I formati RAW entrano in Windows

Microsoft ha introdotto il supporto in XP dei file d'immagine in formato RAW, adottati da molte fotocamere digitali. Rilasciato un tool gratuito per i file RAW di Canon e Nikon


Redmond (USA) – All’inizio del mese Microsoft aveva promesso di introdurre il supporto ai formati d’immagine RAW, anche detti negativi digitali , in Windows XP e Longhorn. Almeno parte della promessa è già stata mantenuta con il rilascio di RAW Image Thumbnailer and Viewer 1.0 , un PowerToy gratuito con cui è possibile visualizzare, organizzare e stampare foto salvate nei formati RAW utilizzati nelle fotocamere di Canon e Nikon.

Al contrario del JPEG, che comprime le immagini riducendone la qualità, i formati RAW si basano su algoritmi di compressione senza perdita di informazioni (lossless) capaci di mantenere la massima fedeltà con quanto scattato dalla macchina fotografica. I produttori hanno cominciato ad includere questo tipo di formato dapprima nelle macchine fotografiche digitali di fascia professionale e, più di recente, anche in quelle di fascia consumer. Ogni produttore utilizza un formato RAW proprietario: NEF per Nikon, DCR per Kodak, CRW per Canon, RAF per Fuji, ORF per Olympus, e via dicendo.

Con suo il tool gratuito Microsoft intende fornire ai propri utenti la possibilità di aprire direttamente le immagini salvate nei formati di Canon e Nikon senza ricorrere a software di terze parti. Molti utenti sono rimasti tuttavia delusi dal fatto che il big di Redmond abbia scelto di supportare solo due – anche se molto diffusi – fra i numerosi formati RAW sul mercato.

“È davvero ingannevole il fatto che Microsoft chiami questa applicazione un RAW Image Thumbnailer and Viewer visto che può solo aprire i file RAW di Canon e Nikon”, ha scritto “zee7” sul forum di BetaNews.com . “E il fatto che questa cosa venga resa nota solo dopo l’installazione è inconcepibile”.

C’è poi chi fa notare come, sebbene il tool di Microsoft sia un semplice viewer, e non fornisca alcuna funzionalità di editing delle immagini, la sua dimensione sfiori i 50 MB. Per farlo girare è necessario aver installato il MS.NET Framework 1.1 e, stando al sito web del colosso di Redmond, il Service Pack 2 di Windows XP.

Alcuni auspicano che Microsoft aggiunga la compatibilità verso altri formati con le prossime versioni del suo viewer. Fra l’altro, Microsoft consiglia l’installazione del suo viewer solo agli utenti esperti e, come succede con tutti i PowerToy, non fornisce per questo software alcun tipo di supporto.

In Longhorn, il supporto ai principali formati RAW farà invece parte delle funzionalità di sistema: ciò significa che gli utenti potranno aprire, gestire e modificare i file RAW direttamente con le applicazioni integrate nel sistema operativo.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Mi chiedo davvero....
    quanti soldi spilleranno all'utenza prima di arrivare a 100mbps o più... ps.e io viaggio ancora a 56k :@
  • Anonimo scrive:
    Intel: un fallimento totale
    Riguardo ad Intel, io non gli dò più un soldobucato. E' totalmente andata ormai, vive disolo brand per inerzia. Vi invito a leggerel'ultimo confronto tra Intel e AMD:http://www.anandtech.com/IT/showdoc.aspx?i=2447&p=5In particolare dove dice:"This is really remarkable, as the Xeon does not benefit from 64 bit at all. Worse, a 10% performance penalty is paid for moving over to 64 bit. The Opteron, however, thrives on 64 bit and gets a 30% boost from 64 bit."Direi che Intel ha superato il punto di non ritorno.
    • NiceGuyAlberto scrive:
      Re: Intel: un fallimento totale
      (troll3)(troll3)(troll3)(troll3)(troll3)(troll3)(troll3)nella pagina da te linkata si parla di benchmarking per MySQLnon direi che sia un dato così significativo da supportare le tue catastrofiche conclusionivolendo si potrebbe leggere anche al rovescio come indicatore di quanto gli sviluppatori di MySQL siano stati bravi a sfruttare le due diverse architetture 64bit!(massimo rispetto comunque sia ad AMD che a MySQL)
    • Anonimo scrive:
      Re: Intel: un fallimento totale
      Se ho bisogno di riscaldare la bistecca mi compro un bel mocroonde e mi tengo il mio intel. Per l'AMD non saprei cos'altro fargli fare in casa mia;)- Scritto da: Anonimo

