ICANN, entro il 2004 i nuovi domini

Si aprono ufficialmente i giochi per presentare all'organo di governo dei domini le proposte per nuove estensioni. I documenti vanno presentati entro marzo. Entro dicembre 2004 saranno lanciati sul mercato


Roma – A pochi giorni dal meeting di Ginevra in cui ha rischiato di perdere il proprio ruolo e ad anni di distanza dall’introduzione degli ultimi domini internet, l’ ICANN ha lanciato ufficialmente la fase di accettazione di proposte per stabilire nuove estensioni internazionali.

La “Internet Corporation for Assigned Names and Numbers”, che governa l’intero processo decisionale in materia, ha dichiarato che tutte le proposte dovranno essere presentate entro e non oltre il 15 marzo dell’anno entrante.

Le ultime decisioni in materia, come si ricorderà, risalgono al 2001, quando l’ICANN operò alcune scelte che hanno sollevato una infinità di polemiche nel varare le estensioni .aero,.museum,.biz,.coop,.name e.info . Estensioni che, va detto, hanno incontrato solo parzialmente l’interesse del pubblico. In questi stessi anni, invece, hanno conosciuto grande espansione sui mercati internazionali molte estensioni internet geografiche gestite dai singoli paesi, dai domini.tv dell’isola di Tuvalu ai.cc delle Cocos Island.

Scaduto il termine del 15 marzo, le proposte pervenute di nuovi domini saranno esaminate da quello che ICANN definisce “un team indipendente di valutazione” che dovrà in pratica determinare quali di esse potranno essere oggetto di raccomandazione ufficiale per l’ICANN. A quel punto ICANN aprirà dei negoziati direttamente con le società interessate.

Per superare le selezioni, i nuovi domini dovranno riguardare “una attività, un comportamento o una situazione sociale ed istituzionale che duri nel tempo e che sia la più ampia possibile e che abbia rilevanza in una molteplicità di aree geografiche” .

Al fine di descrivere nel dettaglio ciò che è necessario fare per presentare le proposte di dominio, ICANN ha varato un sito dedicato . Presentare una proposta costerà 45mila dollari alla società promotrice (che aspira a diventare il registro ufficiale per le estensioni che propone). Questi denari serviranno a coprire le spese di valutazione della proposta e in nessun caso verranno rimborsati o restituiti.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    io terrei sia il cane vero che Qrio.
    Vi ricordate blade runner? Il tipetto vestito da generalissimo che quando entri cammina verso di te "Buongiorno signore!, Buongiorno signore!...troppo forte!!!!per non parlare dell'Uomo Bicentenario......
    • Giambo scrive:
      Re: io terrei sia il cane vero che Qrio.
      - Scritto da: Anonimo
      Vi ricordate blade runner?
      Il tipetto vestito da generalissimo che
      quando entri cammina verso di te "Buongiorno
      signore!, Buongiorno signore!...

      troppo forte!!!!:)
      per non parlare dell'Uomo Bicentenario......Il libro di Asimov (Inginocchiatevi, miscredenti !) o il film (Polpettone !).
  • Anonimo scrive:
    utilizzo utile
    un uso serio di QRIO potrebbe essere per i lavori pericolosi, come aiuto artificiere:ooppure per quelli logoranti per sforzi, cantieri:ood esposizione a temperature estreme, (altoforno):oper i lavori ripetitivi, catena di montaggio:olavori subacquei:oaltro...:$
    • Anonimo scrive:
      Re: utilizzo utile
      Scusa se e' una stronzata, ma devo proprio fare questa domanda del c....Allora non avremo piu' bisogno degli extracomunitari per fare il lavori logoranti e che gli italiani non vogliono piu' fare ?
      • Anonimo scrive:
        Re: utilizzo utile
        - Scritto da: Anonimo
        Scusa se e' una stronzata, ma devo proprio
        fare questa domanda del c....

        Allora non avremo piu' bisogno degli
        extracomunitari per fare il lavori logoranti
        e che gli italiani non vogliono piu' fare ?e così finalmente potremo dire che non li vogliamo perché sono DI-VER-SI
      • Anonimo scrive:
        Re: utilizzo utile
        - Scritto da: Anonimo
        Scusa se e' una stronzata, ma devo proprio
        fare questa domanda del c....

