I molti perché di Google Chrome OS

Si affollano le speculazioni e i chiarimenti. La discussione è sfaccettata: investe Android e Microsoft, Eric Schmidt e Apple

A distanza di pochi giorni dall’annuncio ufficiale di Mountain View, il chiacchiericcio intorno a Chrome OS non accenna a placarsi. La “bomba mediatica” di Google ha scatenato un susseguirsi di speculazioni, ipotesi, analisi, dichiarazioni e prese di posizione tese a spiegare perché mai una società che fa soldi con l’advertising debba uscirsene con un “nuovo” sistema operativo (che è comunque basato sul “vecchio” e rodatissimo kernel Linux), perché la minaccia diretta a Microsoft in realtà non sembri sussistere e perché la gestione contemporanea di due OS, Chrome da una parte e Android dall’altra, non sia affatto un problema.

Tanto per cominciare a seguito della bomba di Google arriva una prima reazione da parte di Microsoft, che per bocca del vice-presidente Walid Abu-Hadba liquida Chrome OS come un tentativo di alzare gli scudi contro i competitor piuttosto che altro. “Molto di quello che Google fa lo fa per difendersi”, ha detto Abu-Hadba, che ritiene che in sostanza Chrome OS abbia l’unico obiettivo di tenere Redmond impegnata e fuori dalla ricerca online, un settore sempre più rilevante in casa Microsoft da quando si è deciso di aumentare gli investimenti e gli sforzi nel settore con Bing .

Concorrenza? Innovazione? Cloud computing realizzato? Niente di tutto ciò: per Microsoft Chrome OS è un diversivo, uno specchietto per le allodole e un tentativo del Googleplex di mantenere il dominio sul search e l’advertising. Ma stando a quanto dichiarato dalla coppia Schmidt-Page (versione temporaneamente ridotta del triumvirato del G-comando Page-Brin-Schmidt) in una lunga conferenza stampa, la volontà di lanciare prima un browser tutto proprio e poi un sistema operativo circola ai piani alti di Google da anni , e sarebbe stato proprio il CEO Eric Schmidt a rimandare l’iniziativa vista la sua precedente esperienza negli anni burrascosi della bolla speculativa della new economy.

Altro che specchietto per le allodole o diversivo, quelli di Google pensavano a Chrome prima ancora che qualcuno inventasse termini oggi iper-abusati come web 2-3.0, social networking e cloud computing. A quanto pare Schmidt ha infine cambiato idea quando ha visto all’opera una demo di Chrome (il browser) realizzata da alcuni sviluppatori di Firefox, e a quel punto l’idea dell’anti-sistema operativo di Page, un OS che si limita a starsene dietro le quinte invece di prendersi tutta la scena sarebbe debordata.

Schmidt e Page colgono poi l’occasione per dire che, al contrario di quanto comunicato in questi giorni dall’intero web, siti di news istituzionali e blog personali, Chrome OS non è un attacco frontale a Microsoft Windows essendo il nuovo sistema destinato a espandere il mercato dei netbook piuttosto che a fagocitare lo share di Redmond sui suddetti. “Microsoft è benvenuta nel convertire Internet Explorer sul nostro sistema operativa”, dice Schmidt, sostenendo che anche se la cosa è improbabile Google non potrebbe comunque impedirlo visto che Chrome OS sarà open source.

Il web e la stampa non avrebbero saputo interpretare Chrome, la sua natura di “alternativa” snella e veloce ai sistemi operativi monolitici che va a integrare un tipo di esperienza completamente diversa piuttosto che a sostituirla del tutto. Non avrebbero riconosciuto i presupposti da cui nasce Chrome OS e non avrebbero compreso dove Google voglia andare a parare quando parla di un sistema ideale per chi passa una parte non trascurabile del proprio tempo online.

Il cloud computing di Chrome OS, da quelle poche informazioni finora fornite in via ufficiale da Mountain View, sarebbe dipendenza totale dal network telematico e dai server di Google, la leggerezza del sistema starebbe nel suo essere una filigrana sottile tra i netizen e Internet , dove dovrebbero risiedere tutti i dati degli utenti, le applicazioni e i servizi a cui si ha accesso.

Google non farà soldi vendendo Chrome OS. Come è sempre stato e probabilmente sempre sarà, l’unica vera fonte di ricavi per Google è l’advertising: più tempo si passa online più Google guadagna denaro . In questo senso mettere a disposizione un browser multi-processo sotto le mentite spoglie di un OS rappresenta la strada più sicura per far schizzare in alto la suddetta permanenza online.

