Il fotovoltaico punta sul nano

Ricercatori statunitensi riescono a moltiplicare gli elettroni prodotti dai pannelli. Tutto grazie a dei cristalli microscopici inseriti nella struttura, che ne amplificano il funzionamento

C’è la nanotecnologia alla base dei risultati raggiunti dai ricercatori di Los Alamos, New Mexico, con i quali è stata evidenziata la possibilità per le tecnologie fotovoltaiche di nuova generazione di disperdere meno luce solare riuscendo nel contempo ad aumentare la produzione di energia elettrica .

Le celle solari convenzionali sono infatti in grado di rilasciare un singolo elettrone per ogni fotone assorbito, sprecando letteralmente il resto dell’energia solare che quel fotone porta con sè in calore residuo.

Utilizzando nanocristalli semiconduttori come base delle celle fotovoltaiche, invece, è possibile ridurre lo spreco di energia solare producendo più di un elettrone per singolo fotone. Già nel 2004 al Los Alamos i ricercatori lavoravano a simili tematiche, ed erano riusciti ad aumentare l’efficienza di assorbimento dei fotoni grazie a nanocristalli fatti di un composto selenio-piombo.

Tali ricerche sono andate avanti, e i nuovi studi aumentano la probabilità che in un futuro non troppo lontano l’efficienza energetica delle celle fotovoltaiche potrebbe crescere dal 31 al 40 per cento . Tutto sta ora a sviluppare un materiale adeguato da cui ricavare i nanocristalli adatti allo scopo.

Alfonso Maruccia

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Linux Fedora 10 scrive:
    Ma Facebook, a che serve?
    Se una cosa non serve a qualche "bisogno primario" è una cosa che NON server e se ne può fare a meno.Ma magari mi sbaglio vero?Mi potete elencare qualcuno dei "bisogni primari" a cui serve FB?Grazie.Questo è uno: - http://www.altraconsapevolezza.it/?p=65ma non è un nostro B.P.Ciao.
    • areonboy scrive:
      Re: Ma Facebook, a che serve?

