I dialer salvano il Web?

di Daniele Minotti. Il punto sui programmi di ri-connessione a pagamento pubblicizzati, a partire dal punto di vista giuridico. Quali sono i dialer? Si può parlare di truffa legalizzata? Scandalizzarsi è inevitabile?


Roma – Breve premessa
Nei giorni scorsi ho avuto modo di leggere, su PI, l’articolo di Massimo Mantellini dedicato al fenomeno dei dialer, descritti, senza mezzi termini, come una piccola vergogna italiana al pari di quanto magistratura e Guardia di Finanza contestano a Wanna Marchi. In effetti, tale forma di business è ormai diffusissima e, sul punto, vorrei dire la mia anche in termini giuridici.

La crisi dell’advertising “tradizionale”
E’ curioso dover usare il termine “tradizionale” con riferimento ad una realtà relativamente recente (nella sua diffusione commerciale italiana) come Internet. Ma questi pochi anni valgono sicuramente molto di più dei “semplici” cicli terrestri.
Che la pubblicità mediante banner “normali” (semplicemente linkati a questo o a quell’altro sito) sia ormai in picchiata è cosa nota. Parimenti, che l’era del “tutto gratis” sia finita da tempo è ormai sotto gli occhi di tutti.

Troppi investimenti “sballati” (forse anche “consapevolmente sballati”), poca conoscenza del mezzo (e del suo potenziale commerciale), troppa euforia al di là dell’essenza della Rete che è la mera (?) e libera condivisione globale delle risorse umane.
Non so se i dialer siano un’invenzione di casa nostra, ma ne hanno tutta l’aria, spesso a cavallo tra genialità e raggiro altrui. Sta di fatto che, piaccia o meno ai puristi della telematica, si tratta dell’ultima frontiera dell’e-business (pur di basso profilo), di un mezzo che pare possa aiutare i webmaster a mantenere i propri siti.

Non penso che, ormai, abbia molto senso domandarci se tutto ciò è etico o meno. Quello che stupisce, per la verità, è la diffusione anche su grandi portali, evidentemente incapaci di fornire contenuti seri ed apprezzabili e che, al contrario, preferiscono scegliere la comoda via dei dialer alla faccia, sovente, degli utenti sprovveduti.

Per una cultura telematica
Non è sempre corretto, a mio avviso, criticare coloro cui il primo pensiero della mattina è quello di cambiare logo, suoneria, sfondo, skin o pornostar preferita. Dire che se lo meritano è una tentazione cui anch’io ho faticato a resistere. E’, però, pur sempre una questione di interessi, di hobby, dunque profilo squisitamente personale, non opinabile.
Ciò non toglie che, se mi fermassi qui, il mio approccio risulterebbe gravemente semplicistico.

E’ certo che questo nuovo veicolo pubblicitario fa leva anche sulla scarsissima cultura telematica italiana. Nel nostro Paese si fa di tutto per “informatizzare” la famiglia italiana media sommergendola di scatole grigie da “attaccare al telefono”, ma, al tempo stesso, la si lascia completamente allo sbando appena connessa, alla mercé dei soliti furbi che, invece, conoscono fin troppo bene il mezzo.

E’ compito dello Stato promuovere una vera cultura telematica, rendere, quanto meno, capace l’italiano che può avere anche il lecito desiderio di avere il logo all’ultimo grido di non farsi raggirare e, soprattutto, di conoscere in anticipo cosa realmente sta facendo e a quale prezzo.

In più – e penso si tratti di una considerazione largamente condivisibile – lo Stato dovrebbe assumere un atteggiamento più responsabile sui numeri ad addebito ripartito senza voltarsi letteralmente dall’altra parte lasciando il tutto alla gestione spesso spregiudicata delle compagni telefoniche.


Alcune considerazioni giuridiche
C’è dialer e dialer, questo va detto, quanto meno per onestà. Premettendo che, personalmente, non ho simpatia per questo genere di iniziative (come per le chiamate voce sugli stessi numeri ad addebito ripartito), penso si possano delineare, fondamentalmente, quattro diversi tipi di “strategia”:

1) dialer con avvisi circa l’installazione dello stesso, del costo della chiamata nonché della durata massima;
2) dialer con indicazioni incomplete;
3) dialer autoinstallanti senza avvisi;
4) dialer autoinstallanti, senza avvisi e non terminabili con le procedure standard dei sistemi operativi o con procedure rese inefficaci o alterate (ad esempio, OK sul bottone Annulla).

In Italia, devo riconoscere che alcuni fornitori si stanno muovendo verso la tipologia 1) anche se, non di rado, si pretende l’accettazione “via clic” di condizioni generali sostanzialmente irreperibili. Di certo, la massima trasparenza può dissuadere gli utenti, ma si tratta, a mio modo di vedere, dell’unica via legalmente percorribile.

Ma i più diffusi sembrano, purtroppo, essere quelli ove le indicazioni sono frammentarie, spesso ridotte ai minimi termini. Bandita ogni considerazione circa una possibile (quanto difficilmente sostenibile) “buona fede”, si tratta, evidentemente, di un efficace sistema per limitare al massimo ogni ripensamento all’ultimo minuto da parte dell’utente. Ecco perché un servizio di tal genere, ben poco trasparente, può essere inquadrato nella previsione dell’art. 640 c.p. (truffa) che prevede, come elementi costitutivi, l’artificio o il raggiro e l’induzione in errore dell’utente (anche il silenzio su circostanze rilevanti può costituire condotta fraudolenta).

Le ultime due tipologie (nn. 3 e 4) sono meno comuni, ma sicuramente più subdole comportando non tanto un inganno dell’essere umano che crede di essere connesso al costo di una telefonata urbana, quanto un’alterazione della macchina letteralmente reimpostata (spesso in quasi perfetto background) per lo sgancio e la riconnessione ad un numero dai costi “non ordinari”.


