Il behavioral advertising si dà una regolata

Le organizzazioni dell'advertising si accordano per l'adozione di linee guida comuni in merito al trattamento dei dati dell'utenza a fini pubblicitari. Si invoca il rispetto della privacy ma non tutti sono soddisfatti

Roma – L’attuale regime di applicazione delle pratiche di behavioral advertising negli States starebbe per lasciare il posto a principi di autoregolamentazione validi per tutta l’industria , che si è accordata su una maggiore trasparenza e sicurezza della gestione delle informazioni.

I sette principi formulati dall’industria sono stati accolti dalle seguenti organizzazioni: American Association of Advertising Agencies (4Às), Association of National Advertisers (ANA), Direct Marketing Association (DMA) e Interactive Advertising Bureau (IAB), con l’aggiunta del Council of Better Business Bureaus (BBB) che lavora per rafforzare (o creare) il rapporto di fiducia tra consumatori e aziende. LE associazioni coinvolte includono qualcosa come 5mila diverse aziende e giganti del calibro di Google, Microsoft, Yahoo!, Disney e Verizon.

Approvando il nuovo “patto” di autoregolamentazione, le suddette organizzazioni si impegnano tra l’altro a “educare” gli utenti a e informarli adeguatamente sul tipo di dati in via di tracciamento, raccolta e profilazione, a fornire agli utenti un maggior controllo sulle informazioni registrate , a “mantenere appropriati sistemi di protezione fisica, elettronica e amministrativa” per i dati raccolti e conservarli quel tanto che basta per “soddisfare necessità di business legittime o secondo quanto previsto dalle norme legali” e non oltre.

Le organizzazioni impegnate nell’advertising esaltano questo massiccio sforzo di autoregolamentazione esteso alla sostanziale totalità dell’industria come un modo di lavorare assieme per “promuovere l’interesse pubblico”, secondo le parole del presidente e CEO di IAB Randall Rothenberg. “Sebbene i consumatori abbiano presentato ben pochi reclami inerenti la privacy su Internet – continua Rothenberg – le ricerche mostrano che alla loro riservatezza ci tengono”. Ragion per cui “noi stiamo agendo prima e aggressivamente in risposta a queste preoccupazioni – continua il dirigente – per rafforzare la fiducia dei consumatori in questo medium vitale che contribuisce in maniera così significativa all’economia statunitense”.

I nuovi principi di autoregolamentazione sul behavioral advertising sono stati accolti positivamente anche dalla Federal Trade Commission , che da tempo ha posato il proprio sguardo indagatore su questo genere di pratiche telematiche. “I consumatori meritano trasparenza in materia di raccolta e uso dei loro dati per motivi di advertising comportamentale” ha dichiarato il commissario della FTC Pamela Jones Harbour, dicendosi altresì “gratificata dal fatto che un gruppo di influenti associazioni – rappresentanti una componente significativa della community di rete – ha risposto alle molte preoccupazioni sulla privacy rilevate da me e dai miei colleghi”.

La FTC accoglie questo “importante primo passo” di regolamentazione e non poteva essere altrimenti, visto che lo stesso organo di controllo federale si era già mosso per regolamentare l’advertising profilato con un codice di condotta pubblicato a febbraio. In tal senso le organizzazioni dell’advertising non avevano altra scelta che dimostrarsi seriamente intenzionate a rispondere in maniera concreta alle preoccupazioni sollevate presso la FTC, per lo meno se intendessero evitare una stretta ancora più soffocante al lucroso business della raccolta dei dati di navigazione a scopo pubblicitario.

Chi però non è soddisfatto è proprio quella parte di difensori della privacy più attiva nel denunciare in tutte le sedi (e quindi alla FTC stessa) i pericoli connessi al behavioral advertising. C’è chi come Alissa Cooper del Center for Democracy and Technology è incoraggiata dalla mossa delle organizzazioni della pubblicità ma sposa un approccio da “credo solo quando vedo”, riservandosi di giudicare l’effettiva implementazione dell’autoregolamentazione nella realtà di navigazione quotidiana.