Quanto alla presunta sovrapposizione tra Chrome OS e Android, inoltre, secondo l’ex-dipendente Google Kevin Fox il problema nemmeno si porrebbe perché entrambi i sistemi hanno la loro specifica destinazione di utilizzo nonostante il “form factor” dei dispositivi interessati possa risultare compatibile o persino coincidente.

Chi invece sembrerebbe avere dei problemi, più seri rispetto al passato , è il succitato Erich Schmidt, la cui doppia poltrona nei consigli di amministrazione di Google e Apple scotta dal momento che con Chrome OS Mountain View entra nell’ennesimo settore (dopo gli smartphone evoluti e i browser) in cui si troverà a dover concorrere con Cupertino. “Per ora non ci sono problemi”, dice Schmidt, confermando che il suo ruolo nella board Apple sarà comunque oggetto di discussione entro breve. Se Schmidt dovesse rassegnare le proprie dimissioni dalla board, infine, le speculazioni rampanti sullo spionaggio industriale ai massimi livelli cesserebbero di esistere.

Alfonso Maruccia

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Mauro scrive:
    Se il battito d'ali di una farfalla...
    ma se il battito d'ali di una farfalla sull'oceano indiano può creare un uragano sull'oceano pacifico... cosa potrebbero fare le correnti d'acqua fredde di bill gates? E soprattutto che cacchio ci fa una farfalla sull'oceano indiano?
  • Ulisse scrive:
    ... e se invertono la polarità ...
    riescono a produrli, gli uragani?io quasi quasi brevetto questa idea, e poi fondo la SPECTRE e ricatto il mondo!Grazie Bill!
  • Andreabont scrive:
    Conoscendolo
    Conoscendolo arriverà a dire: se volete salvarvi usate Windows XDXD hahahahaha
  • Ricky scrive:
    giocare con la natura
    Quello che vediamo oggi e' l'evoluzione del pianeta nato 4.5 MILIARDI di anni fa.Le ERE GEOLOGICHE si misurano in millenni,le evoluzioni del clima anche.Nessuno pare in grado di prevedere cosa accadra' tra N anni se ci divertiamo a modificare la struttura del pianeta.tutto quello che accade, non accade per caso.Sappiamo noi cosa puo' accadere se adoperiamo certi cambiamenti sulla temperatura del mare?Sappiamo che impatto avra' nel futuro?Ci rendiamo conto che basta un solo grado di cambiamento per decretare una nuova era glaciale o un FORNO sul pianeta?Gia' oggi ci avviamo al massacro per colpa del nostro modus vivendi,noncurante dei danni che stiamo facendo al pianeta e che ci si ribalteranno contro sempre piu'.Adesso ci proteggiamo dagli uragani, poi magari dalle trombe d'aria per poi arrivare a capire che questa operazione ha concentrato un tale potenziale distruttivo da qualche parte che quando esplodera' fara' un delirio planetario.Insomma,questa cosa puo' partire per fare del bene ma potrebbe,come spesso accade per giunta, fare ancora piu' danno.Spero che le persone a cui si e' affidato per gli studi siano mosse da COMPETENZA ed EQUILIBRIO perche' se sono solo i soldi che li muovono...
    • ruppolo scrive:
      Re: giocare con la natura
      - Scritto da: Ricky
      Spero che le persone a cui si e' affidato per gli
      studi siano mosse da COMPETENZA ed EQUILIBRIO
      perche' se sono solo i soldi che li
      muovono...Ah se è per quello stai tranquillo, le nuove generazioni cresciute a playstation e sms avranno di sicuro la competenza e l'equilibrio necessari...
  • Pepito Sbazzeguti scrive:
    portobello
    Mi ricorda tanto quella puntata di Portobello (del compianto Enzo Tortora) dove un inventore voleva eliminare la nebbia in val padana spianando il Turchino......
    • pietro scrive:
      Re: portobello
      - Scritto da: Pepito Sbazzeguti
      Mi ricorda tanto quella puntata di Portobello
      (del compianto Enzo Tortora) dove un inventore
      voleva eliminare la nebbia in val padana
      spianando il
      Turchino......ma quello avrebbe funzionato questo invece..
  • Max scrive:
    Speriamo non s'impalli!
    Vista la perizia di zio Bill nel produrre cose che s'impallano, io gli posso solo augurare che non succeda anche al suo meraviglioso Salvamondo...Enormi navi che solcano gli oceani rimescolando milioni di tonnellate di acqua... bé, ricorda un po' lo sforzo che deono fare i proXXXXXri per far girare Vista (e Seven...) (rotfl)
  • Uccio scrive:
    Certo... certo...
    Bill Gates vuol salvare il Mondo ma, alla fine, chi salverà il Mondo da Bill Gates?
  • Pasquale Vurchio scrive:
    Brevetto antiuragani
    Anch'io sono un inventore, ma non ho i soldi di Bill Gates.Anzi ho presentato la mia invenzione alla Fondazione Gates, ma mi hanno risposto che non era tra le iniziative previste dalla Fondazione stessa.Il metodo che vuole brevettare Gates è solo strano e mira a pigliare solo soldi sulla paura degli uragani. Il mio Brevetto, che porta il n° 0001351154,denominato Capsula antincendi ed antiuragani, autorizzato dal Ministero dello sviluppo economico,Direzione generale per la Proprietà Industriale-ufficio Italiano Brevetti e Marchi,invece è focalizzato, e scentificamente efficace,là dove avviene il fenomeno terrificante degli Uragani.Ma "nemo profeta in patria"finchè c'è Bertolaso ed il suo sistema di organizzativo.Comunque, complimenti a voi.Pasquale Vurchio
    • Shezan74 scrive:
      Re: Brevetto antiuragani
      Il sistema di Bertolaso agisce la dove serve.Il tuo sistema mira a dotare ogni singolo italiano (e cittadino del pianeta) di una personale capsula di salvataggio acXXXXXriata di tutto e in grado di sostenerlo per delle settimane al riparo da qualsiasi problema?A me sembra molto più business questo della nostra benemerita Protezione Civile...
  • Darkat scrive:
    salvare il mondo...
    si certo proprio come madre teresa e gandhi, lui è la copia spicciacata -.-infatti anche loro si preoccupavano del problema del free rider ovvero come far pagare i bisognosi d'aiuto del servizio(di aiuto) che hanno ricevuto...ma per favore...a parte che a me non sembra nemmeno molto funzionale la cosa ma comunque ritengo che sia solo un'altro modo per fare più soldi
    _
    • killer scrive:
      Re: salvare il mondo...
      - Scritto da: Darkat
      si certo proprio come madre teresa e gandhi, lui
      è la copia spicciacata
      -.-
      infatti anche loro si preoccupavano del problema
      del free rider ovvero come far pagare i bisognosi
      d'aiuto del servizio(di aiuto) che hanno
      ricevuto...ma per favore...a parte che a me non
      sembra nemmeno molto funzionale la cosa ma
      comunque ritengo che sia solo un'altro modo per
      fare più soldi

