I precari dell'IT. Che fare?

di Giuseppe Cubasia - Oggi in aree specifiche come l'EUR, a Roma, sono impiegati migliaia di precari, sottopagati, spesso sfruttati. Che accadrebbe se domani incrociassero le braccia?

Roma – Ricevo da un po’ di tempo e-mail di persone che mi chiedono “Cosa si può fare per cambiare la realtà del lavoro in Italia?” In una parola: come si esce dal precariato degli 800-1000 euro? Sappiamo tutti di cosa stiamo parlando, è una cosa che tocca tutti noi. Si è stimato che ormai ogni italiano ha un parente, un amico od un conoscente precario.

gli uffici del lavoro IT Sappiamo anche che per l’IT, data la forma di sub sub sub appalto accettata dagli utenti e legalizzata dallo Stato, questo modo di lavorare è ormai la regola. Fatto 100 il prezzo che paga il cliente, il lavoro è sub appaltato ad un’altra ditta per 50 che la sub appalta a 20 che prende una persona per 2 e gli fa fare il lavoro. La responsabilità del lavoro e della sicurezza ricade poi sull’ultima ditta, che in molti casi esiste ed è stata creata solo per quel particolare lavoro.

Non parliamo poi delle cooperative, in cui gli impiegati sono essi stessi “soci” ed accettano invece di un contratto collettivo di lavoro, un canovaccio detto “Regolamento della cooperativa”, in cui tra le varie clausole vi è il licenziamento immediato in caso di mancanza di lavoro ed il pagamento solo per le ore realmente lavorate: il massimo del brutto capitalismo dove il rischio d’impresa è totalmente sulle spalle del dipendente.

Dal governo, attuale o futuro che sia, è chiaro che ci si debba aspettare molto poco. Ancora oggi da entrambe le parti che si preparano a governare questo paese vi sono solo elogi a questa legge che nelle intenzioni è buona, permettendo una certa flessibilità per sopperire a carichi di lavoro imprevisti, o per Business che per sua natura sono soggetti a carichi di lavoro impossibili da prevedere o programmare, ma che nella realtà è mancante di fondamentali strumenti quali gli ammortizzatori sociali e seri controlli per evitare appunto quello che tutti sappiamo. Ricordo un caso per tutti: le 6.000 persone del call center, tutte con contratto a progetto, che in realtà, come accertato, svolgevano un lavoro dipendente a tutti gli effetti.

L’alternativa immediata ed indolore è emigrare. Una brutta parola per ammettere che nel nostro paese si è cosi in basso che si è iniziato a scavare. L’emigrazione è comunque una fuga, ma cosa possono fare coloro per i quali quest’opzione è inapplicabile o inaccettabile ?

Ci ho pensato su e mi sono detto: come nessuno pensa di studiare un algoritmo di sort, ma si limita a ricercarne uno già implementato, cosi basta aprire gli occhi e cercare come altre categorie di lavoratori hanno risolto il problema e la risposta è giunta da sola: consorziarsi.

Mi spiego meglio. Mettiamo da parte le professioni, (anche se il discorso è uguale, perché ora la tariffa minima è stata abolita) e prendiamo in esame un lavoro tecnico.

Diciamo che io voglio far riparare il mio scooter. In qualsiasi officina autorizzata io vada, il prezzo della manodopera è di 40 euro/ora circa. Prezzo imposto mi dicono.
Bene, allora mi rivolgo altrove, i prezzi variano, ma meno di 20 euro l’ora non trovo nessuno disposto a riparare il mio scooter. Perché?
Perché tutti i meccanici sono tra di loro consorziati (inconsapevolmente, magari) e sanno bene che nessun loro collega si svenderebbe. Se ti svendi, abbassi il prezzo del tuo lavoro e quindi ti ritrovi poi a fare la fame.
La stessa cosa succede con qualsiasi categoria professionale!
Provate Voi stessi ad offrire un decimo o solo un quinto del compenso standard ad un tecnico professionista e l’unica risposta che otterrete è un cortese “provi altrove”.
Perché allora per l’IT che, come ripeto sempre, è fatto di “risolutori di problemi”, ai tecnici specializzati che spesso uniscono alle notevoli competenze tecniche capacità interpersonali e di marketing non indifferenti per il raggiungimento degli obiettivi di Business si offre un compenso irrisorio (rispetto al compenso che la ditta riceve) ?
La risposta è semplice: perché le persone IT sono divise e si svendono e per uno che rifiuta vi sono altri 10 che accettano condizioni da fame.

Qui a Roma le ditte IT sono concentrate nella zona Eur. Diciamo che impiegano 40.000 precari. Che cosa succederebbe se 20.000 di loro rifiutassero il solito stipendio?
Se fosse impossibile per le ditte trovare qualcuno che lavori per loro alle condizioni di “Schiavi Moderni” ?
Utopia, certo, direte voi. Difficile, quasi impossibile dico io.
Però pensate bene alle conseguenze di un’azione cosi coordinata.

20.000 persone in meno significa per le aziende progetti falliti, penali da pagare, interessi con le banche, fornitori da saldare. Insomma, si mette una ditta con le spalle al muro, esattamente come ora vivono i precari dell’IT.

A quanto è venduto un programmatore presso il cliente lo sappiamo tutti molto bene. Cosi come sappiamo che solo una miseria, sotto il minimo per vivere, arriva nelle tasche del precario…
È tutto legale, certo, non lo discuto, ma se è la legge del mercato, forse questo mercato si può cambiare.

La mia presunzione è che qualcosa si possa fare, ma occorre crederci ed essere veramente in tanti a crederci. Il numero è forza contrattuale, finché si è separati si è nulla, come un singolo spaghetto, fragile e facile da spezzare, ma se prendiamo un pacco da un Kg allora le cose cambiano, eccome se cambiano.

La mia “pazza” idea ha anche un altro risvolto. Crescendo il costo della merce sul mercato, crescerà anche l’esigenza sulla qualità della stessa. Insomma, a quel punto io ditta dovendo pagare qualcuno lo scelgo davvero tra i più bravi, visto che i più economici saranno spariti.

La conoscenza si paga, ecco lo slogan che un consorzio IT dovrebbe avere.

Se è chiaro che il meccanico si fa pagare e bene per il proprio lavoro, tanto da evitare di svendersi al primo che sventola uno pseudo contratto, cosi il bravo informatico DEVE evitare di accettare compensi ridicoli. Se questo si facesse, ripeto, neanche in tutta Roma, basterebbe per le ditte dell’EUR, sono sicuro che sarebbe ripetuto a Milano, a Torino, a Genova e cosi via.