Jeff Chester, direttore esecutivo di Center for Digital Democracy , ci va giù ancora più pesante definendo i nuovi principi come qualcosa che è “troppo poco” ed nato “sin troppo tardi”. “I principi sono inadeguati”, rimarca Chester, perché dietro l’apparente autoregolamentazione il business dell’advertising condona se stesso e il suo approccio da “volpe che sorveglia il pollaio dei dati digitali”. Per Chester l’unica vera alternativa al Far West dell’advertising profilato è “una effettiva regolamentazione governativa” in difesa dei consumatori-polli.

Alfonso Maruccia

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • etherodox scrive:
    Re: Beppe Grillo ?
    sempre ottimista eh. Get Real? Tentazioni autoritarie e fascismo conclamato per te fa lo stesso. Non estremizzare la tua (giusta) indignazione.
  • Marco scrive:
    Re: BEPPE GRILLO E P2P
    - Scritto da: deactive
    pare coinvolga anche le conversazioni su skype.Mi auguro che anche le conversazioni Skype possano essere intercettate! Altrimenti chiunque voglia dire qualcosa senza farsi intercettare (criminali di ogni tipo, altro che p2p!) non avrebbe altro da fare che usare skype...
  • etherodox scrive:
    Re: BEPPE GRILLO E P2P
    se per "cervelli all'ammasso" intendi quel simpatico meccanismo per cui il mercato si appropria anche di ciò che in teoria lo contraddice .. no, non è finito, ma potrebbe non durare a lungo.
    • corwyn scrive:
      Re: BEPPE GRILLO E P2P
      lol, non male.cmq mi riferivo principalmente a tutta quella brava gente che si affanna a rincorrere con post, slogan e quant'altro, i vari caporioni contemporanei senza fermarsi 1 solo secondo a riflettere autonomamente e criticamente (non parliamo poi del documentarsi!) prima di aprire bocca
  • shevathas scrive:
    Re: Beppe Grillo ?
    - Scritto da: ottomano
    Finalmente qualcuno che dice le cose come stanno.
    Possibile che dobbiamo fare noi l'opera di
    informazione che dovrebbero fare i giornalisti
    pagati dalle nostre
    tasse?
    ROTFLi giornalisti da che mondo è mondo fanno gli interessi di chi gli firma la busta paga.
  • ninjaverde scrive:
    Il_Salame
    Una fetta per volta, prima la Baya adesso Mininova, domani un altro.Speriamo per un futuro diverso, libero e regolamentato con un minimo di chiarezza.
    • lellykelly scrive:
      Re: Il_Salame
      sisi, speriamo.chi vive sperando...
    • -Mc- scrive:
      Re: Il_Salame
      Mah... ci saranno sempre i circuiti di materiali pirata, come ci sono sempre stati. Non saranno certo queste cause a fermare la gente. Certo, colpire chi sta sotto i riflettori è molto facile. Quando si tornerà agli scambi "a mano" come troveranno i colpevoli?
    • Get Real scrive:
      Re: Il_Salame
      - Scritto da: ninjaverde
      Speriamo per un futuro diverso, libero e
      regolamentato con un minimo di
      chiarezza.Il futuro SARÀ regolamentato, ma non libero.Dovrai stare attento anche alla lunghezza dei tuoi respiri.
  • Get Real scrive:
    Re: che palle, adesso anche mininova?
    - Scritto da: lellykelly
    esatto! l'India è ancora una colonia inglese!Oggi lo sarebbe. Grazie al controllo dei mezzi d'informazione, Gandhi e i suoi sarebbero additati come "terroristi" e schiacciati con il plauso dell'opinione pubblica.
  • riddler scrive:
    Re: che palle, adesso anche mininova?
    Finche' si va a votare come si va allo stadio (per fede ad una bandiera) non vedo come possa cambiare qualcosa.Esempio famoso: "D'Alema di' qualcosa di sinistra!"Buffonate, ma molti credono che sia il modo giusto.
  • Asterix scrive:
    Re: BEPPE GRILLO E P2P
    - Scritto da: lellykelly
    skype è criptato.
    e la signora skype non vuole dare le chiavi.Se la porta è chiusa si entra dalla finestra:http://www.networkworld.com/news/2008/012808-german-police-skype-hacking.html
    • lellykelly scrive:
      Re: BEPPE GRILLO E P2P
      si cambia serratura
      • Get Real scrive:
        Re: BEPPE GRILLO E P2P
        E allora la spaccheranno. Credi veramente di poterti opporre allo Stato, che dispone della tua vita? Tu, come tutti, sei solo un piccolo ingranaggio in un'immensa macchina economica, un ingranaggio sostituibile. Non pensare nemmeno per un istante che lo Stato non abbia i mezzi e la volontà per distruggerti.
  • lellykelly scrive:
    Re: BEPPE GRILLO E P2P
    skype è criptato.e la signora skype non vuole dare le chiavi.
  • lellykelly scrive:
    Re: che palle, adesso anche mininova?
    quindi piuttosto che prendersi la libertà meglio continuare a subire e a lamentarsi?
  • lellykelly scrive:
    Re: che palle, adesso anche mininova?
    esatto! l'India è ancora una colonia inglese!
  • Get Real scrive:
    Re: Beppe Grillo ?
    - Scritto da: Dark-Angel
    se una persona fuma sotto il divieto di non
    fumare, gli fai la
    multa...
    se dieci persone fumano sotto il divieto di non
    fumare, le inviti ad andar
    via...

