I piccoli belgi hanno l'ID digitale

Pronta la carta d'identità elettronica di massa. Per combattere la pedofilia, proteggerli da Internet e identificarli fin dalla culla

Roma – Mentre in Italia si discute ancora della possibilità concreta di introdurre autentici documenti elettronici , in Belgio è già partito un progetto che prevede entro pochi anni la completa marchiatura digitale dell’intera popolazione autoctona e straniera: quasi tutti, dalla culla alla tomba avranno la loro carta d’identità con chip multifunzione , per di più ad un prezzo popolare.

Non ci saranno limiti d’età per ottenere un documento, come invece accade in altri paesi: persino i neonati avranno il loro tesserino, e questo anche per garantire una maggiore protezione contro un rischio-pedofilia che in Belgio, complici i fatti di cronaca di questi anni, viene percepito se possibile con ancora maggiore sensibilità che altrove. Grazie alla carta sarà semplice identificare un bambino o, nel caso venga ritrovata perché smarrita, per contattare rapidamente i genitori. Nel chip saranno infatti conservati una serie di numeri telefonici, che all’occorrenza le forze dell’ordine potranno utilizzare.

Il secondo uso possibile per la carta sarà la salvaguardia dell’infanzia sulla Rete : ogni bambino di sei anni riceverà assieme alla carta un codice, che gli permetterà di avere accesso ad una serie di servizi certificati dallo stato, ritenuti adeguati e sicuri per la sua età. Infine, naturalmente la tessera sarà anche un documento d’identità a tutti gli effetti, con una validità di cinque anni.

Il programma non si rivolge soltanto ai bimbi: sei milioni di cittadini belgi (su un totale di dieci) e il quasi milione e mezzo di stranieri residenti nel paese dovranno convertire la loro attuale carta d’identità nel nuovo modello elettronico . In alcuni casi il passaggio sarà gratuito, in altri ci potranno volere fino a 35 euro per ottenere il nuovo tesserino.

A dissipare ogni dubbio sui pericoli per la privacy dei cittadini, ci pensa il project manager del programma per il ministero dell’interno, Joachim Van Eyck: non ci saranno informazioni biometriche nella carta , perché ritenute “troppo rischiose”. Al cittadino viene persino assicurato che potrà verificare quali siano i suoi dati personali sottoposti al trattamento e potrà farlo per via telematica oppure rivolgendosi al comune di residenza.

Luca Annunziata

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Daniel scrive:
    Chiariamo un pò la questione
    Partiamo da un fattoIl mercato della pedofilia è alimentato dalla richiesta di materiale pedopornografico, quindi trovo riduttivo dire semplicemente "ma stava solo guardando, no nstava stuprando una ragazza"Certi mostri stuprano ragazzine proprio perchè qualcvuno vole guardare, il mercato è immenso, quindi evitiamo di semplificare al cosaAltro chiarimentoLe forze dell' orndine, la polizia Postale, la Scientifica e i vari dipartimenti informatici delle forze armate, psosiedono programmi proprietari che forniscono tutte le informazioni su qualsiasi file esistente su Hd, quando è stato creato veramente, quando è stato modificato, se è stato modificato nei dati sensibili e altro, o pensate usino Unerase 8 free crack?Hanno programmi e macchinari sofisticatissimi che evitano qualsaisi possibilità di contraffazioneUltima puntualizzazioneTutte le grosse catene di informatica, così come molti negozi che forniscono assistenza, fanno sottoscrivere un modulo da aprte del cliente dove il cliente accetta il fatto che per un corretto lavoro da parte del tecnico autorizza il trattamento dei suoi dati nel limite dei compiti che deve svolgere il tecnico, quindi non esiste alcuna violazione della privacy, perchè non si potrebbe lavorare bene non potendo verificare cosa si deve salvare in un Pc, e questa è una nota standard in un foglio di accettazione di qualsaisi Hardware che entra in assistenza
    • shevathas scrive:
      Re: Chiariamo un pò la questione