Se il lavoro a progetto è quanto di meglio offrono, allora fissate un compenso più che adeguato per la Vostra vita.

Esiste una sola vita, come esiste un solo progetto importante: Voi stessi.

Giuseppe Cubasia
Cubasia blog

I precedenti interventi di G.C. sono disponibili a questo indirizzo

( fonte immagine )

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Newlake scrive:
    Usare ed osare
    Grazie Marco ho letto attentamente il tuo articolo, ti seguo da molto tempo ma non ho mai partecipato attivamente ad una tua discussione , ora sento la necessità di farti sapere che questo pensiero è pienamente condiviso da me , per molti anni ho studiato tutte le sfaccettature del diritto , delle democrazie , dei totalitarismi e molto altro ...sono convinto che la rete stia mutando enormemente e non sempre nel verso che avrei voluto , dal 1998 ad oggi molte cose sono cambiate, come del resto cambiano le società e i suoi attori , siamo animali sociali è prerogativa dell'essere umano, ma non deve divenire prerogativa una limitazione al pensiero , all'agire o anche alla semplice esistenza in uno spazio digitale , lo stato fa le leggi ma il popolo ne è sovrano, a noi spetta scegliere come vogliamo essere tutelati o meglio ancora come vogliamo tutelarci; la democrazia assume significati differenti , ma la libertà ha sempre e comunque un unico e inestimabile significato ...decidere del proprio destino .Grazie
    • emmeesse scrive:
      Re: Usare ed osare
      Sedall' 11 al 15tutti i lavoratori dell'IT non lavorasserole elezioni salterebberoMa i lavoratori dell' IT affermerebbero il loro potere.Astieniti dal lavoro per quei giorniInventati una influenzaDiffondi questa mail.Claudio Brovelli che spamma
  • ilmusico scrive:
    Cosa fare?
    Dopo aver letto l' articolo del Sig. Calamari, si viene presi da diversi stati d'animo: depressione, inca....ura, indifferenza (?), desiderio di agire contro tutti gli autocrati che, sempre più , stanno rendendo la Rete una specie di campo minato. Si è controllati capillarmente.Potrei capire (non giustificare) tutto questo, in paesi dichiaratamente antidemocratici, dittatoriali (Cina , mondo arabo docet)ma in occidente...!! Dalla fine della seconda guerra mondiale, la parola Democrazia , è stata scritta e pronunciata innumerevoli volte . Peccato, pero', che sia rimasta sempre soltanto una teoria, mai realmente messa in pratica. Tutti sappiamo che, la Democrazia non consiste nel fare quello che ci piace: vi son delle regole , convenzioni sociali che devono consentire di vivere civilmente. Ma da tempo , ormai, abbiamo constatato quale sia, la vera natura di tutti i governi: dominare le masse popolari. Non servirle .Anche in Italia, le cose , in questo senso, hanno preso una brutta 'piega'.E nella cosiddetta Unione Europea, la situazione non è poi ugualmente , tanto rosea. D' altra parte, la stessa parola,Governo , sottintende guida, autorità, legge.E c'è da chiedersi anche se tutti coloro che si sono immolati per l' ideale della Libertà, non siano morti inutilmente, alla luce del nostro presente. Cosa possiamo fare, per contrastare la prepotenza di coloro che detengono il Potere? Domanda interessante , vero? Stare a guardare? Anonimato? Si, come no! Con tutti i sistemi di controllo che esistono (computer quantici e quant'altro) sai, che certezza abbiamo di restare anonimi! Forse , dovremmo cessare di commentare, scrivere sui blog e agire concretamente , per sconfiggere quanti si prefiggono di rendere il mondo del Web(e non solo questo) , una specie di lager. Personalmente, non staro' a guardare. Un saluto al Sig. Calamari e a tutti coloro che qui' hanno esposto i loro punti di vista, su questo importantissimo argomento. Il Musico
  • Stefano Zapata scrive:
    Re: Sì sì... tutto molto bello, magnifico...
    - Scritto da: Overture
    ...utopico...
    la libertà sarà un diritto finchè si vorrà, sulla
    carta, ...."utopico"?!Non ho mai visto usare questa parola più a sproposito!Ma quale utopico: la rete libera, con pari opportunità di accesso e, se uno vuole, di anonimato è proprio quella che già ESISTE.Quindi dov'è l'utopia? La rete "libera" (entro certi limiti pratici, es. devi pagare un minimo di servizio) ce l'abbiamo GIA'!Il problema di cui parla lui è impedire che pian piano ce la portino via...
  • mik.fp scrive:
    Re: Sì sì... tutto molto bello, magnifico...
    Non devi dimostrare nulla, fesso... tu nasci libero. Sei libero per natura, e non sono leggi umane che possono cambiare la natura. La tecnica si. Ed e' per questo che Calamari batte sui diritti digitali in rete... la tecnica informatica moderna può renderti schiavo. Però certo che se già pensi di doverti guadagnare la libertà... sei già sconfitto...
  • miele millefiori scrive:
    ci stanno circondando
    Bellissimo articolo, concordo in pieno... la soluzione non saprei.. ci vorrebbe qualcuno di matrix che "flashasse" un po' di gente...ormai avere coscienza sociale, essere onesti, tolleranti e buoni...è un'utopia...viene voglia di scappare, ma non si sa nemmeno dove...grazie Marco ci fai sentire un po' meno soli...
  • Non authenticat scrive:
    anche il mio nome è nessuno