    se mille persone fumano sotto il divieto di non
    fumare, togli il
    divieto...
    Forse ai tempi di Churchill. Ora:Se una persona fuma sotto il divieto di non fumare la arresti e le fai una multa salata.se dieci persone fumano sotto il divieto di non fumare, ti fai dare le loro generalità per mandare le multe a casa, e le disperdi con la forza. Un paio a caso le arresti, per mettere paura agli altri. A chi non si muove, spray lacrimogeno negli occhi e se necessario taser.se mille persone fumano sotto il divieto di non fumare, arrivi con camionette e agenti in tenuta antisommossa e le massacri. Poi ne arresti quante ne entrano in un cellulare e le tieni dietro le sbarre per i prossimi 10 anni. A tutte le altre, multe a casa e avviso di garanzia.Il tempo del popolo sovrano è finito da tempo, se è mai esistito. Ora il governo ha i mezzi e la volontà di schiacciare tutti e tutto senza pietà.
  • Get Real scrive:
    Re: che palle, adesso anche mininova?
    - Scritto da: lellykelly
    tutti quelli che sono andati alle manifestazioni
    dove
    sono?
    basterebbero quelli per fare un golpe.
    ma la lingua è sempre più lunga della volontà.Non c'è volontà che tenga contro fucili, carri armati ed elicotteri.
  • Eugenio Odorifero scrive:
    Re: che palle, adesso anche mininova?
    - Scritto da: lellykelly
    tutti quelli che sono andati alle manifestazioni
    dove
    sono?
    basterebbero quelli per fare un golpe.
    ma la lingua è sempre più lunga della volontà.Forse perché credono nella democrazia e non nell'eversione.
  • deactive scrive:
    Re: BEPPE GRILLO E P2P
    pare coinvolga anche le conversazioni su skype.Pero', l'Italia ha davvero ben altri problemi, e non delegherei sempre tutto ( come spesso avviene ) ai soliti volti noti grillo - trav - di pietro.Ci siamo noi prima, smettiamola di fidarci sempre di chi si proclama anti sistema ! ( anche se e' meno peggio del sistema stesso )RegardsAlex
  • BluEdoG scrive:
    Re: che palle, adesso anche mininova?
    - Scritto da: lellykelly
    a nessuno frega nulla.
    tanto siamo italiani, sopravviviamo ad ogni cosa.
    perchè sbatterci?Avete quasi ragione entrambi. E' vero siamo italiani e una delle nostre caratteristiche è che usciamo dalle situazioni per il rotto della cuffia. Però con la crisi e il susseguirsi di governi inefficaci ha eroso quel piccolo sacchetto di tranquillità che avevamo. Grillo sta creando un nuovo ecosistema politico (al parlamento non ci andrà mai di persona, violerebbe le sue stesse regole) che soprattutto sia controllato e giudicato dai cittadini. Il percorso sarà lunghissimo, forse troppo, e fatto con i mezzi che dispone, e per giunta con la stampa avversa. In questo mi pare sia già un mezzo miracolo fin dove sia arrivato.
    • lellykelly scrive:
      Re: che palle, adesso anche mininova?
      tutti quelli che sono andati alle manifestazioni dove sono?basterebbero quelli per fare un golpe.ma la lingua è sempre più lunga della volontà.
  • Lepaca scrive:
    immunita
    sembra che anche in olanda ai politici piaccia proteggersi dietro l'immunita' :)
  • lellykelly scrive:
    Re: che palle, adesso anche mininova?
    a nessuno frega nulla.tanto siamo italiani, sopravviviamo ad ogni cosa.perchè sbatterci?
  • sia in tema scrive:
    che palle, adesso anche mininova?
    tanto al cinema non ci andiamo, la musica non la compriamo più. Siete troppo cari! Affondate quello che vi pare, sopravviveremo lo stesso, panzoni.
    • Olandese Volante scrive:
      Re: che palle, adesso anche mininova?
      C' e' bisogno di un referendum...abrogativo.....e che la gente lo voti !www.beppegrillo.it(anche se non concordo con le sue idee,e' l' unico che puo' smuovere le acque)
      • sia in tema scrive:
        Re: che palle, adesso anche mininova?
        sarò li a votarlo il referendum, ma beppe mi ha deluso.Parla tanto ma non conclude, non si espone, non prende posizione. Intanto i politici di turno sfruttano la cosa per prendere voti. Il partito pirata i suoi voti li ha presi, anche in Italia, ma a quanto vedo non è servito a molto. Non dico di legalizzare la pirateria, ma sistemare una buona volta la strozzo del copyright. Aggiungo anche che i referendum o le votazioni che si tengono nel nostro "bel" paese, non sono per nulla chiare. Manca l'informazione e la gente è piu propensa a votare il partito che è piu sponsorizzato in tv. L'italiano medio usa internet al massimo per andare su facebook, non per cercare informazioni che i mezzibusti non dicono. E cosi, ci ritroviamo sempre le stesse persone tra i piedi.
        • Eugenio Odorifero scrive:
          Re: che palle, adesso anche mininova?
          - Scritto da: sia in tema
          sarò li a votarlo il referendum, ma beppe mi ha
          deluso.La sua lista ha portato 30 persone nei comuni. Ha appoggiato 2 candidati alle europee e sono stati eletti. E comunque ha messo in chiaro qualche giorno fa quello che già pensavo volesse fare da tempo: comunali -
          regionali -
          politiche. Bisogna premettere che non si dovrebbe mettere piede in parlamento senza almeno un mandato al comune. Quindi è partito dal basso e ha fatto bene. Il passo successivo sono le regionali, così intanto si può formare una classe politica solida nelle basi con l'esperienza accumulata. Alla fine in parlamento si candida sotto di lui chi merita davvero, a prescindere dalla legge elettorale.
          Parla tanto ma non conclude, non si espone, non
          prende posizione. Non dipende da lui. Le firme le ha raccolte e le ha discusse in commissione al senato. Ha fatto un tour elettorale incredibile, la gente realmente interessata a sentirlo. In quanto a esporsi, forse non segui molto, perché come lo fa lui non lo fa nessuno. In quanto alla presa di posizione, forse dovresti conoscere la "carta di Firenze".
          Intanto i politici di turno
          sfruttano la cosa per prendere voti. Un po' Di Pietro, in effetti. Gli altri al massimo rubano qualche idea.
          Il partito
          pirata i suoi voti li ha presi, anche in Italia,
          ma a quanto vedo non è servito a molto.Scusa e dove? Alle comunali? Non l'ho mai visto in nessuna scheda.
          Non dico
          di legalizzare la pirateria, ma sistemare una
          buona volta la strozzo del copyright. Aggiungo
          anche che i referendum o le votazioni che si
          tengono nel nostro "bel" paese, non sono per
          nulla chiare.Forse è per questo che non le votano? Come l'ultimo che hanno votato il 20% delle persone? Che tranne i promotori, nessuno ha capito cosa c'era scritto?
        • fred scrive:
          Re: che palle, adesso anche mininova?