      Ultima puntualizzazione
      Tutte le grosse catene di informatica, così come
      molti negozi che forniscono assistenza, fanno
      sottoscrivere un modulo da aprte del cliente dove
      il cliente accetta il fatto che per un corretto
      lavoro da parte del tecnico autorizza il
      trattamento dei suoi dati nel limite dei compiti
      che deve svolgere il tecnico,dei dati personali (indirizzo et altro) del cliente, non dei dati presenti nel disco fisso.Che poi è il foglio standard che firmi anche quando porti a riparare il tostapane.
      quindi non esiste
      alcuna violazione della privacy, perchè non si
      potrebbe lavorare bene non potendo verificare
      cosa si deve salvare in un Pc, e questa è una
      nota standard in un foglio di accettazione di
      qualsaisi Hardware che entra in
      assistenzaquest'ultima tesi mi sembra molto debole, si può discutere all'inverosimile se un tecnico possa ravanare un disco alla ricerca di prove di eventuali reati sostituendosi alle autorità o meno, ma per fare un backup di un disco fisso non serve per niente controllare cosa c'è dentro o meno.Male che vada pigli il disco e ne fai un ghost da dare al cliente o riversi tutto, dati sensibili e spazzatura dentro ad una cartella di un nuovo disco e poi so' *zzi del cliente.Ferma restando la condanna della violenza contro i minori però preferirei che persone non autorizzate come tecnici dell'assistenza si trasformino in investigatori privati per cercare prove di reato nei PC in riparazione.
  • nando meniconi scrive:
    Proviamo a spostare il problema...
    Scusate se faccio una domanda provocatoria... ma se il reato in questione fosse violazione della legge sul diritto d'autore. il tecnico dovrebbe denunciare oppure no ??Pongo il quesito in qualità, tra le altre cose, di tecnico informatico...Durante il periodo di lavoro del mio ultimo contratto (rigorosamente a termine) ho provveduto all'aggiornamento di una lan con 10 terminali, ''obbligando'' il capo ad acquistare almeno le licenze dei sistemi operativi....Tutto il resto era piratato (studio di ingegneria che lavora su appalti pubblici... ) per una cifra che si aggira intorno ai 50K di euro...Trovereste moralmente indegno se provvedessi a denunciarlo ?Voi lo fareste ?Io rischio qualcosa a non denunciarlo (denunciandolo avrei sicuramente perso il lavoro) a posteriori (il contratto... fortunatamente... è scaduto) ?Chiarisco che non c'è nessun intento polemico nel mio messaggio... Il problema me lo sono posto concretamente e me lo pongo tutt'ora....Grazie mille per il contributo...Nando
    • Nomac scrive:
      Re: Proviamo a spostare il problema...
      A- la pedofilia va perseguita (dalle forze dell'ardine)!B- i tecnici dei computer devono farsi il loro lavoro e non fare i guardoni negli HD dei clienti magari si è fatto pure le copie ;-é
  • stakanov scrive:
    Giusto denuciare un reato orribile, ma..
    forse sarebbe meglio se questi "tecnici" fossero un po' più competenti. Guardate ad esempio questo video in cui sedicenti tecnici (tra gli altri anche di bestbuy e geeksquad) dimostrano di essere incompetenti, ladri ed evasori fiscali...
    • stakanov scrive:
      Re: Giusto denuciare un reato orribile, ma..
      Avevo dimenticato il link: http://www.cbc.ca/marketplace/2007/10/03/geeks/
      • p2psicuro scrive:
        Re: Giusto denuciare un reato orribile, ma..
        evasori fiscali, bene benese vengono qui in italia brucino sulle fiamme gialle
      • ... scrive:
        Re: Giusto denuciare un reato orribile, ma..
        Beh non è molto diverso dai nostri servizi delle iene però con i riparatori di tv e lavatrici.
    • Stargazer scrive:
      Re: Giusto denuciare un reato orribile, ma..
      - Scritto da: stakanov
      forse sarebbe meglio se questi "tecnici" fossero
      un po' più competenti. Guardate ad esempio questo
      video in cui sedicenti tecnici (tra gli altri
      anche di bestbuy e geeksquad) dimostrano di
      essere incompetenti, ladri ed evasori
      fiscali...fantanstico!bellissima quella su è colpa della scheda wirelessComunque considerando che i guasti possono essere causati da qualsiasi cazzata è molto difficile fare una diagnosi in breve tempoe non è detto che trovino il guasto
      • ... scrive:
        Re: Giusto denuciare un reato orribile, ma..
        Si presume che gente che in teoria gira 24h su 24 a riparare pc abbia per lo meno un'esperienza di base tale da riconoscere una ram ciucca...
  • Salvuzzo scrive:
    Giusto... ma che stupido!
    Concordo sull'accusa mossa alla persona che ha portato a riparare il pc. Concordo sul fatto che ci vuole ben altro per dimostrare che le foto nel pc ce le avesse messe il tecnico o meno. Ma un punto mi suona molto strano.Una persona che ha un notebook, che per perversione o altro scarica immagini pedopornografiche sul suo computer, lo porti a riparare senza aver prima tolto dal disco tutto quello che non sia legale, cosa fattibile con una qualsiasi supporto rimovibile, mi sembra alquanto strano.Quindi o il tizio del pc sia un emerito "niubbo" in fatto di informatica e non si è minimamente preoccupato, o è proprio stupido.Rimango comunque dell'idea che è giusta l'accusa, un po' meno la pena di 11 anni, secondo me esagerata in rapporto al reato. E poi, non conoscendo tutta la trafila giudiziaria che ha portato a questa condanna, non possiamo non esimerci dal dubitare sulla buona fede del tecnico o della stessa catena commerciale.Questo è il mio parere.
  • MUHAHAHAHAHAHAH scrive:
    Impara da solo
    Se uno non vuole far leggere i propri dati da sconosciuti deve imparare a ripararselo da solo il pc, se io fotografo mia moglie nuda, imparo da solo a svilupparmele da solo le foto, non posso impedire che il fotografo veda le foto di mia moglie,è impossibile salvare dati senza andare a controllare che ci sia davvero quello che è stato salvato, poi ovviamente ci sono persone poco serie che perdono tempo a scorrazzare nei documenti delle persone e questo è male!Invece persone che denunciano pedofili questo è bene!
  • nordest scrive:
    a napoli quel tecnico non esiterebbe piu
    ogni tanto invidio il sudma non troppo spesso
    • ... scrive:
      Re: a napoli quel tecnico non esiterebbe piu
      infatti è per questo che al sud funziona tutto da favola (tra una faida ed un'altra s'intende...), basta solo saper evitare le pallottole...
  • fred scrive:
    Sulla giusta pena
    Possibille che nessuno affronti questo argomento sul forum?Eppure mi sembra la parte piu' in vista; la pena andrebbe proporzionata al reato e 11 anni di galera e' sconvolgere la vita attuale e futura di una persona e andrebbe applicata solo a reati gravi come l'omicidio!!!provate a spostare lo stesso reato in italia, e scoprite se se la sarebbe cavata con una bella multona e mi sembra giusto, ma volendo parlare di eccessi se andate in giappone il possesso di foto e' addirittura legale e se ne vieta la sola distribuzione.possibile che in paesi che si considerano democratici ci siano differenze cosi' assurde?
    • Timothy scrive:
      Re: Sulla giusta pena
      Sta ceppa, in italia siamo troppo buonisti.Cioè vi sembra giusto che il tipo delle bierre con 6 ergastoli era libero? Dovrebbero metterli in prigione e buttare le chiavi
      • :(... scrive:
        Re: Sulla giusta pena
        Benaltrismo, sempre duro a morire.
      • Christian scrive:
        Re: Sulla giusta pena
        E' la nostra Costituzione che dice che la pena ha la funzione di RIEDUCARE il reo.Quindi è normale che chiunque deve (in teoria) avere la possibilità di riabilitarsi e di tornare ad essere un membro produttivo ed utile alla comunità.per cui a nessuno deve essere imposto il carcere a vita e buttare via la chiave.Questa è una misura estrema, che si applica solo nei casi in cui appare CERTO che il reo non si riabiliterà mai. Perchè in quel caso prevale la necessità di tutelare la collettività. Ma solo in quel caso, perché altrimenti tutti hanno diritto ad una seconda possibilità. E non lo dico io, ma la Costituzione.Adesso è difficile che il tipo torni mai più in libertà.
    • stakanov scrive:
      Re: Sulla giusta pena
      Il possesso di foto pedofile (per quanto sia una cosa orribile) è ben diverso dal violentare dei bambini...
      • mirkojax scrive:
        Re: Sulla giusta pena
        Premesso che, prevenire e' meglio che curare.Te non sai quant'e' la pena per le violenze! Come minimo saranno una 30tina. 11 per le foto, 30+ per le violenze. Eh lo so abituati come in italia sembra tantissimo.Addirittura in usa e' reato solo parlare di sesso in chat con un minore, ci sono associazioni che fingendosi minorenni adescano i grandi e li fanno arrestare. 3 anni solo per aver chattato in piu' bollati a vita come sex offenders con foto, indirizzo di casa. C'e' un programma sulla nbc che trasmette i video, dateline catch a predator.
        • Ciuchino scrive:
          Re: Sulla giusta pena

