I capitalisti di ventura hanno il fiato corto

Un recente rapporto denuncia la forte contrazione dei fondi di investimento, confermando l'idea che l'intero settore andrebbe ridimensionato. Ma su iPhone si investono follie

Roma – C’è indubbiamente un gran bisogno di fondi di investimento nel settore hi-tech e non solo, come anche la nuova avventura del co-creatore di Netscape sta a dimostrare. Occorre però stabilire di che tipo di fondi si parli, delle dimensioni che l’intero sistema può permettersi di sostenere e dove valga realmente la pena correre rischi aspettando in cambio un ritorno economico sostanziale.

L’unica cosa certa, al moneto, è che i capitali di ventura sono in piena depressione, negli States vengono collezionati meno fondi che prevedono minori quantità di denaro. Secondo quanto comunicato dalla National Venture Capital Association nel suo ultimo rapporto, nel secondo quarto del 2009 le società di investimenti hanno messo insieme 25 diversi fondi per un totale di 1,7 miliardi di dollari, il più piccolo quantitativo raccolto dal 1996 e la minore somma di denaro impegnata in questo genere di operazioni dal 2003 .

Per dare un senso ai numeri, i 25 fondi attivati a giugno 2009 vanno confrontati gli 82 fondi e i 9,3 miliardi dello stesso periodo dell’anno scorso e ai 49 fondi (4,6 miliardi) del primo trimestre di quest’anno. La netta riduzione di capitali investiti non sorprende Mark Heesen, presidente della NVCA che descrive il fenomeno come la dimostrazione finale degli effetti della crisi economica, finanziaria e delle dot-com che dagli investimenti dipendono per vivere e proliferare.

“Nei prossimi cinque anni la nostra industria si contrarrà a causa di questo tipo di logoramento” dice Heesen, e da più parti si sottolinea come la cosa non sia per niente un male, anzi. Sono troppi 30 miliardi di dollari immessi ogni anno nei capitali di ventura, avverte Fred Wilson di Union Square Ventures , perché un simile livello di investimento dovrebbe corrispondere a 100 miliardi di dollari in uscita e “il business dei capitali di ventura non è mai arrivato a tanto in maniera consistente nel tempo”.

Una dimensione più realistica del business dei venture capitalist corrisponderebbe secondo Wilson a 15 miliardi di dollari all’anno, con 50 miliardi stimati in uscita. E parlando di realismo i capitali di ventura spesi sul mercato delle apps di iPhone sono sorprendenti nella loro copiosità. Spalmati su 17 start-up nate sulla scia del boom di vendite sull’App Store, i fondi investiti sulla piazza emergente ammontano a 100 milioni di dollari .

Per i capitalisti di ventura il rischio che vale la pena correre sarebbe quello delle applicazioni minime e interattive vendute su iPhone, i 58mila e più pezzetti di codice dati in pasto ai possessore del mini-PC travestito da smartphone di Cupertino con la speranza che magari, un giorno, ci sia un cospicuo ritorno economico. Applicando le aspettative sui ritorni già indicate da Wilson, infatti, con quei 100 milioni di dollari gli investitori si aspettano di guadagnare da un minimo di 510 milioni di dollari a un massimo di 1,5 miliardi nel solo 2009, e tutti questi soldi dovrebbero sgorgare proprio dai suddetti pezzettini di codice di intrattenimento, utilità o semplice divertissement . Una prospettiva che in pochi si azzardano a considerare realistica.