Entra, così, in gioco il reato di frode informatica (art. 640-ter c.p.) che, tra le diverse condotte, punisce l’alterazione del funzionamento di un sistema informatico o telematico per il raggiungimento di un profitto o per la causazione di un danno.

D’altro canto, l’utente in grado di fermare tale alterazione non deve essere soltanto scaltro, ma informaticamente competente e, possibilmente, dotato di una connessione non dial-up nonché di un firewall che blocchi (o, almeno, segnali) accessi non autorizzati alla Rete. Insomma, una mosca bianca…

Ricordo, infine, che la Direttiva UE 31/2000 sul commercio elettronico (secondo alcuni studiosi già parzialmente in vigore) impone determinate indicazioni sull’identità dei prestatori di servizi anche telematici (oltre ad una serie di precisi adempimenti). Ciò, a mio modo di vedere, decimerà gli operatori di questo settore. Molti sono consapevoli del rischio giudiziario delle loro iniziative e non verranno così facilmente allo scoperto.

Conclusioni
Ha ragione chi dice che non si può fare di tutta l’erba un fascio. Come detto prima, c’è dialer e dialer, ma, guarda caso, troppo spesso ci si trova di fronte a casi concreti realmente al limite della legalità (se non oltre, come scritto nel forum).

Quanto alle considerazioni etiche e commerciali – al di là di quanto vale, secondo me, sul fronte giuridico – lasciatemi sottoscrivere ogni parola di Mantellini senza, per questo, sentirmi un moralista se penso, tra gli altri, anche ai minorenni, certamente tra i maggiori consumatori di logotipi, suonerie, sfondi, skin e pornografia telematica.

avv. Daniele Minotti – Genova
Studio Minotti

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    solo Marketing
    Anch'io che sono sostenitore dell'opensource ammettoche questo e' solo schifoso Marketing.Non esiste il db ne tantomento l'so 'Unbreakable' .... e nemmeno ci si avvicina.
    • Anonimo scrive:
      Re: solo Marketing

      che questo e' solo schifoso Marketing.1a regola del marketing) per vendere una cosa ogni cosa e permessa...
    • Anonimo scrive:
      Re: solo Marketing

      .... e nemmeno ci si avvicina.Qnx ci si avvicina parecchio. E molti altri SO custom.Che Oracle+Linux non siano unbreakable nel senso stretto della parola, è pacifico. E' ovvio che è marketing.Resta il fatto che Oracle è, insieme a IBM db,SAP, Interbase e Postgres, uno dei migliori DBMS in circolazione. IMHO, rispetto agli ultimi 4 citati, è il migliore, anche e soprattutto per il supporto.
      • Anonimo scrive:
        Re: solo Marketing

        Resta il fatto che Oracle è, insieme a IBM
        db,SAP, Interbase e Postgres, uno dei
        migliori DBMS in circolazione. IMHO,
        rispetto agli ultimi 4 citati, è il
        migliore, anche e soprattutto per il
        supporto.Ti sei scordato due nomi importanti:Microsoft Sql Server e Sybase (da cui MSSQL deriva)che sono nettamente superiori di postgre..direi che MSSQL e' quasi a livello di Oracle, ovviamente con tutti i limiti di un prodotto che e' "solo" un RDBMS; oracle sono anni che non lo e' piu'..e' come considerare Emacs un semplice editor...Ciao
        • Anonimo scrive:
          Re: solo Marketing
          - Scritto da: maks
          e' come considerare Emacs un semplice
          editor...emacs e' libero e oracle invece no ed e' anche per questo che con debian woody danno emacs e non oracle non so se ci hai fatto casoanche se mi piacerebbe modificare il mio file/etc/debian/linux/stable/woody/beta/release/conf con sql
        • Anonimo scrive:
          Re: solo Marketing

          Ti sei scordato due nomi importanti:
          Microsoft Sql Server e Sybase (da cui MSSQL
          deriva)Hai ragione.
          che sono nettamente superiori di postgre..
          direi che MSSQL e' quasi a livello di
          Oracle,Oddio... Oracle è un bel po' più stabilotto e permette di sicuro un miglior fine tuning (a costo, ovviamente, di maggiori sforzi rispetto al prodotto MS). Gestisci un db di 1 TB con MS SQL e poi se ne riparla ;-)
          e' come considerare Emacs un semplice
          editor...Emacs è un sistema operativo, di cui Linux è uno dei più famosi applicativi ;-)
  • Anonimo scrive:
    Un po' in ritardo...
    Come al solito il 'geniale' Ellison si è svegliato con un paio di anni di ritardo...Fortissima la frase dell'articolo:"Di questo si è però già accorta da tempo anche IBM, la prima ad aver introdotto, nel 1999, un database in grado di supportare il clustering su Linux."Sarà, ma se devo spendere cifre a 5 zeri(in Euro) preferisco IBM...
  • Anonimo scrive:
    Unbreakable ?
    Ma che cosa stanno raccontando ? Che sia un RDBMS robusto ci crediamo, che si sicuro anche, ma invincibile direi proprio di no.Basta vedere i seguenti documenti:http://www.nextgenss.com/advisories/oraplsextproc.txthttp://www.nextgenss.com/advisories/oraplsbos.txthttp://www.nextgenss.com/advisories/orajsp.txthttp://www.nextgenss.com/advisories/oradefs.txthttp://www.nextgenss.com/advisories/plsql.txtsolo per citare quelli del 2002.....
    • Anonimo scrive:
      Re: Unbreakable ?
      credo che hai capito poco dell'articolo. il progetto vuole portare il db su un cluster linux, in modo che sia fault tolerance.portarsi la ruota di scorta nel baule non vuol dire avere la certezza di non bucare mai più le altre..
      • Anonimo scrive:
        Re: Unbreakable ?
        Cito la frase: " due nuovi partner hanno infatti spiegato che sfrutteranno le tecnologie di Oracle per offrire soluzioni di clustering per Linux a prezzi estremamente concorrenziali e con un maggior livello di affidabilità e sicurezza".Ora, questo si chiama marketing puro e lo fanno citanto la parola Unbreakable quando invece è stato dimostrato il contrario. Lo sai che potrebbero essere denunciati per falsa pubblicità ?
        • Anonimo scrive:
          Re: Unbreakable ?
          - Scritto da: Antibufala]zac[
          invece è stato dimostrato il contrario. Lo
          sai che potrebbero essere denunciati per
          falsa pubblicità ?Mi sembra di sentire una pubblicita', l'unica maniera per bloccare win2000 e' ..... (con piede di porco al seguito) .....I colossi se ne fregano delle denunce, hanno $$££EUROEURO
        • Anonimo scrive:
          Re: Unbreakable ?
          - Scritto da: Antibufala
          Ora, questo si chiama marketing puro e lo
          fanno citanto la parola Unbreakable quando
          invece è stato dimostrato il contrario. Lo
          sai che potrebbero essere denunciati per
          falsa pubblicità ?Lo dici perche' lo sai o tiri ad indovinare ?Senno' potrei citarti "piu' bianco che piu' bianco non si puo'" oppure "tonno insuperabile" ecc... il mondo del marketing e' pieno di queste cose e mi sembra che nessuno se ne sia mai lamentato !!!
    • Anonimo scrive:
      Re: Unbreakable ?
      come dovevano chiamarlo? quasi-unbreakable?
      • Anonimo scrive:
        Re: Unbreakable ?

