Habemus Privacy Shield: la privacy è davvero più al sicuro?

di G. Scorza - Ci sono molte rassicurazioni nei documenti che presentano il nuovo accordo. Resta da capire se le garanzie per i cittadini saranno realmente tali

Roma – Sarà il tempo, perché solo il tempo può essere giudice severo ed obiettivo in una vicenda nella quale politica internazionale, business, diritti fondamentali e regole si sovrappongono ed intersecano ormai da oltre quindici anni a dire se il Privacy Shield – il nuovo accordo appena siglato da Unione Europea e Stati Uniti d’America per governare il trasferimento dei dati personali dal vecchio al nuovo continente – è un vero scudo, capace di proteggere la privacy dei cittadini europei o è solo un alibi diplomatico per garantire la prosecuzione delle relazioni commerciali multimilionarie tra Europa ed USA che, ogni giorno di più, presuppongono e sottendono scambi e trasferimenti di dati personali.

È difficile, per non dire impossibile, trovare nelle 104 pagine di documenti trasmessi dal Governo di Barack Obama alla Commissione Europea ed ora allegati alle 44 pagine della Decisione appena adottata dalla stessa Commissione, rintracciare un’espressione, una frase, un principio o un’affermazione che sia per davvero capace di fugare il dubbio che il Privacy Shield, in fondo, sia “solo” un indispensabile – dopo l’annullamento della precedente decisione della Commissione ad opera della Corte di Giustizia – successore del Safe Harbour.

Certo espressioni come impegno, garanzia, obbligo e tante altre analoghe ricorrono dozzine di volte tanto nel testo della Decisione della Commissione quanto nei documenti ufficiali trasmessi dal Governo statunitense.

Guai a dubitare che se ad ogni impegno, obbligo o garanzia dichiarata corrispondesse, per davvero, un comportamento, un procedimento ed una condotta coerente e consequenziale allora, probabilmente, dovrebbe davvero ritenersi che trasferire i dati personali negli USA è, finalmente, proprio come trasferirli in un qualsiasi Paese europeo.

Ma il condizionale è d’obbligo e le perplessità rimangono.

La Corte di Giustizia dell’Unione europea, a ottobre, ha annullato la vecchia decisione della Commissione – quella del cosiddetto Safe Harbour – mettendo nero su bianco, nella sostanza, che il Datagate e le rivelazioni di Snowden hanno dimostrato oltre ogni ragionevole dubbio che la sensibilità ed i principi che guidano il Governo americano in fatto di privacy sono incompatibili con quelli nei quali si riconosce l’Unione Europea.

Il problema sottolineato dai Giudici della Corte, dunque, non riguardava la violazione da parte di questa o quella corporation statunitense delle regole del cosiddetto Safe Harbour ma, direttamente, la violazione di quelle regole – o almeno dei loro principi fondanti – da parte del Governo USA per il tramite delle sue agenzie di intelligence.

Ed è per questo che a scorrere – naturalmente con riserva di approfondire – le decine di pagine di impegni e garanzie solenni assunte dalla Casa Bianca nei confronti del Governo di Bruxelles, lascia perplessi il fatto che il Privacy Shield sembra scritto e pensato più per offrire agli europei maggiori e più stringenti garanzie in relazione ai trattamenti posti in essere dalle corporation americane che in relazione a quelli del Governo e delle Agenzie di intelligence.

Per carità, tra gli allegati al nuovo accordo vi sono dichiarazioni importanti da parte delle agenzie di intelligence che rassicurano Bruxelles sulla ferma volontà di porre un freno ad attività investigative di massa quali quelle all’origine del Datagate, ma non c’è molto di più se non il riferimento, ormai superato dal tempo, ai pochi interventi normativi ai quali Barack Obama è stato costretto a far ricorso all’indomani dello scandalo della NSA e di Snowden.

