Green Pass obbligatorio alle Poste: come funziona

Green Pass obbligatorio alle Poste: come funziona

Diverse le modalità di controllo del Green Pass previste per l'accesso agli uffici di Poste Italiane in tutta Italia: vediamo quali sono.
Diverse le modalità di controllo del Green Pass previste per l'accesso agli uffici di Poste Italiane in tutta Italia: vediamo quali sono.

A partire dalla giornata di domani (1 febbraio 2022) e almeno fino al 31 marzo 2022, sarà obbligatorio esibire il Green Pass anche per entrare in posta. Le modalità di gestione degli ingressi sono state comunicate oggi dal gruppo Poste Italiane. Variano a seconda delle apparecchiature in dotazione agli uffici distribuiti sul territorio.

Poste Italiane: così il controllo del Green Pass

Laddove è presente la colonnina che eroga i ticket per mettersi in fila (il cosiddetto gestore delle attese) è sufficiente mostrare il codice QR al lettore e poi selezionare l’operazione desiderata: spedizione, ritiro pensione, pagamento ecc. Negli altri punti sarà direttamente l’operatore allo sportello a occuparsi della scansione, prima di erogare il servizio.

Le modalità di controllo del Green Pass negli uffici di Poste Italiane

Ancora, a partire dai prossimi giorni, chi sceglierà la prenotazione dell’appuntamento attraverso l’applicazione potrà effettuare il controllo direttamente in-app. Riservando il proprio slot dal portale Poste.it lo si farà invece una volta raggiunto l’ufficio.

L’obbligo di esibire il Green Pass all’ingresso scatterà domani inoltre per banche, uffici pubblici e tabaccai. Varrà lo stesso per tutte le altre attività commerciali e negozi. Faranno eccezione solamente le realtà presenti nell’elenco delle stilato con l’ultimo DPCM a tema anti-COVID.

Scatta anche l’imposizione rivolta a tutti gli over 50 per aderire alla somministrazione del vaccino. Coloro che risulteranno inadempienti saranno oggetto di una multa da 100 euro (una tantum) irrogata dall’Agenzia delle Entrate. L’invio avverrà in seguito a un incrocio di dati con il Ministero della Salute, al momento non è dato a sapere con quali tempistiche.

Restando in tema, è al vaglio l’ipotesi di eliminare qualsiasi scadenza dal Green Pass rilasciato a coloro che hanno ottenuto la dose booster e a chi è guarito dalla malattia. È atteso un pronunciamento in merito da parte della politica, ora che sono ripresi i lavori dopo la settimana di stop forzato per via dell’elezione del Presidente della Repubblica.

Consulta tutte le ultime offerte di Punto Informatico.

Questo articolo contiene link di affiliazione: acquisti o ordini effettuati tramite tali link permetteranno al nostro sito di ricevere una commissione.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Pubblicato il 31 gen 2022
Link copiato negli appunti