nell'acqua, se lo recuperi in tempo, il libro lo salvi, rimane gonfio, ma ancora fruibile, mentre il device e' rovinato.Se il libro resta in acqua troppo a lungo si scioglie.Cadute accidentali: un libro resiste a cadute accidentali da altezze normali.Spesso resiste a cadute accidentali anche da grandi altezze (finestra di casa), se proprio non va di sfiga che cade sulla costa e si sfascia la rilegatura. Che comunque e' riaggiustabile con un po' di pazienza e se le pagine non sono volate via.Un device invece gia' cadendo da un paio di metri rischia di rovinarsi.Un libro e' fruibile da -40° a +50°Un device non so come si comporta ai margini di questo intervallo di temperature.
          • corigan scrive:
            Re: Certo d'estate il tablet, l'ebook reader
            si, ma mi sembra un po pochino per indire una crociata enti-elettronica.sti discorsi venivano fatti dai cavalieri quando fu inventata l'automobile.
          • panda rossa scrive:
            Re: Certo d'estate il tablet, l'ebook reader
            - Scritto da: corigan
            si, ma mi sembra un po pochino per indire una
            crociata
            enti-elettronica.
            sti discorsi venivano fatti dai cavalieri quando
            fu inventata
            l'automobile.Io non sto facendo nessuna crociata contro l'elettronica.Io sto facendo la crociata contro il drm.Io difendo il libro di carta, l'unico che ha un valore tangibile, e sono per la distribuzione gratuita di contenuti in formato elettronico.
          • corigan scrive:
            Re: Certo d'estate il tablet, l'ebook reader
            ma sto parlando di say no, non di te! :Drilassati! ma tu sai quanto incide il supporto e la distribuzione di un libro? a naso sara un 30/40%? beh allora andrebbe scontata questa quantita dai libri digitali, non dovrebbe essere azzerata. Senno dovresti applicare la stessa logica ai libri cartacei e farli pagare solo il loro costo di realizzazione.totalmente daccordo invece sui DRM
          • panda rossa scrive:
            Re: Certo d'estate il tablet, l'ebook reader
            - Scritto da: corigan
            ma sto parlando di say no, non di te! :D
            rilassati!

            ma tu sai quanto incide il supporto e la
            distribuzione di un libro? a naso sara un 30/40%?A naso sara' un fisso, o alla peggio un tanto al chilo.Non puo' dipendere dal prezzo di copertina.
            beh allora andrebbe scontata questa quantita dai
            libri digitali, non dovrebbe essere azzerata.Il libro digitale deve diventare una questione tra l'autore e il lettore.Eliminazione totale di tutti gli intermediari.E deve arrivare ad essere una cosa commissionata.Devono essere i lettori a chiedere all'autore di scrivere, e compensarlo di conseguenza.Ma una volta terminato il lavoro di scrittura, basta.
            Senno dovresti applicare la stessa logica ai
            libri cartacei e farli pagare solo il loro costo
            di realizzazione.Oppure mi accollo io il costo di realizzazione come faccio adesso.
            totalmente daccordo invece sui DRM
      • prova123 scrive:
        Re: Certo d'estate il tablet, l'ebook reader
        Dipende dal target. Lascia che ti spieghi che sono uomo di mondo ... ho fatto due anni di militare a Cuneo! :D (Grande Totò)Se il target è la ventenne belloccia che crede nell'oroscopo e se la tirà un pò, più che un generico ebook serve un iPad2, anche spento, ma con la mela in bella mostra.Se invece il target è una bella trentacinquenne affascinante, che parla con l'espressione un pò così (...come? un pò così!) ti conviene prendere un bel libro di qualche autore russo sconosciuto, possibilmente con le pagine ingiallite ... la copertina sgualcita ... tu ogni tanto fai finta di leggere e dopo aver letto qualche frase fai oscillare avanti e indietro la testa esclamando: lei l'avrebbe mai immaginato? ... poi da cosa nasce cosa. :D
    • ciccio quanta ciccia scrive:
      Re: Certo d'estate il tablet, l'ebook reader
      - Scritto da: Dottor Stranamore
      La tecnologia d'estate va abolita. Guardate
      questo
      sfortunello:
      http://ehibook.corriere.it/2011/08/in_vacanza_con_

      Ma quante persone hanno bisogno in vacanza di
      avere a portata di mano un mare di libri?io, e non solo in vacanza, ma sopratutto quando sono in metro, in autobus e in tutti gli altri posti in cui non hai un c***o da fare e vorresti qualcosa da leggere senza portarti appresso un trolley con i libri
      si va basta portarsi 2-3 libri e gli altri al
      massimo si comprano lì,astuta idea la tua, e se sono libri che ho giá comprato me li ricompro un'altra volta?
      esperienza molto più
      rilassante e piacevole dell'ebook reader,cosa ha di 'non rilassante' ''ebook reader?
      portatile, drm, callcenter
      ecc...e tutto questo cosa centra?
      • Dottor Stranamore scrive:
        Re: Certo d'estate il tablet, l'ebook reader
        - Scritto da: ciccio quanta ciccia
        io, e non solo in vacanza, ma sopratuttoMa chi se ne frega degli altri posti? In vacanza ci vai con la valigia e ci metti i libri che ti pare
        astuta idea la tua, e se sono libri che ho
        giá comprato me li ricompro un'altra volta?astuto è chi pensa mi riferissi a libri che hai già comprato.
        cosa ha di 'non rilassante' ''ebook reader?Ti cade per terra si rompeTe lo rubano hai perso tutti i tuoi libriVuoi comprare un libro e ha il drm (sì c'è anche chi lo vende senza, ma la maggior parte dei libri venduti hanno il drm, anzi certi magari ce l'hanno incompatibile col tuo ebook reader)Le batterie durano tanto ma sempre dall'elettricità dipende.Il colore grigetto dello sfondo e i dpi dei caratteri sono inferiori a quelli di un libro.Va bene per leggere qualche romanzetto, ma se è un libro che richiede un layout appena più grande lo devi leggere mezza pagina alla volta (se va bene, perché molte volte neanche questo basta).I libri non li puoi rivendere.I libri non li puoi prestare.Un libro è più comodo da sfogliare ed è più rapido saltare da una pagina all'altraL'unico vantaggio è per il piratino che vuole 1600 libri tutti gratis, magari pieni di errori e con il layout tutto sballato, ma a lui va bene così :-)



        portatile, drm, callcenter

        ecc...

