Il braccialetto controlla pargoli

Sabato in città, un centro commerciale qualsiasi affollato di gente. Una meta ormai fissa per molte famiglie. Un fiume di gente disposta a spendere quattrini o, magari, giunta lì solo per guardare le vetrine e scroccare un po' d'aria condizionata. Ca
Sabato in città, un centro commerciale qualsiasi affollato di gente. Una meta ormai fissa per molte famiglie. Un fiume di gente disposta a spendere quattrini o, magari, giunta lì solo per guardare le vetrine e scroccare un po' d'aria condizionata. Ca

Sabato in città, un centro commerciale qualsiasi affollato di gente. Una meta ormai fissa per molte famiglie. Un fiume di gente disposta a spendere quattrini o, magari, giunta lì solo per guardare le vetrine e scroccare un po’ d’aria condizionata. Capita però che i più piccoli, distratti da qualche attrazione, lascino la mano di mamma o papà perdendosi tra la folla. La scena è stata già vista in molti film e il panico che ne deriva è più che comprensibile. Gli unici a rimaner tranquilli sonno i genitori dotati di Link Child Locator .

Potrebbe sembrare di primo acchito un orologio dal design smussato che ricorda le creaturine di Apple. In realtà, in ordine di importanza, segnare l’ora è solo l’ultima delle funzionalità di questo dispositivo. All’interno del cinturino è inserito un braccialetto, dotato di un ID unico, che si stacca e si aggancia al polso della persona corta.

E’ possibile configurare una distanza di sicurezza: superato il limite si aziona l’allarme dell’orologio al polso del genitore. Ildevice inizia a vibrare e nel contempo sul display appare unafreccia che indica la direzione in cui si trova il bambino. Sempreche porti ancora con sé il braccialetto.

Il concept di DContinuum è pensato per attivarsi quando la distanza massima non superi i 40 metri, e non è certo una buona scusa per perdere di vista il proprio pargolo.

[ DContinuum ]

[via Tuvie ]

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

28 07 2008
Link copiato negli appunti