        come dovevano chiamarlo? quasi-unbreakable?non chiamarlo proprio.niente è sicuro al 100%, fosse anche un cluster con 1000 nodi, non avrai mai la certezza matematica di non stare a piedi.oracle inoltre lha usato unbreakable anche riferito alla sicurezza, e s'è visto com'è andata...
        • Anonimo scrive:
          Re: Unbreakable ?
          sono perfettamente d'accordo con te. ma quello che volevo dire è che è ovvio che gli abbiano dato un nome così altisonante...devono venderlo. è come se la microsoft avesse chiamato il suo winXP WindowsAdessoAbbiamoImparatoComeFareUnSODecente.: )))non rispondetemi, sto trolleggiando...
      • Anonimo scrive:
        Re: Unbreakable ?
        Era meglio non mettere nulla.
  • Anonimo scrive:
    WITHOUT ME - NEVER
    Ficcatelo in testa DRAGA, nel caso non l' avessi ancora capito.THE PENGUIN ti perseguiterà.Sempre piùstrette le alleanze con LINUX.Alien
    • Anonimo scrive:
      Re: WITHOUT ME - NEVER
      Alla faccia della tua difesa spasmodica di : * Open Source * Licenze GNU * Free Software * etc etc etcOracle mi sembra proprio un bell'esempio di CLOSED ALL. Mi domando come fai a rallegrarti di una notizia come questa. Secondo me l'importante per te è che non ci sia neanche concorrenza tra M$ e Linux ma che M$ sparisca definitivamente dalla faccia della terra. Questo a mio modo di vedere si chiama mania di onnipotenza.
      • Anonimo scrive:
        Re: WITHOUT ME - NEVER
        - Scritto da: Oracle FREE?
        Alla faccia della tua difesa spasmodica di :
        * Open Source
        * Licenze GNU
        * Free Software
        * etc etc etc

