Il Giappone già sulle via delle reti 4G

Se l'UMTS rimane ancora un sogno per tutti, nulla impedisce al governo giapponese di pensare già alle reti mobili 4G e proporre i lavori per la creazione di uno standard


Tokyo (Giappone) – Quando le prime reti mobili di “seconda generazione e mezzo” (2,5G) stanno facendo la loro prima timida comparsa in Europa, il Giappone, dall’alto del suo pionieristico i-Mode, già pensa alle reti 4G.

Questa nuova generazione di reti mobili sarà proposta il prossimo mese come uno dei punti cardine della piattaforma tecnologica nazionale del Giappone, detta e-Japan, promossa dal primo ministro Junichiro Koizumi e abbozzata già nei mesi scorsi.

La rete mobile 4G, che il ministero delle telecomunicazioni giapponese preferisce chiamare semplicemente “new generation” (NewG?), avrà fra i suoi obiettivi più importanti e ambiziosi quello di integrare il sistema di telefonia mobile con quello delle reti wireless ad alta velocità, come le LAN aziendali.

Nella proposta giapponese, a cui ha già aderito anche la Corea, si parla di reti mobili con velocità comprese fra i 50 ed i 100 Mb/s, il tutto entro il 2010. Per quanto riguarda le reti wireless locali, invece, le velocità potrebbero spingersi anche oltre i 100 Mb/s, mantenendo peraltro la piena compatibilità con gli standard attuali (come l’802.11).

Tutto questo mentre il Giappone, dopo il successone della rete 2,5G i-Mode ed i conseguenti problemi di traffico , ha recentemente annunciato altri forti ritardi nel varo dell’infrastruttura UMTS. Ma pur essendo ancora in attesa del 3G, e progettando il 4G, operatori e fornitori di apparecchiature per la telecomunicazione mobile giapponesi già pensano a come portare UMTS verso il 3,5G incrementando la sua velocità a 30 Mb/s.

Ma anche gli efficientissimi tecnici giapponesi ammettono che prima dell’arrivo delle reti 4G restano da risolvere ancora parecchi problemi riguardanti la banda di frequenze da utilizzare, i protocolli, la sicurezza, gli apparati e le altre tecnologie fondamentali per creare, nell’etere, una rete decine di volte più veloce di DSL.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Affascinante.
    Chi mi sa dire perchè i vari progetti, universitari e militari sull'intelligenza artificiale degli anni 80-90 si sono volatilizzati ? Chi mi sa dire dov'è finita la laure in scienze dell'informazione ed intelligenza artificiale di UDINE e i suoi docenti ? L'intelligenza artificiale esiste ed è anche molto avanzata amici miei...............uahauahauhauahahauaahauaha
    • Anonimo scrive:
      Re: Affascinante.
      Hai ragione ne sono la prova- Scritto da: Mio
      Chi mi sa dire perchè i vari progetti,
      universitari e militari sull'intelligenza
      artificiale degli anni 80-90 si sono
      volatilizzati ? Chi mi sa dire dov'è finita
      la laure in scienze dell'informazione ed
      intelligenza artificiale di UDINE e i suoi
      docenti ? L'intelligenza artificiale esiste
      ed è anche molto avanzata amici
      miei...............uahauahauhauahahauaahauaha
  • Anonimo scrive:
    offtopic
    ma stanno cercando di provocare un matrix o un terminator, come futuro sulla terra?
    • Anonimo scrive:
      Re: offtopic
      stanno cercando di non far mettere le mani, agli umani come te, su cose troppo importanti per essere sbagliate.- Scritto da: sticazi
      ma stanno cercando di provocare un matrix o
      un terminator, come futuro sulla terra?
Chiudi i commenti