    GRANDE CALAMARI !Finalmente lo posso dire con convinzione, in alcune occasioni mi avevi lasciato qualche dubbio.Mettiamoci una pietra sopra (o meglio parliamone in un altra occasione).Voglio che tu sappia che io sono uno di quei LEI che non si guarda alle spalle so benissimo che si parla di me e da tempo penso che ciascun LEI di questo mondo debba fare la parte che gli compete a questo gioco.Come hai detto tu la rete c'è perchè c'era il bisogno di un posto con queste regole e questa libertà non è un caso e per questo è nata.Sappiamo che nessuno regala niente tantomeno libertà e diritti... ma se è vero come è vero che tutti questi LEI , questi Nessuno sono/siamo la rete, è anche vero che questo regalo (a dispetto di quanto ho detto prima sul fatto che nessuno regala niente) ce lo siamo fatto da soli!E allora se questo regalo è prezioso se questo è il regalo che "Nessuno" :-) ci ha fatto sta a noi.. a tutti noi coltivarlo e mantenerlo e consegnarlo a quelli che verranno dopo a tutti quei "Nessuno" (siamo appena 1 milardo e 300 milioni) che ancora non hanno questo "regalo" e che invece ne hanno bisogno a tutti quei nessuno che stanno in birmania in tibet e in posti dove questo regalo è un bene prezioso per poter parlare ma anche a tutti quei Nessuno che sono esclusi dalla mancanza di soldi dalla indisponibilità di risorse per darsi un minimo di infrastruttura.Il modo migliore di conservare questo regalo è estenderlo e consegnarlo anche loro e a tutti quei Nessuno che saranno i nostri figli.Ciao Cala.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 04 aprile 2008 18.36-----------------------------------------------------------
  • CCC scrive:
    è bello... è IMPORTANTE...
    - è bello che qualcuno pensi queste cose- è bello che qualcuno voglia dirle chiaramente- è bello che qualcuno RIESCA a dirle pubblicamente, usando la rete- è bello che ciò (mi) permetta di continuare ad avere ancora un briciolo di speranzaE' IMPORTANTE che tutti sappiano e comprendano ciò che M. Calamari ci sta dicendo: - le cose possono (stanno) cambiare- solo noi possiamo impedirlo: ciascuno,individualmente, con ogni sua piccola azione quotidiana e tutti insieme con la grande forza della somma di tante piccole azionigraziesaluti
  • H5N1 scrive:
    Come al solito...
    Articolo chiaro, esariente ed esaustivo, ben scritto e dai contenuti di incontrovertibile natura pratica.Come ho già avuto modo di commentare negli episodi precedenti che l'hanno ispirato è proprio lo stato "pragmatico" e reale del mondo a rendere necessario e utile l'anonimato.Ed è allo stesso tempo la sua natura che lo rende un diritto.Grazie per tali perle di saggezza.Firmato "uno dei tuoi 11 lettori"
    • keysersoze scrive:
      Re: Come al solito...
      - Scritto da: H5N1
      Articolo chiaro, esariente ed esaustivo, ben
      scritto e dai contenuti di incontrovertibile
      natura
      pratica....
      Grazie per tali perle di saggezza.Quoto al 101%.Grazie per parlare di queste cose, in questo modo.Grazie davvero.
  • Overture scrive:
    Re: Sì sì... tutto molto bello, magnifico...
    Il marcio non è solo da una parte della barricata...
    • Non authenticat scrive:
      Re: Sì sì... tutto molto bello, magnifico...
      - Scritto da: Overture
      Il marcio non è solo da una parte della
      barricata...in QUESTA barricata non c'è il di quà e il di là. Il "marcio" è solo una categoria morale, in questa barricata c'è solo una distinzione: chi ha deciso di fare e chi pensa che basti non fare nulla, chi pensa che qualcosa è cambiato e chi pensa che tutto è come prima. Ma non ci sono avversari e non ci sono appartenenze o categorie identitarie da difendere... quando dici "il mio nome è nessuno" (in V per vendetta tutti hanno la stessa maschera) hai superato il concetto di barricata e del di quà e di là!Questo non è il duello buoni vs. cattivi! ;)-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 04 aprile 2008 19.19-----------------------------------------------------------
      • Overture scrive:
        Re: Sì sì... tutto molto bello, magnifico...
        Questo è il duello dei chi può vs chi non può e noi possiamo ben poco a dispetto del numero.Una "democrazia" disorganizzata conta meno di una dittatura/oligarchia organizzata
        • ullala scrive:
          Re: Sì sì... tutto molto bello, magnifico...
          - Scritto da: Overture
          Questo è il duello dei chi può vs chi non può e
          noi possiamo ben poco a dispetto del
          numero.
          Una "democrazia" disorganizzata conta meno di una
          dittatura/oligarchia
          organizzataNon è così la rete non è affatto "organizzata" e infatti nessun potere unico "organizzato" ne ha il controllo!
  • bi biiii scrive:
    Grazie, concordo!
    [...]
    Avete bisogno di privacy e di anonimato per mantenere la
    vostra libertà ed i vostri diritti civili, in Rete e fuori.
    C'è bisogno di privacy ed anonimato per garantire, come
    Voltaire aveva ben spiegato, anche la libertà degli altri.
    Non fatevi spaventare o ricattare da chi agita i fantasmi
    dei pedoterrosatanisti.[...]Grazie per l'articolo di cui condivido pienamentela conclusione. Dopo le discussioni di alcuni giornifa condotte su queste pagine in due articoli scrittida miopi legulei finalmente un punto di vista che approvo.
    • Sgabbio scrive:
      Re: Grazie, concordo!
      adesso Calamari farà parte dell'internazionale della pedofilia terroristica dopo questa uscita ;/
  • paoloholzl scrive:
    No ma invece sì
    Concordo un po su tutto, sull'anonimato la mia posizione diverge per poi arrivare alla stessa conclusione.Spiego meglio:Vogliamo lasciare aperture e dare strumenti per combattere le 'distorsioni' e i pericoli della rete con una specie di 'polizia mondiale multinazionale' ?Mi va bene purché:Tali strumenti siano UNICAMENTE nelle mani di un organismo sovranazionale (vedi Nazioni Unite) mentre per tutte le altre realtà l'anonimato resti tale.Che tutti gli operanti della rete debbano adeguarsi.Che la protezione di tali strumenti sia assoluta e in caso si dimostrasse inefficace si torni all'anonimato per tutti.Dato che, almeno oggi, tutto questo è un utopia concorso sull'anonimato per tutti!
    • Reolix scrive:
      Re: No ma invece sì
      Piccolissima domanda: ma tu sai come funzione ed a chi risponde l'ONU? Mi sà di no....e come dare a Pacciani un posto di bidello in asilo :
      • paoloholzl scrive:
        Re: No ma invece sì

