IBM contro l'emulatore erculeo

Big Blue sventola brevetti sotto il naso di una piccola azienda francese che si occupa di mainframe. La comunità open source insorge: quel software non viola nulla. La polemica si accende

Roma – IBM e mainframe sono quasi sinonimi nell’immaginario collettivo, e a quanto pare il predominio del mercato da parte della multinazionale americana non è visto di buon occhio se sulle due sponde dell’Atlantico si accumulano le richieste di intervento antitrust. L’ultima compagnia in ordine di tempo ad indossare i panni di Davide contro Golia è la francese TurboHercules , fondata nel Settembre 2009 attorno all’emulatore open source di mainframe IBM chiamato appunto “Hercules”.

La lamentela avanzata presso l’antitrust UE da Roger Bowler, creatore di Hercules e cofondatore dell’azienda, ruota tutta attorno ai termini della licenza d’uso di z/OS , la quale lega indissolubilmente il sistema operativo all’hardware su cui gira. Insomma un vendor lock-in analogo al binomio OSX/Mac in casa Apple e in apparenza nulla di nuovo rispetto alle rimostranze precedenti di altri concorrenti . Dal canto suo Bowler chiede di ammorbidire i vincoli legali imposti da Big Blue, permettendogli di servire i clienti impossibilitati ad effettuare costosi upgrade o ad allargare il parco macchine. Una convivenza, a suo dire, pacifica e possibile.

Lo scambio epistolare privato tra i due soggetti coinvolti ha segnato però un punto di non ritorno quando Mark Anzani, CTO di System Z , ha allegato alle sue considerazioni un elenco di un centinaio di brevetti . Si tratta di proprietà intellettuali di cui la corporation d’oltreoceano teme la violazione per mezzo dell’emulatore in questione.

Una volta resa pubblica quest’ultima lettera l’escalation è stata pressoché inarrestabile. Questo perché due di quei brevetti fanno parte di quei 500 che la stessa IBM liberò nel 2005 a beneficio del mondo open-source . Uno dei primi a saltare sulla barricata è stato l’attivista Florian Mueller, lobbysta per gli interessi del software libero presso l’Unione Europea, tra i più decisi scettici all’epoca di fronte al gesto: il suo timore è che la genericità dei contenuti indicati possa arrivare a colpire aree più vaste dell’universo FLOSS come la virtualizzazione e l’ emulazione .

Il Wall Street Journal ha citato un portavoce IBM intento a chiarire: “(…) abbiamo detto che l’impegno valeva per individui o aziende open-source qualificate. Abbiamo seri dubbi che TurboHercules sia qualificata. TurboHercules è membro di organizzazioni fondate e finanziate per attaccare il mainframe da concorrenti di IBM come Microsoft”. Thomas Vinje , fondatore dell’ECIS (European Committee for Interoperable Systems) di cui IBM è membro, aggiunge benzina sul fuoco insinuando che Mueller sia una pedina di Microsoft e che ne sia già stato alleato occulto nel caso Oracle-Sun.

E dire che, prima di questa guerra di tutti contro tutti, Hercules non aveva mai avuto problemi di questo genere. Anzi sembrava godere di una certa stima presso l’azienda statunitense, finché quest’ultima non ha rilasciato lo zPDT in diretto conflitto con l’emulatore francese: da lì in poi le strade si sono separate, almeno fino ad oggi.

Fabrizio Bartoloni

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • unaDuraLezione scrive:
    Re: Pubblicitá IE a Milano
    - Scritto da: angros
    Ma perchè posti con i nick degli altri?magari perché non te lo sottrae e può duplicarlo all'infinito a costo zero, quindi il nick non vale nulla.CIT.
  • non sia offensivo calunnioso o diffaman scrive:
    A quelli di Opera....
    Quando ci vuole ci vuole...http://www.youtube.com/watch?v=xDUAbGLygxo
  • Cvallo Pazzo scrive:
    Domanda
    Con quale criterio Microsoft ha scelto l'ordine di scelta dei browser nel ballot screen? se non ci sono ragioni piuttosto che altre per mettere opera al primo posto, dopo questa rottura di scatole, se fossi Microsoft metterei opera giù in fondo al sacco e tanti auguri!
    • Sgabbio scrive:
      Re: Domanda
      - Scritto da: Cvallo Pazzo
      Con quale criterio Microsoft ha scelto l'ordine
      di scelta dei browser nel ballot screen? se non
      ci sono ragioni piuttosto che altre per mettere
      opera al primo posto, dopo questa rottura di
      scatole, se fossi Microsoft metterei opera giù in
      fondo al sacco e tanti
      auguri!A dire il vero dovrebbe essere casuale la formazione della lista, però ho notato che quelli più famosi sono sempre in bella vista, gli altri invece stanno nella parte non visibile è devi usare la barra per vederli.Dovrebbero migliorare l'algoritmo.
      • andy scrive:
        Re: Domanda
        e tu la grammatica?"gli altri invece stanno nella parte non visibile è devi usare la barra per vederli"quelli che stanno in basso devono solo ringraziare di starci in quella schermata visto che non sono veri browser ma usano il motore html di 1 dei browser veri che stanno nei primi 5 posti
        • Sgabbio scrive:
          Re: Domanda
          - Scritto da: andy
          e tu la grammatica?Tu invece la Policy ?