          Parla tanto ma non conclude, non si espone, non
          prende posizione.se lo fa e' subito nei guai legali perche' cosi' e' la legge italiana.e c'e' un sacco di gente che non aspetta altro che un suo errore per fargli le scarpe.Si, abbiamo delle leggi di m**** che garantiscono solo i potenti....
          Il partito pirata i suoi voti li ha presi, anche in Italia,
          ma a quanto vedo non è servito a molto.il partito pirata non si e' candidato; solo un suo esponente ci ha provato cercando spazio all'interno di un altro partito minore.Anche in questo caso le leggi sono sfavorevoli, solo per portare un partito sulla scheda elettorale servono 150mila firme, e i finanziamenti esistono solo per i partiti che hanno rappresentati eletti (in realta' i partiti eletti nel 2006 e poi non eletti continueranno a prendere finaziamenti per altri 2 anni).E' un sistema chiuso che rende difficile l'acXXXXX ai nuovi.
  • Olandese Volante scrive:
    BEPPE GRILLO E P2P
    se volete che Beppe Grillo parli di p2p,magari riuscendo a crare un movimento di opinione,votate sul suo blog tutti i commenti che parlano di p2p.Questo e' l' unico modo per cambiare quella legge di **** !Ps: scusate, ma questo ddl sulle intercettazioni,che effetti avra' sul p2p ?
    • lellykelly scrive:
      Re: BEPPE GRILLO E P2P
      sisi, come con la palla magica che lava i vestiti senza detersivo...
    • Giovanni Mauri scrive:
      Re: BEPPE GRILLO E P2P
      Cioè.. tu vuoi creare un movimento d'opinione sul p2p? Non credi che siano altri i problemi adesso?
    • vroom scrive:
      Re: BEPPE GRILLO E P2P
      - Scritto da: Olandese Volante
      Ps: scusate, ma questo ddl sulle intercettazioni,

