Graffiti non viola il brevetto di Xerox

Lo ha stabilito un tribunale dopo aver verificato l'invalidità del brevetto che, secondo Xerox, Palm avrebbe violato con il proprio software per il riconoscimento della scrittura Graffiti. Ultimo round?
Lo ha stabilito un tribunale dopo aver verificato l'invalidità del brevetto che, secondo Xerox, Palm avrebbe violato con il proprio software per il riconoscimento della scrittura Graffiti. Ultimo round?


New York (USA) – PalmOne ha vinto l’ultimo round di un contenzioso legale con Xerox che la vede difendersi dall’accusa di violare un brevetto di quest’ultima relativo alla tecnologia di riconoscimento della scrittura. La causa, che va avanti da anni, ha visto Xerox vincere i primi due appelli.

Il tribunale ha ora stabilito che il brevetto di Xerox, depositato nel 1995, non è valido perché la tecnologia per il riconoscimento della scrittura sarebbe stata sviluppata da altri in tempi antecedenti: in particolare, il giudice ha preso in considerazione un brevetto giapponese datato 1983 e un prodotto Microsoft, Pen Windows, risalente ai primi anni ’80. Sebbene tale sentenza suoni decisiva, Xerox ha detto che si tratta solo di “una sconfitta fra molte vittorie”, lasciando dunque intendere che la battaglia legale non finisce qui.

Xerox sostiene che PalmOne ha violato la propria tecnologia, chiamata “Unistroke”, all’interno di Graffiti, un software che quest’ultima tuttavia non utilizza più da tempo. Dall’inizio dello scorso anno, infatti, PalmOne (all’epoca ancora Palm) ha progressivamente rimpiazzato il suo vecchio programma di scrittura con un software, chiamato Graffiti 2, sviluppato da Communication Intelligence Corporation.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

24 05 2004
Link copiato negli appunti