L’intero accordo ruota, infatti, nella sostanza su un nuovo – anche se non particolarmente originale – set di principi che le grandi corporation americane dovranno impegnarsi a rispettare se vogliono importare dati personali dall’Europa e su una, almeno apparentemente, stringente attività di vigilanza e controllo che il Governo USA promette di porre in essere per verificare il rispetto di tali principi, offrendo ai cittadini europei forme di ricorso diretto contro eventuali violazioni.

Ma il dubbio che resta sembra poter essere riassunto in una domanda ricorrente in tanti diversi ambiti: chi controlla i controllori? Ovvero chi controlla il Governo posto che sono stati proprio comportamenti e condotte del Governo a rendere manifesta l’estrema fragilità delle regole e dei principi a stelle e strisce in fatto di privacy? Se lo scudo – il privacy shield – lo imbraccia proprio il Governo come si fa a sentirsi sicuri che anche dietro quello scudo la privacy trattata, per davvero, come un diritto fondamentale dell’uomo e del cittadino?

Guido Scorza
Presidente Istituto per le politiche dell’innovazione
www.guidoscorza.it

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • collione scrive:
    un'altra ancora
    ma non era su linux che si trovavano bug di anni fa? http://www.hwupgrade.it/news/sicurezza-software/windows-bug-di-oltre-20-anni-consente-alle-stampanti-di-installare-malware_63628.html
  • user_ scrive:
    Checking for updates è bloccato qua!
    check for updates è bloccato qua, non si smuove da: "checking for updates... "Che devo fare? Ho win7 x64 ultimateAnche microsoft security essentials Non riesce ad aggiornare:" Impossibile completare l'aggiornamento delle definizioni di virus e spyware su 13/7/2016, 20:15 a causa di un problema relativo alla connessione di rete o a Internet. "Ma la rete va bene, in wifi.Ho provato a riavviare ma quando ricomincio a cercare aggiornamenti si riblocca, non l'aveva mai fatto.
    • ... scrive:
      Re: Checking for updates è bloccato qua!
      Prova ad utilizzare lo strumento di risoluzione dei problemi di windows update.https://support.microsoft.com/it-it/gp/windows-update-issues
      • Etype scrive:
        Re: Checking for updates è bloccato qua!
        Che non lo porterà da nessuna parte,come anche gli altri, e dire che avevano rilasciato una patch per risolvere il problema il mese scorso :D
      • panda rossa scrive:
        Re: Checking for updates è bloccato qua!
        - Scritto da: ...
        Prova ad utilizzare lo strumento di risoluzione
        dei problemi di windows
        update.

        https://support.microsoft.com/it-it/gp/windows-updProva a formattare e installare linux.https://www.linuxmint.com/download.php
        • selgas scrive:
          Re: Checking for updates è bloccato qua!
          - Scritto da: panda rossa
          Prova a formattare e installare linux.

          https://www.linuxmint.com/download.phpScusa, perché proprio Mint?
          • Il fuddaro scrive:
            Re: Checking for updates è bloccato qua!
            - Scritto da: selgas
            - Scritto da: panda rossa


            Prova a formattare e installare linux.



            https://www.linuxmint.com/download.php


            Scusa, perché proprio Mint?Se c'è qualcosa da cui stare lontani dopo Ubuntu, quella è Mint!
          • Etype scrive:
            Re: Checking for updates è bloccato qua!
            Ma per favore...
          • nome e cognome scrive:
            Re: Checking for updates è bloccato qua!

            Scusa, perché proprio Mint?Perchè è quella più veloce da disinstallare.
    • Il fuddaro scrive:
      Re: Checking for updates è bloccato qua!
      - Scritto da: user_
      check for updates è bloccato qua, non si smuove
      da: "checking for updates...
      "
      Che devo fare? Ho win7 x64 ultimate

      Anche microsoft security essentials Non riesce ad
      aggiornare:
      " Impossibile completare l'aggiornamento delle
      definizioni di virus e spyware su 13/7/2016,
      20:15 a causa di un problema relativo alla
      connessione di rete o a Internet.
      "
      Ma la rete va bene, in wifi.