          Addirittura in usa e' reato solo parlare di sesso
          in chat con un minore, ci sono associazioni che
          fingendosi minorenni adescano i grandi e li fanno
          arrestare. 3 anni solo per aver chattato in piu'arrestato per ESSERSI FATTI ADESCARE ?bene..
          bollati a vita come sex offenders con foto,
          indirizzo di casa. ... e stella gialla quando vanno in giro..
          C'e' un programma sulla nbc
          che trasmette i video, dateline catch a
          predator.é un film giá visto, grazie
  • Scarlight scrive:
    Se erano MP3...
    Il tecnico si è sentito paladino delle libertà solo perchè erano foto pedofile (merita la forca)...se erano MP3 neanche li ascoltava ("forse" sono illegali), idem per fatti più gravi tipo foto di un omicidio ("magari" le avrà scattate dal telefilm CSI).Legalità in due pesi e due misure.
    • VE LO DICO IO scrive:
      Re: Se erano MP3...
      Se su un PC ci sono file musicali non è detto che siano illegali...
    • Mold scrive:
      Re: Se erano MP3...
      Beh, se permetti MP3 e pedopornografia non li metterei proprio sullo stesso piano.E' come dire che una pattuglia della pula chiude un occhio se vai a 100 invece che a novanta mentre poi arresta uno che guida ubriaco. Se vuoi confrontare le misure bisogna che i pesi siano gli stessi, no?La parte di CSI non l'ho capita.saluti,Mold
    • p2psicuro scrive:
      Re: Se erano MP3...
      se erano mp3 lo denunciava alla peppermint e al suo avvocato otto che gli faceva causa ovviosi si porta a riparare il portatile in quel negozio lipoi la visita della finanza è compresa nel prezzo
  • Scarlight scrive:
    Deontologia professionale mancata
    Di solito quando porto un notebook a riparare mi aspetto che il tecnico lo ripari mantenendo quella riservatezza professionale che deriva dall'affidargli i miei interessi, segreti aziendali o dati sensibili personali, oltre al costoso notebook.Sicuramente mi aspetto che lavori e che non perda il suo tempo prezioso a scorazzare per il disco fisso a "guardare" le foto o a "leggere" i documenti privati che ho conservato.Scarlight
    • Paolo scrive:
      Re: Deontologia professionale mancata
      Beh, dipende da quale era il problema.... ad esempio poteva essere "l'hard disk non mi funziona più, ho bisogno di recuperare tutti i dati possibili"
    • shevathas scrive:
      Re: Deontologia professionale mancata
      e' una questione decisamente "scottante", generalmente il tecnico dovrebbe fare un ghost e basta e non gironzolare fra le cartelle del disco fisso.Sopratutto, se frugando contro la deontologia professionale il disco, si trovano immagini "particolari", che fare ?da una parte una denuncia equivalrebbe ad un'ammissione di colpa di aver ficcanasato nel disco, una non denuncia invece potrebbe portare a venire inquisiti per "complicità".Il tecnico capisco abbia scelto la soluzione che al momento gli è sembrata la migliore meglio la poca professionalità che la complicità, anche se ciò non giustifica il suo comportamento.
    • pluto scrive:
      Re: Deontologia professionale mancata
      In Italia forse il tecnico non poteva farlo. Credo che sarebbe stato incriminato per violazione del segreto professionale (vedere articolo del codice penale relativo) non sono sicurissimo però.Comunque sono combattuto. Secondo me qualunque mezzo è lecito per trovare un criminale quindi secondo me il tecnico ha fatto bene. Il problema è che 11 anni per possesso di foto pedopornografiche mi sembra troppo. Non tutti i pedofili agiscono, alcuni guardano solo files e in questo caso non mi sembra una cosa così grave da condannarli. Non è mica colpa loro se sono pedofili...
      • Lorenzo scrive:
        Re: Deontologia professionale mancata
        Violazione del segreto professionale per i tecnici informatici ? Mi pare difficile visto che la professione del tecnico informatico non e' regolamentata credo anzi che giuridicamente non esista proprio, tanto e' vero che la maggior parte dei tecnici "regolari" sono assunti con contratti da metalmeccanico , non parliamo poi di quelli che lavorano in nero , e in ogni caso salvo se si deve lavorare per la pubblica amministrazione non sono richiesti titolti particolari per svolgere questo lavoro ;
        • pluto scrive:
          Re: Deontologia professionale mancata
          Non ha importanza, rispondi così perchè non hai letto l'articolo del Codice Penale come avevo scritto di fare. Il titolo dell'articolo del CP in effetti è fuorviante.
    • alfa beta scrive:
      Re: Deontologia professionale mancata
      fai tu: quelli si chiamano geek squad. Un nome, un programma, dei lamer.
    • stakanov scrive:
      Re: Deontologia professionale mancata
      Non solo: se dopo aver visto le foto non si denuncia il fatto si compie un reato, perché la denuncia è obbligatoria. Ed è giusto che sia così, deve essere così altrimenti i più potenti non verrebero mai denunciati.la cosa giusta sarebbe non spippolare tra i file dei clienti.
  • Alphonse Elric scrive:
    Quindi se a me sta sulle OO una persona
    basta che ci metta delle foto dentro il PC che mi ha portato a riparare e poi dica "toh, guarda cosa ho trovato per caso..."?Fiiiico :)
    • ruppolo scrive:
      Re: Quindi se a me sta sulle OO una persona
      - Scritto da: Alphonse Elric
      basta che ci metta delle foto dentro il PC che mi
      ha portato a riparare e poi dica "toh, guarda
      cosa ho trovato per
      caso..."?