        Allora non avremo piu' bisogno degli
        extracomunitari per fare il lavori logoranti
        e che gli italiani non vogliono piu' fare ?Cazzx ...però gli ingegneri della sony che hanno fatto il robot sono dei fottutx gialli extracomunitari ...COME LA METTIAMO ?
      • Anonimo scrive:
        Re: utilizzo utile
        - Scritto da: Anonimo
        Allora non avremo piu' bisogno degli
        extracomunitari per fare il lavori logoranti
        e che gli italiani non vogliono piu' fare ? ma qualcuno dovrà dirigerli i QRIO... :) ==================================Modificato dall'autore il 22/12/2003 11.29.27
  • Anonimo scrive:
    vantaggi
    almeno non lo devi portare fuori anche se piove :D-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 18 maggio 2006 16.07-----------------------------------------------------------
  • Anonimo scrive:
    filmati
    uahahahah sono troppo belli i filmati di QRIO, la scena dove porta a passeggio AIBO mi fa scassare...ad averci due soldi me lo terrei in casa QRIO e lo farei giocare con i miei animali, secondo me i miei conigli impazzirebbero e lo distruggerebbero in meno di 5 minuti.. :)
  • Anonimo scrive:
    Se è come Aibo ogni 5min è x terra!
    Ho visto Aibo allo Smau. Daccordo che è uno dei primi nati in casa Sony e non si può pretendere chissacchè ma vi assicuro che dopo averlo visto in funzione sono state deluse tutte le mie aspettative.Era in un piccolo campo da calcio, il suo compito era di mettere in rete una palla, peccato che ogni 5 minuti si inchiodava, andava in loop sui movimenti, faceva affannose e continue scansioni del campo cercando di trovare una palla che il più delle volte aveva fra le zampe, si perdeva... insomma, una vera rottamaglia.Speriamo in meglio per questo! ;-)
  • avvelenato scrive:
    costo / reddito medio procapite
    vorrei sapere il rapporto tra il costo di questi aggegini elettronici e uno stipendio medio giapponese.mi pare che l'aibo costi sui 5000?.. forse la metà.. mi sa che in italia la maggior parte continuerà a preferire un ben più intelligente gattino/cagnolino. avvelenato che sicuramente sarebbe affascinato da un aibo, se si potesse programmare poi sarebbe una figata.
    • Anonimo scrive:
      Re: costo / reddito medio procapite

      mi pare che l'aibo costi sui 5000?.. forse
      la metà.. mi sa che in italia la maggior
      parte continuerà a preferire un ben più
      intelligente gattino/cagnolino.si ma aibo non mangia, non sporca e non lo devi portare fuoriil gatto non mi costera' 5000 euro in un anno, ma in tutta la sua vita sicuramente molto di piupoi che dia piu' soddisfazioni e' un altro discorso
      • Anonimo scrive:
        Re: costo / reddito medio procapite
        - Scritto da: Anonimo
        si ma aibo non mangia, non sporca e non lo
        devi portare fuori
        il gatto non mi costera' 5000 euro in un
        anno, ma in tutta la sua vita sicuramente
        molto di piu
        poi che dia piu' soddisfazioni e' un altro
        discorsoMagari diciamo che è un essere vivente con dei sentimenti. Che poi la robotica debba essere comunque incoraggiata è un altro discorso, che passa sempre attraverso la produzione in serie per motivi di costi e investimenti nella ricerca e sviluppo. Per quanto mi riguarda sarei felicissimo di avere un robot maggiordomo che pulisce casa e sparecchia.
    • MaurizioB scrive:
      Re: costo / reddito medio procapite
      - Scritto da: avvelenato
      vorrei sapere il rapporto tra il costo di
      questi aggegini elettronici e uno stipendio
      medio giapponese.Discretamente elevato, ma lì c'è un altra concezione dell'elettronica di consumo...Un MaurizioB che è stato al Sony Building e ne ha viste di ogni...Saluti
      • avvelenato scrive:
        Re: costo / reddito medio procapite
        - Scritto da: MaurizioB
        - Scritto da: avvelenato

        vorrei sapere il rapporto tra il costo di

        questi aggegini elettronici e uno
        stipendio

        medio giapponese.

        Discretamente elevato, ma lì c'è un altra
        concezione dell'elettronica di consumo...