        e tutto questo cosa centra?L'hai letto l'articolo che ho linkato o no? Se l'hai fatto dovrei chiederti io cosa c'entra la tua domanda.
        • ciccio quanta ciccia scrive:
          Re: Certo d'estate il tablet, l'ebook reader
          - Scritto da: Dottor Stranamore
          - Scritto da: ciccio quanta ciccia
          Ma chi se ne frega degli altri posti?a me e a molti altri
          In vacanza
          ci vai con la valigia e ci metti i libri che ti
          paregiusto, portiamo dietro la zavorra, tanto le compagni aere i kili in + te li scontano :-)
          astuto è chi pensa mi riferissi a libri che hai
          già
          comprato.i libri che ho gia compato normalmente non li leggo in poche ore... quindi capita spesso che sto leggendo un libro e vorrei continuare con quello anche se sono in viaggio.... e poi dimmi che in qualsiasi posto dove vai, magari un villagio tra le montagne, o ai tropici, trovi una libreria con un assortimento completo delle tue letture preferite
          Ti cade per terra si rompeci sono i cover protettivi per questo
          Te lo rubano hai perso tutti i tuoi librino, ho il backup, se ti rubano invece la valigia con i libri tradizionali ti tocca ricomprarteli
          Vuoi comprare un libro e ha il drm (sì c'è anche
          chi lo vende senza, ma la maggior parte dei libri
          venduti hanno il drm, anzi certi magari ce
          l'hanno incompatibile col tuo ebook
          reader)solo tu vedi DRM in ogni angolo
          Le batterie durano tanto ma sempre
          dall'elettricità
          dipende.da 20 giorni ad 1 mese, e comunque prima che si scarichi lo ricarichi in poche ore, a meno che tu vada in un luogo dove per 30 giorni non c' é elettricitá ....
          Il colore grigetto dello sfondo e i dpi dei
          caratteri sono inferiori a quelli di un
          libro.magari hai provato un modello di bassa qualitá
          Va bene per leggere qualche romanzetto, ma se è
          un libro che richiede un layout appena più grande
          lo devi leggere mezza pagina alla volta (se va
          bene, perché molte volte neanche questo
          basta).
          I libri non li puoi rivendere.valutando il fatto che molti libri li trovi gratis direi che questo é un aspetto molto marginale
          I libri non li puoi prestare.con alcuni colleghi ce li scambiamo (parlo di alcuni manuali tecnici che ho comprato legalmente)
          Un libro è più comodo da sfogliare ed è più
          rapido saltare da una pagina
          all'altraper certi aspetti é vero, ma per altri puó risultare piú semplice l'ebook, dipende dal tipo di uso che ne fai. normalmente io i libri li leggo, non li sfoglio
          L'unico vantaggio è per il piratino che vuole
          1600 libri tutti gratis, magari pieni di errorima anche no
          con il layout tutto sballato,ne ho scaricati parecchi, raramente ho trovato materiale con difetti o layout mancante, come dici te
          ma a lui va bene
          cosìa caval donato non si guarda in bocca
    • La Carta Puzza scrive:
      Re: Certo d'estate il tablet, l'ebook reader
      - Scritto da: Dottor Stranamore
      La tecnologia d'estate va abolita. Guardate
      questo
      sfortunello:
      http://ehibook.corriere.it/2011/08/in_vacanza_con_Più che sfortunello, disinformato riguardo ad Adobe Digital Editions, che farà schifo quanto volete, ma basta leggersi un po' di documnetazione per capire come funziona. Dite che il tipo è un giornalista? Allora è tutto chiaro, non è più abituato a documentarsi, è la nuova scuola del giornalismo italiota.
      Ma quante persone hanno bisogno in vacanza di
      avere a portata di mano un mare di libri? QuandoIo, vuoi mettere la libertà di scegliere tra migliaia di titoli.
      si va basta portarsi 2-3 libri e gli altri al
      massimo si comprano lì, esperienza molto più
      rilassante e piacevole dell'ebook reader, il
      portatile, drm, callcenter
      ecc...Tu non hai mai provato ad usare un e-book reader coi fiocchi, anzi tu probabilmente fai parte di quelli che guardano solo le figure :-PDRM? What's DRM? <eg
      • Dottor Stranamore scrive:
        Re: Certo d'estate il tablet, l'ebook reader
        - Scritto da: La Carta Puzza
        - Scritto da: Dottor Stranamore

        La tecnologia d'estate va abolita. Guardate

        questo

        sfortunello:


        http://ehibook.corriere.it/2011/08/in_vacanza_con_

        Più che sfortunello, disinformato riguardo ad
        Adobe Digital Editions, che farà schifo quanto
        volete, ma basta leggersi un po' di
        documnetazione per capire come funziona. Dite che
        il tipo è un giornalista? Allora è tutto chiaro,
        non è più abituato a documentarsi, è la nuova
        scuola del giornalismo
        italiota.


        Ma quante persone hanno bisogno in vacanza di

        avere a portata di mano un mare di libri?
        Quando

        Io, vuoi mettere la libertà di scegliere tra
        migliaia di
        titoli.


        si va basta portarsi 2-3 libri e gli altri al

        massimo si comprano lì, esperienza molto più

        rilassante e piacevole dell'ebook reader, il

        portatile, drm, callcenter

        ecc...

        Tu non hai mai provato ad usare un e-book reader
        coi fiocchi, anzi tu probabilmente fai parte di
        quelli che guardano solo le figure
        :-PQuando uno è a corto di argomenti scredita l'altro con insulti gratuiti come fai tu. Ancora più ridicoli se sono rivolti a una persona che conosci :D

        DRM? What's DRM? <eg
        Ah che bello scaricare libri piratati e accumulare file su file, tutta roba senza drm che mai verrà letta. Proprio un hobby da fighi ;)
        • Dottor Stranamore scrive:
          Re: Certo d'estate il tablet, l'ebook reader
          - Scritto da: Dottor Stranamore
          - Scritto da: La Carta Puzza

          - Scritto da: Dottor Stranamore


          La tecnologia d'estate va abolita.
          Guardate


          questo


          sfortunello:





          http://ehibook.corriere.it/2011/08/in_vacanza_con_



          Più che sfortunello, disinformato riguardo ad

          Adobe Digital Editions, che farà schifo
          quanto

          volete, ma basta leggersi un po' di

          documnetazione per capire come funziona.
          Dite
          che

          il tipo è un giornalista? Allora è tutto
          chiaro,

          non è più abituato a documentarsi, è la nuova

          scuola del giornalismo

          italiota.




          Ma quante persone hanno bisogno in
          vacanza
          di


          avere a portata di mano un mare di
          libri?

          Quando



          Io, vuoi mettere la libertà di scegliere tra

          migliaia di

          titoli.




          si va basta portarsi 2-3 libri e gli
          altri
          al


          massimo si comprano lì, esperienza
          molto
          più


          rilassante e piacevole dell'ebook
          reader,
          il


          portatile, drm, callcenter


          ecc...



          Tu non hai mai provato ad usare un e-book
          reader

          coi fiocchi, anzi tu probabilmente fai parte
          di

          quelli che guardano solo le figure

          :-P

          Quando uno è a corto di argomenti scredita
          l'altro con insulti gratuiti come fai tu. Ancora
          più ridicoli se sono rivolti a una persona che
          conosci
          :D
          oops che non conosci, piccola dimenticanza :-)Comunque l'unico ebook reader che ho provato è proprio il Sony e per me sono soldi buttati. Una roba da nerd che poi dopo 1-2 anni mette nel cassetto e non tocca più
        • Joe Tornado scrive:
          Re: Certo d'estate il tablet, l'ebook reader

          Ah che bello scaricare libri piratati e
          accumulare file su file, tutta roba senza drm che
          mai verrà letta.Ma forse verrà trasmessa ad uno che la leggerà, in cambio di un altro libro piratato / un gioco / un film / una raccolta musicale / una pacca sulle spalle (che è sufficiente, alla luce degli infimi costi di duplicazione).E' il bello del digitale !
          • Dottor Stranamore scrive:
            Re: Certo d'estate il tablet, l'ebook reader
            - Scritto da: Joe Tornado

            Ah che bello scaricare libri piratati e

            accumulare file su file, tutta roba senza
            drm
            che

            mai verrà letta.

            Ma forse verrà trasmessa ad uno che la leggerà,
            in cambio di un altro libro piratato / un gioco /
            un film / una raccolta musicale / una pacca sulle
            spalle (che è sufficiente, alla luce degli infimi
            costi di
            duplicazione).

            E' il bello del digitale !Guarda non credo ci sia tutto questo altruismo. Per me ci sono dei grossi condivisori di file o gente che magari ne ha un numero normale ma sta sempre online a condividere. Ma tanti che scaricano e poi tolgono subito dalla condivisione.Comunque si parlava della necessità di andare in vacanza con migliaia di libri quando poi già 2-3 chissà se uno li finisce.
          • Sgabbio scrive:
            Re: Certo d'estate il tablet, l'ebook reader
            Come levano dalla condivisione ? Se in defult il file scaricato viene condiviso dalla cartella di destinazione ?
          • Joe Tornado scrive:
            Re: Certo d'estate il tablet, l'ebook reader

            Sì ma lo scambio con l'amico è già più sporadico.Ma prevede il passaggio di 1 TByte a botta !
            Anche perché poi ognuno ha la sua connessione e
            fa da
            sé.Dilettante :) una volta che hai scaricato, non hai finito il lavoro : devi controllare ed organizzare i dati ! Se l'amico "opera bene", preferisci scambiare con lui ;)
          • panda rossa scrive:
            Re: Certo d'estate il tablet, l'ebook reader
            - Scritto da: Joe Tornado

            Sì ma lo scambio con l'amico è già più
            sporadico.

            Ma prevede il passaggio di 1 TByte a botta !Bidirezionale!Lui da' a me il suo tera, io do' a lui il mio tera.

            Anche perché poi ognuno ha la sua
            connessione
            e

            fa da

            sé.