      Fiiiico :)Esatto.Una volta si usava mettere qualcosa nella giacca e poi denunciare per furto.Oggi abbiamo mezzi piu' potenti, in grado di danneggiare in modo defnitivo una persona. Potrebbe essere anche il surrogato di un omicidio.E tutto cio', si badi bene, non e' il prezzo per catturare i violentatori di bambini (che sarebbe gia' alto), ma per catturare chi guarda le foto di queste violenze.Ma si sa, e' piu' facile e meno pericoloso cattuare un drogato, che uno spacciatore o il produttore. L'importante e' fare bella figura e dimostrare che si e' guadagnato lo stipendio fornendo numeri: "quest'anno abbiamo catturato x pedofili, + y% rispetto l'anno scorso". Questo secondo alcuni giustifica i milioni di euro che NOI paghiamo per catturare 4 gatti che sono, nella filiera, quelli dalla parte opposta dei violentatori.L'unica cosa triste e' che non ci meravigliamo piu' di queste cose. Siamo assuefatti.
      • il chelo scrive:
        Re: Quindi se a me sta sulle OO una persona
        tt molto vero... ma come per la prostituzione avremo povere donne per la strada finchè ci sarà "domanda" così avremo spacciatori e violenti finchè potranno alimentare un certo mercato. Forse è una guerra persa in partenza, ma se qualcuno di quelli che sfrutta questi canali va dentro è uno in meno ad arricchire i delinquenti...
        • shevathas scrive:
          Re: Quindi se a me sta sulle OO una persona
          - Scritto da: il chelo
          tt molto vero... ma come per la prostituzione
          avremo povere donne per la strada finchè ci sarà
          "domanda" così avremo spacciatori e violentic'è una piccola differenza con le "povere" donne.Prostituirsi non è ne reato e neppure proibito, sulla prostituzione, mi spiace dirlo, ma si sta facendo un sacco di demagogia buonista e basta.E' assurdo prendersela con chi "compra" merce che può essere liberamente "messa in vendita".Se si vuole colpire i clienti si abbia almeno la decenza di vietare anche l'esercizio della prostituzione, altrimenti si sta facendo solo perbenismo da 4 soldi.
          • Enjoy with Us scrive:
            Re: Quindi se a me sta sulle OO una persona
            Quoto al 100%La maggior parte delle prostitute lo fa per scelta.Sapete quanto guadagna una prostituta da strada (cioè il livello più basso).40 - 50 euro x prestazione. considerando che in una notte di clienti ne hanno dai 10 ai 15, stiamo parlando di un minimo di 800 - 1000 euro a notte, di cui oltre la metà (in molti casi l'80%) rimane in mano alla prostituta, il resto và all'organizzazione (magnaccia)quindi 500 euro x 20 (facciamogli fare la settimana corta), fanno 10.000 euro al mese (esentasse).Quindi povere prostitute una sega, ecco perchè sui marciapiedi ce ne sono sempre di più, a me sembra un lavoro molto remunerativo, che in pochi anni consente poi di ricavare dei buoni capitali da reinvestire nel paese di provenienza. Avete idea di quello che si può fare in Romania o in Albania con 500.000 euro (ossia con circa 5 anni di lavoro)?
          • ilchelo scrive:
            Re: Quindi se a me sta sulle OO una persona
            ok, allora conto di vedervi presto nelle strade a fare bei dollaroni... nn prendetevela se nn mi fermo, è "solo" coerenza!
    • ProfMauro scrive:
      Re: Quindi se a me sta sulle OO una persona
      - Scritto da: Alphonse Elric
      basta che ci metta delle foto dentro il PC che mi
      ha portato a riparare e poi dica "toh, guarda
      cosa ho trovato per
      caso..."?