      _
      Per rubare soldi, vorrai dire. Quel pagliaccio sono 30 anni che non fa altro.
  • Facile Umorista scrive:
    Attenzione!
    Chi gioca con il vento rischia di rompere le Finestre!
  • iride scrive:
    Genocida
    I soldi danno alla testa non c'è dubbio, ma mo esagera. Gli uragani sono valvole di sfogo inventate da madre Natura proprio quando la temperatura degli oceani supera una temperatura ben definita (intorno ai 26 gradi). Superato questo limite la fauna ittica muore per il troppo calore, così l'evaporazione di enormi masse d'acqua sviluppa gli uragani, i quali dissipano l'enorme energia termica accumulata. Immaginate cosa voglia dire arrestare questo proXXXXX abbassando (non si sa con cosa) la temperatura superficiale degli oceani. Se Billy non ha idea di come fucilare i suoi miliardi li donasse in giro, invece di spendere a sviluppare assurdità simili.
    • Udippuy scrive:
      Re: Genocida
      Quello che dà alla testa sono le sciocchezze. Madre Natura non esiste e non inventa proprio niente per mantenere le cose come sono. La natura è puramente meccanica e indifferente ai destini di chiunque - compreso il proprio. "Immaginate cosa voglia dire arrestare questo proXXXXX": lo immagino perfettamente, significa impedire agli uragani di svilupparsi e devastare città e ammazzare gente. Ma tu sei più consapevole, eh?
      • Francesco z scrive:
        Re: Genocida
        Senza entrare nelmerito del sistema, ammesso che quello proposto funzioni, e senza voler polemizzare se è importante salvare delle vite, vorrei far notare che (mi sembra) nessuno abbia valutato le conseguenze.Cioé: togliamo di mezzo gli uragani, siamo sicuri che vada davvero bene?Ricordo che in america, anni settanta, volevano creare un'enorme area di granoturco per l'agrucoltura: adesso è una zona desertica.A medio e lungo termine non è che ci tiriamo la zappa sui piedi?In fondo gli uragani li conosciamo molto bene e (volendo polemizzare) non l'ha ordinato il dottore di abitare in una zona a rischio.
        • Udippuy scrive:
          Re: Genocida
          Solo una considerazione generale di metodo. Sappiamo una cosa molto chiara: gli uragani sono fenomeni devastanti che causano ogni anno enormi perdite in vite umane e danni economici. Non abbiamo invece nessun indizio del fatto che impedire ad un uragano di svilupparsi sia rischioso. Date queste premesse, una persona normale cosa fa? Se trova un modo per impedire gli uragani lo mette in pratica. A rischio di sbagliare, s'intende - come tutte le volte che si intraprende qualcosa di nuovo. Un italiano, invece, che fa? Comincia a XXXXXX dubbi per dimostrare di essere più intelligente e più consapevole degli altri. E infatti siamo la nazione più sviluppata e innovatrice del mon.... ah, no, scusate, quelli sono gli Stati Uniti.
          • Udippuy scrive:
            Re: Genocida
            "Dal momento che si sta studiano il sistema, almeno dall'articolo non era chiaro se i sistema è già stato provato, mi chiedevo se erano state valutate anche ulteriori conseguenze."E dimmi, tu pensi di esser il primo a cui è venuto in mente che possano esserci ulteriori conseguenze? Secondo te quante sono le probabilità che chi ha immaginato il metodo (certamente qualcuno che ha una conoscenza approfondita della fisica dell'atmosfera e degli uragani) non abbia pensato, neppure per un momento, a possibili rischi?
          • ruppolo scrive:
            Re: Genocida
            - Scritto da: Udippuy
            Solo una considerazione generale di metodo.
            Sappiamo una cosa molto chiara: gli uragani sono
            fenomeni devastanti che causano ogni anno enormi
            perdite in vite umane e danni economici.Dal punto di vista della salute del pianeta, direi che è... tutta salute.
          • Matteo scrive:
            Re: Genocida
            - Scritto da: Udippuy
            Solo una considerazione generale di metodo.
            Sappiamo una cosa molto chiara: gli uragani sono
            fenomeni devastanti che causano ogni anno enormi
            perdite in vite umane e danni economici. Non
            abbiamo invece nessun indizio del fatto che
            impedire ad un uragano di svilupparsi sia
            rischioso. Date queste premesse, una persona
            normale cosa fa? Se trova un modo per impedire