            Dilettante :) una volta che hai scaricato, non
            hai finito il lavoro : devi controllare ed
            organizzare i dati ! Se l'amico "opera bene",
            preferisci scambiare con lui
            ;)Vero, infatti c'e' tutto il lavoro di post download che consiste nel normalizzare il nome del file, scompattarlo se compresso, inserire/correggere i tags secondo il proprio standard...
          • Joe Tornado scrive:
            Re: Certo d'estate il tablet, l'ebook reader

            Bidirezionale!Ovviamente :)
            Vero, infatti c'e' tutto il lavoro di post
            downloadA volte è più faticoso quello che il download ...
      • say no scrive:
        Re: Certo d'estate il tablet, l'ebook reader
        - Scritto da: La Carta Puzza[...]

        Ma quante persone hanno bisogno in vacanza di

        avere a portata di mano un mare di libri?
        Quando

        Io, vuoi mettere la libertà di scegliere tra
        migliaia di titoli.migliaia di titoli in vacanza???scusa ma per curiosità, a parte per il cervello che mi pare chiaro lo tieni in vacanza tutto l'anno, quanto tempo durano le tue vacanze?
        • La Carta Puzza scrive:
          Re: Certo d'estate il tablet, l'ebook reader
          - Scritto da: say no
          - Scritto da: La Carta Puzza
          [...]


          Ma quante persone hanno bisogno in
          vacanza
          di


          avere a portata di mano un mare di
          libri?

          Quando



          Io, vuoi mettere la libertà di scegliere tra

          migliaia di titoli.

          migliaia di titoli in vacanza???Dove ho scritto in vacanza, genialoide? A te la libertà di scelta dà fastidio al neurone soilitario, è evidente.
          scusa ma per curiosità, a parte per il cervello
          che mi pare chiaro lo tieni in vacanza tutto
          l'anno, quanto tempo durano le tue
          vacanze?Io non faccio vacanze, luser, vivo già in zona turistica <eg
          Quanto al cervello, il tuo ha chiesto asilo politico ad un tronista, si capisce dal tono delle risposte, un paramecio al tuo confronto è un premio nobel.
    • Picchiatell o scrive:
      Re: Certo d'estate il tablet, l'ebook reader
      - Scritto da: Dottor Stranamore
      La tecnologia d'estate va abolita. Guardate
      questo
      sfortunello:
      http://ehibook.corriere.it/2011/08/in_vacanza_con_

      Ma quante persone hanno bisogno in vacanza di
      avere a portata di mano un mare di libri? Quando
      si va basta portarsi 2-3 libri e gli altri al
      massimo si comprano lì, esperienza molto più
      rilassante e piacevole dell'ebook reader, il
      portatile, drm, callcenter
      ecc...certo certo e' per questo che la borsa sta andando a pu***ne....
    • corigan scrive:
      Re: Certo d'estate il tablet, l'ebook reader
      bah?! ma che differenza puo mai fare avere i "2-3 libri e libri e gli altri li compra li" oppure portarsi dietro un e-reader/tablet? ma scherza? per altro, parla tanto di uscire, ma in 2 settimane, leggendo 4 libri, dubito che lei riesca a vedere luce diversa da quella artificiale.d'estate ad ogni modo c'è davvero voglia di fare altro, l'essere connessi a internet fa parte della nostra routine.---Stranamore va al louvre: "ah quella è la monnalisa! Gente USCITE che c'è il sole"
  • Videoteca Genesi scrive:
    I pirati hanno i minuti contanti
    E al ritorno dalle vacanze vi aspetto in videoteca.
    • krane scrive:
      Re: I pirati hanno i minuti contanti
      - Scritto da: Videoteca Genesi
      E al ritorno dalle vacanze vi aspetto in
      videoteca.Magari con i dvd di Max Headroom in italiano, sai dove trovarli ?
    • dont feed the troll/dovella scrive:
      Re: I pirati hanno i minuti contanti
      - Scritto da: Videoteca Genesi
      E al ritorno dalle vacanze vi aspetto in
      videoteca.Prega il tuo dio che io non ci venga mai
    • Joe Tornado non loggato scrive:
      Re: I pirati hanno i minuti contanti
      L'hai trasformata in pizzeria ?
      • Videoteca Genesi scrive:
        Re: I pirati hanno i minuti contanti
        - Scritto da: Joe Tornado non loggato
        L'hai trasformata in pizzeria ?Non sarebbe male come idea.
        • Joe Tornado scrive:
          Re: I pirati hanno i minuti contanti
          Mettila in pratica ... non risparmiare sul pizzaiolo e sugli ingredienti e vedrai che guadagni ... altro che il videonoleggio !
          • dont feed the troll/dovella scrive:
            Re: I pirati hanno i minuti contanti
            - Scritto da: Joe Tornado
            Mettila in pratica ... non risparmiare sul
            pizzaiolo e sugli ingredienti e vedrai che
            guadagni ... altro che il videonoleggio
            !Si ma magari con una pizzeria dovrebbe lavorare...
          • panda rossa scrive:
            Re: I pirati hanno i minuti contanti
            - Scritto da: dont feed the troll/dovella
            - Scritto da: Joe Tornado

            Mettila in pratica ... non risparmiare sul

            pizzaiolo e sugli ingredienti e vedrai che

            guadagni ... altro che il videonoleggio

            !

            Si ma magari con una pizzeria dovrebbe lavorare...Ho conosciuto un ex videotecaro che ha riconvertito il locale in pizzeria.Solo che ha usato il sistema che usava prima.Invece del forno a legna e di un pizzaiolo capace, si e' dotato di 4 forni a microonde, e un congelatore dove conserva le pizze surgelate.E pretende di venderle a 10 euro l'una!
          • dont feed the troll/dovella scrive:
            Re: I pirati hanno i minuti contanti
            - Scritto da: panda rossa
            - Scritto da: dont feed the troll/dovella

            - Scritto da: Joe Tornado


            Mettila in pratica ... non risparmiare
            sul


            pizzaiolo e sugli ingredienti e vedrai
            che


            guadagni ... altro che il videonoleggio


            !



            Si ma magari con una pizzeria dovrebbe
            lavorare...

            Ho conosciuto un ex videotecaro che ha
            riconvertito il locale in
            pizzeria.
            Solo che ha usato il sistema che usava prima.
            Invece del forno a legna e di un pizzaiolo
            capace, si e' dotato di 4 forni a microonde, e un
            congelatore dove conserva le pizze
            surgelate.

            E pretende di venderle a 10 euro l'una!Certa gente è votata al fallimento per natura.
          • panda rossa scrive:
            Re: I pirati hanno i minuti contanti
            - Scritto da: dont feed the troll/dovella
            - Scritto da: panda rossa

            - Scritto da: dont feed the troll/dovella


            - Scritto da: Joe Tornado



            Mettila in pratica ... non
            risparmiare

            sul



            pizzaiolo e sugli ingredienti e
            vedrai

            che



            guadagni ... altro che il
            videonoleggio



            !





            Si ma magari con una pizzeria dovrebbe

            lavorare...



            Ho conosciuto un ex videotecaro che ha

            riconvertito il locale in

            pizzeria.

            Solo che ha usato il sistema che usava prima.

            Invece del forno a legna e di un pizzaiolo

            capace, si e' dotato di 4 forni a microonde,
            e
            un

            congelatore dove conserva le pizze

            surgelate.



            E pretende di venderle a 10 euro l'una!

            Certa gente è votata al fallimento per natura.E questo e' niente.Devi sentirlo mentre bestemmia parlando del supermercato di fronte e della gente che va a comprarsi la pizza surgelata li', per cuocersela a casa.
          • Sgabbio scrive:
            Re: I pirati hanno i minuti contanti
            Ma stai scherzando ? Veramente, stai scherzando ? Cioè questo fa un servizio pessimo (si le pizzerie che fanno sto lavoro sono pessime di natura è durano poco tempo (fallire con una pizzeria poi è veramente difficile, credetemi :D), spacciando per pizze buone, quelle surgelate, poi si lamenta che la gente va al super mercato per comprare le pizze surgelate che costano una frazione rispetto a quel che pretende lui.Forse non gli è ben chiaro com'è dovrebbe essere una pizzeria, una pizza artigianale è tutt'altra cosa con una surgelata.
          • panda rossa scrive:
            Re: I pirati hanno i minuti contanti
            - Scritto da: Sgabbio
            Ma stai scherzando ? Veramente, stai scherzando ?
            Cioè questo fa un servizio pessimo (si le
            pizzerie che fanno sto lavoro sono pessime di
            natura è durano poco tempo (fallire con una
            pizzeria poi è veramente difficile, credetemi
            :D), spacciando per pizze buone, quelle
            surgelate, poi si lamenta che la gente va al
            super mercato per comprare le pizze surgelate che
            costano una frazione rispetto a quel che pretende
            lui.