      Fiiiico :)Non è proprio così perchè se chi fa le indagi in seguito (leggasi Polizia) le fa bene scopre quando sono state inserite quelle immagini o filmati.E' pur vero che un esperto informatico può creare un falso con data antecedente, ma è anche vero che un'altro esperto può smascherarlo...in ogni caso la pedofilia è da COMBATTERE!!!
      • ProfMauro scrive:
        Re: Quindi se a me sta sulle OO una persona
        concordo con te marvho, la Privacy è molto importante e capisco pienamente quello che dici (del resto ci lavoro con la privacy) e come giusto il dipendente (ahimè) ancrebbe licenziato anche se ripeto (per me non per la legge sulla privacy) HA FATTO BENISSIMO
      • dav scrive:
        Re: Quindi se a me sta sulle OO una persona
        - Scritto da: ProfMauro
        E' pur vero che un esperto informatico può creare
        un falso con data antecedenteNon c'è neanche bisogno di essere tanto esperti:Ninotech Date Edit (freeware)http://home.worldonline.dk/ninotech/freeutil.htm
      • Edo78 scrive:
        Re: Quindi se a me sta sulle OO una persona
        - Scritto da: ProfMauro
        Non è proprio così perchè se chi fa le indagi in
        seguito (leggasi Polizia) le fa bene scopre
        quando sono state inserite quelle immagini o
        filmati.
        E' pur vero che un esperto informatico può creare
        un falso con data antecedente, ma è anche vero
        che un'altro esperto può
        smascherarlo...Nei sistemi unix esiste il comando touch per cambiare data/ora di accesso, modifica e creazione e suppongo che anche i vari programmi per winzozz funzionino in maniera analoga e una volta che ti viene messo un file sul disco e viene cambiata la sua data di creazione e accesso nessuno ha modo di dimostrare che quei dati sono falsi.
        • ProfMauro scrive:
          Re: Quindi se a me sta sulle OO una persona
          - Scritto da: Edo78
          ... nessuno ha modo di dimostrare che quei dati sono
          falsi.Non è proprio vero!In quanto (detto in parole povere) esistono dei sistemi per capire quando e cosa hai scritto sul disco fisico.
          • Alphonse Elric scrive:
            Re: Quindi se a me sta sulle OO una persona
            - Scritto da: ProfMauro
            - Scritto da: Edo78

            ... nessuno ha modo di dimostrare che quei dati
            sono

            falsi.

            Non è proprio vero!
            In quanto (detto in parole povere) esistono dei
            sistemi per capire quando e cosa hai scritto sul
            disco
            fisico.(rotfl)
          • Edo78 scrive:
            Re: Quindi se a me sta sulle OO una persona
            - Scritto da: ProfMauro
            - Scritto da: Edo78

            ... nessuno ha modo di dimostrare che quei dati
            sono

            falsi.