Alfonso Maruccia

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • fsdfs scrive:
    fsfs
    [url=http://www.inrolexwatches.com/rolex-datejust-c-2]Rolex DateJust watches[/url], Rolex DateJust watches [url=http://www.inrolexwatches.com/rolex-day-date-c-3]Rolex Day Date watches[/url], Rolex Day Date watches [url=http://www.inrolexwatches.com/rolex-daytona-c-4]olex Daytona watches[/url], Rolex Daytona watches [url=http://www.inrolexwatches.com/rolex-explorer-c-5]Rolex Explorer watches[/url], Rolex Explorer watches [url=http://www.inrolexwatches.com/rolex-gmt-c-6]Rolex GMT watches[/url], Rolex GMT watches [url=http://www.inrolexwatches.com/rolex-masterpiece-c-7]Rolex Masterpiece watches[/url], Rolex Masterpiece watches [url=http://www.inrolexwatches.com/rolex-milgauss-c-8]Rolex Milgauss watches[/url], Rolex Milgauss watches
  • Eugenio Odorifero scrive:
    Re: Umanisti
    - Scritto da: Gino

    "Risorse Umane.
    Motivatore.
    Contratto a termine.
    Dislocazione."

    E lo spingitore di cavalieri?Lo ha sostituito la scocca?
  • invasore scrive:
    basta pagare
    Ma a questi di Best Buy non glielo hanno detto che per avere dei follower basta pagare?http://punto-informatico.it/2661504/PI/News/twitter-seguaci-vendita.aspx
  • andy61 scrive:
    americanata ...?
    Cercare un senior manager in base a quanto tempo perde in Rete mi sembra piuttosto stupido (ovviamente è un parere personalissimo).Le relazioni commerciali, quelle vere, quelle che producono business, non sono quelle di coloro che raccontano ai quattro venti tutto di sé e dei propri clienti o fornitori.A meno che il business non riguardi concretamente gli strumenti utilizzati ed i loro utenti.Sembra tanto una di quelle trovate per far parlare di sé e farsi pubblicità.Il senso dell'idea potrà essere verificato tra un paio d'anni, verificando se il neoassunto avrà davvero dato un contributo sostanziale al business dell'azienda.Se non sarà stato 'silurato' prima.Ma tra un paio d'anni nessuno si ricorderà di andare a vedere come è andata a finire la vicenda ...
    • Valeren scrive:
      Re: americanata ...?
      - Scritto da: andy61
      Cercare un senior manager in base a quanto tempo
      perde in Rete mi sembra piuttosto stupido
      (ovviamente è un parere personalissimo).E sbagliato ;) visto che la quasi totalità dei manager che conosco passa la giornata in rete.Non tutti, ovvio, ma insomma...
      Le relazioni commerciali, quelle vere, quelle che
      producono business, non sono quelle di coloro che
      raccontano ai quattro venti tutto di sé e dei
      propri clienti o fornitori.

      A meno che il business non riguardi concretamente
      gli strumenti utilizzati ed i loro utenti.Infatti sarebbe stato un requisito logico per un lavoro in Twiter, non in Bestbuy.
      Sembra tanto una di quelle trovate per far
      parlare di sé e farsi
      pubblicità....
      Ma tra un paio d'anni nessuno si ricorderà di
      andare a vedere come è andata a finire la vicendaOvvio e lo possiamo mettere tra le centinaia di "farmaci miracolosi" di cui si è persa traccia.E non c'entra la teoria del complotto: erano XXXXXte.
      • andy61 scrive:
        Re: americanata ...?
        citando, avevo detto 'perdere tempo' e non 'lavorare' in Rete.Aggiornare twitter o il proprio blog durante le ore di lavoro mi permetto di considerarla una perdita di tempo (ai fini del business, ovviamente).Se invece l'attività è finalizzata al proprio incarico, allora si chiama lavoro.
        • Gino scrive:
          Re: americanata ...?
          Ma come? I dirigenti non sono quelli che ti dicono di fare quello che loro non saprebbero fare e rispondono alle email tutto il giorno?In effetti twitter sarebbe un passo avanti rispetto alle email... troppe parole inutili sulle email!Voglio dire quanti caratteri serviranno mai per dire "trova qualcuno che sappia fare questa cosa e fagliela fare"?Ok, per fortuna non sono tutti così!
  • babbuino fumante scrive:
    mi ricorda 2nd life
    un'altra trovata di un dirigente finto-illuminato, come le ditte che organizzavano stage su 2nd life per essere alla moda e ora (giustamente) non le caga piu' nessuno
    • Undertaker scrive:
      Re: mi ricorda 2nd life
      - Scritto da: babbuino fumante
      un'altra trovata di un dirigente
      finto-illuminato, come le ditte che organizzavano
      stage su 2nd life per essere alla moda e ora
      (giustamente) non le caga piu'
      nessunostraquoto, era il senso del mio primo post
  • Funz scrive:
    Grande esperienza in sparatutto...
    ...da Doom in avanti, notevole skill nel maneggiare virtualmente armi passate, presenti, future, cerca impiego nell'esercito.Posizione richiesta: minimo colonnello :p
    • kache scrive:
      Re: Grande esperienza in sparatutto...
      - Scritto da: Funz
      ...da Doom in avanti, notevole skill nel
      maneggiare virtualmente armi passate, presenti,
      future, cerca impiego
      nell'esercito.
      Posizione richiesta: minimo colonnello
      :pGuarda, credo che tra 5 o 6 anni potrai anche averlo il posto nell'esercito, vista la diffusione di droni comandati in remoto... :asd:Anche se, comunque, per avere un posto da ufficiale servono molte altre skill che non impari semplicemente sparando.Però la capacità di comando e di gestione truppe la puoi imparare se giochi a qualche fps online come comandante di un grande battaglione. :D
      • Federico scrive:
        Re: Grande esperienza in sparatutto...