      che effetti avra' sul p2p ?Me lo sono chiesto anche io.Se monitorare il P2P è considerata intercettazione e se le intercettazioni saranno permesse solo per certi reati e solo a causa di altri indizi di colpevolezza non ci dovrebbero essere più monitoraggi.Ma scommetto che faranno una legge apposta.
      • fred scrive:
        Re: BEPPE GRILLO E P2P
        la legge sulle intercettazioni definisce a quali mezzi di comunicazione si applicano; in effetti ul p2p di per se non vi rientra:e vi rammento che la Hadopi francese sta ritornando, con queste variazioni:la commissione Hadopi presenta al magistrato la lista delle infrazioni contestate all'abbonato, il magistrato ha 5 minuti (cinque!!) di tempo per esaminarle e poi firmare l'autorizzazione alla disconnessione, cosi' aggirano il problema che solo l'autorita' giudiziaria puo' togliere l'acXXXXX a Internet:potrebbero importarla anche in italia.http://www.p2p-blog.com/item-1101.htmlcut:A new version of the law currently proposed by the French government would address these concerns by having a judge decide whether or not a file sharer should be disconnected. These decisions would however be made in a fast track trial that would only give a judge five minutes for each case on average. All in all, each case should require about 45 minutes of work, according to an official government study, Futurezone.at is reporting.That doesn't sound like much time at all, but it still adds up, especially if you want put a dent into the phenomenon of millions of users sharing files online. The original HADOPI plans called for 250,000 blocked Internet accounts per year. The new proposal is slightly less ambitious and only calls for 50,000 decisions per year. The government study still estimates that it would take 109 new full-time positions, including 26 judges, to deal with these cases. One can easily imagine the total cost to reach tens of millions of dollars.
        • Olandese Volante scrive:
          Re: BEPPE GRILLO E P2P
          Vi sbagliate tutti !Avoja se rientra nel disegno di legge sulle intercettazioni !Sono incluse anche quelle telematiche !le parole chiave sono "mafia & terrosimo".Se fanno leggi a parte,e' la fine del diritto...
        • lufo88 scrive:
          Re: BEPPE GRILLO E P2P
          Non siamo solo noi italiani ad aggirare la costituzione. Stiamo insegnando bene in Francia allora. :D
    • corwyn scrive:
      Re: BEPPE GRILLO E P2P
      - Scritto da: Olandese Volante
      se volete che Beppe Grillo parli di p2p,