        Oracle mi sembra proprio un bell'esempio di
        CLOSED ALL. Mi domando come fai a
        rallegrarti di una notizia come questa.
        Secondo me l'importante per te è che non ci
        sia neanche concorrenza tra M$ e Linux ma
        che M$ sparisca definitivamente dalla faccia
        della terra. Questo a mio modo di vedere si
        chiama mania di onnipotenza.Non ho l' arroganza di avere la "mania di onnipotenza" che mi attribuisci.La "mania di onnipotenza" è stata ed è ancora prerogativa di microsoft e del suo capo; il DRAGA.LINUX è free (non GRATIS); può benissimo convivere e stringere alleanze con partner commerciali, ma senza che questi abbiano mire di fagocitare LINUX; si sbaglierebbero di grosso.Credo nella sincerità dell' allenaza tra IBM e LINUX, non vedo perchè non debba nutrire la stessa fiducia anche x Oracle fino a che non vi siano segnali contrari.Perchè dovrebbe sparire Microsoft? Non penso di aver mai affermato una cosa del genere, penso solo che Microsoft debba definitivamente piantarla con le sue solite pratiche Monopoliste che hanno ucciso il mercato, Se farà questo, cioè abbandonerà le pratiche Monopoliste, potrà benissimo benissimo convivere con LINUX e con l' Open Source.Altrimenti il DRAGA sa, in quanto ritengo che 1 barlume di intelligenza lo abbia pure, che la TRIPPA x GATTI è finita x lui.
        • Anonimo scrive:
          Re: WITHOUT ME - NEVER
          Evito di quotare.Ok ho capito il tuo pensiero, però dimmi una cosa:Perchè non fai una crociata anche contro ORACLE che mi sembra una azienda analoga a M$.ORACLE non permette a nessuno di vedere il suo codice, proprio come M$.ORACLE cerca di imporsi come unico motore di DB su tutti (cercando il monopolio), proprio come M$.ORACLE ha esteso la sua influenza anche su sw non proprio di tipo DB come Directory services, Server WEB, Framework di sviluppo, linguaggi, security, proprio come M$.ORACLE ha delle licenze CAPESTRO e dai costi carissimi, proprio come M$.In ultimo ORACLE ha anche lei numerosi buchi di sicurezza, non proprio bazzeccole e neanche fixati con quella velocità tipica del mondo linux, proprio come M$.
          • Anonimo scrive:
            Re: WITHOUT ME - NEVER
            Te lo ripeto, non conosco ORACLE, ma so che vi sono database free altrettanto potenti come i suoi.Se poi Oracle tiene i codici chiusi è nel suopieno diritto anche se personalmente non condivido il Closed.Che poi si faccia pagare è altrettanto suo diritto oltre che dovere per preservare e continuare il suo cammino come ogni altra attività economica.Il punto è e rimane il Cartello, il Monopolio a danni della concorrenza di un Mercato Libero; non si deve oltrepassare questo confine.- Scritto da: Oracle FREE?
            Evito di quotare.
            Ok ho capito il tuo pensiero, però dimmi una
            cosa:
            Perchè non fai una crociata anche contro
            ORACLE che mi sembra una azienda analoga a
            M$.Se Oracle ha strtto (o sta tentando di stringere) un' alleanza con LINUX e giocherà a carte scoperte, sarà la benvenuto e ne guadagnerà in immagine; anche LINUX ne beneficerà e tutta la Comunità Open Source.Ma il gioco deve essere chiaro e pulito come lo è LINUX.
            ORACLE non permette a nessuno di vedere il
            suo codice, proprio come M$.Scelte Closed sue.
            ORACLE cerca di imporsi come unico motore di
            DB su tutti (cercando il monopolio), proprio
            come M$.Fa il suo gioco, ma mi risulta vi siano altri database altrettanto potenti e free.Se un' Azienda tenta di imporsi su altre in un Libero Mercato questa è concorrenza propulsiva. e mai mortale per il progresso della tecnologia.
            ORACLE ha esteso la sua influenza anche su
            sw non proprio di tipo DB come Directory
            services, Server WEB, Framework di sviluppo,
            linguaggi, security, proprio come M$.Non esiste al mondo Azienda che abbuia fatto ciò che ha fatto Microsoft, esistono emuli, ma è sempre robaccia negativa; chi va con lo ZOPPO impara a ZOPPICARE.
            ORACLE ha delle licenze CAPESTRO e dai costi
            carissimi, proprio come M$.E' ilmercato che le deve ripulire, e chi si circonda di licenze capestro farebbe bene a rivederle.
            In ultimo ORACLE ha anche lei numerosi buchi
            di sicurezza, non proprio bazzeccole e
            neanche fixati con quella velocità tipica
            del mondo linux, proprio come M$.
          • Anonimo scrive:
            Re: WITHOUT ME - NEVER
            - Scritto da: Alien
            Te lo ripeto, non conosco ORACLE, ma so che
            vi sono database free altrettanto potenti
            come i suoi.
            Se poi Oracle tiene i codici chiusi è nel
            suopieno diritto anche se personalmente non
            condivido il Closed.
            Che poi si faccia pagare è altrettanto suo
            diritto oltre che dovere per preservare e
            continuare il suo cammino come ogni altra
            attività economica.LOL!Credo che sul dizionario ci fosse la definizionedi "Arrampicarsi sugli specchi", questo post diAlien ne sarebbe il primo esempio !:)
          • Anonimo scrive:
            Re: WITHOUT ME - NEVER
            -Te lo ripeto, non conosco ORACLE-Occhio a non sconfinare dal campo della trollaggine, appena ti fanno riflettere cadi dall'albero come una pera marcia (non è la prima volta, tra l'altro. Stai perdendo colpi, sei innamorato?).
          • Anonimo scrive:
            Re: WITHOUT ME - NEVER
            Vabbe' oramai conosciamo le fibie di ASlien pero':- Scritto da: Oracle FREE?
            Evito di quotare.
            Ok ho capito il tuo pensiero, però dimmi una
            cosa:
            Perchè non fai una crociata anche contro
            ORACLE che mi sembra una azienda analoga a
            M$.
            ORACLE non permette a nessuno di vedere il
            suo codice, proprio come M$.Decidere di rendere closed i propri codici non e' mica un delitto... si puo' non essere daccordo ed e' per questo che sono nate sigle come free sw, GPL, OPen Source ecc. Ognuno sceglie il sistema che piu' gli aggrada.
            ORACLE cerca di imporsi come unico motore di
            DB su tutti (cercando il monopolio), proprio
            come M$.Facendo cosa? Imponendo di preinstallare il proprio sw sui server? Ma stai sognando?
            ORACLE ha esteso la sua influenza anche su
            sw non proprio di tipo DB come Directory
            services, Server WEB, Framework di sviluppo,
            linguaggi, security, proprio come M$.Che vuol dire? HA comprato marchi? HA acquisito SwHouse? Oppure sta' sviluppando applicazioni in nuovi settori? E' un delitto diversificarsi?
            ORACLE ha delle licenze CAPESTRO e dai costi
            carissimi, proprio come M$.Questo e' deprecabile ma se si sta' a giudicare tutti i soggetti commerciali che trattano con linux stiamo freschi...
            In ultimo ORACLE ha anche lei numerosi buchi
            di sicurezza, non proprio bazzeccole e
            neanche fixati con quella velocità tipica
            del mondo linux, proprio come M$.Anche BIND, anche Linux li aveva e ne avra', tutti ce li hanno..Non ci racconti nulla di nuovo
          • Anonimo scrive:
            Re: WITHOUT ME - NEVER
            Mio caro SOSe, analizzale bene le mie "fobie" e vedrai che anche tra i modi di dire coloriti che ho, "fobie" tanto non lo sono.Alien.- Scritto da: SOSe
            Vabbe' oramai conosciamo le fibie di ASlien
            pero':

            - Scritto da: Oracle FREE?

            Evito di quotare.

            Ok ho capito il tuo pensiero, però dimmi
            una

            cosa:

            Perchè non fai una crociata anche contro

            ORACLE che mi sembra una azienda analoga a

            M$.

            ORACLE non permette a nessuno di vedere il

            suo codice, proprio come M$.

            Decidere di rendere closed i propri codici
            non e' mica un delitto... si puo' non essere
            daccordo ed e' per questo che sono nate
            sigle come free sw, GPL, OPen Source ecc.
            Ognuno sceglie il sistema che piu' gli
            aggrada.