        Un MaurizioB che è stato al Sony Building e
        ne ha viste di ogni...
        Salutiper quello che ne so, la tecnologia in giappone costa un'inezia, soprattutto rapportato ai lauti stipendi di lì (indispensabili per poter pagare generi alimentari venduti a peso d'oro)d'altra parte il giappone esporta tutte le materie prime, per quel che ne so, quindi è normale pagare 9euro un caffé e 20euro un cellulare
        • MaurizioB scrive:
          Re: costo / reddito medio procapite
          - Scritto da: avvelenato
          per quello che ne so, la tecnologia in
          giappone costa un'inezia, soprattutto
          rapportato ai lauti stipendi di lì
          (indispensabili per poter pagare generi
          alimentari venduti a peso d'oro)Dipende, anche loro hanno subito gli effetti della sars (non tutto è made in japan ^__^), gli articoli prettamente informatici sono abbastanza cari, altre cose molto meno: ho preso una fotocamera pentax option s4 ad un prezzo di circa 350 euro (massimo massimo) quando qui in italia si trova il modello dell'anno scorso (3.2mp invece di 4) a 500 euro...
          d'altra parte il giappone esporta tutte le
          materie prime, per quel che ne so, quindi è
          normale pagare 9euro un caffé e 20euro un
          cellulareBeh non si arriva sempre a questi prezzi: di norma un espresso costa 3/4 euro e fa cagare. Per i cellulari c'è l'uso degli abbonamenti (un po' come in svizzera), ma un cellulare di nuova generazione, se già hai un abbonamento, costa sugli 80 euro a dir tanto... e per nuova intendo per i canoni giapponesi, dove hai un cellulare con agenda, java, browser, email, fotocamera da un megapixel almeno, flash, registratore vocale, lettore mp3, compatibile con schede SD, display esterno (80x40) e interno (320x240) a colori, browsing e semplice editing delle immagini, compositore polifonico, bla bla bla bla bla...Un MaurizioB che si mette a vomitare quando guarda le "offertone" Natalizie in Italia...Saluti
    • Anonimo scrive:
      Re: costo / reddito medio procapite
      - Scritto da: avvelenato
      mi pare che l'aibo costi sui 5000?.. forse
      la metà.. mi sa che in italia la maggior
      parte continuerà a preferire un ben più
      intelligente gattino/cagnolino.Proprio brutto questo tuo ragionamento.Ti ricordo che aibo è un giocattolo, un gatto/cane no.La differenza non la dovresti vedere nel costo.
    • Giambo scrive:
      Re: costo / reddito medio procapite
      - Scritto da: avvelenato
      mi pare che l'aibo costi sui 5000?.. forse
      la metà.. mi sa che in italia la maggior
      parte continuerà a preferire un ben più
      intelligente gattino/cagnolino.Io lo compreri per farlo pascolare sui campi minati ... Sempre che non costi di meno rimpiazzare uno sminatore che un robot intelligente :-/ ...
    • Cirio scrive:
      Re: costo / reddito medio procapite

      , se si potesse
      programmare poi sarebbe una figata. si può... ;-P
      • avvelenato scrive:
        Re: costo / reddito medio procapite
        - Scritto da: Cirio

        , se si potesse

        programmare poi sarebbe una figata.

        si può... ;-Pallora è una figata :D
        • Anonimo scrive:
          Re: costo / reddito medio procapite
          E non avete ancora visto cosa succederà, visto ke si konnette a internet, quando qualkuno riuscirà a bucarlo... già me lo vedo l'hacker pazzo ke si mette a scrivere virus per qrio il quale si metterà ad akkoltellre i suoi padroni... altro ke le tre leggi della robotica! :)- Scritto da: avvelenato

          - Scritto da: Cirio


          , se si potesse


          programmare poi sarebbe una figata.



          si può... ;-P

          allora è una figata :D
          • Anonimo scrive:
            Re: costo / reddito medio procapite

            E non avete ancora visto cosa succederà, visto ke si konnette a internet, quando qualkuno riuscirà a bucarlo...
            già me lo vedo l'hacker pazzo ke si mette a scrivere virus per qrio il quale si metterà ad akkoltellre i suoi padroni... altro ke le tre leggi della robotica!Per adesso sembra che ti abbia accoltallato la tastiera...
Chiudi i commenti