      Ma magari mi sbaglio vero?
      Mi potete elencare qualcuno dei "bisogni primari"
      a cui serve
      FB?
      Grazie.
      Il bisogno irresistibile e atavico di farsi i ca**i degli altri... :D
  • Manzo scrive:
    Aggiornati, i conti sono sbagliati
    Non si tratta di 65 milioni di dollari, basta leggere quihttp://tech.yahoo.com/news/ap/20090212/ap_on_hi_te/facebook_settlement_2ciao
  • GoldenBoy scrive:
    Re: I problemi di Facebook
    Non sai proprio come spendere le 8 ore di lavoro eh?Meno facebook e piu vita reale...sono tutti belli e simpatici sul web...e ovviamente coraggiosi...
    • paperinix scrive:
      Re: I problemi di Facebook
      Ma hai capito quello che ha scritto Graziano ....??sai cos'è un sistema di Profilazione ???
  • Luca S. scrive:
    Re: da l'Espresso
    Semplice, chiunque faccia indagini di mercato considera un socialnetwork come facebook una miniera a costo quasi 0 (zero). Il traffico generato da chi sfoglia i milioni di pagine generate dagli utenti è enorme. I vantaggi sono che non hai più bisogno d fare interviste telefoniche, stradali, sondaggi sui treni o nei locali (anche i supermarket fanno sondaggi!)per sapere cosa vendere o come migliorare un servizio, basta "sbirciare" sui vari socialnetwork.Immaginate quando tutto sarà automatizzato via software, le nostre preferenze, critiche, debolezze etcetc (chi più ne ha più ne metta!) saranno tutte organizzate e messe in ordine pronte per esser vendute a terzi...una vera miniera d'oro.
  • the architect scrive:
    da l'Espresso
    nella rivista l'Espresso di qualche mese fa (scusate se non do coordinate precise, ma non ricordo neanche che mese fosse) c'era un'articolo che parlava del boom dei social network... e il succo del discorso, secondo l'autore dell'articolo, era che questi siti internet non guadagnano una "cippa-lippa" in termini monetari, in particolare facebook, chiudendo tra l'altro il tutto affermando che sono solo una moda passeggera.Io personalmente non sono iscritto a nessuno di questi siti e per quel che mi riguarda potrebbero morire tutti (mi chiedo che senso abbia stare passare delle ore con 250 amici online quando me ne bastano 2 di reali al bar) ma la domanda che mi sorge spontanea è: ma da dove li fanno tutti questi soldi?grazie
    • Luca S. scrive:
      Re: da l'Espresso
      - Scritto da: the architect
      nella rivista l'Espresso di qualche mese fa
      (scusate se non do coordinate precise, ma non
      ricordo neanche che mese fosse) c'era un'articolo
      che parlava del boom dei social network... e il
      succo del discorso, secondo l'autore
      dell'articolo, era che questi siti internet non
      guadagnano una "cippa-lippa" in termini monetari,
      in particolare facebook, chiudendo tra l'altro il
      tutto affermando che sono solo una moda
      passeggera.
      Io personalmente non sono iscritto a nessuno di
      questi siti e per quel che mi riguarda potrebbero
      morire tutti (mi chiedo che senso abbia stare
      passare delle ore con 250 amici online quando me
      ne bastano 2 di reali al bar) ma la domanda che
      mi sorge spontanea è: ma da dove li fanno tutti
      questi
      soldi?
      grazie
    • Mike scrive:
      Re: da l'Espresso
      - Scritto da: the architect ma la domanda che
      mi sorge spontanea è: ma da dove li fanno tutti
      questi
      soldi?
      grazieMolto molto semplice. Pubblicità.Ti sei mai fatto la stessa domanda per la tv? Come guadagnerebbero?Più visitatori ci sono più puoi vendere pubblicità e quindi più entrate.
      • Pak scrive:
        Re: da l'Espresso
        La pubblicità è piccola cosa rispetto ai soldoni che si fanno con il profiling dei gusti della popolazione. Tutti quei giochetti tipo "scegli la tua band preferita", "scopri se hai gli stessi gusti dei tuoi amici", "scopri se vesti come i tuoi amici", "dimmi la meta preferita dei tuoi viaggi", etc... producono risultati che ad ottenerli con le tradizionali statistiche si spenderebbero milioni di euro. non crederete mica che Facebook quei risultati appetitosi li regali alle case discografiche, editoriali, di moda, culinarie, etc....? :-)Se voglio sapere, che so, nel nord della Francia in che cosa mi converrebbe investire( in che musica, in che abito, in che locale, etc...) chi più informato di Facebook? Certo, tutto ha un prezzo, ed è da lì che Facebook si fa i milioni!
    • ExfreePress scrive:
      Re: da l'Espresso
      - Scritto da: the architect
      nella rivista l'Espresso di qualche mese fa
      (scusate se non do coordinate precise, ma non
      ricordo neanche che mese fosse) c'era un'articolo
      che parlava del boom dei social network... e il
      succo del discorso, secondo l'autore
      dell'articolo, era che questi siti internet non
      guadagnano una "cippa-lippa" in termini monetari,
      in particolare facebook, chiudendo tra l'altro il
      tutto affermando che sono solo una moda
      passeggera.
      Io personalmente non sono iscritto a nessuno di
      questi siti e per quel che mi riguarda potrebbero
      morire tutti (mi chiedo che senso abbia stare
      passare delle ore con 250 amici online quando me
      ne bastano 2 di reali al bar) ma la domanda che
      mi sorge spontanea è: ma da dove li fanno tutti
      questi
      soldi?
      grazieLa Greylock Venture Capital ha infatti investito sul social network la somma di 27,5 milioni di dollari. Fra i dirigenti della Greylock figura Howard Cox, anche lui ex capo della NVCA che è anche fra i dirigenti della In-Q-Tel, che credeteci o no è la società no-profit di Venture Capital della CIA!!!C'è scritto chiaramente sul loro sito (Clic su MISSION-
      Our AIM):"In-Q-Tel identifies and partners with companies developing cutting-edge technologies to help deliver these solutions to the Central Intelligence Agency and the broader U.S. Intelligence Community (IC) to further their missions."Se l'Espresso addormenta i gonzi, questi gonzi possono sempre svegliarsi e informarsi.
    • areonboy scrive:
      Re: da l'Espresso
      - Scritto da: the architect
      Io personalmente non sono iscritto a nessuno di
      questi siti e per quel che mi riguarda potrebbero
      morire tutti (mi chiedo che senso abbia stare
      passare delle ore con 250 amici online quando me
      ne bastano 2 di reali al bar) ma la domanda che
      mi sorge spontanea è: ma da dove li fanno tutti
      questi
      soldi?
      grazieseguendo il tuo ragionamento:che senso ha chiamare col cellulare o col telefono quando puoi andare a bussare alla porta di casa dei tuoi amici? Che senso ha andare a un bar se ci si può accendere un falò e cuocersi il mammut appena cacciato? Sarà che forse ci stiamo socialmente evolvendo?Probabilmente chi vive in un paesino di campagna di 300 abitanti gli basta andare al bar per vedere i suoi 2 amici. Fortunatamente strumenti come Facebook sono stati creati per chi ha gli orizzonti un po' più ampi del suo bar di paese (o di quartiere): chi vive all'estero, chi ha amici in altri Paesi, o città, etc.
  • lufo88 scrive:
    Facebook è schifo
    Come da titolo. Dai! Si parla tanto di privacy è la policy di facebook in sostanza è "tutto quello che scrivi diventa mio".Andrebbe chiuso domani.
    • Avorio scrive:
      Re: Facebook è schifo
      Vuoi la tutela completa della tua privacy?Non iscriverti e non scriverci nulla.Facile no?
      • lufo88 scrive:
        Re: Facebook è schifo
        Infatti, IO non mi iscrivo, ma noto che nessuno fa presente che la policy di facebook non tutela alcunché. Inutile fare i paladini della privacy per un numero di telefono (pur ottenuto illegalmente) e non si dice nulla di una tale schifezza!
      • Maser scrive:
        Re: Facebook è schifo
        Anche a me non pare corretta la politica di facebook.Facile per i soloni di sopra dire di non accettare.E i minori di cui si parla tanto?E tutti quelli che non sono addentro alle problematiche della privacy in rete?E' vero... è possibile per gente con una certa maturità che abbia dinmistichezza con queste questioni non accettare ma ciò non toglie che facebook si stia comportando male.Da un punto di vista strettamente legale poi la normativa sulla privacy italiana impone che io possa richiedere la cancellazione di tutti i miei dati personali a qualunque servizio di data banking e mi pare un po da furbi argomentare "i tuoi dati personali diventano miei e quindi non puoi richiedere un bel niente"... il tutto condito da un disclaimer tradotto (male) automaticamente dall'inglese.
      • bioego scrive:
        Re: Facebook è schifo
        - Scritto da: Avorio
        Vuoi la tutela completa della tua privacy?
        Non iscriverti e non scriverci nulla.
        Facile no?beh mica troppo vero: io non sono iscritto, ma sono comunque presente su facebook...perchè? perchè i miei amici/parenti/colleghi e quant'altro hanno postato foto di eventi cui ho partecipato anche io e che mi ritraggono, il tutto ovviamente senza chiedermi nulla. Certo non ne faccio una tragedia, però è pur vero che molta gente vede la sua privacy violata pur non avendo nulla a che fare direttamente con il social network. Colpa di Facebook? Non proprio direi più che altro colpa degli utenti maleducati, resta il fatto che il non iscriversi non è cosa sufficiente!Ciao!
    • Uby scrive:
      Re: Facebook è schifo
      - Scritto da: lufo88
      Come da titolo. Dai! Si parla tanto di privacy è
      la policy di facebook in sostanza è "tutto quello
      che scrivi diventa
      mio".