        Piccolissima domanda: ma tu sai come funzione ed
        a chi risponde l'ONU? Mi sà di no....e come dare
        a Pacciani un posto di bidello in asilo
        :Personalmente vedo l'ONU in un modo diverso.E' a mio parere una struttura sovranazionale che unisce la stragrande maggioranza delle rappresentanze mondiali.Per mettere accanto il diavolo e l'acquasanta praticamente non è dotata di poteri per via di 'autorizzazioni al veto' senza le quali molti stati mai avrebbero partecipato.In pratica al momento serve quasi solo a dire che c'è e alle persone che ci lavorano.Ma è il massimo di quello che si può avere oggi a livello sovranazionale, ci sono i presupposti che nel tempo veda aumentare il suo ruolo e i suoi poteri.Ma da qualche parte bisogna pur cominciare ...
    • Stefano Zapata scrive:
      Re: No ma invece sì
      - Scritto da: paoloholzl
      Mi va bene purché:

      Tali strumenti siano UNICAMENTE nelle mani di un
      organismo sovranazionale (vedi Nazioni Unite)
      mentre per tutte le altre realtà l'anonimato
      resti
      tale.Si, ti saluto...Ancora peggio: così basta che si mettono d'accordo i 2-3 più potenti per fregarci tutti.
  • campanellin o scrive:
    Nilok contrario = articolo buono
    .... come volevasi dimostrare
  • Nilok scrive:
    La Verità porta la Luce...
    Ave.Non sono il primo e non sarò l'ultimo e sopratutto a fare questa affermazione:la Verità fa luce sulle cose e porta Comprensione, mentre il Buio nasconde le cose e porta ignoranza che e' l'UNICO e VERO NEMICO della Comprensione.Non sto dissertando sull'opportunità o convenienza del restare IGNORANTI sulle cose.Dico solo (e sono sono certo io il primo a dirlo) che è proprio l'IGNORANZA, l'arma usata per SFRUTTARE qualcun'altro!!!Come è facile ottenere ciò che si vuole da qualcuno che non sa neppure che lo volete o che non capsice l'importanza di ciò che volete: i MAYA furono STERMINATI e la loro Cultura portata all'ESTINZIONE a causa dell'ORO - oro al quale loro stessi davano un'importanza RELATIVA e furono mantenuti nell'IGNORANZA di qaunto invece era VITALE per gli Spagnoli che li massacrarono.La Conoscenza è l'unica possibilità per migliorare gli individui: renderli più consapevoli, fargli conoscere più cose, renderli più svegli ed abili.Chi professa in contrario, in realtà vuole sfrittare l'ignoranza altrui.Quindi NON E' NECESSARIO ignorare l'identità di coloro con i quali si vuole comunicare, a meno che non ci sia "alle spalle" una qualche MISERRIMA motivazione nascosta.La conquista della Libertà, attività che condivido ed appoggio da lungo tempo, non si ottiene "nascondendosi".La conquista e difesa della Libertà si ottiene e mantiene essendo direttamente sotto i riflettori!!!Ciò che è stato fatto di sbagliato, nelle culture occidentali, per quanto riguarda questo specifico argomento, è che quella che viene chiamata "la teoria del fango" ha portato gli individui in una visione così MATERIALISTICA della vita e dell'Universo, che ha forzato l'individuo a credere di essere SOLO UN NUMERO e quindi con un valore MISERRIMO.NON E' COSI'!!!!La Storia di questo Pianeta (non certo io che non sono nessuno) insegna che sono stati dei singoli individui a causare i GRANDI CAMBIAMENTI EPOCALI: Ghandi, Hitler, Giulio Cesare, Attila, Einstein, Gorbaciov...etc., etc...(la lista è mooolto lunga).Se si pensasse a ripristinare il valore del singolo individuo e gli si facesse vedere che PUO' cambiare anche l'Intero Pianeta, allora sì che ci sarebbe "speranza di Libertà"!E se un appello deve essere lanciato, lanciamolo alle persone Oneste a quelli che hanno "buona volontà", a coloro che meritano di veder rispettati i propri diritti.Capisco che potrebbe SEMBRARE "rischioso" essere lì e comunicare: sotto gli occhi di tutti, alla luce del sole.Alle volte è necessario "pagare un prezzo" per conquistare la Libertà: e nessuno vuole essere QUELLO che pagherà quel prezzo.Ma è necessario, E' vitale rispristinare il valore di ogni singolo individuo, proprio per avere le maggiori possibilità di non avere perdite.Il crollo della attuale Civilizzazione su questo pianeta sembra avvicinarsi a gran passi e "sembra" che nessuno possa farci qualcosa al riguardo: ma non è così.Il mondo è pieno di gente onesta e di buona volontà disposta ad aiutare gli altri e loro stessi: guarda solo il successo che hanno le raccolte fondi per beneficenza in favore dei "meno fortunati".L'Uomo vuole aiutare e vuole anche essere aiutato: solo il PAZZO aborrisce l'idea dell'aiuto.C'è forse qualcuno che sta cercando di convicerci che "siamo tutti pazzi"?Le persone per bene sono disposte ad aiutare e, se necessario, si fanno aiutare volentieri.La Rete è sempre meno libera: questo è un dato di fatto.La possibilità che ritorni comopletamente libera e che ci resti dipende solo dagli individui: quelli che la usano e quelli che la vogliono piegare ai loro voleri.Se nelle Istituzioni di controllo della Rete o nelle Società di gestione dei maggiori servizi della Rete o ancora nelle più grandi Aziende che compongono (hardware) la Rete, mettiamo a capo dei "pazzi", cosa credete che succederà?Se ci sono persone che "possono prendere delle decisioni" i quali sono fervidi assertori dell'inutilità dei singoli individui e che non glie ne frega nulla di aiutare nessuno perchè, in fondo "su questo pianeta non è possibile fare nulla" oppure "tanto c'è una vita sola, chi se ne frega se lascio al futuro un mondo distrutto" o ancora "io sono uno solo e quindi NON POSSO...", CHE DECISIONI CREDI CHE PRENDERANNO?Ci lasceranno liberi in rete o liberi di usare la rete per i loro ANONIMI scopi?A prestoNilok
    • o nillenapma c scrive:
      Re: La Verità porta la Luce...
      .. ed il parere negativo di Nilok ci da la certezza che si tratti di un buon articolo
    • golfball scrive:
      Re: La Verità porta la Luce...
      ehi..ma questa è DISINFORMAZIONE!!!!!!
    • un curioso scrive:
      Re: La Verità porta la Luce...
      - Scritto da: NilokUna domanda OT.Il "perfetto dianetico" (notare il vigolettato) vota, non vota, per chi vota?Mi spiego meglio: il "comunista" si riconosce nel modello proposto da Bertinotti... e il dianetico?PS Nessun intento polemico ma semplice curiosità
      • MegaJock scrive:
        Re: La Verità porta la Luce...
        - Scritto da: un curioso
        Una domanda OT.
        Il "perfetto dianetico" (notare il vigolettato)
        vota, non vota, per chi
        vota?
        Dipende dai suoi thetan...
    • anonymous scrive:
      Re: La Verità porta la Luce...
      tl;nr.
      Ci lasceranno liberi in rete o liberi di usare la
      rete per i loro ANONIMI
      scopi?finche gli anonimi la manterranno libera, si.quando gli anonimi non saranno più tali......per niente al mondo vorrei un computer/cellulare/televisione in casa (ghost)
      A presto
      Nilokciao ni' :)
  • Garlini Valter scrive:
    In Italia siamo tranquilli...
    Si, fino a che a governarci avremo questa banda di nonnetti incapaci... non avremo nulla da temere sulla libertà della NOSTRA rete... La caratteristica dell'incapace è quella di circondarsi di incapaci ancora più incapaci di lui... (lo fa per sentirsi CAPACE (rotfl))... ed allora poi vengono partoriti dei provvedimenti RIDICOLI come quello di blocco dei siti delle scommesse attraverso i server DNS !!!P.S. Di fronte ad un problema il politico capace lo risolve... quello incapace fa una legge... in Italia siamo pieni di problemi ed abbiamo 21.000 leggi !
    • Reolix scrive:
      Re: In Italia siamo tranquilli...
      - Scritto da: Garlini Valter
      Si, fino a che a governarci avremo questa banda
      di nonnetti incapaci... non avremo nulla da
      temere sulla libertà della NOSTRA rete...