            Non è proprio vero!
            In quanto (detto in parole povere) esistono dei
            sistemi per capire quando e cosa hai scritto sul
            disco
            fisico.Non aver paura di usare termini più complessi e spiegami un po' questa tua idea. Come sarebbe possibile secondo te risalire a quando e cosa è stato scritto sul disco in maniera affidabile ?Specifica se si tratta di un meccanismo di un determinato fs (ntfs, fat, ext3, xfs, zfs, jfs o quant'altro) o altro.Grazie.
          • alfa beta scrive:
            Re: Quindi se a me sta sulle OO una persona
            peraltro, la marmottina incarta ancora la cioccolata dalle tue parti
    • earlati scrive:
      Re: Quindi se a me sta sulle OO una persona
      in effetti ha tanto il sapore di una caccia alle streghebasta deninciare per primola gente sta perdendo il sennno
    • Banana Joe scrive:
      Re: Quindi se a me sta sulle OO una persona
      Eh ma cosi' devi essere il riparatore, se ti sta sulle balle una persona gli fai visitare un sito dove hai ficcato immagini compromettenti con display:none o size 1x1 pixel. Se non ricordo male certi browser fanno la cache solo dei contenuti di una certa dimensione, quindi l'html incriminato non finisce su disco.Qualsiasi tecnico non potra' smentire che il file e' entrato nel sistema in quella data e non dopo la riparazione, anche se magari non lo puo' provare.D'altra parte un file nella cache non e' come un file in /documenti/personali.
  • Sco scrive:
    Come le ha trovate?
    Senza voler in alcun modo giustificare o attenuare la gravità della pedofilia, mi pongo un problema di altro genere:COME LE HA TROVATE IL TECNICO?Se io mando il pc in assistenza, mi aspetto che sia riparatoma non che un tecnico si metta a girare per il mio hard disk a vedere i fatti miei.Potrebbe trovare un txt con le mie password o i miei conti correnti.Non è una grave violazione della mia proprietà e privacy il fatto che un tecnico sfogli il mio disco?Non credo che il tipo avesse certe foto come sfondo del desktop...
    • battagliacom scrive:
      Re: Come le ha trovate?
      se tu mandi il computer in assistenza vuol dire che ha un problema, ma se il tecnico non riesce a capire qual'è il problema come fa a risolvertelo???Per trovare il problema cerca in tutto l'Hard disk in cerca di eventuali malfunzionamenti, lui che ne sa, che nella cartella "foto", ci puo essere qualche virus, spyware o qualcosa che non dovrebbe stare li????
      • earlati scrive:
        Re: Come le ha trovate?
        per quello avrebbe utilizzato un programma di scansione sia per cercare virus che per verificare l' integrita delle tracce del disco.e quei programmi di certo non riconoscono una foto porno.e' molto probabile che ci sia andato di proposito a curiosare, magari poi vedendo che la cosa era troppo spinta ha fatto la sua brava denunciamagari mi sbaglio ... ma magari sbaglio nel pensare che sbaglio
        • battagliacom scrive:
          Re: Come le ha trovate?
          beh, ma il riparatore che ne sa, se tu sei un programmatore principiante e hai creato un file che in qualche modo inteferisce con il buon funzionamento del pc??? Tutto si deve valutare...
  • Sco scrive:
    Come le ha trovate?
    Senza voler in alcun modo giustificare o attenuare la gravità della pedofilia, mi pongo un problema di altro genere:COME LE HA TROVATE IL TECNICO?Se io mando il pc in assistenza, mi aspetto che sia riparatoma non che un tecnico si metta a girare per il mio hard disk a vedere i fatti miei.Potrebbe trovare un txt con le mie password o i miei conti correnti.Non è una grave violazione della mia proprietà e privacy il fatto che un tecnico sfogli il mio disco?Non credo che il tipo avesse certe foto come sfondo del desktop...
    • tutta robbba scrive:
      Re: Come le ha trovate?

      COME LE HA TROVATE IL TECNICO?Le ha cercate.
    • JoJo79 scrive:
      Re: Come le ha trovate?
      - Scritto da: Sco
      Senza voler in alcun modo giustificare o
      attenuare la gravità della pedofilia, mi pongo un
      problema di altro
      genere:

      COME LE HA TROVATE IL TECNICO?

      Se io mando il pc in assistenza, mi aspetto che
      sia
      riparato
      ma non che un tecnico si metta a girare per il
      mio hard disk a vedere i fatti
      miei.
      Potrebbe trovare un txt con le mie password o i
      miei conti
      correnti.
      Non è una grave violazione della mia proprietà e
      privacy il fatto che un tecnico sfogli il mio
      disco?

      Non credo che il tipo avesse certe foto come
      sfondo del
      desktop...Quando il cliente ti dice "Vorrei il salvataggio dei dati e la reinstallazione" senza specificare CHE dati vuole salvare, un minimo di ricerca la devi fare. Se quello teneva l'anteprima delle immagini è bastato aprire la cartella per vederle.
      • rino scrive:
        Re: Come le ha trovate?
        - Scritto da: JoJo79
        Quando il cliente ti dice "Vorrei il salvataggio
        dei dati e la reinstallazione" senza specificare
        CHE dati vuole salvare, un minimo di ricerca la
        devi fare. Se quello teneva l'anteprima delle
        immagini è bastato aprire la cartella per
        vederle.Ricerca de che? se devi fare una ricerca , che corrisponde ad una selezione, devi avere la conpresenza del cliente, solo lui puo decidere cosa conservare e cosa no.Ogni decisione diversa è una violazione dei piu' elementari diritti.
        • JoJo79 scrive:
          Re: Come le ha trovate?
          - Scritto da: rino
          - Scritto da: JoJo79

          Quando il cliente ti dice "Vorrei il salvataggio

          dei dati e la reinstallazione" senza specificare

          CHE dati vuole salvare, un minimo di ricerca la

          devi fare. Se quello teneva l'anteprima delle

          immagini è bastato aprire la cartella per

          vederle.

