Il cellulare non provoca tumori

Lo sostiene una nuova ricerca britannica che vorrebbe gettare acqua sul fuoco dopo una lunga serie di studi contrastanti


Londra – Riguardo all’uso del telefono cellulare e le possibili conseguenze sulla nostra salute si è detto di tutto . L’argomento è serio e non va preso alla leggera, essendo oggetto di studio per moltissimi aspetti: secondo alcuni ricercatori ritarderebbe le risposte del cervello, altri sono convinti che potrebbe anche accelerarle ; non mancano ricerche che paventano un precoce invecchiamento delle cellule cerebrali, un danneggiamento dell’udito e tumore per l’orecchio o per il cervello .

Tutto ciò fa capire che il mondo della ricerca medica è palesemente diviso sull’argomento, e alla confusione in materia si aggiunge la notizia appena diffusa dai ricercatori dell’ Istituto britannico per la Ricerca sul Cancro , secondo i quali dieci anni di utilizzo del telefono cellulare non comportano alcun aumento del rischio di tumore del nervo che collega il cervello all’orecchio.

Questo è quanto emerge da uno studio pubblicato sul British Journal of Cancer , che non esclude comunque un rischio maggiore nell’arco di un periodo di tempo più lungo, non ancora analizzabile in quanto la telefonia mobile ha avuto una diffusione troppo recente.

La ricerca mette a fuoco il rischio di neuroma acustico, un tumore benigno che si sviluppa nel nervo che collega l’orecchio al cervello, e su altre possibili correlazioni tra l’uso del telefono cellulare e la formazione di tumori.

Dario Bonacina

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

Chiudi i commenti