Hacking Team, un ritorno per spezzare la cifratura

L'azienda italiana produttrice di spyware prova a tornare sulla scena con una nuova offerta a base di strumenti anti-cifratura, con un messaggio pubblicitario trasmesso a mezzo di mailing-list. L'obiettivo è il mercato USA

Roma – Dopo aver passato mesi a smaltire le conseguenze della breccia nei server con i 400 Gigabyte di materiale riservato finiti online a disposizione del pubblico, Hacking Team (HT) è ora tornata alla carica con un’offerta “rinnovata” e indirizzata a organizzazioni e forze di polizia statunitensi.

In una comunicazione inviata ai contatti della mailing list aziendale, il CEO di HT David Vincenzetti affronta il problema dell’uso sempre più diffuso delle comunicazioni cifrate: negli USA e all’estero, spiega un Vincenzetti in vena di marketing ai potenziali acquirenti, la maggior parte delle forze dell’ordine è diventata o diventerà presto “cieca” a causa dell’uso della crittografia su Internet, Web e altrove.

In questo frangente “solo le aziende private” possono aiutare le suddette agenzie di law enforcement, continua la mail di Vincenzetti, perché l’attuale amministrazione americana, pur accarezzando l’idea , “non ha il coraggio di opporsi ai conglomerati IT per approvare leggi impopolari ma assolutamente necessarie” contro il terrorismo e tutto quanto.

Al tempo della breccia aperta dagli hacker anonimi di PhineasFisher, l’azienda italiana aveva confermato di essere al lavoro sulla nuova versione del suo spyware più sofisticato, ovvero quel Remote Control System (RCS)/Galileo che nella versione precedente (9) era finito online con tanto di codice sorgente a disposizione di tutti.

Non è chiaro se la nuova offerta di Hacking Team sia rappresentata dalla summenzionata versione 10 di RCS, ma quel che è certo è che Vincenzetti dimostra di avere molta fiducia nei nuovi tool anti-cifratura capaci, “a dir poco”, di cambiare in maniera radicale il settore.

Alfonso Maruccia

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Funz scrive:
    Ricompileranno il kernel?
    Visto che mi si prende in giro perché difendo chi compila su Linux.Su 'sti droni useranno una Ubuntu standard con tutti i moduli / driver per PC caricati nel kernel?Oppure (orrore!) metteranno qualche spunta più o meno a muzzo e ricompileranno il kernel come dei cantinari qualunque? :p
  • ... scrive:
    overkill
    mi sembra un overkill, basta una distro linux embedded a riga di comando. questa trattasi di pura mossa commerciale di canonical per fare i fighi in campo "dronico"invece e' interessante l'hardware, un motore software che giri su hardware agli steroidi permettere ala visione stereoscopica per individuare meglio i bersagli a cui sparare... lo sappiamo tutti che e' in quella direzione che si sta lavorando, non nascondiamoci dietro ad un dito.Metti la foto del soggetto da terminare, lanci un volo il cosetto e quello va a seccare tra la folla il capo dei rivoltosi, sullo stile de "un colpo, un morto". Rapido e accettabile dalla opinione pubblica.ah ovviamente puo' essere usato con le foto del capo dell'opposizione politica, il giornalista scomodo, l'industriale ancora onesto, il marito danaroso da far fuori... insomma ci vedo molteplici impieghi.e se anche abbbatti/catturi il bot, come fai a risalire al mandante? mica e' un killer umano che puoi torturare, eh eh eh
    • Funz scrive:
      Re: overkill
      Le mine aeree esistono già. Non so se siano mai state usate sul campo, ma droni che si autodistruggono dopo aver lanciato un missile li hanno già realizzati.
  • west scrive:
    Pesante
    Mi sembra pesante quel dispositivo serve qualcosa di piu' leggero
  • e cogn scrive:
    GPU potente ?
    scusate, non me ne intendo di distribuzioni per droni ma ... la GPU viene usata durante il volo per elaborare ? in tal caso cosa e con che SW ?
    • snoopy scrive:
      Re: GPU potente ?
      - Scritto da: e cogn
      scusate, non me ne intendo di distribuzioni per
      droni ma ... la GPU viene usata durante il volo
      per elaborare ? in tal caso cosa e con che SW
      ?con queste https://en.wikipedia.org/wiki/CUDAimmagini, con vari algoritmi, per esempio per tracciare un target, o avere una visione stereoscopica.
Chiudi i commenti