Internet Festival 2020: dall'8 all'11 ottobre a Pisa

Annunciata e confermata la decima edizione di Internet Festival, incentrata sul necessario Reset di fronte allo shock dell'annata che stiamo vivendo.
Annunciata e confermata la decima edizione di Internet Festival, incentrata sul necessario Reset di fronte allo shock dell'annata che stiamo vivendo.

La decima edizione dell’Internet Festival di Pisa sta per arrivare: nuove modalità, nuovi contenuti, ma soprattutto una risposta coraggiosa alle difficoltà che l’attuale situazione sanitaria nazionale determina. In un momento nel quale gli eventi traballano di fronte a normative sempre più stringenti, IF2020 trova la sua più ideale espressione di evento diffuso, da sempre improntato su di una molteplicità di appuntamenti sparsi sulla ricca e stupenda trama della città di Pisa.

IF2020: Reset

Verrà il giorno in cui ci renderemo conto che il sinonimo più esteso di Covid sarà stato “Reset“: c’è un mondo intero che si è fermato e che deve ripartire, che nel ripartire si è lasciato alle spalle un po’ di disordine, ma che al contempo deve reinstallare alcune delle proprie componenti fondamentali perché si trova di fronte un contesto mutato.

Claudio Giua, direttore Internet Festival 2020

Claudio Giua, direttore Internet Festival 2020

Reset è dunque la parola chiave con cui IF2020 si presenta al pubblico per confermare la qualità dei propri incontri e per non lasciar spazio ad alcun compromesso con le restrizioni odierne. “Reset” perché è doveroso fare così, è necessario affrontare questo grande shock per poter ripartire, ma poi si va oltre: quattro giorni di eventi “in loco” per affermare il cuore della X edizione, ma anche tre mesi di festival online per dare all’evento una dimensione digitale più ampia e coinvolgente.

Il programma

Internet Festival 2020 si terrà tra l’8 e l’11 ottobre 2020, con baricentro posizionato sullo stupendo contesto del Centro Congressi Le Benedettine. Laddove durante la scorsa edizione era dislocata l’esposizione con la storia dell’informatica, in questa edizione vi sarà gran parte degli appuntamenti con gli speech dei numerosi ospiti già confermati:

Tra gli ospiti attesi a Pisa durante la quattro giorni di ottobre: il fisico informatico tra i maggiori esperti di epidemiologia computazionale Alessandro Vespignani, alcuni nomi di punta della task force anti Covid del ministero per l’Innovazione tecnologica e la digitalizzazione come Paolo De Rosa, Dino Pedreschi Fosca Giannotti, Paolo Benanti (professore di etica delle tecnologie della Pontificia Università Gregoriana), la filosofa Barbara Carnevali, lo scrittore Antonio Moresco, l’esperto di culture digitali Tiziano Cancelli, la studiosa di Artificial Intelligence Francesca Toni, il responsabile del laboratorio di Data Science and Complexity all’Università di Venezia Ca’ Foscari Walter Quattrociocchi, l’architetto Massimo Roi, i giornalisti Alberto Flores D’Arcais, Anna Masera, Carlo Bartoli, Emiliano Bos, la book influencer Giovanna Burzio. Panel dal vivo, da seguire anche in streaming, e iniziative online si alterneranno per esplorare tematiche particolarmente attuali, come la necessità di ridefinire lo spazio pubblico emersa con la pandemia, tra invasioni domestiche di scuola e lavoro e luoghi pubblici diventati poco funzionali, ma anche quella di imparare a leggere i Thick Data nei Big Data, ovvero l’interpretazione dei dati attraverso uno sguardo sociologico e antropologico. Il ruolo dei social sarà analizzato per l’influenza su Informazione e Democrazia, anche attraverso Infodemia, intervista condotta direttamente dal direttore di IF2020, Claudio Giua con diversi ospiti.

Il festival, va ricordato, è promosso da Regione Toscana, Comune di Pisa, Registro.it e Istituto di Informatica e Telematica del Cnr, Università di Pisa, Scuola Superiore Sant’Anna, Scuola Normale Superiore insieme a Camera di Commercio di Pisa, Provincia di Pisa e Associazione Festival della Scienza. Progettazione e organizzazione sono a cura di Fondazione Sistema Toscana, sotto la direzione di Claudio Giua, la guida della Project Leader Adriana De Cesare ed il supporto dei comitati esecutivo e scientifico (coordinati rispettivamente da Anna Vaccarelli e Gianluigi Ferrari).

No curves: scene da IF2019

No curves: scene da IF2019

L’attenzione a distanziamento e cautele sanitarie ha permeato l’intera organizzazione dell’edizione 2020 del festival, ma è la sua stessa natura a rendere IF2020 l’ideale “Reset” per una annata tanto complessa: dai big data alla sostenibilità, passando per una lunga serie di tematiche che il Covid ha improvvisamente costretto a riscrivere, tenendo sempre fermo il punto dell’innovazione come faro guida a cui affidarsi.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

08 09 2020
Link copiato negli appunti