      magari riuscendo a crare un movimento di opinione,

      votate sul suo blog tutti i commenti che parlano
      di
      p2p.


      Questo e' l' unico modo per cambiare quella legge
      di ****
      !tenuto conto di quanti soldini sta facendo il buon Grillo con il suo blog, il merchandising, i libri, i dvd dei suoi spettacoli/comizi etc etc ... sarei proprio curioso di sentire la sua opinione in merito al P2P... pensavo che nel 2009 fosse finito il tempo dei 'cervelli all' ammasso' ma forse mi sono sbagliato...
  • Olandese Volante scrive:
    Beppe Grillo ?
    Questa e' la fine della democrazia !Il 99% delle persone che conosco sono favorevoli al p2p.Allora perche' i nostri rappresentanti vanno contro i loro elettori ?Sapete chi votare alle prossime elezioni......Perche' non scrivete a Beppe Grillo,e non gli dite di prendere posizione ?????
    • Lilith scrive:
      Re: Beppe Grillo ?
      effettivamente Roberto Maroni della lega nord e nostro attale Ministro dell'Interno ha candidamente ammesso e invitato ad utilizzare il P2P, dichiarandosi un assiduo condivisorehttp://www.corriere.it/Primo_Piano/Politica/2006/09_Settembre/14/basso.shtmlnon mi sembra che beppe grillo abbia fatto lo stessocorreggetemi se sbaglio
      • Olandese Volante scrive:
        Re: Beppe Grillo ?
        Appunto,inondatelo di messaggi pro p2p,ma soprattutto (!)votate i commenti, cosi' saliranno in altro nella lista.C' e' gia' un commento pro p2p,votatelo !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!(un voto al giorno,leva il virus di torno)
    • Scaruso scrive:
      Re: Beppe Grillo ?
      Quelle di Maroni sono solo alcune delle infinite parole al vento.Ci vogliono i fatti!
    • Giovanni Mauri scrive:
      Re: Beppe Grillo ?
      Non mi sembra un ragionamento condivisibile.Se i tuoi amici decidono di mettersi d'accordo per rubare una macchina tu cosa fai? ti unisci a loro solo perché sono la maggioranza?E se avessi l'opportunità di decidere il bene e il male dei tuoi amici cosa faresti loro fare? gli faresti rubare la macchina?Anche se sono milioni gli utenti che condividono contenuti tramite il p2p non è ancora legale per tutti i contenuti coperti dal diritto d'autore, e sono dell'idea che dovrebbe restare così. Se io faccio un programma e lo rilascio con licenza GPL te lo puoi scaricare e ci puoi fare quello che ti pare, ma se decido che il codice è mio e nessuno me lo guarda non vedo con che diritto me lo vieni a sottrarre.
      • samu scrive:
        Re: Beppe Grillo ?
        - Scritto da: Giovanni Mauri
        Non mi sembra un ragionamento condivisibile.
        Se i tuoi amici decidono di mettersi d'accordo
        per rubare una macchina tu cosa fai? ti unisci a
        loro solo perché sono la maggioranza?
        E se avessi l'opportunità di decidere il bene e
        il male dei tuoi amici cosa faresti loro fare?
        gli faresti rubare la macchina?peccato che tu parli di furto mentre il download difilm e' una violazione del diritto d'autore e sono due cosedifferenti.la "macchina" non viene rubata, in quanto ne viene fatta unacopia, ossia la macchina rimane dov'e' .sui cd delle mie vacanze, sugli hd che compro per i miei clienti pago una tassa a priori che serve a coprire eventuali copie di quella "macchina"la "macchina", versione originale, e' tappezzata di sponsor sulle fiancate e negli interni, ogni volta che la accendo tali sponsor iniziano