            Forse non gli è ben chiaro com'è dovrebbe essere
            una pizzeria, una pizza artigianale è tutt'altra
            cosa con una
            surgelata.Quale parte di "ex videotecaro" non ti e' chiara?
          • Funz scrive:
            Re: I pirati hanno i minuti contanti
            - Scritto da: panda rossa
            - Scritto da: dont feed the troll/dovella

            - Scritto da: Joe Tornado


            Mettila in pratica ... non risparmiare
            sul


            pizzaiolo e sugli ingredienti e vedrai
            che


            guadagni ... altro che il videonoleggio


            !



            Si ma magari con una pizzeria dovrebbe
            lavorare...

            Ho conosciuto un ex videotecaro che ha
            riconvertito il locale in
            pizzeria.
            Solo che ha usato il sistema che usava prima.
            Invece del forno a legna e di un pizzaiolo
            capace, si e' dotato di 4 forni a microonde, e un
            congelatore dove conserva le pizze
            surgelate.Figata, e il distributore automatico di cassette l'ha riconvertito pure quello per le pizze? Ma le croste le devi riconsegnare?
            E pretende di venderle a 10 euro l'una!Eh, colpa della pirateria di chi si fa la pizza in casa :p
          • Sky scrive:
            Re: I pirati hanno i minuti contanti
            - Scritto da: Funz
            Eh, colpa della pirateria di chi si fa la pizza
            in casa :pPer quelle è già pronto un Equo Compenso da parte di SIAE-pizzaioli
    • Funz scrive:
      Re: I pirati hanno i minuti contanti
      - Scritto da: Videoteca Genesi
      E al ritorno dalle vacanze vi aspetto in
      videoteca.Non sei quella vera, una assurdità simile non la direbbe nemmeno lei :D
      • Videoteca Genesi scrive:
        Re: I pirati hanno i minuti contanti
        si intuisce che mettete il becco fuori casa raramente. I cinesi si stanno appropriando del mercato della copia, anche quello della pizza. Chi mangia la pizza poco gli frega se è stata cotta in un microonde, l'importante e pagarla poco, se poi è discreta ancora meglio. Non parlo naturalmente dei figli di papa che ricevono la paghetta settimanale, ma del popolo che deve far quadra il costo di un ticket restaurant di 7 euro. E i cinesi sono bravissimi in questo, tanto la qualita' non importa piu' nessuno. L'importante e pagare poco o niente. E' tutta una questione di costo, se qualcuno compra la pizza al supermercato per mangiarsela a casa, intuisco siano gli stessi che non mettono mai becco fuori casa. Per loro non è importante la qualita', la pizza al microonde va benissimo. L'unica cosa ragionevole che è stata scritta che se dovessi trasformare la mia videoteca in una pizzeria temo che dovrei lavorare e sinceramente non mi va proprio, non lo mai fatto. Quindi pensavo ad un microonde, tanto non è la stessa cosa tra un pizzaiolo e un elettrodomenstico?
        • Joe Tornado scrive:
          Re: I pirati hanno i minuti contanti
          Quindi pensavo ad un
          microonde, tanto non è la stessa cosa tra un
          pizzaiolo e un
          elettrodomenstico?Lascia perdere la ristorazione ... rimani videonoleggiatore e fallisci così !
        • Sky scrive:
          Re: I pirati hanno i minuti contanti
          Ahahahahahahahahahahahahahaha :DA parte la premessa (laddove parli di qualità, che sei anche condivisibile, purtroppo)... il resto è davvero un pezzo "estivo". :D
        • Funz scrive:
          Re: I pirati hanno i minuti contanti
          - Scritto da: Videoteca Genesi
          si intuisce che mettete il becco fuori casa
          raramente. I cinesi si stanno appropriando del
          mercato della copia, anche quello della pizza.
          Chi mangia la pizza poco gli frega se è stata
          cotta in un microonde, l'importante e pagarla
          poco, se poi è discreta ancora meglioSe questa è la tua mentalità, auguri.E' la stessa che ti porta a vendere film-spazzatura ignorando completamente le produzioni di qualità che però hanno un pubblico ristretto.Continua a vendere la tua merce precotta e riscaldata, e a trattare i tuoi clienti come incompetenti privi di gusto. Ma non lamentarti se poi fallisci, in realtà sei già fallita fin dall'inizio.
  • say no scrive:
    tra le righe
    tra le righe dell'articolo e dei "commenti" che riporta, e tra le righe dei commenti all'articolo, una cosa che "emerge" mi pare ci sia: rete e tecnologia (iCosi ecc.) = consumismo e nuovo "oppio" dei popoli... ... e, a conferma, l'evidente confusione tra Internet, il Web e i cosiddetti (sedicenti) Social Network la dice molto lunga da questo punto di vista...
    • Fiber scrive:
      Re: tra le righe
      - Scritto da: say no
      tra le righe dell'articolo e dei "commenti" che
      riporta, e tra le righe dei commenti
      all'articolo, una cosa che "emerge" mi pare ci
      sia:


      rete e tecnologia (iCosi ecc.) = consumismo e
      nuovo "oppio" dei popoli...


      ... e, a conferma, l'evidente confusione tra
      Internet, il Web e i cosiddetti (sedicenti)
      Social Network la dice molto lunga da questo
      punto di
      vista...iPhone e Ipad : venduti alla gente home consumer solo per giocare coi giochini scaricati da App Store a 2 e per connettersi al social network= pagano il devices e le connessioni flat dati Umts/Hsdpa solo per mettersi in vetrina ...per il resto non servono piu' a niente i soldi oggi si "investono" per queste attività
    • Funz scrive:
      Re: tra le righe
      - Scritto da: say no
      rete e tecnologia (iCosi ecc.) = consumismo e
      nuovo "oppio" dei popoli...Se Internet è oppio, la TV cos'è? Eroinomania terminale pervasiva generalizzata?
      • Sky scrive:
        Re: tra le righe
        Ed hai detto solo "la TV"... se poi alla tua frase aggiungessi "italiana" allora si che la camicia di forza è proprio dietro l'angolo. ;)
  • non fumo non bevo e non dico parolacce scrive:
    BUONE VACANZE A TUTTI !
    Ci rivediamo a settembre!
    • Fiber scrive:
      Re: BUONE VACANZE A TUTTI !
      - Scritto da: non fumo non bevo e non dico parolacce
      Ci rivediamo a settembre!ciaohttp://punto-informatico.it/b.aspx?i=3233895&m=3234374#p3234374
    • prova123 scrive:
      Re: BUONE VACANZE A TUTTI !
      Torna quando vuoi ...con calma ... senza fretta. :DUn po' di sana trollaggine è il sale della vita!(troll)(troll1)(troll2)(troll3)(troll4)
  • enriker scrive:
    internet non chiude...
    Essendo una rete di computer e visto che i server sono sempre attivi è sbagliato dire che Internet chiude..al limite alcune attività (in alcune nazioni) sulla rete diminuiscono per qualche settimana in un certo periodo.. (come i post sui blog, su twitter, sui forum..ecc.)Ma internet e i contenuti esistenti sono sempre disponibili..Con un dispotivo mobile si può accedere alle mappe se uno si trova in vacanza in località che conosce poco, cercare posti dove mangiare, alberghi. Ovviamente possiamo consultare sempre la nostra casella email..ecc. E' una questione di cultura...
  • iupiter scrive:
    pure ruppolo.
    speriamo va in ferie pure ruppolo...facciamo una 20ina d'anni
  • sgabe scrive:
    è che uno per quanto
    è che uno per quanto appassionato alla tecnologia, tra una spiaggi sole e mare...e un computer collegato a internet.... sceglie la spiaggia.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 01 agosto 2011 11.20-----------------------------------------------------------
  • stefano6791 scrive:
    Punto informatico chiude?
    I motivi sono tanti, ma non sono solo gli utenti. Il fatto che Punto Informatico ad Agosto "chiuda", per esempio, e' sintomatico. E io lo trovo un po' da realta' di pease.Ovvio che poi anche gli utenti non si collegano: politica in vacanza, informazione solo su pettegolezzi dei vip, PI chiuso... beh, se cio' che mi interessa e' in italiano, meglio mangiarsi il gelato sul lungo mare...
    • iupiter scrive:
      Re: Punto informatico chiude?
      esistono i tablet i cellulari...chi ci lavora seriamente in rete non va mai in ferie..chi chiude ad agosto e' da far ridere i polli...giusto in italia succedono queste cose...perke' e' la terra degli ignoranti sbruffoncelli che sanno tutto di tutto e non sono nessuno
      • Sgabbio scrive:
        Re: Punto informatico chiude?
        è usanza in italia che ci siano le ferie ad agosto. Per il resto è il solito post esageratamente esterofilo.
        • Picchiatell o scrive:
          Re: Punto informatico chiude?
          - Scritto da: Sgabbio
          è usanza in italia che ci siano le ferie ad
          agosto. Per il resto è il solito post
          esageratamente
          esterofilo.se non ci fossero le chiusure estive degli uffici ministeriali il pil scenderebbe di 10 punti...la questione e' un altra: certi "giornali" esisyono solo per le visite gratuite fatte da n. indivudui al lavoro tolti questi resta ben poco...ed il meccanismo si inceppa...
    • Luca Annunziata scrive:
      Re: Punto informatico chiude?
      sono 2 anni, e anche questo non fa eccezione, che PI NON chiude ad agosto...http://punto-informatico.it/Archivi/2010/8/Pagina1.aspx
      • Dottor Stranamore scrive:
        Re: Punto informatico chiude?
        - Scritto da: Luca Annunziata
        sono 2 anni, e anche questo non fa eccezione, che
        PI NON chiude ad
        agosto...