            gli uragani lo mette in pratica. A rischio di
            sbagliare, s'intende - come tutte le volte che si
            intraprende qualcosa di nuovo. Un italiano,
            invece, che fa? Comincia a XXXXXX dubbi per
            dimostrare di essere più intelligente e più
            consapevole degli altri. E infatti siamo la
            nazione più sviluppata e innovatrice del mon....
            ah, no, scusate, quelli sono gli Stati
            Uniti.E io che credevo fosse il Giappone...
        • Shezan74 scrive:
          Re: Genocida
          - Scritto da: Francesco z
          In fondo gli uragani li conosciamo molto bene e
          (volendo polemizzare) non l'ha ordinato il
          dottore di abitare in una zona a
          rischio.A te invece, prima di impiantarti nella pancia di tua mamma e nascere dove sei nato ti è stato consegnato un questionario dal titolo "Dove voglio nascere" e c'era l'Italia tra le opzioni?Pensa se fossi nato in India, o in Thailandia, o nelle Filippine... "Abito in zona a rischio, quindi mi trasferisco in un altro continente". E' per quello che siamo pieni di cingalesi!!! Vedi te che storie...Tu sostieni che non bisogna abitare in zona a rischio... Evacuiamo la dorsale appenninica (Val di Magra, Mugello, Val Tiberina, Val Nerina, Aquilano, Fucino, Valle del Liri, Beneventano, Irpinia) - Calabria e Sicilia, alcune aree settentrionali, tra le quali il Friuli, parte del Veneto e la Liguria occidentale. Magari ci abiti tu in quei posti... hai mai pensato di cambiare casa? Ma non venire qui, siamo già in tanti...
      • iride scrive:
        Re: Genocida
        Studia prima di sparare XXXXXte. Questa è metereologia di base, potresti caXXXXX facilmente
        • iride scrive:
          Re: Genocida
          E perchè già che ci siamo non finanziamo una ricerca per eliminare i tornado? Oppure per limitare i fulmini dei temporali? Ovviamente saprai dire tu dove poi andremo a dissipare tutta l'energia altrimenti dispersa tramite sistemi naturali (uragani/temporali/trombe d'aria ecc..).
          • Udippuy scrive:
            Re: Genocida
            Mi sai dire quant'è l'energia dispersa da un uragano rispetto all'energia totale che nella stessa zona viene dispersa normalmente in modo non catastrofico?
          • iride scrive:
            Re: Genocida
            Un uragano come "Katrina" o di simile grandezza ha l'energia di centinaia di bombe all'idrogeno, fai un po tu.
          • Udippuy scrive:
            Re: Genocida
            No, non faccio un po' io. Tu hai chiesto come verrà dissipata tutta l'energia che di solito viene dissipata da un uragano. Il dubbio ha senso se supponi quell'energia sia molto maggiore di quella normalmente dissipata dalla stessa zona di oceano in modo non catastrofico. Quindi tu devi almeno avere un'idea di quali sono le grandezze in gioco, _in entrambi i casi_.
          • Antony scrive:
            Re: Genocida
            Probabilmente la ZONA è come un palloncino con dell'acqua...lo si riempie troppo e lui s'ingrossa...e s'ingrossa fino all'ultima goccia quando TUONA (generando nella realtà "uragani/tzunami/ecc..").Normalmente l'energia viene contenuta e dissipata dalla ZONA stessa ma c'è n'è troppa e per quello ogni TOT tempo si assistono a questi eventi naturali ogni qual volta "il palloncino deve scoppiare".Idem per i fulmini.
          • Udippuy scrive:
            Re: Genocida
            Antony, percepisco dalle tue parole che hai studiato fisica. All'università di Paperopoli.In ogni caso, capisco la tua intuizione del palloncino, ma vorrei farti riflettere sul fatto che non tutti i rilasci violenti di energia hanno lo stesso tipo di origine. Ad esempio, un'automobile che si schianta contro un muro rilascia una grande quantità di energia in un tempo molto breve; però la stessa energia potrebbe essere rilasciata in modo controllato e non distruttivo semplicemente frenando. Migliorare l'impianto frenante delle automobili non le farà esplodere per la troppa energia accumulata.
          • Shezan74 scrive:
            Re: Genocida
            - Scritto da: iride
            E perchè già che ci siamo non finanziamo una
            ricerca per eliminare i tornado? Oppure per
            limitare i fulmini dei temporali?