      Andrebbe chiuso domani.Probabilmente tu parli tanto di privacy. A tante persone non frega un tubo ed accettano *volontariamente* la policy di facebook.Non mi pare che ti sottraggano i tuoi dati con la forza...
      • lufo88 scrive:
        Re: Facebook è schifo
        ok, ma chi legge quella pappardella? è un po' vergognoso, ammettiamolo.
        • Marco Marcoaldi scrive:
          Re: Facebook è schifo
          Vergognoso o no ... prima cresci ... poi ripassa !
          • lufo88 scrive:
            Re: Facebook è schifo
            Crescere? Aspetta prendo le vitamine :DUna policy del genere è vergognosa. Può essere legale, ma rimane vergognosa.ciao
        • ndr scrive:
          Re: Facebook è schifo
          - Scritto da: lufo88
          ok, ma chi legge quella pappardella? è un po'
          vergognoso,
          ammettiamolo.Sai cos'è vergognoso?Che gente come te definisca un contratto una "pappardella".Forse in certi casi è meglio tacere, caro lufo, almeno eviti di fare la figura dell'XXXXXXXXX.A sentirti non mi stupisco che le truffe in rete funzionino...finchè ci sarà gente che ragiona come te i truffatori potran pescare in un mare ricco di cernie...
      • Orazio Flacco scrive:
        Re: Facebook è schifo