          quelli che stanno in basso devono solo
          ringraziare di starci in quella schermata visto
          che non sono veri browser ma usano il motore html
          di 1 dei browser veri che stanno nei primi 5
          postiHa dire il vero è un problema noto del sistema, che non fa un cambio radicale della lista.Comunque vedo che di browser non capisci molto visto come ti sei espresso :D
          • Wolf01 scrive:
            Re: Domanda
            Riguardo la grammatica ha ragione andy, mi spiace :PE ha ragione anche riguardo agli altri browser che usano tutti il motore di IE, sono semplicemente interfacce diverse con più o meno componenti aggiuntivi.Ho un IE pure in un applicazione in Access che mi serve per visualizzare delle guide HTML, fai te i conti di quanto ci vuole per fare un browser basato su IE...
          • Sgabbio scrive:
            Re: Domanda
            K-lemon non usa IE come motore....Comunque ragione o torto va contro la policy.
          • Sgabbio scrive:
            Re: Domanda
            K-lemon non usa IE come motore....Comunque ragione o torto va contro la policy.
          • linguist scrive:
            Re: Domanda
            Mr. Sgabbio inutile scaldarsi, e per "policy" sarebbe più consono utilizzare "politica da seguire nel rispondere ai commenti" o "norme comportamentali". Resta il fatto che se ciascuno rileggesse con calma il proprio commento noterebbe i refusi tipici dell'uso frettoloso della tastiera ed eviterebbe il dileggio. Nel caso in discussione la "è" si trova lontano da "e" nella tastiera, quindi non rientrerebbe nei casi di lettere vicine pigiate per errore, ergo il dubbio espresso da andy e wolf potrebbe essere fondato, ripeto: potrebbe.Seppur interagendo all'interno di un sito legato in qualche modo alle notizie relative all'informatica, ed essendo noi italiani, non sarebbe sbagliato utilizzare le parole italiane esistenti invece di quelle straniere, fatti salvi i casi in cui non esista un traducente adeguato.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 08 aprile 2010 00.52-----------------------------------------------------------
          • Wolf01 scrive:
            Re: Domanda
            Più che altro è ho ≠ o e ha ≠ aBello l'avatar, volevo farmi anche io un tasto del genere sulla tastiera, però con la scritta "any", solo che poi ho cambiato la tastiera, ha i tasti neri e non viene bene :P
          • panda rossa scrive:
            Re: Domanda
            - Scritto da: linguist
            Nel
            caso in discussione la "è" si trova lontano da
            "e" nella tastiera, Sulla tua tastiera forse e' cosi'.Tu non puoi sapere come sono le tastiere degli altri e i drivers di tastiera che usano.Io, per esempio, sulla mia tastiera, per fare la e' accentata devo pigiare:ctrl-shift per commutare da USA a USA internationalquindi devo pigiare l'apice inverso `e infine la e (maiuscola o minuscola secondo le circostanze).è Èquindi ripigiare ctrl-shift per rimettere USA.Ma tutto questo solo se sto scrivendo con OpenOffice Writer.Perche' per il web, il subset ascii-7 basta e avanza, e gli accenti li faccio con l'apostrofo.
            Seppur interagendo all'interno di un sito legato
            in qualche modo alle notizie relative
            all'informatica, ed essendo noi italiani, non
            sarebbe sbagliato utilizzare le parole italiane
            esistenti invece di quelle straniere, fatti salvi
            i casi in cui non esista un traducente
            adeguato.Oppure quando il termine inglese e' chiaro ed inequivocabile, mentre una traduzione del medesimo susciterebbe solo ilarita' o incomprensione.
          • linguist scrive:
            Re: Domanda
            Panda rossa ha scritto:"Oppure quando il termine inglese e' chiaro ed inequivocabile, mentre una traduzione del medesimo susciterebbe solo ilarita' o incomprensione." che per l'appunto era incluso in quanto avevo scritto: "fatti salvi i casi in cui non esista un traducente adeguato." e voler tradurre può generare incompresione. Nel caso di microlingue riservate a tecnici è logico utilizzare il termine della lingua sorgente anche per motivi pratici dato che entrambi i parlanti sono a conoscenza del sostrato culturale, ma in un pubblico di non adetti ai lavori non sempre è indicato o produttivo parlare "il tecnichese", mi si passi l'improprio lemma.
  • angros scrive:
    Pubblicitá IE a Milano
    Non pensate anche voi che Opera Pia (eeek! Volevo dire "Opera Software ASA") stia rompendo un po' troppo le scatole?Ha voluto e ottenuto il Ballot Screen... mo' cosa vuole ancora?Secondo me Microsoft farebbe prima a comprarsi la software house e pace fatta...A parte questo ho visto per la prima volta la pubblicitá di Internet Explorer in giro per Milano. Mi sa che questo Ballot Screen abbia mosso l'ufficio marketing? :-)
    • Sgabbio scrive:
      Re: Pubblicitá IE a Milano
      Se compra Opera sarebbe un danno per molti visto quello che ha fatto.... Tra l'altro tra le due non scorre buon sangue all'epoca degli strusci su MSN.Comunque se cerchi Opera e Chorme su Google guarda cosa ti appare come link sponsorizzato :D
    • panda rossa scrive:
      Re: Pubblicitá IE a Milano
      - Scritto da: angros
      Mi sa che questo Ballot Screen abbia
      mosso l'ufficio marketing?Ha mosso l'ufficio barzellette.Hai letto? "Piu' sicurezza con IE" (sicurezza di far parte della grande botnet russa)
      • angros scrive:
        Re: Pubblicitá IE a Milano
        No... quella mi manca.Ho letto "Quant. tracc. lasc.r.sti s.nza la E"? hi hi hi hi
        • unaDuraLezione scrive:
          Re: Pubblicitá IE a Milano
          contenuto non disponibile
          • angros scrive:
            Re: Pubblicitá IE a Milano
            Con M$ e IE é come sparare sulla Croce Rossa.Si stava solo facendo della FACILE (facilissima) ironia su un browser che pubblicizza caratteristiche che, fino ad oggi, faceva acqua specialmente su questi punti.É peró interessante che fino ad oggi non avevo mai visto pubblicitá di IE: che la M$ senta la necessitá di pubblicizzarlo é significativo...Poi, ripeto, secondo me farebbero prima a cancellare IE, comprarsi Opera, e inserirlo in Windows rimarchiandolo con l'icona di IE. Due piccioni con una fava!
    • pippo75 scrive:
      Re: Pubblicitá IE a Milano