            Ovviamente saprai dire tu dove poi andremo a
            dissipare tutta l'energia altrimenti dispersa
            tramite sistemi naturali
            (uragani/temporali/trombe d'aria
            ecc..).XXXXXXX quanti Professori... sicuramente chi ha chiesto il brevetto non ha pensato a queste cose...Per fortuna che ci sei tu, adesso il mondo è salvo!
      • Guybrush scrive:
        Re: Genocida
        - Scritto da: Udippuy
        Quello che dà alla testa sono le sciocchezze.
        Madre Natura non esiste e non inventa proprio
        niente per mantenere le cose come sono. La natura
        è puramente meccanica e indifferente ai destini
        di chiunque - compreso il proprio.

        "Immaginate cosa voglia dire arrestare questo
        proXXXXX": lo immagino perfettamente, significa
        impedire agli uragani di svilupparsi e devastare
        città e ammazzare gente. Ma tu sei più
        consapevole,
        eh?Ok, mettiamo che funziona e ottieni una tempesta invece di un uragano.A parte le scempiaggini su madre natura che inventa gli uragani per scaricare l'energia in ecXXXXX... eh tu stai comunque infilando il problema sotto il tappeto del fondale oceanico.Non sai che effetti puo' avere a lungo termine il riscaldamento delle acque profonde.Prova ad immaginare un anno senza corrente del golfo, o con la stessa che "accelera" favorendo la formazione di tempeste polari piu' intense del solito.(sto tirando ad indovinare)Comunque l'idea in se non e' malvagia... solo costosetta.--GT
        • pandadisoss ato scrive:
          Re: Genocida
          Bill come tutti coloro che sono riusciti più o meno ad arrivare dove volevano (ricco e con tanto tempo da dedicare ai propri interessi) dopo anni di dedizione assoluta a microsoft è tornato a dedicarsi a quelli che magari erano i suoi sogni e le sue idee da giovane e cerca ora che più di realizzarle fisicamente.Magari sono anni che gli gira per la testa questa idea e ora vuole provarla.Ne conosco tanta di gente così, sperano un giorno di diventare ricchi per poter provare a realizzare idee bizzarre avute da bambini ma che in cuor loro possono ancora funzionare, bill è uno dei pochi fortunati che ricco c'è diventato davvero.In ogni caso più che fermare gli uragani credo che questo sistema posso solo limitarne la violenza.Per quanto riguarda, gli effetti collaterali, bhè meglio che se ne occupino degli esperti del settore che noi (di baggianate ne sono state dette parecchie, anche se in buona fede, anche in questa sede).Pandadisossato
  • kof scrive:
    sì certo Bill è a capo della SPECTRE
    Zio Bill può non piacere, ma non è sicuramente un pazzo, e prima di criticare una cosa bisognerebbe studiare esattamente come funziona invece di fare "scienza da Bar" spiegando a caso come un sistema che nemmeno è stato presentato.
  • Manlio Sgalambro scrive:
    La cura è peggio del male
    Questo ragazzi è completamente pazzo !!!!Mischiare le acque profonde con le superficiali significa:1) spostare il tifone dall'atmosfera a alle profondità oceaniche distrugendone fauna e flora. Si perchè per chi non lo sapesse in fondo all'oceano NON esistono grandi fluttuazioni di temperatura. Pompare acqua calda signifa distruggere un ecositema che non predisposto ad avere alcuna difesa per un evento del genere. Molto meglio un uragano in superficie per la quale la natura ha le disfese ad anzi è motivo di rigenerazione. Il danno lo fa solo a noi esseri umani e solo perchè costuiamo case di legno in zone a rischio. Basterebbe costruire case ad-hoc per ridurre o addirittura eliminare i danni.2) Caxxo di Budda !!! ma se cretino raffredda l'acqua del golfo del messico ne blocca la corrente. Chissà come saranno contenti in Gran bretagna, Svezia, Finlandia , norvegia ecc, di vivere nuovamente l'era glaciale !!!! Piste di pattinaggio a non finire !!!!Che Iddio ci salvi da chi vuol salvare il mondo!!!!!!Aiace Telammonio
    • Tony G scrive:
      Re: La cura è peggio del male
      - Scritto da: Manlio Sgalambro
      Questo ragazzi è completamente pazzo !!!!
      Mischiare le acque profonde con le superficiali
      significa:

      1) spostare il tifone dall'atmosfera a alle
      profondità oceaniche distrugendone fauna e flora.
      Si perchè per chi non lo sapesse in fondo
      all'oceano NON esistono grandi fluttuazioni di
      temperatura. Pompare acqua calda signifa
      distruggere un ecositema che non predisposto ad
      avere alcuna difesa per un evento del genere.
      Molto meglio un uragano in superficie per la
      quale la natura ha le disfese ad anzi è motivo di
      rigenerazione. Il danno lo fa solo a noi esseri
      umani e solo perchè costuiamo case di legno in
      zone a rischio. Basterebbe costruire case ad-hoc
      per ridurre o addirittura eliminare i
      danni.

      2) Caxxo di Budda !!! ma se cretino raffredda
      l'acqua del golfo del messico ne blocca la
      corrente. Chissà come saranno contenti in Gran
      bretagna, Svezia, Finlandia , norvegia ecc, di
      vivere nuovamente l'era glaciale !!!! Piste di
      pattinaggio a non finire
      !!!!

      Che Iddio ci salvi da chi vuol salvare il
      mondo!!!!!!

      Aiace TelammonioQuoto al 100%... ho sempre saputo che Bill Gates e' un pazzo, si vede dai suoi occhi e dalle sue mani da viscido.Come e' stato detto in un altro post e' una persona interessata solo ai soldi ed e' un pericoloso paranoico che vuole esser primo in tutto, sto qua non dorme la notte! E non e' una mia supposizione.Personalmente lo considero un personaggio molto pericoloso e questa ennesima XXXXXXX alla quale si sta interessando lo dimostra.Avanti con i troll adesso!!!
      • 1977 scrive:
        Re: La cura è peggio del male