        http://punto-informatico.it/Archivi/2010/8/Pagina1E' da quando siete parte di Edizioni Master?Strano mi ricordavo che avevate chiuso l'anno scorso.
      • stefano6791 scrive:
        Re: Punto informatico chiude?
        Bene!Chiedo scusa se l'anno scorso non me ne sono accorto! Speriamo sia un segno di maturita' e che "internet non chiuda per ferie". Io ci saro' tutto Agosto!
    • non fumo non bevo e non dico parolacce scrive:
      Re: Punto informatico chiude?
      - Scritto da: stefano6791
      I motivi sono tanti, ma non sono solo gli utenti.
      Il fatto che Punto Informatico ad Agosto
      "chiuda", per esempio, e' sintomatico. E io lo
      trovo un po' da realta' di
      pease.
      Ovvio che poi anche gli utenti non si collegano:
      politica in vacanza, informazione solo su
      pettegolezzi dei vip, PI chiuso... beh, se cio'
      che mi interessa e' in italiano, meglio mangiarsi
      il gelato sul lungo
      mare...NO, ATTENZIONE !!!!!!La politica NON chiude ad agosto. Anzi!E' ad agosto che si fanno le cose peggiori.E' ad agosto che si autoapprovano i super aumenti agli stipendi.E' ad agosto che fanno le peggiori leggi, che penalizzano i lavoratori.Purtroppo ad agosto c'è solo il calo di attenzione.I giornali e le TV ti parlano di tintarella e scottature mentre il tuo stipendio viene penalizzato ed il loro aumentato.No, la politica non chiude ad agosto.
      • say no scrive:
        Re: Punto informatico chiude?
        - Scritto da: non fumo non bevo e non dico parolacce[...]
        No, la politica non chiude ad agosto.per non parlare di natale e, soprattutto, capodanno... quando tra le immense montagne di atti di fine anno ci si "infilano" anche (ben camuffati nel mucchio) anche le "decisioni" e le "spese" più "improbabili" (ovvero "improponibili")...
    • Alfonso Maruccia scrive:
      Re: Punto informatico chiude?
      Lol, magari a chiudere d'estate è solo ruppolo e il reparto troll del forum. Sarebbe apprezzabile, come cosa :-PPersonalmente preventivo di perdere meno tempo su faccia di libro e curare molto di più il mio blog. Io non mi disconnetto. Mai. Manco su Marte :-D
      • Sgabbio scrive:
        Re: Punto informatico chiude?
        Anche tu fai parte del reparto troll, visto le tue sparete nei commenti contro apple atti solo per izzare i flames tanto cari a PI.Per il resto, molti siti d'informazione specializzata in italia XXXXXno di postare notizie per tutto agosto o per 2 settiamente, PI era tra questi, poi hanno deciso di non farlo più da 2 anni, certo, vista la qualità media delle notizie, non è che cambi molto, per il resto è lodevole l'iniziativa considerando quello che fa la concorrenza.
        • Sky scrive:
          Re: Punto informatico chiude?
          - Scritto da: Sgabbio
          Anche tu fai parte del reparto troll, visto le
          tue sparete nei commenti contro apple atti solo
          per izzare i flames tanto cari a
          PI. Su, dai, capiscili: hanno bisogno di una giustificazione per rinnovare il parco dischi dei server... ;)P.S.mica m'ero accorto della non-chiusura... bene... (forse) avrò cose da leggere anche ad agosto. :DMa lo fate per gli australiani vero?... su su... ditelo. ;)
          • Sgabbio scrive:
            Re: Punto informatico chiude?
            hanno un allevamento di troll in australia... :DComunque se dopo 2 ore hai letto quel post, vuol dire che la moderazione di PI è già in vacanza con la testa, visto che ad ogni osservazione che fai su di loro, si viene moderati all'istante.
          • Dottor Stranamore scrive:
            Re: Punto informatico chiude?
            - Scritto da: Sgabbio
            hanno un allevamento di troll in australia... :D

            Comunque se dopo 2 ore hai letto quel post, vuol
            dire che la moderazione di PI è già in vacanza
            con la testa, visto che ad ogni osservazione che
            fai su di loro, si viene moderati
            all'istante.E piantala di fare il piangina, i tuoi post li cancellano perché violano la sacra netiquette di PI. Poi per come scrivi e ragioni per me dovrebbero cancellarli a priori.
          • Sky scrive:
            Re: Punto informatico chiude?
            Evviva la democrazia... evviva la Costituzione (art. 21)... ed infine, evviva la cortesia.
          • Sgabbio scrive:
            Re: Punto informatico chiude?
            A parte il fatto che i miei post non vietano nessuna netiquette, visto che criticare la gestione di un sito direttamente dal sito stesso è sempre stata una attività lecità, malvista solotato da chi ha un ego smisurato, sapendo di essere nel torto.Al massimo si potrebbe parlare della policy, che PI fa rispettare quando gli fa più comodo. Non c'è niente che vieti di criticare il sito, sopratutto se è attinente con il tema e la discussione di un thread, però moderano anche in maniera chiriurgica da un pò di giorni.Il resto del tuo discorso e solo trolleggio di bassa lega, eri meglio nei primi tempi :/poi ho notato che il termine piangina è usato da vari "finiti anonimi" di PI... Tra l'altro sempre sto discorso del "critcare = piangina" lascia il tempo che trova.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 02 agosto 2011 15.14-----------------------------------------------------------
      • monocellula re scrive:
        Re: Punto informatico chiude?
        - Scritto da: Alfonso Maruccia
        Lol, magari a chiudere d'estate è solo ruppolo e
        il reparto troll del forum. Sarebbe apprezzabile,
        come cosa
        :-P

        Personalmente preventivo di perdere meno tempo su
        faccia di libro e curare molto di più il mio
        blog. Io non mi disconnetto. Mai. Manco su Marte
        :-DVeramente a me i commenti di ruppolo in genere piacciono.E poi, dai, un po di troll alla fine è divertente. E' un po' un non prendersi troppo sul serio. No? Di gente che si prende troppo sul serio ce n'è già troppa al mondo. Quindi, lasciami aggiungere..."Windows al tappeto!""Apple al tappeto!""Linux al tappeto!"...e chi più ne ha, più ne metta!: )
        • Veritas scrive:
          Re: Punto informatico chiude?
          - Scritto da: monocellula re
          - Scritto da: Alfonso Maruccia

          Lol, magari a chiudere d'estate è solo
          ruppolo
          e

          il reparto troll del forum. Sarebbe
          apprezzabile,

          come cosa

          :-P



          Personalmente preventivo di perdere meno
          tempo
          su

          faccia di libro e curare molto di più il mio

          blog. Io non mi disconnetto. Mai. Manco su
          Marte

          :-D

          Veramente a me i commenti di ruppolo in genere
          piacciono.
          E poi, dai, un po di troll alla fine è
          divertente.