      La caratteristica dell'incapace è quella di
      circondarsi di incapaci ancora più incapaci di
      lui... (lo fa per sentirsi CAPACE (rotfl))[...] Diceva qualcuno che è stato strumentalmente travisato:"La demenza è rara nei singoli, ma è la regola nei gruppi, nei partiti , nelle epoche"
    • CCC scrive:
      Re: In Italia siamo tranquilli...
      - Scritto da: Garlini Valter
      Si, fino a che a governarci avremo questa banda
      di nonnetti incapaci... non avremo nulla da
      temere sulla libertà della NOSTRA rete...forse... considera pero' che:- in italia la banda di nonnetti incapaci a cui ti riferisci NON ci governa piu' da taaaanti anni ormai: l'italia è governata da stati ed organizzazioni straniere (USA, NATO, ecc.) nonché da multinazionali della globalizzazione che fanno il bello ed il cattivo tempo...l'italia non esiste piu'... non ha neanche un territorio: l'ex territorio italiano (terra, aria, mare, acqua, ecc...) adesso o è diventato servitù militare o è diventato proprietà immobiliare di qualche multinazionale...ma cosa vuoi che "governino" i nostri politicanti da stapazzo???- la "nostra" rete NON semplicemente esiste... esiste LA RETE. (punto).
    • rotfl scrive:
      Re: In Italia siamo tranquilli...
      - Scritto da: Garlini Valter
      Si, fino a che a governarci avremo questa banda
      di nonnetti incapaci... non avremo nulla da
      temere sulla libertà della NOSTRA rete...Un incapace con in mano un grande potere e' in grado di fare danni mostruosi. Tu credi davvero che se volessero negarti le liberta' fondamentali e negare uno stato democratico non ci riuscirebbero? Perche', esattamente? Perche' tu sei troppo intelligente e sei in grado di vivere democraticamente al di la' di leggi liberticide? Ma per favore...
  • pippo scrive:
    STRAQUOTO
    come da oggetto, e vi risparmio la solita citazione di Franklin ;)
  • campanellin o scrive:
    Bottoni, Gualazzi, ...
    Beccatevi questo !Leggete e meditate.
    • mik.fp scrive:
      Re: Bottoni, Gualazzi, ...
      Che centrano Bottoni e Gualazzi? Io non so se sono allineati su tutta la linea con Calamari ma così a distanza mi sembra che si sono sempre sbattuti per l'anonimato, la privacy, l'informazione libera... sul serio, perchè hai scritto così?
    • emmeesse scrive:
      Re: Bottoni, Gualazzi, ...
      Campanellino, quando ti sarai fatto la meta del mazzo che Bottoni e Gualazzi si fanno per difendere i diritti in rete, allora potrai uscirtene con queste frasi.Ovviamente il parere di Calamari e quello di Bottoni presentano delle differenze, ma la linea e' la stessa.
  • bubez scrive:
    Anonimato assoluto
    Oggi non puoi portare un tagliaunghie in aereoperchè qualche stronzo in passato lo ha usato per dirottareil volo:è una limitazione della libertà anche questa!Con chi ce la prendiamo?Con le compagnie aeree che adottano queste misure di sicurezza?E perchè lo farebbero? per garantire la sicurezza collettiva o per puro gusto di privarvi della libertà di portarvi un tagliaunghie? Le scelte hanno come fine il bene della collettività,o almeno il male peggiore.A questo punto perchè fermarci su internet?proponiamo l'anonimato assoluto!niente + nomi all'anagrafe,ci chiameremo con "hey..tu!"niente + targhe alle macchine!
    • bubez scrive:
      Re: Anonimato assoluto
      chiaramente la mia è una provocazione!
    • unaDuraLezione scrive:
      Re: Anonimato assoluto
      contenuto non disponibile
      • Reolix scrive:
        Re: Anonimato assoluto
        - Scritto da: unaDuraLezione
        - Scritto da: bubez

        Oggi non puoi portare un tagliaunghie in aereo

        perchè qualche stronzo in passato lo ha usato
        per

        dirottare

        il volo:



        è una limitazione della libertà anche questa!



        Con chi ce la prendiamo?

        Con le compagnie aeree che adottano queste
        misure

        di

        sicurezza?