        Come e' stato detto in un altro post e' una
        persona interessata solo ai soldi ed e' un
        pericoloso paranoico che vuole esser primo in
        tutto, sto qua non dorme la notte!Noi italiani siamo vaccinati
  • alexjenn scrive:
    Come ho sempre detto
    Bill Gates è sicuramente un grande affarista, e dimostra di saper investire nei mercati redditizi. Lo fece negli anni Settanta con l'informatica e ha fatto soldi.Questo però non significa che "conosca" l'informatica: programmava solo schede perforate e ha saputo solo copiare Apple. Insomma, non sa fare bene niente, solo speculare.Dimostrazione è il fatto che Microsoft non inventi né crei nulla, bensì copi e rincorra gli altri.L'ultimo esempio è Office on-line che cercherà di contrastare Google.
    • asd asd scrive:
      Re: Come ho sempre detto
      se finisco come lui anchio vorrei non sapere niente di niente sicuramente non è stupido come uomo !!!
      • alexjenn scrive:
        Re: Come ho sempre detto
        Mai detto sia stupido, certo è un esempio di come bisogna XXXXXXX per avere soldi.
    • giagia scrive:
      Re: Come ho sempre detto
      Niente male per uno che non sa far bene niente, vorrei solo una delle barche di soldi che ha lui grazie al saper fare niente. Anche io so fare niente molto bene, ma di soldi manco l'ombra.Gates in questa impresa, anche se lo si vuol far figurare come co-inventore a tutti i costi, visto che di costi si tratta avrà collaborato esclusivamente per finanziarla. Certo il suo tornaconto lo avrà, non si sarà solo mosso per filantropia!E, per favore, che ne dite di smetterla sul "ha copiato da" "ha rubato l'invenzione di", qualunque cosa abbia fatto l'ha messa a frutto assai meglio di altri, e di ciò gli si deve dare atto e abbassare il capino!
      • alexjenn scrive:
        Re: Come ho sempre detto
        L'idea di fare soldi l'ha avuta quando fece il contratto con IBM, inventando il criterio di "licenza".Se IBM avesse detto no, ovvero se avesse capito che era il software la vera fonte di guadagno, la storia sarebbe andata molto diversamente.E non smettiamola di dire "ha copiato" e "non ha inventato", poiché è la verità.
        • di passaggio scrive:
          Re: Come ho sempre detto
          tutti copiamo... TUTTIdando poi una interpretazione propria e aggiungendo un qualcosa in più...e nn solo nell'informatica, ma in tutti i settori.Anzi, in genere chi "inventa" poi non quaglia mai molto... vedi nel settore delle auto: alcune innovazioni vengono da case automobilistiche che di certo stanno ben al di sotto di altre.
          • alexjenn scrive:
            Re: Come ho sempre detto
            Il discorso di Microsoft è diverso: Windows è nato dall'errore di Jobs, quando consegnò i tre prototipi del Macintosh a Gates.In riferimento al settore auto che hai fatto tu, è come se Chrysler prestasse tre prototipi di qualche auto particolarmente innovativa a Fiat, e quest'ultima se ne uscisse, per conto proprio, con un prodotto identico.Ben venga l'innovazione e ben venga il ftto che tutti prendano le idee un po' da tutti, migliorando e aggiungendo, ma Microsoft non ha mai aggiunto né innovato, bensì solo attinto, e male.Ma non vedi com'è fatto Vista e il suo flop commerciale, proprio dovuto al fatto di aver voluto copiare a priori senza innovare il proprio prodotto?
          • di passaggio scrive:
            Re: Come ho sempre detto
            - Scritto da: alexjenn
            Il discorso di Microsoft è diverso: Windows è
            nato dall'errore di Jobs, quando consegnò i tre
            prototipi del Macintosh a
            Gates.e quindi?

            In riferimento al settore auto che hai fatto tu,
            è come se Chrysler prestasse tre prototipi di
            qualche auto particolarmente innovativa a Fiat, e
            quest'ultima se ne uscisse, per conto proprio,
            con un prodotto identico.non c'entra nulla il "prestare"

            Ben venga l'innovazione e ben venga il ftto che
            tutti prendano le idee un po' da tutti,
            migliorando e aggiungendo, ma Microsoft non ha
            mai aggiunto né innovato, bensì solo attinto, e
            male.non mi pare che abbia attinto male, visti i risultati... nn mi sembra che sia un'aziendina...

            Ma non vedi com'è fatto Vista e il suo flop
            commerciale, proprio dovuto al fatto di aver
            voluto copiare a priori senza innovare il proprio
            prodotto?io nn trovo Vista un flop...ce l'ho e lo uso bene..se nn vende è normale, se si ha un sistema operativo che funziona nn è che devi comprare il successivo per forza!poi nn mi pare che nn abbia nulla di innovativo. per di più nn so da chi avrebbe copiato.
          • pietro scrive:
            Re: Come ho sempre detto
            - Scritto da: alexjenn
            Il discorso di Microsoft è diverso: Windows è
            nato dall'errore di Jobs, quando consegnò i tre
            prototipi del Macintosh a
            Gates.
            In Effetti Jobs ha dati i prototipi a Gates perchè aveva bisogno di SW per le sue macchine, infatti Word e excel sono nati su mac per il mac, poi Gates ha cercato di copiare (male ) anche l'OS, non lo ha realmente copiato, ne ha simulato le apparenze, cosa che avrebbe potuto fare anche subito dopo il rilascio ufficiale al pubblico, Jobs non gli ha svelato niente di particolarmente sensibile, se lo avesse fatto Windows non sarebbe così diverso da Mac OS come in effetti è.per esempio non ci sarebbero nè i registri nè le dll
    • S.G. scrive:
      Re: Come ho sempre detto
      cavoli ma allora un programmatore come te può diventare anche più di lui!!! dai corri ad avviare la tua Debian e dacci dentro con la programmazione!!!
    • Billo scrive:
      Re: Come ho sempre detto
      - Scritto da: alexjenn
      Bill Gates è sicuramente un grande affarista, e
      dimostra di saper investire nei mercati
      redditizi. Lo fece negli anni Settanta con
      l'informatica e ha fatto
      soldi.