          Ricerca de che? se devi fare una ricerca , che
          corrisponde ad una selezione, devi avere la
          conpresenza del cliente, solo lui puo decidere
          cosa conservare e cosa
          no.
          Ogni decisione diversa è una violazione dei piu'
          elementari
          diritti.Mi dispiace ma quando lavoravo a negozio quando gli chiedevo cosa salvare la risposta era sempre la stessa "Tutti i documenti, le immagini e i video." senza specificare dove e quali. Nei PC più incasinati si salvava tutto l'HDD e si faceva un DVD poi stava al cliente rimettere il tutto. Nei PC "normali" si salvavano le cartelle con immagini, documenti e video come richiesto dal cliente. Ovviamente dovevi vedere quali cartelle avevano dentro sta roba. I clienti non erano mai presenti, non si sono mai lamentati e alla fine erano contenti di non aver perso niente.
      • alfa beta scrive:
        Re: Come le ha trovate?
        evitiamo inferenze senza avere dati da cui partire. Il tipo ha mandato il PC in riparazione, non a fare un backup dei dati (che in quanto tale NON presume che un tecnico si passi in rassegna tutti i file).E rimane da provare che non sia stato il tecnico ad averci messo le immagini.
    • memedesimo scrive:
      Re: Come le ha trovate?


      COME LE HA TROVATE IL TECNICO?start -
      cerca -
      immagini -
      ordina per dimensione -
      anteprima

      Se io mando il pc in assistenza, mi aspetto che
      sia
      riparato
      ma non che un tecnico si metta a girare per il
      mio hard disk a vedere i fatti
      miei.seee bella questa. come tu cazzeggi su internet quello cazzeggia sul tuo portatile. i tecnici hanno piu mp3 di me e di te e non scaricati dal mulo chissa come mai
      • alfa beta scrive:
        Re: Come le ha trovate?
        se ha fatto cosi, prima di tutto e' un delinquente
        • Christian scrive:
          Re: Come le ha trovate?
          in Italia il computer è equiparato al domicilio.Forzare un pc è un reato tipicamente previsto.Se io dò ad un muratore il compito di montarmi una porta blindata a casa ciò non significa che gli permetto di girare per casa mia e frugare nei miei cassetti.Questo è quello che ha fatto il tecnico. e senza mandato.In Italia le prove raccolte sarebbero comunque utilizzabili (qui non si butta niente !), ma in America è difficile con tutte le loro garanzie che si possano usare prove ottenute così....Vediamo un po'...
      • in effetti scrive:
        Re: Come le ha trovate?
        si, penso anch'io che loro hanno più mp3 delle major... hanno gli archivi loro... ;-)
  • Egidio Cuniberti scrive:
    vedi C.C. di oggi
    http://punto-informatico.it/p.aspx?i=2081176
  • dav scrive:
    e se non ce le avesse messe lui?
    Una volta che il portatile non è in mano sua non è più responsabile del contenuto. Per sempio, come fanno a dimostrare che le immagini non ce le abbia messe qualcuno dello staff di Best Buy?
    • mio scrive:
      Re: e se non ce le avesse messe lui?
      per questo esistono i tecnici, anche se uno particolarmente bravo se vuole ti fotte
      • marvho scrive:
        Re: e se non ce le avesse messe lui?
        si puo vedere sia la data di "creazione" del file che quella di modifica.
        • dav scrive:
          Re: e se non ce le avesse messe lui?
          - Scritto da: marvho
          si puo vedere sia la data di "creazione" del file
          che quella di
          modifica.Ninotech Date Edit (freeware)http://home.worldonline.dk/ninotech/freeutil.htm
        • Antony scrive:
          Re: e se non ce le avesse messe lui?
          la data di creazione e modifica li si cambia con un qualsiasi software "del piffero" reperibile in rete....
        • wilcox scrive:
          Re: e se non ce le avesse messe lui?
          - Scritto da: marvho
          si puo vedere sia la data di "creazione" del file
          che quella di
          modifica.che chiunque puo` modificare a piacere
        • Burp scrive:
          Re: e se non ce le avesse messe lui?
          - Scritto da: marvho
          si puo vedere sia la data di "creazione" del file
          che quella di
          modifica.AHAHAHAHAHAHAHHA.OMG
    • Christian scrive:
      Re: e se non ce le avesse messe lui?
      Sarebbe una ottima strategia difensiva, io la tenterei di sicuro.Al momento in cui il tecnico ha visto le foto non c'erano ancora indagini, per cui non erano garantiti i diritti di difesa dell'indagato. la prova sarà di certo valida, ma dovrà essere verificata attentamente, e soprattutto si dovrebbero cercare riscontri (es. altro materiale pedopornografico in casa dell'indagato, o su altri computer).
  • ... scrive:
    Beh ? Dov'è la notizia ?
    Se durante una riparazione, viene rilevata "un'anomalia legale" (per non dire prova di un reato), il riparatore è obbligato ad informare la polizia.Se un meccanico mentre ripara un'auto trova nascosti sotto il sedile 10 KG di droga, non può fare finta di niente, deve denunciare il fatto.Non vedo dove stia la notizia, se lo scopo di questa era scatenare un flame su un eventuale diritto alla privacy ha cannato alla grande. Se diversamente la notizia è "cari pedofan attenti a quel negozio che vi controllano" bhe è un altro discorso...
    • Tasto scrive:
      Re: Beh ? Dov'è la notizia ?
      Si lo scopo della notizia era come al solito puntare il dito sui cattivoni incivili bigotti americani...che poi 11 anni per delle foto (seppur di quel genere) sono troppi è un altro discorso (visto che a un violentatore spesso danno 2 anni e tanti saluti)!
      • ...... scrive:
        Re: Beh ? Dov'è la notizia ?
        (visto che a un violentatore spesso
        danno 2 anni e tanti
        saluti)!In USA??????Deve pregare di non fare in carcere la fine (casuale?????) delle sue vittime!
    • Scarlight scrive:
      Re: Beh ? Dov'è la notizia ?
      infatti tutti i meccanici che trovano cd copiati vanno dalla polizia...idem per i tecnici che trovano MP3 o manuali per costruire le bombe di Frattini...le foto pedofile sono più gravi? diciamo che ci si muove solo per quel tipo di reato, per gli altri tipo omicidi di mafia e camorra ognuno si fa gli affari suoi.E non dirmi che non è vero.- Scritto da: ...
      Se durante una riparazione, viene rilevata
      "un'anomalia legale" (per non dire prova di un
      reato), il riparatore è obbligato ad informare la
      polizia.
      Se un meccanico mentre ripara un'auto trova
      nascosti sotto il sedile 10 KG di droga, non può
      fare finta di niente, deve denunciare il
      fatto.
      Non vedo dove stia la notizia, se lo scopo di
      questa era scatenare un flame su un eventuale
      diritto alla privacy ha cannato alla grande. Se
      diversamente la notizia è "cari pedofan attenti a
      quel negozio che vi controllano" bhe è un altro
      discorso...
      • bowlingbpsl scrive:
        Re: Beh ? Dov'è la notizia ?
        - Scritto da: Scarlight
        infatti tutti i meccanici che trovano cd copiati
        vanno dalla polizia...Non e' un reato e si deve dimostrare che e' un illecito.Vista la possibilita' di furto et danneggiamento, ritengo mio diritto mettere in macchina le copie dei miei CD, in modo che in caso di furto e/o incidente, almeno, non ho un altro danno. Un po' come fare il backup della sim del cellulare.Certo, si puo' sindacare sull'aggiramento della tecnologia anticopia, ma io non compro CD con tecnologie anticopia. ;-)
        • beppe scrive:
          Re: Beh ? Dov'è la notizia ?
          la legislazione italiana è molto diversa da quella usa , anche perchè in italia chi denuncia qualcosa deve dimostrarlo , se no rischia una controdenuncia .Senza considerare che in italia i processi in media durano 5 anni , quindi soldi a palate agli avvocati .Insomma , se vuoi denunciare devi aspettarti una trafila simile per i prossimi 5 anni della tua vita ,quindi molti desistono , perchè sanno già che alla fine tutto si concluderà con un buffetto all'imputato o al peggio la sua assoluzione per prescrizione.Resta inteso che ognuno quando scopre atti illegali come questo dell'articolo , poi risponde in prima persona alla propria coscenza per tutta la vita , quindi anch'io nella posizione del tecnico avrei fatto la stessa cosa , anche se poi ci sarei finito in mezzo .
          • memedesimo scrive:
            Re: Beh ? Dov'è la notizia ?
            - Scritto da: beppe
            la legislazione italiana è molto diversa da
            quella usa , anche perchè in italia chi denuncia
            qualcosa deve dimostrarlo , se no rischia una
            controdenunciavabbe ma mica denunci. fai una segnalazione. poi che mi frega
      • HappyHippo scrive:
        Re: Beh ? Dov'è la notizia ?
        - Scritto da: Scarlight
        infatti tutti i meccanici che trovano cd copiati
        vanno dalla
        polizia...