      Riguardo ad Intel, io non gli dò più un soldo
      bucato. E' totalmente andata ormai, vive di
      solo brand per inerzia. Vi invito a leggere
      l'ultimo confronto tra Intel e AMD:

      http://www.anandtech.com/IT/showdoc.aspx?i=2447&p=

      In particolare dove dice:

      "This is really remarkable, as the Xeon does not
      benefit from 64 bit at all. Worse, a 10%
      performance penalty is paid for moving over to 64
      bit. The Opteron, however, thrives on 64 bit and
      gets a 30% boost from 64 bit."

      Direi che Intel ha superato il punto di non
      ritorno.
      • Anonimo scrive:
        Re: Intel: un fallimento totale
        - Scritto da: Anonimo
        Se ho bisogno di riscaldare la bistecca mi compro
        un bel mocroonde e mi tengo il mio intel. Per
        l'AMD non saprei cos'altro fargli fare in casa
        mia;)
        mi sa che non hai mai provato un amd 64bit, apparte che a 32bit la intel non era di meno a riscaldare... se le cose non le sai non trollare
  • Anonimo scrive:
    Tanto ora arriva l'Ultra Wide Band (UWB)
    Presto per tutti questi protocolli radio a modulazione di frequenza non ci sarà futuro. Sarà il nuovo sistema ad impulsi (UWB) che permetterà prestazioni incredibili (2 Gigabyte al sec) e penetrazione di pareti e mobili 100 volte più elevate a spazzarlo via, specie nella comunicazione wireless tra TV, dvd e computer. Dovrebbe essere intordotto con lo standard IEEE 802.15.3a.
    • Anonimo scrive:
      Re: Tanto ora arriva l'Ultra Wide Band (
      - Scritto da: Anonimo

      Presto per tutti questi protocolli
      radio a modulazione di frequenza
      non ci sarà futuro. Sarà il nuovo sistema
      ad impulsi (UWB) che permetterà prestazioni
      incredibili (2 Gigabyte al sec) e penetrazione di
      pareti e mobili 100 volte più elevate a spazzarlo
      via, specie nella comunicazione wireless tra
      TV, dvd e computer.

      Dovrebbe essere intordotto con
      lo standard IEEE 802.15.3a.link, grazie.
    • Anonimo scrive:
      Re: Tanto ora arriva l'Ultra Wide Band (UWB)
      Si, si, aspetta e spera!
    • Anonimo scrive:
      Re: Tanto ora arriva l'Ultra Wide Band (UWB)
      Intanto aspettiamo che esca.A prescindere, io di un sistema a così alto livello di penetrazione sarei preoccupato.Sicurezza in discesa, e pericolosità per la salute.Danilo.
    • Anonimo scrive:
      Re: Tanto ora arriva l'Ultra Wide Band (
      - Scritto da: Anonimo

      Presto per tutti questi protocolli
      radio a modulazione di frequenza
      non ci sarà futuro. Sarà il nuovo sistema
      ad impulsi (UWB) che permetterà prestazioni
      incredibili (2 Gigabyte al sec) e penetrazione di
      pareti e mobili 100 volte più elevate a spazzarlo
      via, specie nella comunicazione wireless tra
      TV, dvd e computer.