      Ho provato a riavviare ma quando ricomincio a
      cercare aggiornamenti si riblocca, non l'aveva
      mai
      fatto.come dissi qualche settimana fa in un post che non ricordo, di problemi ne usciranno a iosa con win7, e non sarà un caso ma orchestrati e voluti dalla ms per togliere di mezzo lo stesso.Adesso ricordo si parlava delle partizioni che originariamente non esistevano. e invito qualcun altro a confermare la cosa quando si troverà qualche partizione nuova di 100mb o 250mb, creatasi con l'ennesimo aggiornamento(quando si riesce)su SEVEN che prima non aveva.
      • Il fuddaro scrive:
        Re: Checking for updates è bloccato qua!
        - Scritto da: Il fuddaro
        - Scritto da: user_

        check for updates è bloccato qua, non si smuove

        da: "checking for updates...

        "

        Che devo fare? Ho win7 x64 ultimate



        Anche microsoft security essentials Non riesce
        ad

        aggiornare:

        " Impossibile completare l'aggiornamento delle

        definizioni di virus e spyware su 13/7/2016,

        20:15 a causa di un problema relativo alla

        connessione di rete o a Internet.

        "

        Ma la rete va bene, in wifi.



        Ho provato a riavviare ma quando ricomincio a

        cercare aggiornamenti si riblocca, non l'aveva

        mai

        fatto.

        come dissi qualche settimana fa in un post che
        non ricordo, di problemi ne usciranno a iosa con
        win7, e non sarà un caso ma orchestrati e voluti
        dalla ms per togliere di mezzo lo
        stesso.

        Adesso ricordo si parlava delle partizioni che
        originariamente non esistevano. e invito qualcun
        altro a confermare la cosa quando si troverà
        qualche partizione nuova di 100mb o 250mb,
        creatasi con l'ennesimo aggiornamento(quando si
        riesce)su SEVEN che prima non
        aveva.PS. per essere precisi, che poi i pedanti da buon pedanti avranno il pelo pronto, parlo di win7 su sistema a 32bit con MBR. E non con quell'aborto di UEFI. Che sappiamo tutti che di default crea almeno due-tre partizioni per le sue magie.
        • user_ scrive:
          Re: Checking for updates è bloccato qua!
          io ho win7 x64 con mbr e la partizione da 100 mb l'ha creata il primo giorno, quando ho installato win 7.
          • 1763da291298 scrive:
            Re: Checking for updates è bloccato qua!
            Il Fuddaro non capisce una cippa di windows e sparla a vanvera, cosa vuoi che ne sappia di partizioni?
          • Il fuddaro scrive:
            Re: Checking for updates è bloccato qua!
            - Scritto da: 1763da291298
            Il Fuddaro non capisce una cippa di windows e
            sparla a vanvera, cosa vuoi che ne sappia di
            partizioni?Allora tu che ne capisci molto a tuo dire dacci un insegnamento.Invece quando qualche altro si ritrova qualche partizione dal nulla su win7 32bit con mbr, si faccia sentire.
          • 1763da291298 scrive:
            Re: Checking for updates è bloccato qua!
            Il pc da cui ti sto scrivendo per esempio...
        • nome e cognome scrive:
          Re: Checking for updates è bloccato qua!

          PS. per essere precisi, che poi i pedanti da buon
          pedanti avranno il pelo pronto, parlo di win7 su
          sistema a 32bit con MBR. E non con quell'aborto
          di UEFI. Che sappiamo tutti che di default crea
          almeno due-tre partizioni per le sue
          magie.ne crea una, non due o tre. Mentre su MBR ti crea una partizione di recovery in fase di installazione ...quale sarebbe il problema?
      • nome e cognome scrive:
        Re: Checking for updates è bloccato qua!