          E' un po' un non prendersi troppo sul serio. No?
          Di gente che si prende troppo sul serio ce n'è
          già troppa al mondo. Quindi, lasciami
          aggiungere...

          "Windows al tappeto!"
          "Apple al tappeto!"
          "Linux al tappeto!"

          ...e chi più ne ha, più ne metta!

          : )No, lui si prende sul serio e panda rossa si vanta della propria reputazione :D
        • Sgabbio scrive:
          Re: Punto informatico chiude?
          il problema è che ci sono solo trollate e basta.
          • Dottor Stranamore scrive:
            Re: Punto informatico chiude?
            - Scritto da: Sgabbio
            il problema è che ci sono solo trollate e bastaHa parlato il dritto che in trecento post ha scritto solo (rotfl)(rotfl)(rotfl)Roba che altrove ti bannano a vita. Utilizzi bene lo spazio che ti viene conXXXXX.
  • Uto Uti scrive:
    Vacanze
    Ah no, io non rinuncio alla rete nemmeno in vacanza, e dove li trovo sennò i transessuali ad agosto?
  • panda rossa scrive:
    Il solito equivoco da studio aperto
    L'articolo si basa su un assunto sbagliato.Scambia internet per il web, scambia il web per i social network.Internet non si svuota affatto d'estate.E' la gente che non si collega.Ma per fortuna, internet non e' fatto dalla gente, ma dai server, che in ferie non ci vanno!Tanto piu' che in questa stagione, in australia e sud america e' inverno, e quindi chi tiene corrispondenza elettronica col mondo intero e non si limita alle amicizie su fessbuk, non risente mica delle stagioni e del cambio di clima.
    • Dottor Stranamore scrive:
      Re: Il solito equivoco da studio aperto
      - Scritto da: panda rossa
      L'articolo si basa su un assunto sbagliato.
      Scambia internet per il web, scambia il web per i
      social
      network.

      Internet non si svuota affatto d'estate.
      E' la gente che non si collega.
      Ma per fortuna, internet non e' fatto dalla
      gente, ma dai server, che in ferie non ci
      vanno!
      Allora anche le tv continuano a trasmettere d'estate,ma questo che c'entra?meno gente sta in casa d'estate, punto.A mantellini che si intristisce per i pochi abbonati a internet voglio ricordare che in meridione due giovani su tre sono disoccupati, quindi è ovvio che senza lavoro non possono mica permettersi un abbonamento a banda larga frivolo e inutile.
      • panda rossa scrive:
        Re: Il solito equivoco da studio aperto
        - Scritto da: Dottor Stranamore
        - Scritto da: panda rossa

        L'articolo si basa su un assunto sbagliato.

        Scambia internet per il web, scambia il web
        per
        i

        social

        network.



        Internet non si svuota affatto d'estate.

        E' la gente che non si collega.

        Ma per fortuna, internet non e' fatto dalla

        gente, ma dai server, che in ferie non ci

        vanno!



        Allora anche le tv continuano a trasmettere
        d'estate,ma questo che
        c'entra?Si, ma trasmettono che cosa? Repliche!
        meno gente sta in casa d'estate, punto.La tecnologia oggi permette sia di connettersi alla rete che guardare la tv, in comoda mobilita'.
        • Dottor Stranamore scrive:
          Re: Il solito equivoco da studio aperto
          - Scritto da: panda rossa
          - Scritto da: Dottor Stranamore

          - Scritto da: panda rossa


          L'articolo si basa su un assunto
          sbagliato.


          Scambia internet per il web, scambia il
          web

          per

          i


          social


          network.





          Internet non si svuota affatto d'estate.


          E' la gente che non si collega.


          Ma per fortuna, internet non e' fatto
          dalla


          gente, ma dai server, che in ferie non
          ci


          vanno!






          Allora anche le tv continuano a trasmettere

          d'estate,ma questo che

          c'entra?

          Si, ma trasmettono che cosa? Repliche!
          Ma adesso non più come prima, anche se non so quand'è che l'ho guardata l'ultima volta. Però anche i siti sono gestiti da persone, se queste vanno in ferie o c'è meno personale i contenuti diminuiscono. I blogger vanno in vacanza, PI non andrà in vacanza ma d'estate pubblica di meno, altri chiudono proprio per tutto agosto.

          meno gente sta in casa d'estate, punto.

          La tecnologia oggi permette sia di connettersi
          alla rete che guardare la tv, in comoda
          mobilita'.Sì ma io li vedo in metropolitana, si mandano i messaggini tra di loro. Poi non capisco Mantellini, se uno già al lavoro usa Internet e non si abbona si vede che quelle due cose che gli servono non lo spingono a un abbonamento casalingo.Ma d'altro canto il Mante non è certo un proletario, mi ricordo la lista di giornali che comprava tutti i giorni. Uno con uno stipendio medio non ha la possibilità di comprare così tante cose: diversi giornali, l'abbonamento a banda larga, il mac, l'ipad, l'iphone e anche avere il tempo di seguire e scrivere su tutti quei social network. Ma è un male poi che uno d'estate abbia voglia di stare all'aria aperta? Al mare o in montagna e di fregarsene di quello che succede nel mondo? Essere sempre connessi e raggiungibili rende nevrotici. Molti guru di Internet consigliano di stare almeno 30 giorni all'anno completamente disconnessi.
          • panda rossa scrive:
            Re: Il solito equivoco da studio aperto
            - Scritto da: Dottor Stranamore

            Ma adesso non più come prima, anche se non so
            quand'è che l'ho guardata l'ultima volta. Però
            anche i siti sono gestiti da persone, se queste
            vanno in ferie o c'è meno personale i contenuti
            diminuiscono. I blogger vanno in vacanza, PI non
            andrà in vacanza ma d'estate pubblica di meno,
            altri chiudono proprio per tutto
            agosto.Internet non e' solo PI.Come ho scritto nel primo messaggio, in Australia e' inverno.E in altre parti del mondo, europa compresa, non c'e' l'usanza di chiudere per ferie in agosto.
            Sì ma io li vedo in metropolitana, si mandano i
            messaggini tra di loro. Poi non capisco
            Mantellini, se uno già al lavoro usa Internet e
            non si abbona si vede che quelle due cose che gli
            servono non lo spingono a un abbonamento
            casalingo.Chi non ha internet a casa non fa testo e non deve fare testo, visto che usare fesbuk al lavoro non credo proprio che faccia parte delle mansioni lavorative.
            Ma d'altro canto il Mante non è certo un
            proletario, mi ricordo la lista di giornali che
            comprava tutti i giorni. Uno con uno stipendio
            medio non ha la possibilità di comprare così
            tante cose: diversi giornali, l'abbonamento a
            banda larga, il mac, l'ipad, l'iphone e anche
            avere il tempo di seguire e scrivere su tutti
            quei social network.Dove hai letto che COMPRA tutti quei giornali?Io quando ho bisogno di leggere dei giornali, li leggo, ma non li compro di certo.Per quanto riguarda il resto, se il Mantellini fa quel mestiere che fa, e' normale sia l'attrezzatura di lavoro che tutto il resto.
            Ma è un male poi che uno d'estate abbia voglia di
            stare all'aria aperta? Al mare o in montagna e di
            fregarsene di quello che succede nel mondo?Stare all'aria aperta va benissimo.Fregarsene di quello che succede nel mondo un po' meno.
            Essere sempre connessi e raggiungibili rende
            nevrotici. Molti guru di Internet consigliano di
            stare almeno 30 giorni all'anno completamente
            disconnessi.Il problema non e' l'essere raggiungibili, ma il raggiungere.Io non ho nessuna difficolta' a rendermi irraggiungibile.L'importante e' che io possa sempre raggiungere l'informazione che mi serve.
          • valeriano scrive:
            Re: Il solito equivoco da studio aperto
            - Scritto da: panda rossa
            - Scritto da: Dottor Stranamore
            li leggo, ma non li compro di certomi dici come fai? lo voglio fare anche io ma l'edicolante non è tanto d'accordo
          • krane scrive:
            Re: Il solito equivoco da studio aperto
            - Scritto da: valeriano
            - Scritto da: panda rossa