        la questione di tagliaunghie, liquidi, ed altre
        amenità è totalmente
        psicologica.
        -Serve a confermare alle persone che c'è un
        allarme.
        -Serve per far vedere alle persone che si sta
        facendo qualcosa per la loro
        sicurezza
        -*NON* serve a prevenire dirottamenti/attentati
        in
        aereo
        -*NON* serve, più in generale, a prevenire il
        terrorismo, visto che non sta scritto da nessuna
        parte che i terroristi debbano agire solo sugli
        aereiInfatti molti dimenticano che gli aerei partono da terra.....
        • Non authenticat scrive:
          Re: Anonimato assoluto
          - Scritto da: Reolix
          Infatti molti dimenticano che gli aerei partono
          da
          terra.....Si e che prima o poi a terra devono tornare..... e nessuno di quelli che salgono e scendono ha impronte digitali con scritto "ho intenzione di fare un attentato".I passaporti dei terroristi delle torri erano legalissimi (sempre che sia vero che corrispondano a quelli trovati) e i voli erano INTERNI non venivano da fuori gli stati uniti! perchè nessuno se lo ricorda mai? quasi tutti i principali accusati (Bin Laden compreso) sono di origini saudite un "paese amico" degli stati uniti non lafganistan ne l'iraq... si gli aerei partono da terra e tutti si scordano di poche semplicissime inconfutabili verità 8)
    • Overture scrive:
      Re: Anonimato assoluto
      A molti piacerebbe del resto quando una persona è convinta che la mancanza di una regola corrisponde al tacito consenso di fare qualcosa invece che alla possibilità di scelta, condizionata al ragionamento delle possibili conseguenze (sia positive che negative), si capisce appieno che Darwin aveva ragione: discendiamo dalle scimmie.
  • emmeesse scrive:
    Re: Sì sì... tutto molto bello, magnifico...
    Si, ma qui si parla di liberta in Rete. Davos. 1995
    • Overture scrive:
      Re: Sì sì... tutto molto bello, magnifico...
      Chi ha creato la rete ? Chi la mantiene tutt'ora ? L'entità superiore o un gruppo di uomini ? Cosa ti fa credere che se davvero vogliono non infilano un segugio dietro il sedere di ogni navigatore ?
      • emmeesse scrive:
        Re: Sì sì... tutto molto bello, magnifico...
        E' proprio perche' temo il segugio nel posteriore che cerco riferimenti normativi anteriori.
        • Overture scrive:
          Re: Sì sì... tutto molto bello, magnifico...
          e dopo che li hai trovati ? non sei mica la rai che può farti pagare il canone per regio decreto
      • Non authenticat scrive:
        Re: Sì sì... tutto molto bello, magnifico...
        - Scritto da: Overture
        Chi ha creato la rete ? Per dirla con Calamari "Nessuno" e cioè anche tu la rete sei anche tu!
        Chi la mantiene tutt'oraStesso adagio!
        ? L'entità superiore o un gruppo di uomini ? CosaUn gruppo di uomini prima pochi poi... unmiliardoetrecentomilioni.
        ti fa credere che se davvero vogliono non
        infilano un segugio dietro il sedere di ogni
        navigatore
        ?Infilano chi? chi infila? quale è il soggetto della frase ?Pensi che esista una mitica entità (per parafrasarti) o potere superiore che controlla centinaia di stati miliardi di persone in un unico disegno?Non capisci cheQuello che tu sostieni è utopico e irrealistico?Non esiste una entità unica che possa mettere un "segugio dietro il sedere di ogni navigatore" esistono invece diversi poteri ciascuno in un posto, ciascuno con i suoi limiti, ciascuno con i suoi interessi che non sono certo gli stessi del suo "corrspondente" in un altro posto o territorio!Quello che ciascuno di questi "controllori" può o non può fare dipende anche da te e dipende da quello che un miliardo e mezzo di "nessuno" fanno o non fanno per lasciargli mano libera o meno... e dipende da quello che ciascuno dei Nessuno che stanno in quel posto (siano bonzi tibetani o birmani poco importa)...Loro hanno dei limiti e noi anche!.. ma abbiamo un vantaggio noi siamo più "grandi" e abbiamo un posto più "grande" di quello che loro sono in grado di governare in un unico disegno e in un unico interesse e scopo!Per questo, per la prima volta nella storia la battaglia NON È PERSA IN PARTENZA per questo vale la pena di parlare con gli altri signor Nessuno come siamo io e te!Non è finita! e quello che tu fai conta!Non svendere questa possibilità! leggi dove Calamari dice "dico a LEI non si volti indietro"...
        • Overture scrive:
          Re: Sì sì... tutto molto bello, magnifico...


          Chi ha creato la rete ?

          Per dirla con Calamari "Nessuno" e cioè anche tu
          la rete sei anche
          tu!ah, nessuno ha creato la rete... la rete c'era già... la rete è la nuvoletta che vedi rappresentata nei libri dell'ecdl.

          ? L'entità superiore o un gruppo di uomini ?
          Cosa

          Un gruppo di uomini prima pochi poi...
          unmiliardoetrecentomilioni.
          unmiliardoetrecentomilioni di uomini possiedono le pass di root per gestire i nodi delle portanti intercontinentali della rete ? perchè non mi hanno detto niente ?

          Infilano chi? chi infila? quale è il soggetto
          della frase
          ?chi comanda veramente (soggetto) infila (verbo) a te, a me, a tutti (qualcosa di analisi logica che non ricordo) un segugio (complemento oggetto) là dove non batte il sole
          Pensi che esista una mitica entità (per
          parafrasarti) o potere superiore che controlla
          centinaia di stati miliardi di persone in un
          unico
          disegno?In un canale d'acqua basta controllare le chiuse.
          Non capisci che
          Quello che tu sostieni è utopico e irrealistico?
          Non esiste una entità unica che possa mettere un
          "segugio dietro il sedere di ogni navigatore"
          esistono invece diversi poteri ciascuno in un
          posto, ciascuno con i suoi limiti, ciascuno con i
          suoi interessi che non sono certo gli stessi del
          suo "corrspondente" in un altro posto o
          territorio!Questo è quello che credi te. Tutto sta nel voler veramente controllare qualcuno o qualcosa poi la maniera si trova, al peggio segano la possibilità di comunicare ai più

          Quello che ciascuno di questi "controllori" può o
          non può fare dipende anche da te e dipende da
          quello che un miliardo e mezzo di "nessuno" fanno
          o non fanno per lasciargli mano libera o meno...
          e dipende da quello che ciascuno dei Nessuno che
          stanno in quel posto (siano bonzi tibetani o
          birmani poco
          importa)...Belle parole in pratica loro decidono, dispongono e noi stiamo zitti e muti.

          Loro hanno dei limiti e noi anche!.. ma abbiamo
          un vantaggio noi siamo più "grandi" e abbiamo un
          posto più "grande" di quello che loro sono in
          grado di governare in un unico disegno e in un
          unico interesse e
          scopo!loro stringono il sacco e noi non siamo più abbastanza "grandi" per dire niente

          Per questo, per la prima volta nella storia la
          battaglia NON È PERSA IN PARTENZA per questo vale
          la pena di parlare con gli altri signor Nessuno
          come siamo io e
          te!questa non è una partita a poker o a scacchi classica. Nessuno ci garantisce che dall'altra parte non tengono più assi o regine del consentito.

          Non è finita! e quello che tu fai conta!

          Non svendere questa possibilità! leggi dove
          Calamari dice "dico a LEI non si volti
          indietro"...le belle parole.... mi basta vedere come stanno andando avanti queste votazioni...
          • ullala scrive:
            Re: Sì sì... tutto molto bello, magnifico...

            ah, nessuno ha creato la rete... la rete c'era
            già... la rete è la nuvoletta che vedi
            rappresentata nei libri dell'ecdl.E allora diccelo tu chi la ha "creata" spiegaci un pochino tramite quale genio ti è arrivata in casa e chi è il "deus ex machina" aspetto con ansia nome e cognome!





