iFixit chiede regole più rigide per il diritto alla riparazione

iFixit chiede regole più rigide per il diritto alla riparazione

iFixit ha inviato una petizione alla FTC degli Stati Uniti per chiedere che venga attuata una regolamentazione per il Right To Repair.
iFixit chiede regole più rigide per il diritto alla riparazione
iFixit ha inviato una petizione alla FTC degli Stati Uniti per chiedere che venga attuata una regolamentazione per il Right To Repair.

Il team di iFixit, il noto sito che vende parti di ricambio ed è noto sopratutto per l’esecuzione dei teardown di vari prodotti tech, ha inviato una petizione alla FTC (Federal Trade Commission) degli Stati Uniti, ovvero l’agenzia governativa che promuove la tutela dei consumatori, l’eliminazione e la prevenzione di pratiche commerciali anticoncorrenziali, chiedendo una regolamentazione per il Right To Repair, ovvero il diritto alla riparazione, valido anche in Europa, cioè l’obbligo dei produttori di apparecchi elettronici di rispettare criteri di progettazione e montaggio che siano facili da riparare anche per l’utente e di distribuire parti di ricambio e istruzioni per la riparazione.

iFixit: petizione alla FTC

Andando più nello specifico, iFixit mette l’accento sul fatto che alcuni produttori applicano dei blocchi sui propri dispositivi, impedendo ai consumatori e a piccoli riparatori indipendenti di operare effettivamente in autonomia. È ad esempio pratica diffusa l’adozione di viti proprietarie e l’obbligo di meccanismi di autenticazione software per l’impiego di specifici componenti.

Alla luce di tutto ciò, iFixit chiede che vengano stabilite le seguenti regole.

  • La disponibilità di componenti di consumo durante la vita utile di un prodotto.
  • La possibilità di disporre e di poter sostituire componenti che potrebbero rompersi facilmente.
  • La possibilità per i consumatori di scegliere dove portare un dispositivo da riparare, anche presso riparatori indipendenti o anche di riparare in proprio il prodotto.
  • Quando l’azienda produttrice interrompe il supporto per un prodotto, le funzionalità chiave di quest’ultimo devono rimanere intatte e i riparatori indipendenti devono poter continuare a eseguire riparazioni.
  • Componenti identici di due dispositivi identici, devono essere intercambiabili, senza la necessità dell’intervento del produttore.
  • I riparatori indipendenti non devono essere obbligatori a indicare al produttore informazioni che consentono di identificare il cliente.

Va tenuto conto che lo sviluppo e l’applicazione di qualsiasi tipo di regola potrebbe richiedere anni, ma iFixit ha fiducia riguardo al fatto che la FTC prenderà in considerazione la richiesta avanzata.

Fonte: iFixit
Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Pubblicato il 15 nov 2023
Link copiato negli appunti