            - Scritto da: Dottor Stranamore

            li leggo, ma non li compro di certo
            mi dici come fai? lo voglio fare anche io ma
            l'edicolante non è tanto d'accordoLa stampa te la posso prestare io, nessun problema, anche topolino ma quest'ultimo non prima del giovedi'.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 01 agosto 2011 14.13-----------------------------------------------------------
          • panda rossa scrive:
            Re: Il solito equivoco da studio aperto
            - Scritto da: valeriano
            - Scritto da: panda rossa

            - Scritto da: Dottor Stranamore

            li leggo, ma non li compro di certo

            mi dici come fai? lo voglio fare anche io ma
            l'edicolante non è tanto
            d'accordoBiblioteca.Internet.Barbiere.Bar.Abbandonato sul treno.Raccolto dal bidone della carta.Prestito....
          • valeriano scrive:
            Re: Il solito equivoco da studio aperto
            - Scritto da: panda rossa
            Biblioteca.quale? del proprio Comune o dell'Università?cioè tu non per non spendere 1 euro ti rechi in quei posti ogni santo dì?
            Internet.facile così, si sta parlando comunque di carta stampata e di letture d'agosto quando tutto rallenta eh.
            Barbiere.e chi è calvo o ci è andato da poco?
            Bar.al bar tutto sommato... però devi consumare, quindi il giornale ti viene a costare almeno il doppio per poi lascialo lì sul tavolo
            Abbandonato sul treno.eh certo, se hai XXXX
            Raccolto dal bidone della carta.vabbè dai, un pò di dignità
            Prestito.questa non regge, devi aspettare che un altro lo compri e se quella persona la pensa come te?
          • Dottor Stranamore scrive:
            Re: Il solito equivoco da studio aperto
            - Scritto da: valeriano

            Bar.
            al bar tutto sommato... però devi consumare,
            quindi il giornale ti viene a costare almeno il
            doppio per poi lascialo lì sul
            tavoloSai quanti vanno lì chiacchierano col barista e si leggono il giornale senza consumare?
          • Sgabbio scrive:
            Re: Il solito equivoco da studio aperto
            complimenti, hai capito tutto. lol
          • krane scrive:
            Re: Il solito equivoco da studio aperto
            - Scritto da: valeriano
            - Scritto da: panda rossa

            Biblioteca.
            quale? del proprio Comune o dell'Università?
            cioè tu non per non spendere 1 euro ti rechi in
            quei posti ogni santo
            dì?


            Internet.
            facile così, si sta parlando comunque di carta
            stampata e di letture d'agosto quando tutto
            rallenta
            eh.


            Barbiere.
            e chi è calvo o ci è andato da poco?


            Bar.
            al bar tutto sommato... però devi consumare,
            quindi il giornale ti viene a costare almeno il
            doppio per poi lascialo lì sul
            tavolo


            Abbandonato sul treno.
            eh certo, se hai XXXX


            Raccolto dal bidone della carta.
            vabbè dai, un pò di dignità


            Prestito.
            questa non regge, devi aspettare che un altro lo
            compri e se quella persona la pensa come te?La rete esiste apposta per far conosciere persone lontane con interessi comuni no ?
          • panda rossa scrive:
            Re: Il solito equivoco da studio aperto
            - Scritto da: valeriano
            - Scritto da: panda rossa

            Biblioteca.
            quale? del proprio Comune o dell'Università?
            cioè tu non per non spendere 1 euro ti rechi in
            quei posti ogni santo
            dì?Quale parte di "quando ho bisogno" non ti e' chiara?

            Internet.
            facile così, si sta parlando comunque di carta
            stampata e di letture d'agosto quando tutto
            rallenta
            eh.


            Barbiere.
            e chi è calvo o ci è andato da poco?E che cosa ti impedisce di entrare lo stesso per leggere il giornale e fare quattro chiacchere con gli astanti?Mica tutti quelli che hanno una bottega sono come i videotecari?

            Bar.
            al bar tutto sommato... però devi consumare,
            quindi il giornale ti viene a costare almeno il
            doppio per poi lascialo lì sul
            tavoloAl bar se ci devi andare comunque.E poi e' come per il barbiere: puoi sempre entrare per leggere il giornale e fare quattro chiacchere.

            Abbandonato sul treno.
            eh certo, se hai XXXXOgni mattina riesco sempre a recuperare almeno un paio di copie del corriere e della repubblica.Anche di gazzette se ne trovano quando e' iniziato il campionato.E questo sui treni di pendolari.Sulla freccia rossa te lo danno gratis il giornale!

            Raccolto dal bidone della carta.
            vabbè dai, un pò di dignitàSono i bidoni per la carta: la mattina contengono solo ed unicamente giornali.La dignita' e' una cosa un po' diversa dalle apparenze.

            Prestito.
            questa non regge, devi aspettare che un altro lo
            compri e se quella persona la pensa come te?Ne trovo un'altra.Tanto non ho mica fretta.I soldi per il giornale non li spendi mica per il giornale, ma per avere il giornale in quel momento! Paghi il servizio, insomma.Se non hai fretta (e per gli articoli culturali non c'e' fretta, tanto le news stanno in rete gratis) si puo' tranquillamente aspettare la sera, quando il giornale diventa carta straccia.
          • Dottor Stranamore scrive:
            Re: Il solito equivoco da studio aperto
            - Scritto da: panda rossa
            Raccolto dal bidone della carta.Mi spiace non immaginavo :(Però su paypal qualche donazione al programmatore open source potrebbero farla :'(
          • panda rossa scrive:
            Re: Il solito equivoco da studio aperto
            - Scritto da: Dottor Stranamore
            - Scritto da: panda rossa

            Raccolto dal bidone della carta.

            Mi spiace non immaginavo :(
            Però su paypal qualche donazione al programmatore
            open source potrebbero farla
            :'(Sentiti pure libero di buttarci i tuoi soldi nel bidone della carta.Farai felice quello che li trova.
          • Joe Tornado scrive:
            Re: Il solito equivoco da studio aperto
            Hai detto bene ... con i televisori che hanno buttato dopo il passaggio al DVB-T nel mio comune ho "arredato" garage ed un paio di case fuori città :) Un grosso grazie a chi lascia materiale funzionante al lato dei cassonetti ;)
          • Sgabbio scrive:
            Re: Il solito equivoco da studio aperto
            anche in molte discariche, c'è gente che butta via cosa completamente funzionanti....
          • Picchiatell o scrive:
            Re: Il solito equivoco da studio aperto
            - Scritto da: panda rossa

            Biblioteca.
            Internet.
            Barbiere.
            Bar.
            Abbandonato sul treno.
            Raccolto dal bidone della carta.
            Prestito.
            ...tenuto conto che:il 50% degli articoli sui giornali sono veline del governo il 40% e' pubblicita indiretta il 10 % cronaca nera...-alcune pile di giornali nuovi vengono liberamente lasciati agli angoli delle strade delle grandi città.vanno benissimo anche articoli di 4 o 5 mesi fa tanto dicono sempre le stesse cose...
          • Picchiatell o scrive:
            Re: Il solito equivoco da studio aperto
            - Scritto da: valeriano
            - Scritto da: panda rossa

            - Scritto da: Dottor Stranamore

            li leggo, ma non li compro di certo

            mi dici come fai? lo voglio fare anche io ma
            l'edicolante non è tanto
            d'accordotieni conto che considerando gli articolisti nostrani vanno benissimo le notizie gratuite dell'ansa o adnkronos...
          • Dottor Stranamore scrive:
            Re: Il solito equivoco da studio aperto
            - Scritto da: panda rossa
            Dove hai letto che COMPRA tutti quei giornali?Sul suo blog quando ha parlato dell'ipotesi di abbonarsi a quei quotidiani tramite Ipad e ha messo la lista dei giornali che compra abitualmente.
          • panda rossa scrive:
            Re: Il solito equivoco da studio aperto
            - Scritto da: Dottor Stranamore
            - Scritto da: panda rossa

            Dove hai letto che COMPRA tutti quei
            giornali?