            ? L'entità superiore o un gruppo di uomini ?

            Cosa



            Un gruppo di uomini prima pochi poi...

            unmiliardoetrecentomilioni.



            unmiliardoetrecentomilioni di uomini possiedono
            le pass di root per gestire i nodi delle portanti
            intercontinentali della rete ? perchè non mi
            hanno detto niente ? Cosa dovresti farci con le passwod di root ? non è mica chiaro sai?A te risulta o no che basta pagare (cosa che tutti facciamo) per farti andare su un filo (ma anche con altri mezzi) dove ti pare?Pensi forse che per pagare (come fa anche chi ha "la password di root") sia utile o necessario avere la password di qualunque sistema ?Lo sai cosa è un router? sai cosa è BGP? sai cosa sia un AS? in concreto voglio dire ?Tu pensi davvero che se ti connetti con un isp (diciamo alice) vai in U.S.A. perchè il sysadmin ha la "password di root" di ITALCABLE? o dei suoi routers? pensi che arrivi su un sito (di un altro provider/o AS) perchè qualcuno con "la password di root" ha detto che il tuo pacchetto va (o dovrà andare) fino a li?Sai cosa sia una rete IP?No vero?

            chi comanda veramente (soggetto) infila (verbo) a
            te, a me, a tutti (qualcosa di analisi logica che
            non ricordo) un segugio (complemento oggetto) là
            dove non batte il
            solee chi è che "comanda veramente" su centinaia di paesi e su un miliardo e mezzo (o quasi) di persone?Dicci il nome e il cognome grazie!

            In un canale d'acqua basta controllare le chiuse.Se ci fosse un canale e delle chiuse controllate da una unica entità non ci sarebbe internet infatti non esiste un controllo unico di tale tipo se conoscessi la storia di Internet (e avessi idea concreta di come funziona) non faresti neppure il paragone!
            Questo è quello che credi te. Tutto sta nel voler
            veramente controllare qualcuno o qualcosa poi la
            maniera si trova, al peggio segano la possibilità
            di comunicare ai
            piùNon è quello che "credo io" è la reltà tanto e vero che neppure in birmania e in cina ci riescono!Ma comunque la domanda rimane la stessa chi è questo "qualcuno" che ha un tale potere?Nome e cognome please!

            Belle parole in pratica loro decidono, dispongono
            e noi stiamo zitti e
            muti.Forse tu stai zitto e muto e "in pratica" invece io parlo con birmani e cinesi e ti dirò di più... li aiuto anche tutte le volte che posso!E ti assicuro che gente come me non ce ne è poi così poca!





            Loro hanno dei limiti e noi anche!.. ma abbiamo

            un vantaggio noi siamo più "grandi" e abbiamo un

            posto più "grande" di quello che loro sono in

            grado di governare in un unico disegno e in un

            unico interesse e

            scopo!

            loro stringono il sacco e noi non siamo più
            abbastanza "grandi" per dire
            nienteQuale sacco?hai cognizione di cosa si stà parlando?Dove è questo "sacco" cosa è questo "sacco" sai identificare la cosa di cui parli?





            Per questo, per la prima volta nella storia la

            battaglia NON È PERSA IN PARTENZA per questo
            vale

            la pena di parlare con gli altri signor Nessuno

            come siamo io e

            te!

            questa non è una partita a poker o a scacchi
            classica. Nessuno ci garantisce che dall'altra
            parte non tengono più assi o regine del
            consentito.Questa è una partita in cui le regole non ci sono e quindi il numero di assi e regine è ininfluente!

            Non è finita! e quello che tu fai conta!



            Non svendere questa possibilità! leggi dove

            Calamari dice "dico a LEI non si volti

            indietro"...

            le belle parole.... mi basta vedere come stanno
            andando avanti queste
            votazioni...Non vedo la relazione tra le votazioni e la rete e comunque non mi risulta ci siano elezioni del "capo della rete" e tantomeno di un suo controllore!
  • isotta scrive:
    da censura
    ""Lo sapevano bene i Padri della Costituzione Americana quando, ad esempio, hanno previsto esplicitamente il diritto dei loro cittadini a portare armi come bilanciamento dell'autorità di uno Stato dotato di un esercito, in modo che lo Stato stesso non possa vessare la maggioranza dei suoi cittadini.""ma chi cazzo se ne frega della solita sviolinata all'america? dovevi dirlo per forza?intendi quell'america che ammirava i nazisti e poi è stata costretta ad abbatterli ufficialmente e ufficiosamente li arruolati nelle sue fila per fargli fare il lavoro sporco e quello pulito, semplicemente per ammirazione? o miri all'america di quel coglione di montanelli che l'unica cosa giusta che ha fatto oltre a tirare le cuoia è stata criticare la iena ridens?l'america è la patria di tutte le dittature, quella che comincia svasellinandoti le libertà e finisce per allargarti lo sfintere a livelli startrekkiani, per favore, se vuoi sembrare onesto, finiscila di appellarti ai dittatori sanguinari, compresi quelli che si sbiancano i denti.vuoi che ti si ritenga intelligente, ma forse, probabilmente, mi sbaglio, ma se lo vuoi smetti di appellarti a ( palesemente ) falsi profeti, tanto vale che ti appelli al papa, come fango ci sguazzi lo stesso.
    • emmeesse scrive:
      Re: da censura
      Piu che all'America, mi sembra si riferisca al pensiero di alcuni filosofi americani.Non mi sembra che stia parlando di "questa America hic et nunc"...
    • MegaJock scrive:
      Re: da censura
      Povero idiota.
    • MegaLOL scrive:
      Re: da censura
      E tu pensi che Calamari dovrebbe ascoltare una persona priva di intelligenza come te? Il tuo post dimostra tutta la tua stupidità. Sei un imbecille con la tastiera.Cosa fai nel tempo libero, vai alle manifestazioni antiamericane vestito da kamikaze, a fare la faccia feroce?Poi però ti caghi addosso se incroci un Carabiniere per strada.Fai un favore al mondo: suicidati. Anche se penso che al prossimo (intelligente) intervento di Calamari ti scoppierà semplicemente un aneurisma cerebrale e ti leverai di torno.
    • Number 6 scrive:
      Re: da censura
      - Scritto da: isotta
      vuoi che ti si ritenga intelligenteCalamari E' intelligente, contrariamente a te.
      ma forse, probabilmente, mi sbaglio, ma se lo vuoiROTFL. E questa sarebbe la TUA dimostrazione di intelligenza? :DNon sai neanche scrivere.Vai a raccattare monnezza, va.
      • rotfl scrive:
        Re: da censura
        - Scritto da: Number 6
        ROTFL. E questa sarebbe la TUA dimostrazione di
        intelligenza?
        :D

        Non sai neanche scrivere.

