HP e la cura Apotheker

Il nuovo CEO viene da SAP e a lui spetterà integrare il software nei prodotti HP. Gli verrà affiancato nel ruolo di presidente l'ex Oracle Ray Lane

Roma – Leo Apotheker sarà il sostituto di Mark Hurd nel ruolo di nuovo CEO di HP.

Cresciuto fra Belgio, Germania e Israele, Apotheker (57 anni) conosce cinque lingue, ha un background in ambito commerciale e quasi 20 anni di carriera presso la società di software business SAP, dove da due anni ricopriva il ruolo di CEO, da cui si era dimesso a febbraio.

Ad affiancarlo , nel ruolo di presidente non esecutivo, prima ricoperto insieme a quello di CEO da Hurd, Ray Lane, già partner del gruppo di investimenti KPCB e ex presidente e COO proprio di Oracle, destinazione finale dell’ex HP. Entrambi entreranno in carica dal primo novembre. Cathie Lesjak, che ha ricoperto ad interim il ruolo di CEO, tornerà a ricoprire quello di CFO.

Le nomine dovrebbero dare un nuovo equilibrio alla situazione di HP , le cui azioni, dopo la dipartita di Hurd e le discussioni con Oracle , avevano subito un contraccolpo perdendo fino al 9 per cento .

Avendo una lunga esperienza nel settore software, il nuovo CEO potrebbe tracciare la strada per l’ estensione degli interessi dell’azienda oltre all’hardware già avviato con le ultime acquisizioni . Di particolare interesse, l’integrazione software nei propri prodotti: un settore considerato dagli osservatori fondamentale per i futuri sviluppi aziendali. Potrebbe inoltre, grazie al suo background, dare una spinta agli affari internazionali di HP.

Per il momento, tuttavia, gli azionisti non sembrano aver accolto a braccia aperte il nuovo CEO : il titolo ha segnato all’ annuncio della nomina un meno 4 per cento.

Claudio Tamburrino

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • ThEnOra scrive:
    Troll cercasi
    Chissa come mai nessuno ha commetato l'articolo dicendo che ora le major UK dovrebbero essere chiamate a pagare le multe della EU?Mah!
Chiudi i commenti