IBM Italia: un software per le diagnosi precoci

Fondazione IBM Italia e Fondazione Meyer hanno dato origine ad un nuovo software che può notevolmente migliorare le diagnosi per malattie dei bambini.
Fondazione IBM Italia e Fondazione Meyer hanno dato origine ad un nuovo software che può notevolmente migliorare le diagnosi per malattie dei bambini.

Fondazione IBM Italia e Fondazione Meyer hanno dato origine ad una soluzione software in grado di migliorare la qualità delle analisi sul genoma dei bambini, con forte ottimizzazione sui flussi di lavoro in laboratorio e consentendo pertanto la diagnosi precoce di malattie neurogenetiche in ambito pediatrico.

IBM Italia e Fondazione Meyer: software per diagnosi

Il funzionamento del software è così descritto dai tecnici impegnati in questa importante evoluzione al servizio della salute dei bambini:

Il software traccia i passaggi richiesti nella gestione delle analisi genomiche di interesse neurologico. Si tratta di esami complessi, che nella maggior parte dei casi si svolgono “step by step” e costituiscono i tasselli di un iter molto articolato. La soluzione, promossa congiuntamente dalla Fondazione Meyer e dalla Fondazione IBM Italia e basata sull’IBM Case Manager, permette un monitoraggio accurato dell’intero percorso delle indagini molecolari e facilita il dialogo continuo tra la componente clinica del Centro di Eccellenza in Neuroscienze del Meyer e le diverse figure professionali presenti nel laboratorio di Neurogenetica. Grazie a questo software sarà possibile tracciare una sorta di “fotografia”, dinamica e sempre aggiornata, del percorso diagnostico di molti degli oltre 1000 bambini che ogni anno necessitano dei servizi del laboratorio a cui afferiscono su indicazione del Centro di Eccellenza di Neuroscienze del Meyer e di molti altri centri italiani.

I vantaggi correlati sono importanti da un punto di vista estremamente pragmatico: miglior processo di diagnosi genetica, con notevole impatto in termini di miglioramento della tracciabilità del processo analitico e della gestione del rischio clinico. In qualità di sistema aperto, il tutto si apre inoltre a future evoluzioni, lasciando quindi spazio ad ulteriori miglioramenti che possano esprimere ancor più potenzialità.

Siamo molto orgogliosi di questa collaborazione con la Fondazione Meyer“, spiega Alessandra Santacroce, Presidente della Fondazione IBM Italia: “La soddisfazione più grande per noi è quella di poter rispondere a una sfida a supporto dell’operato di medici e ricercatori che devono gestire casi
complessi per la salute dei bambini“.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

18 07 2020
Link copiato negli appunti