        Vai a raccattare monnezza, va.QUOTO. Ma da dove esce 'sta gente? Francamente io di ignoranti di questo calibro non ne ho mai incontrati, eppure qui su PI ogni tanto escono personaggi come 'sta "isotta"... bah...
    • nome e cognome scrive:
      Re: da censura
      dare del coglione a montanelli ti qualifica per quello che sei: un senza cervello.corri a trovarti un lavoro, ammesso che ai senza cervello ne possano offrire uno.
    • rotfl scrive:
      Re: da censura
      - Scritto da: isotta
      ""Lo sapevano bene i Padri della Costituzione
      Americana quando, ad esempio, hanno previsto
      esplicitamente il diritto dei loro cittadini a
      portare armi come bilanciamento dell'autorità di
      uno Stato dotato di un esercito, in modo che lo
      Stato stesso non possa vessare la maggioranza dei
      suoi
      cittadini.""

      ma chi cazzo se ne frega della solita sviolinata
      all'america?

      dovevi dirlo per forza?
      intendi quell'america che ammirava i nazisti e
      poi è stata costretta ad abbatterli ufficialmente
      e ufficiosamente li arruolati nelle sue fila per
      fargli fare il lavoro sporco e quello pulito,
      semplicemente per ammirazioneMai lette demenzialita' cosi' grosse in vita mia. Che pena...
    • maurizio carena scrive:
      Re: da censura
      a giudicare da quello che dici se invece di dare aria ai denti scoreggi dici cose meno stupide e magari fai una figura meno penosa. tu a calamari non sei nanche degno di baciargli il b..o del culo.
  • francososo scrive:
    concordo con l'analisi....
    concordo con l'analisi.... Caro Calamari molti americani però ,al contrario di noi, si sono posti il problema sull'11 settembre ( prima e dopo) : il terrorismo, Al - Qaeda sono tutto ciò che ci hanno fatto vedere, ma sono tutte leggi " anti-terrorismo" che hanno minato lo stato di diritto negli Usa che hanno fatto riflettere gli americani!le consiglio di farsi un giro su arcorois.tv e scaricarsi tutti quei video che si interessano dell'11 settembre !Mentre in Italia ancora si mettono in discussione " le tesi non ufficiali" : queste hanno fatto il giro del mondo !La scusa della "sicurezza" è servita ad assecondare gli interessi economici in Afghanistan ed Iraq bombardando ed uccidendo persone per il soliti interessi economici !Se questa è chiamata democrazia .... !!!!!
    • MegaJock scrive:
      Re: concordo con l'analisi....
      Quando il saggio indica la luna, lo stolto guarda il dito.
      • Sgabbio scrive:
        Re: concordo con l'analisi....
        perchè, non è vero ?
        • MegaJock scrive:
          Re: concordo con l'analisi....
          - Scritto da: Sgabbio
          perchè, non è vero ?Che lo stolto guardi il dito? Assolutamente si. Chiedi allo spirito di Bruce Lee.
        • rotfl scrive:
          Re: concordo con l'analisi....
          - Scritto da: Sgabbio
          perchè, non è vero ?Certo che no, non e' vero. Le teorie di complotto sull'11 Settembre non sono assolutamente dimostrate come vere.
          • Sgabbio scrive:
            Re: concordo con l'analisi....
            a dire il vero le prove ci sono e ben dettagliate, che poi la gente ci creda o meno è un altro paio di maniche. Io rimango neutrale.
  • emmeesse scrive:
    Caro Calamari, ma se...
    ...la Rete e' "un posto diverso, con regole diverse, da rispettare e da non snaturare, da utilizzare ove possibile a vantaggio di tutti."ma vi sono "restrizioni a queste libertà, in atto od in progetto da parte di poteri statali" e quindi "Non solo la Rete sta diventando meno libera, ma la Rete viene usata anche per comprimere gli spazi di libertà nel mondo materiale."...che facciamo? Per la lotta armata non ci abbiamo ne il fisico, ne l'eta'...Sciopero generale di tutti gli addetti IT in Italia?Votiamo Partito Pirata?Io concordo con l'analisi, ora troviamo la soluzione.
    • mik.fp scrive:
      Re: Caro Calamari, ma se...
      La soluzione c'e'. Non è facile attuarla, ma c'e'. Intanto iniziamo da Martin Niemoller:Prima vennero per i comunisti,e io non dissi nullaperché non ero comunista.Poi vennero per i socialdemocraticiio non dissi nullaperché non ero socialdemocraticoPoi vennero per i sindacalisti,e io non dissi nullaperché non ero sindacalista.Poi vennero per gli ebrei,e io non dissi nullaperché non ero ebreo.Poi vennero a prendere me.E non era rimasto più nessuno che potesse dire qualcosa.... perchè iniziare dall'ennesimo manifesto di intenzioni e' inutile.
      • emmeesse scrive:
        Re: Caro Calamari, ma se...
        Prima vennero per i pedofilipoi per gli anarchicipoi per bestemmiatori e gli ateipoi per i pirati...
        • Africano scrive:
          Re: Caro Calamari, ma se...
          - Scritto da: emmeesse
          Prima vennero per i pedofili
          poi per gli anarchici
          poi per bestemmiatori e gli atei
          poi per i pirati
          ...lla legge no non puònon deve controllare tuttonon è fatta per questoè accordo tra cittadiniche si affidano alla leggeda cui la legge dipendeogni eccesso di leggeè abuso sul cittadinoche è lui come sovranoa stabilire l'accordocon tutti i suoi vicinila legge non è fattaper dare condizionicome regole di giocoper cui ci sono bariè accordo tra cittadiniche fissano dei limitidi civile convivenzaper accordo col vicinoil rispetto della leggeè rispetto del vicinoil reato offende i vicinila legge non s'offendechi viola una leggee non offende suo vicinol'accordo non lo violase l'individuo subisceimposizioni arbitrarienon ne capisce il sensoche non offende vicinoda cittadino è sudditodi sovrani cittadinie aspetta nuovi accordida nuove leggi stipulateda cittadini sovraniper regolarsi coi limitisu quello che può faree il cittadino devevigilare sulla leggeche non ci sia abusoche si applichi nei modicommisurata a gravitàse il limite è superatonon ha più l'accordola legge questi criminiper ultimo può perseguireil controllo di un reatodipende pure d'accordisecondo gravità del dannoche ne produce repressione
Chiudi i commenti