            ORACLE cerca di imporsi come unico motore
            di

            DB su tutti (cercando il monopolio),
            proprio

            come M$.

            Facendo cosa? Imponendo di preinstallare il
            proprio sw sui server? Ma stai sognando?


            ORACLE ha esteso la sua influenza anche su

            sw non proprio di tipo DB come Directory

            services, Server WEB, Framework di
            sviluppo,

            linguaggi, security, proprio come M$.

            Che vuol dire? HA comprato marchi? HA
            acquisito SwHouse? Oppure sta' sviluppando
            applicazioni in nuovi settori? E' un delitto
            diversificarsi?


            ORACLE ha delle licenze CAPESTRO e dai
            costi

            carissimi, proprio come M$.

            Questo e' deprecabile ma se si sta' a
            giudicare tutti i soggetti commerciali che
            trattano con linux stiamo freschi...


            In ultimo ORACLE ha anche lei numerosi
            buchi

            di sicurezza, non proprio bazzeccole e

            neanche fixati con quella velocità tipica

            del mondo linux, proprio come M$.

            Anche BIND, anche Linux li aveva e ne avra',
            tutti ce li hanno..
            Non ci racconti nulla di nuovo
          • Anonimo scrive:
            Re: WITHOUT ME - NEVER

            Facendo cosa? Imponendo di preinstallare il
            proprio sw sui server? Ma stai sognando?
            raga' oracle E' un OS...ha un suo filesystemun suo DB degli utentiun suo hardware abstraction layerun suo interprete dei comandi, una shell, un linguaggio di programmazione (java)ha il generatore visuale dei form!!!!ha moduli per gestire:email, directory service, web, soap e ovviamente e' un RDBMS...gli manca solo un boot loader e, a quel che ne so, c'e' stato un periodo in cui hanno cercato di farselo sviluppare... non so perche' la cosa fini a tarallucci e vino...ciao
    • Anonimo scrive:
      Re: WITHOUT ME - NEVER
      - Scritto da: Alien
      Ficcatelo in testa DRAGA, nel caso non l'
      avessi ancora capito.
      THE PENGUIN ti perseguiterà.
      Sempre piùstrette le alleanze con LINUX.
      AlienAlien, hai mai pensato di ricorrere alla PNL?Dicono che in una sola seduta riescono ad eliminare qualsiasi fobia...
      • Anonimo scrive:
        Re: WITHOUT ME - NEVER
        - Scritto da: Alberto
        Alien, hai mai pensato di ricorrere alla PNL?
        Dicono che in una sola seduta riescono ad
        eliminare qualsiasi fobia...Anni fa mi sono strafatto di libri astrolabio sull'argomento. Io sono contrario alla PNL anche se ogni tanto sfrutto quel poco che mi ricordo per fini personali. La ritengo comunque un metodo poco corretto di manipolare la gente.In ogni caso che cosa vuol dire "dragasaccocce"?Non l'ho mai chiesto perché non volevo fare una domanda ridicola... però ho cercato su google e ho trovato solo messaggi di Alien sparsi su linuxvalley e puntoinformatico
        • Anonimo scrive:
          Re: WITHOUT ME - NEVER
          - Scritto da: Pinco Pallino


          - Scritto da: Alberto


          Alien, hai mai pensato di ricorrere alla
          PNL?

          Dicono che in una sola seduta riescono ad

          eliminare qualsiasi fobia...

          Anni fa mi sono strafatto di libri
          astrolabio sull'argomento. Io sono contrario
          alla PNL anche se ogni tanto sfrutto quel
          poco che mi ricordo per fini personali. La
          ritengo comunque un metodo poco corretto di
          manipolare la gente.

          In ogni caso che cosa vuol dire
          "dragasaccocce"?
          Non l'ho mai chiesto perché non volevo fare
          una domanda ridicola... però ho cercato su
          google e ho trovato solo messaggi di Alien
          sparsi su linuxvalley e puntoinformaticoDRAGASACCOCCE, significa un' IDROVORA che ti risucchia tutti i soldi che hai in tasca; da qui il soprannome: DRAGASACCOCCE di REDMOND alias Bill Gates capo Micorsoft che ha la sede principale a Redmond (US).
          • Anonimo scrive:
            Re: WITHOUT ME - NEVER
            - Scritto da: Alien

            DRAGASACCOCCE, significa un' IDROVORA che ti
            risucchia tutti i soldi che hai in tasca; da
            qui il soprannome: DRAGASACCOCCE di REDMOND
            alias Bill Gates capo Micorsoft che ha la
            sede principale a Redmond (US).A parte il fatto che il software Oracle costa ben più di quello Microsoft, ma tanto di più, quali sarebbero i DBMS open source "potenti" quanto Oracle?
          • Anonimo scrive:
            Re: WITHOUT ME - NEVER
            - Scritto da: Ale


            - Scritto da: Alien




            DRAGASACCOCCE, significa un' IDROVORA che
            ti

            risucchia tutti i soldi che hai in tasca;
            da

            qui il soprannome: DRAGASACCOCCE di
            REDMOND

            alias Bill Gates capo Micorsoft che ha la

            sede principale a Redmond (US).

            A parte il fatto che il software Oracle
            costa ben più di quello Microsoft, ma tanto
            di più, quali sarebbero i DBMS open source
            "potenti" quanto Oracle?Vedo che qui volete un "gran bene" ad ORACLE, che devo fa??? La devo tenere d' occhio?!
          • Anonimo scrive:
            Re: WITHOUT ME - NEVER
            Porca vacca, vado avanti a leggere e vedo che subisci ancora... colpo dopo colpo... Ma che ti succede? Qui la folla è in delirio, no nti riconosciamo più.
          • Anonimo scrive:
            Re: WITHOUT ME - NEVER
            - Scritto da: Ale
            A parte il fatto che il software Oracle
            costa ben più di quello Microsoft, ma tanto
            di più, quali sarebbero i DBMS open source
            "potenti" quanto Oracle?Beh... ma lo vedi il thread sotto ?!?!?!?Comunque, ad esempio, PostgreSQL.
          • Anonimo scrive:
            Re: WITHOUT ME - NEVER
            - Scritto da: KerNivore

            Beh... ma lo vedi il thread sotto ?!?!?!?