        Adesso ricordo si parlava delle partizioni che
        originariamente non esistevano. e invito qualcun
        altro a confermare la cosa quando si troverà
        qualche partizione nuova di 100mb o 250mb,
        creatasi con l'ennesimo aggiornamento(quando si
        riesce)su SEVEN che prima non
        aveva.Dicesi UEFI. Installa fetentux su un bios UEFI e magicamente ti trovi una partizione DOS da 100 mb...
      • Elrond scrive:
        Re: Checking for updates è bloccato qua!
        - Scritto da: Il fuddaro
        - Scritto da: user_

        check for updates è bloccato qua, non si smuove

        da: "checking for updates...

        "

        Che devo fare? Ho win7 x64 ultimate



        Anche microsoft security essentials Non riesce
        ad

        aggiornare:

        " Impossibile completare l'aggiornamento delle

        definizioni di virus e spyware su 13/7/2016,

        20:15 a causa di un problema relativo alla

        connessione di rete o a Internet.

        "

        Ma la rete va bene, in wifi.



        Ho provato a riavviare ma quando ricomincio a

        cercare aggiornamenti si riblocca, non l'aveva

        mai

        fatto.

        come dissi qualche settimana fa in un post che
        non ricordo, di problemi ne usciranno a iosa con
        win7, e non sarà un caso ma orchestrati e voluti
        dalla ms per togliere di mezzo lo
        stesso.

        Adesso ricordo si parlava delle partizioni che
        originariamente non esistevano. e invito qualcun
        altro a confermare la cosa quando si troverà
        qualche partizione nuova di 100mb o 250mb,
        creatasi con l'ennesimo aggiornamento(quando si
        riesce)su SEVEN che prima non
        aveva.Guarda, odio Windows e MS però l'ultima votla che ho installato W7 SP1 da zero la partizione da 100 MB l'ha creata da sè in fase di installazione. E senza aver effettuato nessun tipo di upgrade. Parlo di un SSD. Non so se su un HDD sicomporti allo stesso modo, non ho provato.
    • user_ scrive:
      Re: Checking for updates è bloccato qua!
      Ha finito solo adesso: ore 23:48
      • Osvy scrive:
        Re: Checking for updates è bloccato qua!
        - Scritto da: user_
        Ha finito solo adesso: ore 23:48Meno male.con l'aggiornamento precedente ho avuto anche io questo problema (questo ancora non l'ho messo),e negli articoli della KB in sostanza si dice che l'aggiornamento di Win7 può durare ore:lasciarlo lavorare... una bella notizia, specie se uno è a giro col notebook... uno pensa che con le nuove versioni, si dovrebbe migliorare...
        • Etype scrive:
          Re: Checking for updates è bloccato qua!
          Sorpatutto quando il proXXXXX richiede il 100% della CPU per ore, efficienza secondo Ms :D
        • panda rossa scrive:
          Re: Checking for updates è bloccato qua!
          - Scritto da: Osvy
          - Scritto da: user_

          Ha finito solo adesso: ore 23:48

          Meno male.
          con l'aggiornamento precedente ho avuto anche io
          questo problema (questo ancora non l'ho
          messo),
          e negli articoli della KB in sostanza si dice che
          l'aggiornamento di Win7 può durare
          ore:
          lasciarlo lavorare... una bella notizia, specie
          se uno è a giro col notebook... uno pensa che con
          le nuove versioni, si dovrebbe
          migliorare...Se sei a giro col notebook, e' chiaro che le prestazioni diminuiscono: il sistema operativo deve comunicare la sua posizione al suo padrone, e per farlo usa la tua cpu e la tua banda di rete.
      • Osvy scrive:
        Re: Checking for updates è bloccato qua!
        - Scritto da: user_
        Ha finito solo adesso: ore 23:48meglio cosìcon l'aggiornamento precedente (questo ancora non l'ho scaricato) ho avuto anche io questo problema,e negli articoli della KB in sostanza si dice che l'aggiornamento di Win7 può durare ore:lasciarlo lavorare... una bella notizia, specie se uno è a giro col notebook... uno pensa che le nuove versioni dovrebbero funzionare meglio...
        • user_ scrive:
          Re: Checking for updates è bloccato qua!
          Oggi per fare il check dell'update ci ha messo 3 o 4 minuti ,e non c'è niente da mettere.
  • socialobserv scrive:
    Il software commerciale di massa ...
    ...è il prodotto industriale col maggior tasso di difettosità.Si cerca di immetterlo sul mercato il prima possibile tanto poi (forse) si crea una patch.FanXXXX il mercato.
    • Risposta al commento scrive:
      Re: Il software commerciale di massa ...
      - Scritto da: socialobserv
      FanXXXX il mercato.Il mercato ti dá da mangiare, nei paesi comunisti non hai neanche la carta igienica per pulirti il fondoschiena!
      • Il fuddaro scrive:
        Re: Il software commerciale di massa ...
        - Scritto da: Risposta al commento
        - Scritto da: socialobserv


