Il PC piace piccolo e tondo

C'è chi crede alle banfe di paese ma la verità è che le dimensioni contano: più è piccolo e meglio è. Soprattutto quando si parla di elettronica: i primi mattoni telefonini erano grandi grandi grandi, grandi in modo assurdo. Col tempo sono st

C’è chi crede alle banfe di paese ma la verità è che le dimensioni contano: più è piccolo e meglio è. Soprattutto quando si parla di elettronica: i primi mattoni telefonini   erano grandi grandi grandi, grandi in modo assurdo. Col tempo sono stati rimpiccioliti. Perché piccolo piace. Anche quando si parla di computer. E di PC desktop. Come l’ E-ball PC .

Una palla? No, un vero e proprio computer dotato di tutto, compreso il mouse wireless da estrarre al momento dell’uso. Una volta acceso, un proiettore spara le immagini generate dal PC intorno al computer, utilizzando muri e pannelli come monitor.
La tastiera? C’è anche quella, sparata da un proiettore laser interattivo nelle immediate vicinanze.

La dotazione del PC è di tutto rispetto: processore dual core,
Hard disk da 250 o 500 Gb, Ram da 2 Gb, schede audio e video integrate,
altoparlanti da 50W, HD-DVD recorder, scheda LAN e WLAN, modem
integrato e webcam.

Cosa chiedere di più? E’ quanto di più multimediale ci si possa aspettare: può essere usato come un videoproiettore, un media center e poi è ultraportatile. Il device ha anche un supporto adatto a rendere un foglio di carta una superficie ideale su cui proiettare lo schermo. Ciò che naturalmente sta facendo sorridere tutti in queste ore è l’immagine qui sotto, dove al termine sheet , foglio appunto, si è preferito un più originale shit , che però in lingua inglese vuol dire  tutt’altro .

Al di là delle facezie, il dispositivo potrebbe rivelarsi adattissimo non solo a Windows ma anche a distro Linux non ancora identificate. UFO OS? Difficile fare ipotesi, qui siamo ancora a livello di concept, di idea, in questo caso del designer Apostol Tnokovski che non è di lingua inglese.
Non resta che aspettare che questo gioiellino portashit arrivi sul mercato.

[via DeviceDaily ]

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Presid. Scrocco scrive:
    A questo ragazzo non servono
    Ben Underwood è un ragazzo cieco americano, che va in bici e skate, e gioca alla Playstation. :|Facendo schioccare la lingua, riesce a "vedere" gli oggetti, un po' come fanno i delfini (effetto eco).E' assolutamente incredibile!Video:[yt]qLziFMF4DHA[/yt]http://uk.youtube.com/watch?v=qLziFMF4DHA-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 31 luglio 2008 09.33-----------------------------------------------------------
    • Monk scrive:
      Re: A questo ragazzo non servono
      O_O incredibile!!! bellissimo video, accidenti. Sono è fantastica la capacità che è riuscito a sviluppare, e che cosi riesca a vivere una vita quasi normale. complimenti!!!
      • Red scrive:
        Re: A questo ragazzo non servono
        per me è una cavolata!passi il "sonar" per gli oggetti fisici, ma giocare alla playstation.... AHAHHAHAHAHAHAHAAHAH
Chiudi i commenti