        Anche se, comunque, per avere un posto da
        ufficiale servono molte altre skill che non
        impari semplicemente
        sparando.Non sono d'accordo. Alla lunga i videogiochi troppo realistici portano a una notevole disumanizzazione, soprattutto se si gioca per più di 4 ore al giorno e/o tutti i giorni. Dopo un po' di pratica si imparerà a ordinare una strage con la stessa freddezza con cui si preme il tasto ctrl in Doom.Certo, la storia insegna che per fare carriera più velocemente occorre partecipare a massacri come la Bloody Sunday. Fai ammazzare dei minorenni disarmati mentre scappano e un giorno ti manderanno a fare i trattati di pace con gente come Milosevic, oh yeah. Ma siccome (con dispiacere della classe politica tutta) queste stragi di stato non avvengono tutti i giorni, presto la bravura negli sparatutto costituirà titolo preferenziale.
  • Jose Gragnaniel lo scrive:
    i requisiti di un buon consulente
    Sul mio blog ho provato a stendere il profilo di un buon consulente ed è nata una bella discussione, vi lascio il link http://www.socialmediamarketing.it/un-consulente-per-il-marketing-20/Le aziende non sono ancora pronte per capire quali requisiti debba avere la persona incaricata alla gestione dei social media (quello dei 250 followers è un ottimo esempio). Forse è questione di immaturità tecnologica, tra un anno o due le cose potrebbero cambiare (speriamo).
  • napodano scrive:
    lavoro fuffa = requisiti fuffa
    mi sembra perfettamente logico, per una volta.
  • Undertaker scrive:
    Umanisti
    Conseguenza del trend di assegnare posti di responsabile alle risorse umane agli "umanisti", forse confondendosi sul significato del termine.Tipicamente i posti vanno ad incompententi con il merito di aver soddisfatto i capricci del "filosofo" di turno, tra l'altro desideroso di circondarsi di inutili parassiti suoi pari.Probabilmente il fatto di avere 250 pseudoamici su twitter viene vista come una grande capacitá a "relazionarsi" con gli altri, abilitá che, secondo questi neociarlatani é utilissima ed ha predominio su qualsiasi altra, mentre é solo indice di fanXXXXXsmo e tendenza a seguire i propri interessi sul luogo di lavoro.
    • Magenta scrive:
      Re: Umanisti
      - Scritto da: Undertaker
      Conseguenza del trend di assegnare posti di
      responsabile alle risorse umane agli "umanisti",
      forse confondendosi sul significato del
      termine.D'altra parte non c'e' ancora una disciplina scientifica che permetta di scegliere un candidato per qualche elemento pesabile e misurabile, per cui un posto di responsabile alle risorse umane e' corretto che possa essere affidato a chiunque, umanista o no, che non sia troppo miope in merito alle esigenze aziendali e che sappia valutare le persone, a prescindere dalla propria formazione.
      Tipicamente i posti vanno ad incompententi con il
      merito di aver soddisfatto i capricci del
      "filosofo" di turno, tra l'altro desideroso di
      circondarsi di inutili parassiti suoi
      pari.Sapresti farlo meglio? Accomodati, cambia mestiere e fallo tu.
      Probabilmente il fatto di avere 250 pseudoamici
      su twitter viene vista come una grande capacitá a
      "relazionarsi" con gli altri, abilitá che,
      secondo questi neociarlatani é utilissima ed ha
      predominio su qualsiasi altraQuesto e' proprio parlare a vanvera, dato che avere 250 seguaci non era un requisto con il predominio su qualsiasi altro.Dai dei ciarlatani agli altri per un modo di pensare che sei tu ad attribuire loro.
      mentre é solo indice di fanXXXXXsmo
      e tendenza a seguire i
      propri interessi sul luogo di lavoro.I preconcetti fioccano eh? Tu accusi gli altri di averli, di attribuire una grande capacitá a priori, tu invece sempre a priori lo consideri fanXXXXXsmo.Sei come quelli che critichi.Sei perfetto per sostituirli.
      • Stein Franken scrive:
        Re: Umanisti
        lol, eccone uno che rosica da matti :D
      • Eugenio Odorifero scrive:
        Re: Umanisti