        FanXXXX il mercato.

        Il mercato ti dá da mangiare, nei paesi comunisti
        non hai neanche la carta igienica per pulirti il
        fondoschiena!E quali sarebbero questi paesi comunisti?
        • Osvy scrive:
          Re: Il software commerciale di massa ...
          - Scritto da: Il fuddaro
          E quali sarebbero questi paesi comunisti?Venezuela?
          • Osvy scrive:
            Re: Il software commerciale di massa ...
            - Scritto da: Osvy
            - Scritto da: Il fuddaro


            E quali sarebbero questi paesi comunisti?

            Venezuela?che al di là di tutto il resto che si possa dire, sugli USA affamatori ecc., 2 cose sono sicure:1) che è alla fame (e sto dicendo il Venezuela, che ha TUTTO)2) che la opposizione ha vinto le elezioni, ma il Presidente... ma duro...
  • iRoby scrive:
    Ma che patch!
    Ma che patch!Parliamo di crack invece. Qualcuno conosce qualche buon sito pirata da cui scaricare ebook di ogni genere?
    • Elrond scrive:
      Re: Ma che patch!
      - Scritto da: iRoby
      Ma che patch!
      Parliamo di crack invece.
      Qualcuno conosce qualche buon sito pirata da cui
      scaricare ebook di ogni
      genere?http://worldepub.com/ (inglese)http://www.espaebook.com/ (spagnolo)In italiano, per il momento, non ne conosco-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 14 luglio 2016 10.24-----------------------------------------------------------
  • Etype scrive:
    Win update al 100%, di nuovo :D
    Ah ecco perchè oggi dopo aver acceso un Win7 dopo un paio di minuti CPU al 100%,di nuovo.Meno male che il mese scorso avevano creato una patch per risolvere il problema,ero sicuro che sarebbe durato poco,diamine, mi aspettavo almeno 3-4 mesi e invece dopo un mese siamo di nuovo punto e a capo, grazie Ms per la tua grande affidabilità :D
  • panda rossa scrive:
    Il solito buco
    [img]http://www.pettirossi.com/wordpress/wp-content/uploads/2014/04/Immagine-47.png[/img]
    • Nome e cognome scrive:
      Re: Il solito buco
      Sei noioso. :-o
      • panda rossa scrive:
        Re: Il solito buco
        - Scritto da: Nome e cognome
        Sei noioso. :-oCioe' scusa?Ogni santo mese M$ ti obbliga a scaricare giga di patch per turare il buco e il buco e' sempre li'.E il noioso sarei io?
        • Il fuddaro scrive:
          Re: Il solito buco
          - Scritto da: panda rossa
          - Scritto da: Nome e cognome

          Sei noioso. :-o

          Cioe' scusa?

          Ogni santo mese M$ ti obbliga a scaricare giga di
          patch per turare il buco e il buco e' sempre
          li'.

          E il noioso sarei io?Si perché gli ricordi costantemente la realtà delle cose, e per i fanboy le cose che non sono come loro gradirebbero sono da evitare di parlarne.
Chiudi i commenti