            Comunque, ad esempio, PostgreSQL.eh si, non l'avevo visto... cmq non si può paragonare un dbms open source ad oracle solo perchè è un dbms e supporta transazione, trigger e stored procedure. I grossi sistemi commerciali sono "sistemoni" che supportano clustering, transazioni distribuite ecc. cose difficilmente ottenibili da sistemi free, o sbaglio?Ciao
          • Anonimo scrive:
            Re: WITHOUT ME - NEVER
            - Scritto da: Ale


            - Scritto da: KerNivore




            Beh... ma lo vedi il thread sotto ?!?!?!?



            Comunque, ad esempio, PostgreSQL.

            eh si, non l'avevo visto... cmq non si può
            paragonare un dbms open source ad oracle
            solo perchè è un dbms e supporta
            transazione, trigger e stored procedure.Se non confronti due prodotti su quello che possono fare, su cosa devi confrontarli ?!?!:-)
            grossi sistemi commerciali sono "sistemoni"
            che supportano clustering, transazioni
            distribuite ecc. cose difficilmente
            ottenibili da sistemi free, o sbaglio?mmm... AFAIK postgres non supporta ancora queste cose... ma non vuol dire che non le supportera' mai :-)Ciao !
          • Anonimo scrive:
            Re: WITHOUT ME - NEVER


            eh si, non l'avevo visto... cmq non si può

            paragonare un dbms open source ad oracle

            solo perchè è un dbms e supporta

            transazione, trigger e stored procedure.

            Se non confronti due prodotti su quello che
            possono fare, su cosa devi confrontarli ?!?!

            :-)
            beh..ad esempio sulla gestione e configurazione da remotosulla qualita' dei tool inclusi nel pacchetto sulla scalabilita'su come gestiscono in generale i dati...magari un db e' velocissimo col testo, ma coi campi blob fa pena e viceversa..Oracle e altri sistemi commerciali hanno prestazioni decisamente lineari con qualsiai dato e scalano benone al crescere del carico...

            grossi sistemi commerciali sono
            "sistemoni"

            che supportano clustering, transazioni

            distribuite ecc. cose difficilmente

            ottenibili da sistemi free, o sbaglio?

            mmm... AFAIK postgres non supporta ancora
            queste cose... ma non vuol dire che non le
            supportera' mai :-)
            Beh.. la vedo difficile..io se faccio un componente COM su windows posso abilitare il Distribuited transact coordinator e automaticamente SQL mi mantiene la transazione via com+ anche se i componenti girano fisicamente su macchine diversee quando hai a che fare con applicazioni in load balacing non e' poco...Inoltre se devo installare un cluster, ho un supporto nativo e ben documentato..ciao
          • Anonimo scrive:
            Re: WITHOUT ME - NEVER
            - Scritto da: maks
            e quando hai a che fare con applicazioni in
            load balacing non e' poco...pero' non e' software libero quindi non e' equo e solidale ed e' anche a causa di questo che la gente ha fame in swaziland
          • Anonimo scrive:
            Re: WITHOUT ME - NEVER
            - Scritto da: KerNivore




            Se non confronti due prodotti su quello che
            possono fare, su cosa devi confrontarli ?!?!
            Il senso era appunto che i sistemi commerciali come Oracle supportano funzioni "enterprise" che sono di difficilissimo sviluppo ed estremamente costose. Difficilmente un prodotto free le può supportare.

            mmm... AFAIK postgres non supporta ancora
            queste cose... ma non vuol dire che non le
            supportera' mai :-)

            Ciao !
            che vuol dire AFAIK? :-)ciao
          • Anonimo scrive:
            Re: WITHOUT ME - NEVER
            - Scritto da: Ale
            Il senso era appunto che i sistemi
            commerciali come Oracle supportano funzioni
            "enterprise" che sono di difficilissimo
            sviluppo ed estremamente costose.
            Difficilmente un prodotto free le può
            supportare.... aspetta a dirlo... :-)



            mmm... AFAIK postgres non supporta ancora

            queste cose... ma non vuol dire che non le

            supportera' mai :-)



            Ciao !



            che vuol dire AFAIK? :-)As Far As I Know = per quanto ne so !Ciao !
          • Anonimo scrive:
            Re: WITHOUT ME - NEVER
            - Scritto da: Alien

            DRAGASACCOCCE, significa un' IDROVORA che ti
            risucchia tutti i soldi che hai in tasca; da
            qui il soprannome: DRAGASACCOCCE di REDMOND
            alias Bill Gates capo Micorsoft che ha la
            sede principale a Redmond (US).Ah ecco... si si... ehhhh...invece Oracle è un ente di beneficenza... si si......a volte mettici anche del tabacco in mezzo, fratello!Zeross
          • Anonimo scrive:
            Re: WITHOUT ME - NEVER
            L'ho già detto, ma lo ripeto; non ho ancora capito bene xchè qui odiate così tanto l' ORACOLO.Non ho mai avuto sentore nè segnali che l'ORACOLO fosse paragonabile al DRAGA.E' comunque sotto osservazione, presto vedremo chi avrà ragione.Alien.- Scritto da: Zeross
            - Scritto da: Alien



            DRAGASACCOCCE, significa un' IDROVORA che
            ti

            risucchia tutti i soldi che hai in tasca;
            da

            qui il soprannome: DRAGASACCOCCE di
            REDMOND

            alias Bill Gates capo Micorsoft che ha la

            sede principale a Redmond (US).


            Ah ecco... si si... ehhhh...
            invece Oracle è un ente di beneficenza... si
            si...