      Ha voluto e ottenuto il Ballot Screen... mo' cosa
      vuole ancora?ti spiego.premesso che sono quello si potrebbe dire fan di opera, ogni giorno controllo se c'è una versione snapshot e se presente la scarico.( secondo me ) Il problema non è il ballot screen, il problema sono firefox e chrome, crescono in percentuale.Opera, stando ad esempio al sito "http://www.w3schools.com/browsers/browsers_stats.asp" rimane fermo al palo. ( cresce al minimo ).E' sicuramente veloce, ma fosse maggiormente stabile e con qualche piccola pecca in meno.p.s. la build per windows di chromium sapete dove posso trovarla?Ho perso il link. ( grazie )
      Secondo me Microsoft farebbe prima a comprarsi la
      software house e pace
      fatta...tu scherzi, ma tuttosommato.....-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 07 aprile 2010 19.41-----------------------------------------------------------
      • Sgabbio scrive:
        Re: Pubblicitá IE a Milano
        In altri posti è cresciuto.
      • angros scrive:
        Re: Pubblicitá IE a Milano
        No, no... non era uno scherzo: se M$ si pappa Opera, ci puó solo guadagnare.In un momento si troverebbe con il browser piú compatibile & performante (ma il meno c@g@to), e si troverebbe senza questi che gli rompono le scatole ogni settimana...Che 2 Ballot...
        • pippo75 scrive:
          Re: Pubblicitá IE a Milano
          - Scritto da: angros
          No, no... non era uno scherzo: se M$ si pappa
          Opera, ci puó solo guadagnare.e metterlo al posto di IE, facciamo una colletta?E per il bene dell'umanità.
    • angros scrive:
      Re: Pubblicitá IE a Milano
      Ma perchè posti con i nick degli altri?
    • krane scrive:
      Re: Pubblicitá IE a Milano
      - Scritto da: angros
      Non pensate anche voi che Opera Pia (eeek! Volevo
      dire "Opera Software ASA") stia rompendo un po'
      troppo le scatole?
      Ha voluto e ottenuto il Ballot Screen... mo' cosa
      vuole ancora?
      Secondo me Microsoft farebbe prima a comprarsi la
      software house e pace fatta...
      A parte questo ho visto per la prima volta la
      pubblicitá di Internet Explorer in giro per
      Milano. Mi sa che questo Ballot Screen abbia
      mosso l'ufficio marketing?
      :-)Mi piacciono quelle pubblicita', rendono bene l'idea che se c'e' sicurezza con un bel buco in mezzo explorer e' protagonista.
Chiudi i commenti