a parlare e non posso spegnerli, inoltre non posso fare quello che voglio di quella macchina anche se l'ho regolarmente acquistata : la posso usare solo io, su strade private in cui non ci siano piu' di 15 persone, se per caso una sera la voglio usare e farla vedere a 16 persone devo pagare di piu'.C'erano delle "macchine" che rischiavano di diventare gratuite perche' vecchie di 70 anni, quindi i politici, finanziati dai distributori di macchine, hanno deciso di cambiare la leggeper far si che quelle macchine rimangano a pagamento.Lo stato italiano finanzia ogni anno diverse produzioni di macchine con la scusa che aiutano la cultura; mi sembra equoritenere quelle "macchine" di pubblico dominio.La vendita e noleggio delle "macchine" di cui sopra sono soggette a regimi d'iva agevolati in quanto danno cultura.se fanno cultura allora la questione profitti va posta in secondo piano altrimenti paghino le tasse come qualsiasi altro prodottosul mercato.Penso che il diritto d'autore vada rivisto in quanto al momentoda forti limitazioni all'utente finale e preserva i diritti del distributore piu' che dell'autore stesso.
        • ottomano scrive:
          Re: Beppe Grillo ?
          Finalmente qualcuno che dice le cose come stanno.Possibile che dobbiamo fare noi l'opera di informazione che dovrebbero fare i giornalisti pagati dalle nostre tasse?Nicola
      • lol scrive:
        Re: Beppe Grillo ?
        mi sembra lo spot che c'è nei dvd o al cinema....sono d'accordo che si debba guadagnare dal proprio lavoro dato che si mangia con quello, ma spesso non si parla del povero programmatore/regista/altro geniale che produce arte per vivere ma si parla di grassi, ricchi, spietati discografici che rubano per vivere sia ai consumatori che agli artisti cercando di tenere in piedi un businnes che è morto nel momento in cui è stato possibile riprodurre la prima copia analogica.in più vogliono costringerti a comprare un contenuto a scatola chiusa spendendo una follia
      • Dark-Angel scrive:
        Re: Beppe Grillo ?
        se una persona fuma sotto il divieto di non fumare, gli fai la multa...se dieci persone fumano sotto il divieto di non fumare, le inviti ad andar via...se mille persone fumano sotto il divieto di non fumare, togli il divieto...winston churchill
    • Asterix scrive:
      Re: Beppe Grillo ?
      - Scritto da: Olandese Volante
      Questa e' la fine della democrazia !

      Il 99% delle persone che conosco sono favorevoli
      al p2p.


      Allora perche' i nostri rappresentanti vanno
      contro i loro elettori?

      Sapete chi votare alle prossime elezioni......



      Perche' non scrivete a Beppe Grillo,

      e non gli dite di prendere posizione ?????Ma perché non ci dici chi sei tu e alle prossime elezioni ti presenti tu e noi votiamo te? Perché mandare sempre avanti il Beppe Grillo di turno a cui il p2p per quel che ne so può stare a cuore o non può importare un fico secco?
    • Zucca Vuota scrive:
      Re: Beppe Grillo ?
      - Scritto da: Olandese Volante
      Questa e' la fine della democrazia !

      Il 99% delle persone che conosco sono favorevoli
      al
      p2p.


      Allora perche' i nostri rappresentanti vanno
      contro i loro elettori
      ?Il 99% degli elettori vorrebbe non pagare le tasse! E allora perchè OVUNQUE i nostri rappresentanti vanno contro i loro elettori?Questa è la fine della democrazia!
Chiudi i commenti