            ...a volte mettici anche del tabacco in
            mezzo, fratello!


            Zeross
        • Anonimo scrive:
          Re: WITHOUT ME - NEVER
          - Scritto da: Pinco Pallino


          - Scritto da: Alberto


          Alien, hai mai pensato di ricorrere alla
          PNL?

          Dicono che in una sola seduta riescono ad

          eliminare qualsiasi fobia...

          Anni fa mi sono strafatto di libri
          astrolabio sull'argomento. Io sono contrario
          alla PNL anche se ogni tanto sfrutto quel
          poco che mi ricordo per fini personali. La
          ritengo comunque un metodo poco corretto di
          manipolare la gente.

          In ogni caso che cosa vuol dire
          "dragasaccocce"?
          Non l'ho mai chiesto perché non volevo fare
          una domanda ridicola... però ho cercato su
          google e ho trovato solo messaggi di Alien
          sparsi su linuxvalley e puntoinformaticopurcaputtanazza, pure in google è finito il DRAGA.......
          • Anonimo scrive:
            Re: WITHOUT ME - NEVER

            ho cercato su
            google e ho trovato solo messaggi di Alien
            sparsi su linuxvalley e puntoinformaticoAlien è il re dei troll anti-Microsoft. Non farci troppo caso. È un tipo in gamba ma un po' pallosetto ;) e soprattutto ha una caghetta (di quelle bollenti per intenderci) quando si parla di Bill ;) ;)
          • Anonimo scrive:
            Re: WITHOUT ME - NEVER
            Hei Malibù, che cosa dici mai?.........Alien pallosetto?Giammai; amo Microsoft (solo le sue programmatrici anche se rintronate nei codici......sorgenti).Amo il "Closed" (se riferito in compagnia di 1 bella gnocca).Il mio "amico" DRAGASACCOCCE DI REDMOND? Gli offrirò un ottimo piatto di ottima TRIPPA x GATTI.I love LINUX, Penguin is Power (è aria LIBERA e codice puro).ciao.W l' ITALIA.Alien.- Scritto da: Mabù

            ho cercato su

            google e ho trovato solo messaggi di Alien

            sparsi su linuxvalley e puntoinformatico

            Alien è il re dei troll anti-Microsoft. Non
            farci troppo caso. È un tipo in gamba ma un
            po' pallosetto ;) e soprattutto ha una
            caghetta (di quelle bollenti per intenderci)
            quando si parla di Bill ;) ;)
  • Anonimo scrive:
    Database Open Source paragonabile a Oracle
    Strano che non ci siano ancora i soliti messaggi pro-contro linux... Sì vede che la notizia non era da mettere in cima come esca per i flames.Comunque Oracle costa un sacco di soldi, secondo voi quale è un database open source che più si avvicina ad Oracle come potenza?
    • Anonimo scrive:
      Re: Database Open Source paragonabile a Oracle
      - Scritto da: Pinco Pallino
      Strano che non ci siano ancora i soliti
      messaggi pro-contro linux... Sì vede che la
      notizia non era da mettere in cima come esca
      per i flames.Mah.. si vede che i trolls non sanno nemmeno cosa e' oracle e non hanno capito l'importanza della notizia :-)
      Comunque Oracle costa un sacco di soldi,
      secondo voi quale è un database open source
      che più si avvicina ad Oracle come potenza? Sicuramente postgres (www.postgresql.org)Io ci gestisco un db grossino da un anno e mezzo e va che e' una meraviglia... Ciao
      • Anonimo scrive:
        Re: Database Open Source paragonabile a Oracle
        Ma come mai molti hosting provider danno la possibilità di usare mysql mentre postgresql è meno popolare?Fra l'altro mi pare che in passato mysql avesse una licenza più restrittiva, quindi non riesco a capire come mai postgresql non sia il più diffuso.
        • Anonimo scrive:
          Re: Database Open Source paragonabile a Oracle
          Era Postgre ad essere closed credo.Uno dei vantaggi dell'opensource è anche il rilancio di applicazioni che non possono competere con i migliori prodotti closed, tant'è che PostgreSQL IMO non è nemmeno paragonabile a Oracle, non perchè Pg sia scarso intendiamoci, ma perchè Oracle tutti quei soldi li vale.MySQL è ottimo per il web, che database devi gestire per aver bisogno di PostgreSQL??
          • Anonimo scrive:
            Re: Database Open Source paragonabile a Oracle
            - Scritto da: gsam
            Era Postgre ad essere closed credo.Buonanotte.
            MySQL è ottimo per il web, che database devi
            gestire per aver bisogno di PostgreSQL??trigger?
          • Anonimo scrive:
            Re: Database Open Source paragonabile a Oracle
            Buonanotte cosa?Also at Berkeley, Michael Stonebraker led a team to develop an object-relational database server called Postgres(1986-1994). The Postgres code was taken by Illustra and developed into a commercial product. (Illustra was later purchased by Informix and integrated into Informix's Universal Server.) Two Berkeley graduate students, Jolly Chen and Andrew Yu, added SQL capabilities to Postgres, and called it Postgres95(1994-1995). They left Berkeley, but Jolly continued maintaining Postgres95, which had an active mailing list. In the summer of 1996, it became clear that the demand for an open-source SQL database server was great, and a team should be formed to continue development. Marc G. Fournier, in Toronto, Canada, offered to host the mailing list, and provide a server to host the source tree.
          • Anonimo scrive:
            Re: Database Open Source paragonabile a Oracle
            - Scritto da: Pogoboy

            MySQL è ottimo per il web, che database
            devi

            gestire per aver bisogno di PostgreSQL??