        idem per i tecnici che trovano MP3 o manuali per
        costruire le bombe di
        Frattini...

        le foto pedofile sono più gravi? diciamo che ci
        si muove solo per quel tipo di reato, per gli
        altri tipo omicidi di mafia e camorra ognuno si
        fa gli affari
        suoi.

        E non dirmi che non è vero.E quindi? Quale sarebbe la morale?La soluzione è denunciare tutti i tipi di reato, non certo infischiarsene per una questione di "coerenza"...
    • Marco Pigozzi scrive:
      Re: Beh ? Dov'è la notizia ?
      - Scritto da: ...
      Se durante una riparazione, viene rilevata
      "un'anomalia legale" (per non dire prova di un
      reato), il riparatore è obbligato ad informare la
      polizia.
      Se un meccanico mentre ripara un'auto trova
      nascosti sotto il sedile 10 KG di droga, non può
      fare finta di niente, deve denunciare il
      fatto.
      Non vedo dove stia la notizia, se lo scopo di
      questa era scatenare un flame su un eventuale
      diritto alla privacy ha cannato alla grande. Se
      diversamente la notizia è "cari pedofan attenti a
      quel negozio che vi controllano" bhe è un altro
      discorso...Che sfigato che sei!
  • gesudinazar eth scrive:
    bestbuy un corno, li c'è solo...
    ...bestia!! come dire vai dal meccanico e pam!! lui ti fa cosi.. http://daniele.resetmultimedia.com/2007/09/29/pokemon-e-gli-effetti-sulla-psiche/che dire? male per lui...
Chiudi i commenti