      Dovrebbe essere intordotto con
      lo standard IEEE 802.15.3a.Forse 2 Gigabit!!.....
    • Anonimo scrive:
      Re: Tanto ora arriva l'Ultra Wide Band (
      Il quale verrà superato dall' UXB, nuovissimo sistema a raggi X che permetterà prestazioni dieci volte superiori e penetrazione assicurata di ogni muro od ostacolo, tranne quelli di piombo... Dovrebbe essere introdotto con ...blah blah blahUn giorno potrebbe essere realtà, visto che la salute pubblica passa sempre in secondo piano rispetto ai profitti... Mi auguro che testino a fondo questo UWB (mai sentito nominare) e che ne valutino bene l'impatto biologico... :s
      • Anonimo scrive:
        Re: Tanto ora arriva l'Ultra Wide Band (
        - Scritto da: AnonimoNB: non so niente di elettronica, vado a sentito dire e sentimento.
        Un giorno potrebbe essere realtà, visto che la
        salute pubblica passa sempre in secondo piano
        rispetto ai profitti... Mi auguro che testino a
        fondo questo UWB (mai sentito nominare) e che ne
        valutino bene l'impatto biologico... :sminore. L'UWB funziona sul principio di invio di singoli impulsi elettromagnetici a brevissima intensita', con una cadenza regolare. la trasmissione del segnale si attua alterando tale cadenza. Il problema principale per cui questa tecnologia e' difficile da attuare e' la difficolta' nel gestire la sincronizzazione tra sorgente e ricevitore. Si chiama Ultra Wide Band perche' di fatto se fai la decomposizione nelle armoniche degli impulsi ottieni un inviluppo su una larghezza di banda (non banda in termini di byte/s, banda nel senso di intervallo di frequenze in cui stai trasmettendo) in pratica infinita. In altri termini non stai trasmettendo come in FM a, poni caso 108MHz +/- qualcosa per la modulazione, ma in teoria a 0Hz-infinito.E' la stessa ragione per cui un impianto di cattiva qualita', anche se di bassa potenza, buca le casse. Il segnale viene distorto dai finali e l'onda "troncata" che ne deriva ha componenti a frequenze completamente sballate che le casse non riescono a gestire, e mandano a puttane il cono.contento di leggere correzioni cmq.
        • Anonimo scrive:
          Re: Tanto ora arriva l'Ultra Wide Band (
          - Scritto da: munehiro
          Il segnale viene distorto dai finali e
          l'onda "troncata" che ne deriva ha componenti a
          frequenze completamente sballate che le casse non
          riescono a gestire, e mandano a puttane il cono.Mamma mia che cazzata immane che mi tocca leggere! :| L'onda troncata a cui ti riferisci è l'effetto di tosatura dei finali che introducono un'onda quadra che anche per effetto della frequenza si avvicina molto alla corrente continua e brucia le bobine dei coni.Riguardo a quello che hai scritto prima ho ugualmente qualche dubbio ma non essendone sicuro non mi esprimo.Ciao.
          • Anonimo scrive:
            Re: Tanto ora arriva l'Ultra Wide Band (
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: munehiro


            Il segnale viene distorto dai finali e

            l'onda "troncata" che ne deriva ha componenti a

            frequenze completamente sballate che le casse
            non

            riescono a gestire, e mandano a puttane il cono.

            Mamma mia che cazzata immane che mi tocca
            leggere! :|
            L'onda troncata a cui ti riferisci è l'effetto di
            tosatura dei finali che introducono un'onda
            quadra che anche per effetto della frequenza si
            avvicina molto alla corrente continua e brucia le
            bobine dei coni.a quanto mi avevano detto deriva dal fatto che l'onda continua la puoi decomporre nelle componenti sinusoidali, che spaziano a frequenze da bassissime ad altissime, ed e' questo che fotte la bobina. in altri termini ottieni lo stesso risultato buttando dentro un'onda quadra. cmq mi fido di quello che dici, non ho competenze per sostenere cio' che scrivo :)
            Riguardo a quello che hai scritto prima ho
            ugualmente qualche dubbio ma non essendone sicuro
            non mi esprimo.nemmeno io, ma e' quello che mi ricordo
Chiudi i commenti