            trigger?o tabellozze con 20/30M records....
          • Anonimo scrive:
            Re: Database Open Source paragonabile a Oracle

            o tabellozze con 20/30M records....ah bhe...roba da tutti...
        • Anonimo scrive:
          Re: Database Open Source paragonabile a Oracle
          Postgres è ACID come oracle (che vuol dire un po di cose che non ricordo, tipo che ha il transaction recovery e varie altre cosuccie), mysql non lo è, il che lo rende meno affidabile per banche e altre aziende dove è necessaria una fault tolerance 100%, tuttavia per le applicazioni web risulta essere piu leggero meno esoso di risorse e soprattutto molto piu veloce.
          • Anonimo scrive:
            Re: Database Open Source paragonabile a Oracle
            oh. finalmente una serie di post scritte da chi sa cosa sta scrivendo, a differenza di tante altre volte in cui si scatenano personaggi che non sanno nemmeno di cosa si parla.giusto per stare in tema, uno dei vantaggi (se non erro) di MySQL è che comunque gira anche sotto Win32, e portare applicazioni (specie in JSP) complete del db fra le 2 platf. diventa molto facile. io per esempio sul mio notebook Win2000 mostro una copia delle applic. JSP (basate su db) che in internet sono ospitate invece da un server redhat.ciao
          • Anonimo scrive:
            Re: Database Open Source paragonabile a Oracle
            Io oggi per curiosità mi sono installato postgresql sotto windows.Ho trovato un sito che spiega tutto passo passo e non è stato molto difficile.ecco il link a chi interessa:http://www.ejip.net/faq/postgresql_win_setup_faq.jsp
          • Anonimo scrive:
            Re: Database Open Source paragonabile a Oracle
            - Scritto da: CmdrTraco
            Postgres è ACID come oracle (che vuol dire
            un po di cose che non ricordo, tipo che ha
            il transaction recovery e varie altre
            cosuccie), inoltre,non so se interessa, ma ha i driver jdbc di livello 4
          • Anonimo scrive:
            Re: Database Open Source paragonabile a Oracle
            - Scritto da: fDiskolo
            inoltre,non so se interessa, ma ha i driver
            jdbc di livello 4non importa a nessuno dato che mysql e' gpl e quindi e' libero ovvero migliora invece postgres lo usa microsoft per rubare i sorgenti e metterli in sql server che oltretutto e' bacato quindi postgres = monopolio mentre mysql = liberta' infatti i siti linux usano mysql e postgres non lo usa nessuno solo i nazzisti scappati in paraguay dopo la guerra
          • Anonimo scrive:
            Re: Database Open Source ... ACID
            ACID:AtomicityConsistencyIsolationDurability
    • Anonimo scrive:
      Re: Database Open Source paragonabile a Oracle
      Non saranno completamente OpenSource, ma mi sembra che anche SAPdb e Interbase siano liberi.Qualcuno li usa e sa che differenze (vantaggi e svantaggi) ci sono tra mySQL, PostgeSQL, Interbase e SAPdb?
      • Anonimo scrive:
        Re: Database Open Source paragonabile a Oracle
        Ho trovato questo articolo che spiega le differenze tra mysql, postgresql e interbase:http://www.itportal.it/developer/speciali/rdbms2/
    • Anonimo scrive:
      Re: Database Open Source paragonabile a Oracle

      Comunque Oracle costa un sacco di soldi,
      secondo voi quale è un database open source
      che più si avvicina ad Oracle come potenza? Leggendo le specifiche mi sono reso conto che SAP-DB è sicuramente un buonissimo prodotto ed è anche suportato da parecchi prodotti terzi(commerciali).
    • Anonimo scrive:
      Re: Database Open Source paragonabile a Oracle
      - Scritto da: Pinco Pallino
      Comunque Oracle costa un sacco di soldi,
      secondo voi quale è un database open source
      che più si avvicina ad Oracle come potenza? SAP http://www.sapdb.org/
      • Anonimo scrive:
        Re: Database Open Source paragonabile a Oracle

        SAP
        http://www.sapdb.org/hmmm... ho letto le caratteristiche di mysql e sicuramente pur avendo il vantaggio di essere un db molto veloce (è nato per questo, pare) ha dei grossi handicap rispetto ad oracle (non gestisce transazioni e viste) e probabilmente non è altrettanto fault-tolerant. Posgre invece si candida benissimo come sostituto di oracle. Riguardo a SAPdb qualcuno l'ha usato? ha le carte in regola per competere con il mostro sacro?Ci sono tool GUI per accedere alle funzionalità del database?
        • Anonimo scrive:
          Re: Database Open Source paragonabile a Oracle

          hmmm... ho letto le caratteristiche di mysql
          e sicuramente pur avendo il vantaggio di
          essere un db molto veloce (è nato per
          questo, pare) ha dei grossi handicap
          rispetto ad oracle (non gestisce transazioni
          e viste) e probabilmente non è altrettanto
          fault-tolerant. Posgre invece si candida
          benissimo come sostituto di oracle. probabilmente non lo e'????NO LO E' neanche lontanamente! :))))ma in fondo non e' stato progettato per quello
          Riguardo a SAPdb qualcuno l'ha usato? ha le
          carte in regola per competere con il mostro
          sacro?
          Ci sono tool GUI per accedere alle
          funzionalità del database?ci sono molte gui, ma nessuna di livello davvero elevato...io per mysql uso mysqlfront da windows..non e' gran che, ma funziona beneciao
    • Anonimo scrive:
      Re: Database Open Source paragonabile a Oracle
      - Scritto da: Pinco Pallino
      Strano che non ci siano ancora i soliti
      messaggi pro-contro linux... Sì vede che la
      notizia non era da mettere in cima come esca
      per i flames.

      Comunque Oracle costa un sacco di soldi,
      secondo voi quale è un database open source
      che più si avvicina ad Oracle come potenza? nessunno , se ti interessano le funzioni avanzate di OracleTipo, la scalabilita' mostruosa, tipo, poter scrivere stored procedure in java che vengono compilate nel db, tipo, scrivere estensioni al motore db (es select * from immagini where oppure
Chiudi i commenti