I dolori del giovane social lending

Zopa.it fermato dalla Banca d'Italia. Una ferita che brucia sulla pelle dei prestiti online

Roma – In una Lettera aperta agli Zopiani pubblicata sul blog ufficiale di Zopa.it , Maurizio Sella, amministratore delegato dell’alfiere del social lending Zopa Italia, è intervenuto in maniera diretta in un momento piuttosto difficile per la sua azienda e per l’intero panorama del prestito sociale nel nostro paese. “Siamo costretti – ha dichiarato Sella – a sospendere la trattazione di nuovi prestiti e l’ingresso di nuovi prestatori, mentre vogliamo continuare, in maniera rigorosa e precisa come sempre, a gestire i prestiti in essere”.

La “lettera aperta” ha svelato una decisione ferma della Banca d’Italia che, attraverso un decreto del Ministero dell’Economia, ha cancellato Zopa dall’albo degli intermediari finanziari. La misura restrittiva è stata ufficializzata in data 10 luglio: il post ha rivelato in un aggiornamento che “a Zopa è stato contestato di aver fatto raccolta del risparmio (e non semplice intermediazione di pagamenti) a causa della giacenza sul Conto Prestatori Zopa del denaro in attesa di uscire in prestito”.

Una battuta d’arresto, quindi, per un fenomeno recente come il social lending, innovativa formula di prestito sociale emersa grazie al web. Sella, nonostante le sue speranze per il futuro, utilizza già il passato: “abbiamo creduto in un progetto ambizioso e lo abbiamo sviluppato nel nostro paese. Gestiremo questa fase, speriamo breve”.

Ad alimentare gli auspici di Zopa, il quadro tracciato dall’agenzia di stampa Adnkronos : sarebbero “già 40mila gli italiani che, complice la crisi economica e il conseguente crollo del mercato del credito al consumo, hanno scelto di scambiarsi denaro su internet bypassando gli intermediari tradizionali”. Cronache di un boom che sono passate anche per La Stampa che ha riportato un’analisi di Assofin riguardante il crollo sopra citato, con “le famiglie italiane che hanno continuato ad indebitarsi fino al primo dato negativo di questo primo trimestre: -10,7 per cento”. Intanto Sella ringrazia in anticipo, “per tutto il supporto che ci vorrete dare”. (M.V.)

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Aname scrive:
    sembra poco serio
    Il loro sito è fatto malissimo, ci sono spazi per le immagini contrassegnate dalle famigerate "x" segno che mancano i collegamenti per le immagini, la grafica è mal struttura, anzi, orrenda, sembra piuttosto il blog di un ragazzino e ci sono un sacco di banners pubblicitari commerciali, anche quelli, mal piazzati.Non mi sembra una cosa seria, e comunque non è il tipo di sito che mi aspetto da un partito pirata, che, almeno dal lato informatico deve essere competente in maniera ineccepibile!
  • Freedom scrive:
    Partito Pirata italiano
    Partito Piratahttp://www.partito-pirata.itP-)
  • Stein Franken scrive:
    Come al solito l'italiano....
    In Svizzera ci sono 4 lingue. Capisco che il romancio si possa ignorare (he he) pero' almeno l'italiano...Poi personalmente non so quanto ho fiducia in questo partito, oltre al fatto che sono giovanissimi. Chissà.
    • Giambo scrive:
      Re: Come al solito l'italiano....
      - Scritto da: Stein Franken
      In Svizzera ci sono 4 lingue. Capisco che il
      romancio si possa ignorare (he he) pero' almeno
      l'italiano...Vabbeh, pure noi "italofoni" siamo pochini in Svizzera ... Pensavo quasi di propormi per la traduzione italiana, ma e' un lavoro piuttosto noioso : ...
    • Illo Illi scrive:
      Re: Come al solito l'italiano....
      I vecchi in politica ci sono solo in italia.
    • Utente non registrato scrive:
      Re: Come al solito l'italiano....
      La speranza viene proprio dal fatto che siano giovani... C'è bisogno di cambiare le carte in tavola. Basta guardare gli ultimi 10 anni di norme sull'informatica in Italia... o il mitico PNI per la scuola, scritto su carta e mai applicato fino in fondo.
  • loris batacchi scrive:
    Tocca all'italia ora...
    Sara' la volta buona che i comunisti riescano a vincere le elezioni?
    • markoer scrive:
      Re: Tocca all'italia ora...
      - Scritto da: loris batacchi
      Sara' la volta buona che i comunisti riescano a
      vincere le
      elezioni?Ecco il solito Berlusconiano... comunisti non ce ne sono più e comunque le elezioni una volta le hanno pure vinte... quindi studia la storia!
    • Pao scrive:
      Re: Tocca all'italia ora...
      - Scritto da: loris batacchi
      Sara' la volta buona che i comunisti riescano a
      vincere le
      elezioni?Quali comunisti?Ah... quelli che berlusconi dice di combattere per raccatare voti dai fessi che non si sono accorti che gli unici "comunisti" (finti...) che ci sono in Italia... sono quelli con cui Belrusconi fa affari d'oro :D
  • Marino scrive:
    Attenzione: Violazione del copyright?
    Salve,Vorrei segnalarvi che c'è un sito che aggrega e ripubblica automaticamente tutti i vostri post.Il sito è questo: informaticablogs.netsons.orgNon so se l'avete autorizzato, ma visti i commenti di altri, penso di no. Perciò spero che questa segnalazione vi torni utile.Ciao!Complimenti per il sito, che leggo sempre!
    • lellykelly scrive:
      Re: Attenzione: Violazione del copyright?
      la consolazione è che è sconosciuto ed inutile.trovi i notizioni di pi sulla pagina news di google eventualmente.
    • Tukler scrive:
      Re: Attenzione: Violazione del copyright?
      A me pare che aggreghi e basta (anche se non ne capisco l'utilità).Comunque, gli articoli di PI sono di solito Creative Commons, quindi potrebbero anche ripubblicarli.Semmai il problema sarebbe per HWUpdgrade...
      • Illo Illi scrive:
        Re: Attenzione: Violazione del copyright?
        - Scritto da: Tukler
        A me pare che aggreghi e basta (anche se non ne
        capisco
        l'utilità).pubblicita'?
    • Stein Franken scrive:
      Re: Attenzione: Violazione del copyright?
      Tra l'altro il sito cita anche la fonte, quindi è trasparente.
    • Funz scrive:
      Re: Attenzione: Violazione del copyright?
      - Scritto da: MarinoE Google reader e tutti gli aggregatori di feed allora?
Chiudi i commenti