Google Workspace: novità per Gmail, Meet e profili

Google Workspace: novità per Gmail, Meet e profili

Google ha annunciato diverse novità per gli utenti Workspace, in arrivo da novembre, che riguardano Gmail, Google Meet e il profilo Work su Android.
Google ha annunciato diverse novità per gli utenti Workspace, in arrivo da novembre, che riguardano Gmail, Google Meet e il profilo Work su Android.

Google ha annunciato diverse novità per Gmail, Meet e i profili degli utenti che usano Workspace. L'azienda di Mountain View ha migliorato le modalità di composizione delle email, aggiunto più controlli per gli organizzatore dei meeting e introdotto i profili lavoratori anche per i dispositivi non gestiti.

Novità per Gmail

Le novità per Gmail riguardano i campi A, Cc e Ccn presenti nella finestra di composizione delle email. Un nuovo menu contestuale (tasto destro del mouse) permette di visualizzare facilmente nome e indirizzo email del destinatario, aprire il pannello laterale con le informazioni dettagliate del destinatario, modificare i nomi dei contatti e copiare gli indirizzi email. È possibile, ad esempio, cambiare il nome del contatto che verrà visualizzato dai destinatari.

Gmail avatar

Alla sinistra del nome del destinatario viene ora mostrato il suo avatar. I destinatari esterni all'azienda vengono visualizzati con uno sfondo giallo, mentre per quelli esterni mai contattati prima viene mostrato un avviso per evitare la condivisione di informazioni sensibili. Infine, Gmail rimuove automaticamente i destinatari duplicati. Le funzionalità saranno disponibili per gli utenti Workspace a partire dell'8 novembre.

Novità per Google Meet

Gli host dei meeting possono sfruttare la nuova funzionalitàAudio and Video Lock” per disattivare microfono e/o fotocamera dei partecipanti. Ciò consente di avere più controllo sulle riunioni organizzate con Google Meet, consentendo diversi livelli di partecipazione. La funzionalità sarà disponibile per tutti gli utenti Workspace a partire dal 1 novembre.

Google Meet - disattivazione audio-video

Profilo Work per tutti

L'ultima novità può essere già sfruttata per gli smartphone Android gestiti dall'azienda. All'inizio del 2022 sarà possibile attivare il profilo Work anche sui dispositivi non gestiti, consentendo a tutti di mantenere separati app e dati di lavoro da quelli personali.

Android profilo Work

Fonte: Google
Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

22 10 2021
Link copiato negli appunti