I Metallica e la recensione pirata

Chi sperava in un reale ravvedimento proP2P dovrà ricredersi: la band se la prende con un giornalista. Ha osato recensire un file pirata della musica della band

Roma – Si erano finalmente arresi ai leak , ai download “non autorizzati” sul file sharing e avevano fatto ammenda sull’altare dei tempi e della sacra trimurti eMule-BitTorrent-Gnutella. I Metallica avevano professato un clamoroso cambio di parrocchia in occasione della distribuzione anzitempo del nuovo album Death Magnetic , ma il loro nome continua invariabilmente ad essere accostato ad iniziative che descrivono il P2P come il peggiore dei mali possibili .

la band Questa volta il malfattore è un giornalista svedese, tale Jonn Jeppsson, colpevole di aver recensito per il quotidiano Sydsvenskan una versione ufficiosa dell’album, “Death Magnetic: Better, Shorter, Cut”, contenente le stesse canzoni di quello ufficiale, ma accorciate. Non solo Jeppsson se n’è bellamente fregato della copia da recensire inviata da Universal, ma ha persino ammesso candidamente di aver recuperato l’album da BitTorrent , su The Pirate Bay per la precisione, sostenendo che era persino migliore di quello commercializzato.

L’etichetta discografica non si è naturalmente dimostrata molto soddisfatta del comportamento del giornalista: Per Sundin, a nome della succursale svedese di Universal, ha dichiarato che “il file sharing musicale è illegale. Punto. Non c’è nulla da discutere. Il fatto che Sydsvenskan abbia un giornalista che ha scaricato questa musica illegalmente e poi ha fatto menzione di un sito illegale nella sua recensione è per noi un fatto totalmente inaccettabile”.

Sundin, evidentemente sconvolto dall’accaduto, scambia per oro colato illazioni e supposizioni – la presunta illegalità di un motore di ricerca come The Pirate Bay che pure non ha rapporti particolarmente felici con i media ultimamente – dimostrando ancora una volta la clamorosa dicotomia di opinioni, obiettivi e, in definitiva, interessi tra chi la musica la fa e chi invece si limita a venderla impacchettata e lucchettata.

Universal è oltraggiata, ferita nell’orgoglio, costretta a subire ancora una volta le angherie dei cattivi pirati del P2P. Nel frattempo Death Magnetic e i Metallica sono finiti dritti al primo posto nella classifica degli album musicali nel Regno Unito .

Al quotidiano di Jeppsson la bravata del suo recensore potrebbe costare il muso lungo dell’etichetta e soprattutto la cancellazione di qualsiasi invio di materiale promozionale. “Viviamo in simbiosi ognuno con l’altro e gli inviamo i lavori dei nostri artisti”, continua contrito Sundin, “Ma se loro invece scaricano gli album illegalmente, non c’è più motivo di fare una cosa del genere”. Una utilità in meno per le major discografiche e una in più per P2P ?