        D'altra parte non c'e' ancora una disciplina
        scientifica che permetta di scegliere un
        candidato per qualche elemento pesabile e
        misurabile, per cui un posto di responsabile
        alle risorse umane e' corretto che possa essere
        affidato a chiunque, umanista o no, che non sia
        troppo miope in merito alle esigenze aziendali e
        che sappia valutare le persone, a prescindere
        dalla propria
        formazione.Risorse Umane.Motivatore.Contratto a termine.Dislocazione.La morte del lavoro.
    • Gregory scrive:
      Re: Umanisti
      Se chi scrive su twitter è un umanista, io che pubblico due o tre post a settimana sul mio blog ormai da cinque anni sono un genio da premio Oscar.Niente da dire invece sulla ciarlataneria di chi pensa di far misurare la sua competenza sul numero dei followers. Però i primi a pensarla così sono proprio i capi e dunque... buon twitter a tutti che io vado a fare dell'altro.
      • harvey scrive:
        Re: Umanisti
        - Scritto da: Gregory
        Se chi scrive su twitter è un umanista, io che
        pubblico due o tre post a settimana sul mio blog
        ormai da cinque anni sono un genio da premio
        Oscar.Allora quando trovo un annuncio con prerequisito patente da almeno 2 anni, mi posso considerare uno Schumacher?
    • Federico scrive:
      Re: Umanisti
      - Scritto da: Undertaker
      Probabilmente il fatto di avere 250 pseudoamici
      su twitter viene vista come una grande capacitá a
      "relazionarsi" con gli altri, abilitá che,
      secondo questi neociarlatani é utilissima ed ha
      predominio su qualsiasi altra, mentre é solo
      indice di fanXXXXXsmo e tendenza a seguire i
      propri interessi sul luogo di
      lavoro.Guardare le foto delle ragazzine e commentare le foto degli amici ubriachi in gergo si chiama "seguire i propri interessi"?
      • pippO scrive:
        Re: Umanisti


        Probabilmente il fatto di avere 250 pseudoamici

        su twitter viene vista come una grande capacitá
        a

        "relazionarsi" con gli altri, abilitá che,

        secondo questi neociarlatani é utilissima ed ha

        predominio su qualsiasi altra, mentre é solo

        indice di fanXXXXXsmo e tendenza a seguire i

        propri interessi sul luogo di

        lavoro.

        Guardare le foto delle ragazzine e commentare le
        foto degli amici ubriachi in gergo si chiama
        "seguire i propri
        interessi"?Perchè serve altro? :D
Chiudi i commenti