Google, un tool contro il malware?

Websense sfrutta la funzione di ricerca sui file binari offerta da BigG per creare una sorta di antivirus per Internet, che scava tra i file pubblicati sul web alla ricerca di quelli potenzialmente dannosi

San Francisco (USA) – Gli esperti di sicurezza di Websense hanno trasformato una funzione semisconosciuta di Google in un ingranaggio fondamentale per un software che setaccia il Web alla ricerca di virus e worm . Una sorta di antivirus: attraverso la funzione di ricerca sui file binari , Websense ha infatti realizzato un tool per individuare file contenenti varie forme di malware.

Lo strumento, ancora in fase sperimentale, è riuscito a rintracciare 2mila siti web che ospitavano o diffondevano vari worm. La funzione ” binary search ” di Google, spiega Dan Hubbard di Websense in un’intervista rilasciata a PC World , “può essere utilizzata per guardare all’interno dei file.exe e scovare stringhe sospette di codice”.

Il principio di funzionamento del software di Websense è del tutto simile a quello degli antivirus tradizionali. Tuttavia, come ha voluto specificare Hubbard, l’azienda non ha ancora intenzione di rilasciare al pubblico questo programma: “Sarebbe un rischio troppo grande”, ha detto l’esperto, “perché un utente malintenzionato potrebbe sfruttare questo servizio per ricercare e scaricare file dannosi da modificare e ridistribuire”.

Altri rischi legati agli abusi di questo software, secondo Hubbard, sono legati alla possibilità che qualcuno possa utilizzare le informazioni estrapolate da Google per “ingannare il motore di ricerca e manipolare direttamente i file contenenti codice malevolo, così da falsare i risultati di ricerca e magari spingere gli utenti al download di contenuti fasulli”.

La parte più interessante di questa funzione di search binario, secondo molti osservatori, non è strettamente correlata alle possibili ricadute positive e negative nel settore della sicurezza informatica. Google, in base a quanto messo in luce da Websense, potrebbe essere sul punto di varare un motore di ricerca solo per file binari : “Google sta chiaramente espandendo gli orizzonti dei propri crawler “, ha detto Johnny Long, autore di numerosi libri su Google e sull’open source.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • puffetta scrive:
    Sapori di libertà
    Certo che i "contestatori rischiano parecchio. Li ammiro molto, ammiro il loro gesto che è una vera lezione di vita che insegna l'importanza della libertà d'espressione politca culturare e sociale. Noi, così liberi di sproloquiare, di mugugnare e di agire senza rischiare nulla, nel nostro bel mondo occidentale non muoviamo un dito per difendere i diritti di libertà contro i governi che in virtù di un famtomatico Bin Laden stanno per censurarci anche la virgola.
    • Anonimo scrive:
      Re: Sapori di libertà
      Cioè tu invidi questi che rischiano la vita per potere parlare liberamente e sputi sulla tua di libertà, garantita da secoli di cultura liberale oltre che scritta sulla Costituzione?Addaveni Baffone, compagnera! - Scritto da: puffetta
      Certo che i "contestatori rischiano parecchio. Li
      ammiro molto, ammiro il loro gesto che è una
      vera lezione di vita che insegna l'importanza
      della libertà d'espressione politca culturare e
      sociale.

      Noi, così liberi di sproloquiare, di mugugnare e
      di agire senza rischiare nulla, nel nostro bel
      mondo occidentale non muoviamo un dito per
      difendere i diritti di libertà contro i governi
      che in virtù di un famtomatico Bin Laden stanno
      per censurarci anche la
      virgola.
      • Cobra Reale scrive:
        Forse hai capito male
        Ho letto attentamente il messaggio di Puffetta e penso che la tua interpretazione sia stata sbagliata. Secondo me, quello che voleva dire era molto semplice: lei ammira il coraggio di quei manifestanti (rischiavano grosso, a Singapore la censura regna sovrana e la libertà di espressione è ancora un tabù); noi invece, che abbiamo più diritti di loro, siamo molto più apatici, egoisti e menefreghisti, e non muoviamo un dito per difenderli da quei governi che vorrebbero privarcene e controllarci senza pietà, con il pretesto della sicurezza antiterrorismo.P.S.: Quando Elio definì l'Italia "paese dei cachi", si riferiva anche a questo?-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 12 luglio 2006 23.59-----------------------------------------------------------
  • Anonimo scrive:
    BRAVI RAGAZZI!
    CONTINUATE COSI'!
    • Anonimo scrive:
      Re: BRAVI RAGAZZI!
      - Scritto da:
      CONTINUATE COSI'!... che a noi ci viene da ridere (nascosti al caldo e al sicuro)
Chiudi i commenti