Alfonso Maruccia

fonte immagine

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • etherodox scrive:
    e dirò di più
    Caturano lamenta l'ingiusto trattamento delle forze dell'ordine a vantaggio dei teppisti che protestano.Aggiungo:Se proprio si vuole entrare nel terreno minato democrazia/forze di polizia, sarebbe meglio scegliere i tempi giusti e non cercare di spacciare per quello che non sono i colleghi di quelli che giusto due giorni fa sono stati condannati per aver ammazzato a sprangate un ragazzino che tornava a casa. Federico Aldrovandi.Quanto alla sorte dell'assassino di Giuliani, la storia mostra che non si fa un giorno di galera se indossando una divisa spari una rivolverata a un ragazzo armato di estintore.Informati prima di scrivere scemenze (e magari impara anche a scrivere).
  • mario caturano scrive:
    la democrazia italiana
    Secondo me poche persone conoscono la democrazia che si professa in Italia, perchè essa è una democrazia speciale, in quanto la sovranità è data non al popolo, ma ai no Global,i quali quando manifestano pacificamente, si armano di spranghe di ferro, di bombe di carta, di elmetti, di facce coperte,comunque di tutto ciò che serve per combattere contro la Polizia che scende in campo per mantenere l'ordine. Talvolta essi danno ultimatum; altre volte essi promettono battaglie di sangue, pronti ad ammazzare lo Stato. No, mi son sbagliato, volevo dire pronti ad ammazzare carabinieri e poliziotti, però se viene ammazzato, per caso, uno di loro, i poliziotti vanno in galera e l'ucciso diventa un martire. Pare che solo un esmpio basti per far conoscere la democrazia in Italia. Bene, bravi, fate sempre così, perchè solo in questo modo possiamo dimostrare al mondo quanto schifo facciamo. I saluti sono distinti.
    • etherodox scrive:
      Re: la democrazia italiana
      Immagino che tu ti prefigga di ridare la sovranità ai compagni di merende, infastiditi al massimo da qualche bomba carta. Mi auguro che questo adorabile sistema che difendi non te ne risparmi una: - che tu possa crepare sul lavoro;- restare disoccupato a cinquant'anni, con un figlio di 12 che guarda; - aver bisogno di un trapianto ma aver da poco preso la cittadinanza americana,e soprattutto, che nel frattempo il cervello di cresca perchè tu possa capire che sta succedendo proprio a te.
  • XYZ scrive:
    Che presa in giro per la Democrazia!
    "Internet faccia sapere cos'è la Democrazia"Dire una cosa del genere è prendere in giro sia Internet che la Democrazia stessa. Internet ha "fatto sapere" per parecchi anni cosa fosse la democrazia, attraverso le sue autoinnovazioni, gli ideali che correvano liberi assieme ai files coperti da copyright da pc a pc, e soprattutto rappresentando un ottimo strumento per estendere la propria conoscenza e consapevolezza del mondo.Poi sono arrivati i grandi capitali, le grandi aziende e tutto il marketing collegato.Ora esiste un marketing immenso collegato all'esistenza stessa della rete.Pensate anche solo ai lettori mp3, divx, o ai 20/40 di flat che date mensilmente al vostro ISP di sfiducia.E' normale, anzi giusto (dal "LORO" punto di vista), sfruttare la situazione per affermare ideali (e prodotti) che siano valevoli alle proprie cause.Combattere il file sharing parandosi con lo scudo della "legalità", diffondendo informazioni FALSE relative al mondo della musica e alla sua struttura proponendo falsi gruppi ingegniati con 4 ballerini/ tipi strani e un tecnico audio con le sfere bicubiche. Ne è un ottimo esempio.Negli anni '70 il mondo ha dimostrato che poteva essere una grande spina nel fianco per il "potere", in questi ultimi anni invece, proprio "grazie" a Internet, questi "Lupi" si sono associati e travestiti da "Pecore", arrivando persino a far varare in diversi paesi Leggi assolutamente AntiDemocratiche come la Dottrina Sarkozy, la legge 1984iana di controllo delle connessioni in Svezia, la sistematica distruzione della privacy in nome della sicurezza in UK, e altre belle cosette persino qua in Italia (dove oramai tutto ciò che è media, è marketing[loro], piu che in altri paesi).Per non parlare poi delle situazioni politiche dell'Europa di Oggi, peggio ancora se si pensa a quella Italiana...La domanda è: C**** festeggiamo la Democrazia, non vi rendete conto che non c'è più nulla da festeggiare?E che, (ahimè) sono proprio queste celebrazioni basate sull'"ideale comune" ad essere i peggiori "lupi" travestiti da "pecore"??Internet è stato esempio di democrazia per tanti anni, appianando molte distanze e mettendo molte persone sullo stesso piano tramite una ridefinizione del concetto di "importanza personale" basata sulla "conoscenza" e non sulla "pecunia", Internet è stato Democrazia per questo.Ora con tutti i vippismi (concetto che per me è stato sempre senza senso, e devo ammettere che in passato mi è stato ADDIRITTURA recriminato!) vari, il marketing del tecno/bulo (iPhone ad esempio), e soprattutto LA CENSURA in ogni sua forma e colore.Voi che ci trovate di Democratico??
  • Den Lord Troll scrive:
    una cosa che mai funzionerà....
    cit: "un paese nato per dire una cosa e farne un'altra"
Chiudi i commenti