      Questo però non significa che "conosca"
      l'informatica: programmava solo schede perforate
      e ha saputo solo copiare Apple. Insomma, non sa
      fare bene niente, solo
      speculare.Neanche Steve Jobs, progetta e sviluppa da solo il suo sistema operativo e men che meno progetta l'hardware e il design dei suoi prodotti. Berlusconi non è un autore, neanche uno sceneggiatore o un regista, è un editore. Per essere a capo di un'azienda non ha niente a che fare con la produzione diretta dei beni e servizi che si vendono.
      • alexjenn scrive:
        Re: Come ho sempre detto
        Certo, Jobs non lo fa ma lo faceva e insieme a Wozniak ai tempi che furono.Gates non ha mai fatto nulla, solo la modifica del Basic per l'Altair 8800.
        • pandadisoss ato scrive:
          Re: Come ho sempre detto
          Personalmente credo ti manchino alcune informazioni a proposito di chi ha copiato cosa.L'interfaccia di windows (diciamo 3.10? o la preferisci più remota?) non è stata copiata da quella mac ma bensì dal GEM con l'introduzione di alcune delle innovazioni grafiche (e bada bene grafice) presenti nelle interfacce mac.Windows nasce parecchio tempo dopo le prime gui mac le quali sono nate dopo quelle sviluppate da commodore.Certo come tutti i fanatici mac credi che Bill e la sua dittarella copi a destra e a manca, ma ora che commercializzeranno il tavolo/pc con schermo multi touch andrai a raccontare che l'hanno copiato dall'iphone? Probabile.Peccato che tale progetto ha preso il via più di 9 anni fà.Nella storia di Gates la cosa più dubbia si chiama DOS che nulla ha a che vedere con mac ma molto ha a che fare con il primo o.s. sviluppato da ibm e AT&T il quale esclusi alcuni nomi di comandi (es. LS al posto di DIR e notare the ls è un comando unix) era identico...Gates era al posto giusto nel momento giusto, giovane pieno di idee e con una neonata azienda che per "C??ulo" ha svenduto ad IBM un O.S. che è finito sul primo home computer venduto su larga scala della storia IBM.MAC? guarda che originariamente era una copia di unix... da qualche parte dovrei avere ancora la manualistica per l'uso da linea di comando, ti spaventeresti di quando unix like fosse.Con questo non voglio dire che uno è meglio dell'altro, voglio solo sottolineare che i fanatici perdono sempre.Uno strumento è valido per le sue features e per l'utilità in un determinato campo d'applicazione. Gli strumenti vanno usati quando servono e se sono quelli giusti, tanto meglio, ma un cacciavite a stella funziona bene su viti a stella, inutile provare a svitarci bulloni...Pandadisossato
          • Davideiona scrive:
            Re: Come ho sempre detto
            Straquoto all agrande !!!!!Abbasso i troll macachi!!!!
  • buh scrive:
    scie chimiche
    perchè non fate un articolo anche su quelle? è da anni che è in ballo quel progetto, e un suo obiettivo è anche il controllo del clima e del meteo
    • Gasogen scrive:
      Re: scie chimiche
      Chi? Cosa? Quando? Dove? Perché?
      • buh scrive:
        Re: scie chimiche
        http://www.sciechimiche.org/scie_chimiche/
        • steve81 scrive:
          Re: scie chimiche
          http://attivissimo.blogspot.com/2007/02/scie-chimiche.htmlChe bella la gente che s'informa e riporta ciò che legge senza neanche riflettere se sia una bufala o no.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 14 luglio 2009 02.57-----------------------------------------------------------
    • Billo scrive:
      Re: scie chimiche
      - Scritto da: buh
      perchè non fate un articolo anche su quelle? è da
      anni che è in ballo quel progetto, e un suo
      obiettivo è anche il controllo del clima e del
      meteoLa storia delle scie chimiche è una grandissima fesserie a cui ormai solo pochi ignoranti credono e continueranno a credere anche dopo tutte le spiegazioni che si possono trovare in rete a complemento della cultura generale che tutti abbiamo sulla chimica, la fisica ed altre piccole cose che si studiano nei primi anni di scuola. Naturalmente, come accade per ogni "teoria del complotto", chi non crede, non ha una mente sufficientemente aperta, è un complice, gli è stato fatto il lavaggio del cervello, ecc.. ecc..
    • Marmotta disoccupat a scrive:
      Re: scie chimiche
      E poi c'era l'Orgone che incartava la cioccolata... (ghost)
    • untore comico scrive:
      Re: scie chimiche
      - Scritto da: buh
      perchè non fate un articolo anche su quelle? è da
      anni che è in ballo quel progetto, e un suo
      obiettivo è anche il controllo del clima e del
      meteoÈ vero esistono e c'ho le prove:http://nonciclopedia.wikia.com/wiki/Scie_chimicheROTFL, forse intendevi le scie comiche , vero? (rotfl)(rotfl)
Chiudi i commenti