        Non mi pare che ti sottraggano i tuoi dati con la
        forza...No, ma per mille motivi diversi io posso cambiare idea e il fatto che abbia accettato un disclaimer tradotto male non è al di sopra della legge che impone dietro richiesta di cancellare i dati.
    • Pax scrive:
      Re: Facebook è schifo
      - Scritto da: lufo88
      Come da titolo. Dai! Si parla tanto di privacy èVero, si parla tanto, ma lo si sempre a vanvera!Si parla sempre di privacy in Italia quando ci sono interessi di qualcuno da tutelare (soprattutto se non loschi... vedi le intercettazioni per esempio), quando invece e' la privacy del cittadino a rischio tutto e' lecito (es: le telefonate di offerte marketing!)
      la policy di facebook in sostanza è "tutto quello
      che scrivi diventa
      mio".Come se la privacy esistesse davvero o ci sia una forma di tutela _reale_ della stasse in ITalia

      Andrebbe chiuso domani.Nessuno ti obbliga ad accettare.
    • Nome e cognome scrive:
      Re: Facebook è schifo
      - Scritto da: lufo88
      Andrebbe chiuso domani.Ieri...Stroncato sul nascere.
    • quoto scrive:
      Re: Facebook è schifo
      - Scritto da: lufo88
      Come da titolo. Dai! Si parla tanto di privacy è
      la policy di facebook in sostanza è "tutto quello
      che scrivi diventa
      mio".

      Andrebbe chiuso domani.mmm daccordo, allora chiudiamo anche il governo che nella legge milleproroghe permette a tutte le aziende di marketing di recuperare i numeri di telefono dagli elenchi del 2005.Sai che vuol dire?Immagino di no vista la tua ignoranza spaziale su cosa sia la privacy e a cosa serva.Te ne accorgerai a breve quando centinaia di centraliniste ti chiameranno a casa per proporti di comprare prodotti della wanna.E se tu dirai "Ah no cancellatemi"Loro ti rispondono... impossibile il governo berlusconi mi da il permesso di farlo e ti chiamerò finche non accetterai.Tra l'altro questo serve per aggiornare i cataloghi numerici ormai vecchi di 4 anniAuguri pischello
      • quoto scrive:
        Re: Facebook è schifo
        Lufo lufo lufoTi voglio bene come ad un fratello.Ma mentre gli elenchi del 2005 sono fuori dal mio controllo, l'iscrizione a FB è sotto il mio diretto controllo.FBNon mi va? Non mi piace?Non mi iscrivo.Pagine Bianche 2005Obbligatorio per legge esserciTi telefoneranno a rafficaNon c'è l'obbligo di cancellazione dalle listeForse sei tu che dovresti un'attimo riflettereSe uno si butta da un palazzo tu hai il libero arbitrio di rifiutarti di buttartiAlle fosse ardeatine questo libero arbitrio veniva menoStesso paragone, stesso risultatoOpen Your Mind
        • lufo88 scrive:
          Re: Facebook è schifo
          Ok, se la metti sotto questo punto di vista, sono d'accordissimo. Io volevo solo segnalare questa particolarità fare paragoni con una particolare situazione.ciao ciao :)P.S. Anch'io ti voglio bene :)
    • Ekleptical scrive:
      Re: Facebook è schifo
      - Scritto da: lufo88
      Come da titolo. Dai! Si parla tanto di privacy La privacy è fuori moda. Roba da secolo scorso. Chissenefrega.Infatti a preoccuparsene sono più che altro i vecchi babbioni.
      • ullala scrive:
        Re: Facebook è schifo
        - Scritto da: Ekleptical
        - Scritto da: lufo88

        Come da titolo. Dai! Si parla tanto di privacy

        La privacy è fuori moda. Roba da secolo scorso.
        Chissenefrega.
        Infatti a preoccuparsene sono più che altro i
        vecchi
        babbioni.Eh si! tu devi essere uno che se ne intende... guardi il futuro....ma... aspetta Ekleptical... dove lo avevo già sentito... ahhh gia!To guarda chi si rivede il boccalone!Micropterus salmoides...http://www.ittiofauna.org/provinciarezzo/fauna_ittica/Schede/schedespecie/persicotrota.htmcome va col p2p che 3 anni fa doveva morire in un anno?Sei stato a scuola dal "divino otelma"?
Chiudi i commenti