ICANN verso i nuovi domini internet

Oltre che su quelli europei, l'organismo internazionale sta lavorando su una serie di estensioni tra le quali anche .xxx. Le più gettonate sono .post e .travel


New York (USA) – Eppure si muove. L’ ICANN potrebbe far sì che entro il prossimo anno due nuove estensioni di dominio internazionali siano adottate per il web, in particolare.post e.travel.

L’organismo internazionale di supervisione sul sistema dei nomi e dei domini ha fatto sapere che proprio lo sviluppo dei nuovi servizi postali e del turismo in Internet ha accelerato l’approvazione preliminare dei due nuovi domini. A giocare un ruolo fondamentale anche la preparazione che, secondo ICANN, gli enti che hanno proposto i due nuovi domini hanno saputo dimostrare.

In ballo per l’introduzione di nuove estensioni, però, sono anche suffissi come.jobs,.asia o.xxx. Quest’ultimo, già proposto in passato, viene considerato da molti un modo per creare uno spazio web per l’industria del porno che possa anche essere più facilmente filtrato dai sistemi generalmente installati nei computer scolastici e in quelli di molte famiglie.

Come noto, ICANN sta anche lavorando sui domini europei, i sospirati domini.eu, per i quali nelle scorse settimane l’Unione Europea ha firmato il contratto di servizio con il consorzio EurID che dovrà occuparsi della loro gestione.

Va detto che estensioni come.post o.travel saranno come tutte quelle “specializzate” dedicate esclusivamente ad attività economiche legate in qualche modo a posta e viaggi. Per loro inizia ora un lungo processo di analisi del rapporto che dovrebbe legare ad ICANN le imprese che si sono proposte per gestirli.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    E' legale comperare CD/DVD in Germania?
    In teoria sono libero di comperare dove e cosa voglio all'interno dell'Unione Europea, ma cosi, comperando supporti vergini all'estero, si eluderebbe la tassa SIAE, da cui il dubbio....
    • Anonimo scrive:
      Re: E' legale comperare CD/DVD in German
      - Scritto da: Anonimo
      In teoria sono libero di comperare dove e
      cosa voglio all'interno dell'Unione Europea,
      ma cosi, comperando supporti vergini
      all'estero, si eluderebbe la tassa SIAE, da
      cui il dubbio....E' illegale se sei un rivenditore, non se sei un privato che acquista per uso personale.
    • Anonimo scrive:
      Re: E' legale comperare CD/DVD in Germania?
      E ci mancherebbe ancora!Hanno voluto la libera circolazione delle merci?Bene! E allora libera circolazione sia...
  • Anonimo scrive:
    chi è l'autore dell'articolo?
    beh, mi piacerebbe sapere chi ha scritto l'articolo e da dove provengono tali notizie: leggendolo mi ha dato l'impressione di una classica velina passata dal minculpo di turnocos'è, volete un po' riparare alle "lettere" (già, gli interventi di Free Software Foundation e di NewGlobal.it erano "lettere", mentre queste sono "news") che avete ospitato su PI e che mettevano in dubbio l'operato di tale oscura commissione?eh già, qualcuno aveva sollevato dei dubbi sull'oscuro operato della commissione e subito un articolo riparatore che illustra quanti bei soggetti la commissione sta audendo...perchè questi della commissione non pubblicano l'elenco completo dei soggetti invitati alle audizioni e, sopratutto, l'elenco di chi è stato escluso?ah, un'altra cosa: vedo in basso a destra sulla vostra home page la sponsorizzazione/affiliazione di Assodigitale che, guarda caso, si propone gli stessi fini di quelli della commissione eContent: creare un mercato dei contenuti digitale ed introdurre pesantemente tecnologie di DRM: che sia un caso?S.Tommaso
    • Anonimo scrive:
      Re: chi è l'autore dell'articolo?
      - Scritto da: Anonimo
      beh, mi piacerebbe sapere chi ha scritto
      l'articolo e da dove provengono tali
      notizieEsiste:Forum PI: pro e contro
Chiudi i commenti