            Sul suo blog quando ha parlato dell'ipotesi di
            abbonarsi a quei quotidiani tramite Ipad e ha
            messo la lista dei giornali che compra
            abitualmente.Evidentemente il suo regime fiscale gli permettera' di scaricarli come costi d'impresa.Oppure avra' un introito d'attivita' tale da giustificare l'esborso di 10/20 euro al giorno per procacciarsi tutti quei chili di carta.Io pure non ho mai comprato un acXXXXXrio di computer: mouse, tastiera, dischi esterni, cavi e orpelli vari, tutta roba che ho sempre rimediato o raccattato in giro grazie alla mia attivita'.
          • Dottor Stranamore scrive:
            Re: Il solito equivoco da studio aperto
            - Scritto da: panda rossa
            - Scritto da: Dottor Stranamore

            - Scritto da: panda rossa


            Dove hai letto che COMPRA tutti quei

            giornali?



            Sul suo blog quando ha parlato dell'ipotesi
            di

            abbonarsi a quei quotidiani tramite Ipad e ha

            messo la lista dei giornali che compra

            abitualmente.

            Evidentemente il suo regime fiscale gli
            permettera' di scaricarli come costi
            d'impresa.È un radiologo.
          • panda rossa scrive:
            Re: Il solito equivoco da studio aperto
            - Scritto da: Dottor Stranamore

            Evidentemente il suo regime fiscale gli

            permettera' di scaricarli come costi

            d'impresa.

            È un radiologo.E allora forse, dopo averli letti, li mettera' in sala di attesa per i clienti che devono fare una lastra.Quindi spese di esercizio.Finche' non arrivera' la SIAE e gli sequestrera' lo studio per illegale distribuzione di informazione a mezzo stampa e illegale diffusione di musica in sala di aspetto.
          • Dottor Stranamore scrive:
            Re: Il solito equivoco da studio aperto
            - Scritto da: panda rossa
            - Scritto da: Dottor Stranamore


            Evidentemente il suo regime fiscale gli


            permettera' di scaricarli come costi


            d'impresa.



            È un radiologo.

            E allora forse, dopo averli letti, li mettera' in
            sala di attesa per i clienti che devono fare una
            lastra.

            Quindi spese di esercizio.
            Cioè mette i giornali a cui si è abbonato con l'ipad (e che hanno sostituito i suoi cartacei) in una sala d'aspetto?
          • panda rossa scrive:
            Re: Il solito equivoco da studio aperto
            - Scritto da: Dottor Stranamore
            Cioè mette i giornali a cui si è abbonato con
            l'ipad (e che hanno sostituito i suoi cartacei)
            in una sala
            d'aspetto?Parliamo di giornali su carta (gli unici che posseggono un controvalore monetario la mattina presto quando escono).
          • Massimo Mantellini scrive:
            Re: Il solito equivoco da studio aperto
            la discussione sui giornali che leggo non me la sarei mai aspettata ;)
          • corigan scrive:
            Re: Il solito equivoco da studio aperto
            mi sembra che lei abbia un opinione un po bassina di internet.molto meglio i b52 che stanno sempre all'aria aperta eh? :)
          • Herp derp scrive:
            Re: Il solito equivoco da studio aperto
            Tu ne sei un esempio lampante.
            Essere sempre connessi e raggiungibili rende
            nevrotici.
        • Fiber scrive:
          Re: Il solito equivoco da studio aperto
          - Scritto da: panda rossa
          - Scritto da: Dottor Stranamore

          - Scritto da: panda rossa


          L'articolo si basa su un assunto
          sbagliato.


          Scambia internet per il web, scambia il
          web

          per

          i


          social


          network.





          Internet non si svuota affatto d'estate.


          E' la gente che non si collega.


          Ma per fortuna, internet non e' fatto
          dalla


          gente, ma dai server, che in ferie non
          ci


          vanno!






          Allora anche le tv continuano a trasmettere

          d'estate,ma questo che

          c'entra?

          Si, ma trasmettono che cosa? Repliche!


          meno gente sta in casa d'estate, punto.

          La tecnologia oggi permette sia di connettersi
          alla rete che guardare la tv, in comoda
          mobilita'.la mobilita' con lo SmartPhone e' un falsa connessione a internet dato che viene usata solo per cazpeggiare sui 2 classici social network in cui mettersi in vetrina stile Uomini e Donne di Maria de Filippi se noti gli accessi al web e non per il capzeggio come appena evidenziato calano drasticamente durante il periodo estivo in base all'emisfero in cui si abita ( luglio-agosto nell'emisfero nord ...e gennaio-febbraio nell'emisfero sud del pianeta Terra ) semplicemente perche' col caldo, il bel tempo e le giornate piu' lunghe, salendo gli ormoni e la dopamina molti uomini pensano solo al pelo cosi' come molte donne solo al mattarello..... come fossero in trans e non gli passa nemmeno piu' per l'anticamera del cervello fare quello che facevano fino ad 1 mese prima cosi' come avere degli interessi anche per arricchire la mente attingendo info dal web et similia .......fino a quando con settembre per l'emisfero nord e marzo per l'emisfero sud del pianeta, con l'avvio dell'autunno , giornate sempre piu' corte e primi brutti tempi, ricalano i livelli di dopamina e degli ormoni e la gente ritorna ad avere interessi che vanno al di fuori del solo trom-bare o star in giro a capzeggiare col drink in mano etc ...o meglio si ricconnettono un po' di neuroni per avere anche degli interessi che vanno al di fuori dei soli istinti animali, quindi tornano gli accessi sul web ... e non solo per andare sui 2 social network come FessBuk etc..per quanto concerne i 2 social , questi si ripopolano con l'avvio dell'autunno considerando che non essendo appunto piu' estate la gente continua poi a mettersi in vetrina come da Uomini e Donne di Maria de Filippi sul web ... dopo aver smesso di farlo sulle spiaggie o in piscina ed in giro tutte le sante sere per locali estivi-aperitivi gia' dalle 18 in cerca di trom-bate,avventure ,TRADIMENTI etc-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 02 agosto 2011 14.08-----------------------------------------------------------
          • Sgabbio scrive:
            Re: Il solito equivoco da studio aperto
            hmm non sono molto d'accordo su alcune cose.
          • Fiber scrive:
            Re: Il solito equivoco da studio aperto
            - Scritto da: Sgabbio
            hmm non sono molto d'accordo su alcune cose.hai ragione...gli anziani ( ricordando che l'anzianità e' soggettiva) fanno voce a parte, ovvero non fanno parte di quel gruppo ma sono piu' costanti durante l'intero anno per ovvi motivi d'età
      • Sgabbio scrive:
        Re: Il solito equivoco da studio aperto
        Anche la tv e frivola e inutile... internet non direi...su su trolla :D
    • Picchiatell o scrive:
      Re: Il solito equivoco da studio aperto
      - Scritto da: panda rossa
      L'articolo si basa su un assunto sbagliato.
      Scambia internet per il web, scambia il web per i
      social
      network.

      Internet non si svuota affatto d'estate.
      E' la gente che non si collega.
      Ma per fortuna, internet non e' fatto dalla
      gente, ma dai server, che in ferie non ci
      vanno!

      Tanto piu' che in questa stagione, in australia e
      sud america e' inverno, e quindi chi tiene
      corrispondenza elettronica col mondo intero e non
      si limita alle amicizie su fessbuk, non risente
      mica delle stagioni e del cambio di
      clima.L'articolo parte dal presupposto che chi fa gli articoli per i gggiornali online nostrani non viene abbondantemente pagato durante l'estate perche' appunto in questi mesi ci sono meno visite dovute a quei "pirati" ( altre che il bimbomikia che che scarica dalla rete) che invece di lavorare negli uffici pubblici si fiondano su fessbuck...sul 24 ore e sul the jurnal ...se scrivessero in inglese dei buoni articoli come ha descritto Tu di gente in rete nel mondo ne esiste anhce in questi mei...purtroppo si tende a veder sempre la propria bagnarola che il mare della rete...mi e' piaciuto l'accostamento a studio aperto...
Chiudi i commenti