GTA 6: il mega leak e le conseguenze per Rockstar Games

GTA 6: il mega leak e le conseguenze per Rockstar

90 video dii gameplay per GTA 6 (Grand Theft Auto VI), rubati allo sviluppatore Rockstar Games e poi pubblicati online un po' ovunque.
90 video dii gameplay per GTA 6 (Grand Theft Auto VI), rubati allo sviluppatore Rockstar Games e poi pubblicati online un po' ovunque.

Chi segue l’ambito gaming sa bene come i titoli di Rockstar Games siano tra i più attesi in assoluto. La software house si prende tutto il tempo necessario per confezionare prodotti di qualità molto elevata e, puntualmente, capaci di piazzarsi in cima alle classifiche. È così anche nel caso di GTA 6. Si tratta del successore per il gioco pubblicato nel 2013 e la cui uscita non è ancora stata confermata, protagonista però nel fine settimana di quello che può essere definito un mega leak.

Il mega leak di GTA 6 (Grand Theft Auto VI)

Qualcuno è infatti riuscito a rubare un totale pari a 90 video di gameplay, distribuendoli poi su un forum online. Sono così stati resi accessibili a chiunque. Sono comparsi anche su YouTube, rimanendo visibili per alcune ore prima della rimozione avvenuta su richiesta del publisher Take 2 Interactive. Per questioni legate al copyright, qui non proporremo alcun link per vederli: la loro diffusione è però ormai capillare, la frittata è fatta.

L’archivio, dalle dimensioni complessive pari a circa 3 GB, mostra una protagonista femminile di nome Lucia in azione. Questo confermerebbe alcune indiscrezioni già circolate in bassato. In una clip si assiste a una conversazione a bordo piscina. Altre mostrano invece elementi inediti relativi a interfaccia e animazioni. La location scelta dovrebbe essere nuovamente Vice City. Un po’ ovunque mancano texture, a testimonianza di come si tratti di un work in progress.

La responsabilità di quanto accaduto è attribuita a un utente chiamato teapotuberhacker, che afferma di essere lo stesso autore della violazione ai sistemi di Uber avvenuta la scorsa settimana.

Le conseguenze per Rockstar Games potrebbero non essere legate esclusivamente alla fuga di informazioni a proposito di Grand Theft Auto VI: è stata promessa la pubblicazione di altri contenuti inerenti al titolo, inclusi asset, build destinate al debug e addirittura il codice sorgente (così come per GTA 5).

Il materiale sembra provenire da una versione di test risalente ad almeno un paio di anni fa, basata su PC con schede video RTX 3060 Ti e RTX 3080.

Aggiornamento: stando a quanto riportato da BleepingComputer, l’autore del leak sta cercando di estorcere denaro a Rockstar Games per non rilasciare altro materiale. Sarebbe inoltre disposto ad accettare offerte da più di 10.000 dollari per la vendita del codice sorgente di GTA 6.

Aggiornamento: disponibile il comunicato ufficiale di Rockstar Games sulla vicenda.

Aggiornamento: è stato arrestato in UK il presunto autore della violazione.

Fonte: PC Gamer
Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Pubblicato il 19 set 2022
Link copiato negli appunti