Google soffia un algoritmo a Microsoft

BigG mette le mani su un algoritmo di ricerca australiano creato da un studente, per offrire ricerche testuali ancora più accurate. Era già stato applaudito da Bill Gates


Mountain View (USA) – L’ultimo acquisto tecnologico in casa Google si chiama Orion ed è un algoritmo nato dalla mente del giovane Ori Allon, uno studente israeliano di 26 anni che studia informatica a Melbourne, in Australia.

Orion, che ha già sollevato l’attenzione di Microsoft e incassato gli applausi di Bill Gates, è uno dei più promettenti sistemi di ricerca testuale sul mercato, in grado di migliorare la pertinenza dei risultati di ricerca inquadrando il sito di interesse in un network di spazi web vicini per “senso” e “argomento”.

“Con questo nuovo algoritmo si è in grado di aumentare la precisione delle ricerche testuali”, dice il giovane Allon. “Orion dà modo di sapere con precisione la pertinenza della nostra ricerca perché estrapola le parole chiavi associate alla chiave di ricerca”, spiega il creatore, “così da offrire una profondità di ricerca molto più elevata”.

Un esempio pratico? Una ricerca effettuata con la stringa “risorgimento italiano” dà accesso ad una lista di temi associati , come ad esempio “Garibaldi”, “Statuto Albertino”, “Cavour”. L’utente potrà accedere a questa rete semantica in modo immediato ed intuitivo, così da avere “maggiori informazioni senza dover essere esperti dei motori di ricerca”, sottolinea Allon. I risultati vengono presentati in modo tale, che ancor prima di visitare i siti di interesse l’utente possa capire se sono realmente pertinenti con quanto stava ricercando.

Il giovane programmatore ha già lasciato l’Australia ed ora lavora presso gli uffici del quartiere generale californiano di Google. Prima di BigG, anche Yahoo! ed MSN avevano avviato le trattative per acquistare i diritti d’uso su Orion, sapendo che precisione e buoni risultati sono fondamentali nella competizione tra motori di ricerca. Un algoritmo innovativo, sostengono gli esperti, può determinare una posizione dominante sul mercato.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    OSX basta ed avanza...
    Utilizzo un mac per lavoro in quanto mi permette di lavorare velocemente senza problemi.Ho un economico, rispetto al mac, pc che utilizzo per smanettare, giochicchiare e per programmi che non trovo disponibili per mac.Senza incasinare il mac credo che avere due computer, uno mac e un pc con windows, sia la scelta migliore.
  • Anonimo scrive:
    [OT] A prescindere da tutto...
    ...vedere l'elegantissima grafica di Vista sugli elegantissimi Mac è un vero spettacolo! :DLi facessero anche totalmente neri e sarebbe perfetto!
    • Anonimo scrive:
      Re: [OT] A prescindere da tutto...
      - Scritto da: Anonimo
      ...vedere l'elegantissima grafica di Vista sugli
      elegantissimi Mac è un vero spettacolo! :DQuestione di gusti, ma preferisco l'estetica di OS X. :) Se poi non si risolveranno i problemi e installare Vista significherà rinunciare ad OS X, non molti lo faranno.
      • Anonimo scrive:
        Re: [OT] A prescindere da tutto...
        - Scritto da: Anonimo
        - Scritto da: Anonimo

        ...vedere l'elegantissima grafica di Vista sugli

        elegantissimi Mac è un vero spettacolo! :D

        Questione di gusti, ma preferisco l'estetica di
        OS X. :)

        Se poi non si risolveranno i problemi e
        installare Vista significherà rinunciare ad OS X,
        non molti lo faranno.Ma soprattutto chissenefrega di Vista, quando c'e' OSX?
Chiudi i commenti