Hello Kitty è stata violata

I database relativi al sito del produttore giapponese di gadget per bambini Sanrio sono stati trafugati. Online i dati di 3,3 milioni di account

Roma – I dati di 3,3 milioni di utenti, presumibilmente giovanissimi, sono stati trafugati e diffusi online: affiorano da una breccia inferta a sanriotown.com , punto di riferimento ufficiale per gli appassionati di Hello Kitty e dei personaggi stilizzati scaturiti dalla creatività dell’azienda giapponese Sanrio.

Sanrio Town

I dati, rivenuti online dal ricercatore di sicurezza Chris Vickery, si compongono di nomi e cognomi, date di nascita facilmente decifrabili, genere, paese di origine e indirizzi email di iscritti al sito, completi degli hash delle password calcolati tramite il dibattuto algoritmo SHA-1, delle risposte alle domande di sicurezza e di altre informazioni connesse all’uso del sito e di siti correlati, fra cui hellokitty.com , hellokitty.com.sg , hellokitty.com.my , hellokitty.in.th e mymelody.com .

L’azienda è stata informata da Vickery della violazione, e allo stesso modo è stato contattato il fornitore di servizi sul cui server sono ospitati i dati trafugati: Sanrio non sembra aver ancora reagito alla notizia, né sembra essersi mossa per informare i propri utenti dei pericoli a cui sono esposti, o raccomandare contromisure.

La breccia, riferisce il ricercatore, è stata inferta prima del 22 novembre 2015, periodo che potrebbe coincidere con l’ attacco subito dal produttore di giocattoli con base a Hong Kong VTech, che ha coinvolto oltre 11 milioni di utenti, fra adulti e minori, e che ha messo a rischio dati personali di bambini e genitori e contenuti scambiati nell’intimità familiare.

Gaia Bottà

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • ... scrive:
    sony dice...
    sony diceva pure che non aveva messo dei virus nei suoi cd audio e invece si. SOLDI A SONY NO, MORTE A SONY SI.
  • ... scrive:
    si ciao, tra 5 anni = MAI
    ogni 3-4 mesi se ne escono con articoli fuffa su "rivoluzionarie" batterie agli ioni di litio, di sodio, a nanotubi di carbonio, a cristalli di titanio, a flusso canalizzatore, a semi di ginepro, a XXXXX secca di criceto e chi ne piu' ne ha piu ne metta. E ovviamente sono sempre tra 18 mesi, 5 anni, dieci anni... in sostanza: MAI.Le leggi dell'elettrochimica quelle sono e, testarde, non hanno nessuna voglia di collaborare con i deliranti sogni dei markettari.O iphone supersottile da 18 ore o un bel cellulare di una volta da 1 settimana: scegliete.
  • Mario scrive:
    leggi naturali
    non è un problema di prodotto più o meno tecnologicamente evoluto, sono le leggi della chimica che non si possono cambiare.
Chiudi i commenti