Il Push è morto, grazie Internet

di M. Favara Pedarsi - Dobbiamo collegarci tutti in fretta e provocare così, tra le tante cose, anche una nuova (r)evolution del marketing. Per farlo ci vogliono TLC più sane e non lasciate in mano ad un incumbent in difficoltà

Roma – La settimana scorsa sono stato due giorni a fare da supporto tecnico a Robin Good e 7thfloor in occasione del World Marketing&Innovation Forum di Milano, ed ho avuto la fortuna e la sfacciataggine, non senza occhiatacce da parte degli intervistatori ufficiali, di rivolgere una domanda a tre importanti personaggi del marketing.

Paco Underhill è una sorta di “etologo al servizio del business”, la propria società di ricerca e consulenza con clienti come Yahoo studia cioè il comportamento dei consumatori partendo spesso dall’osservazione diretta di video girati dentro ai negozi stessi: ti guarda come ti avvicini allo scaffale, quale scatola ti attrae, se la compri subito o la posi e poi ripassi a prenderla etc; e da quello capisce come invitarti meglio a comprare. Neil Rackham invece condusse quella che all’epoca fu la più grande ricerca mai realizzata sull’efficacia nelle vendite; ha scritto tre best seller del New York Times ed i suoi scritti sono stati tradotti in più di 50 lingue. Regis McKenna è stato l’uomo marketing della Silicon Valley durante gli anni ’70 e ’80, contribuendo sensibilmente a trasformare Intel, Microsoft, Apple, America Online, Compaq, Electronic Arts, 3COM, e tante altre, da startup, nei grandi marchi che conosciamo oggi.

A tutti e tre ho chiesto se ritengono che le logiche push della grande distribuzione organizzata – spingere la vendita dei propri prodotti, forzare i consumatori tramite i c.d. commerciali – fossero giunte al termine.

Paco Underhill ha affermato che il nuovo marketing consiste nello studiare gruppi di persone, sistemi umani a rete, piuttosto che l’essere umano disconnesso dal branco. Alla domanda ha dunque risposto dicendo che una volta studiate le nuove dinamiche saremo di nuovo in grado di spingere all’acquisto ; o al voto, aggiungo io ( qui il video).

Neil Rackham – qui la mia imbarazzante chiacchierata che consiglio vivamente di ascoltare con attenzione più volte – in prima istanza ha annuito precisando subito dopo che forse è più corretto dire che il push è moribondo, perché la realtà è più come un pendolo dove i trend vanno e vengono – pensate ad una sinusoide – e oggi non è certamente il momento di spingere le masse a comprare; come ad esempio faceva – aggiungo io – quella pubblicità progresso voluta dal precedente governo in cui un consumatore veniva ringraziato dei suoi acquisti; non si può spingere perché oggi i consumatori hanno tutta l’informazione necessaria a non farsi dire bugie, o subire omissioni, da parte dei market boys .

Regis McKenna ha risposto: ” Credo di si, per lo meno mi piacerebbe vedere la fine del push ; io penso che questa sia l’era del consumatore e più metti questi strumenti nelle mani dei consumatori – ndr.: si riferiva al mio piccolo laptop economico con il quale stavamo facendo la diretta dell’intervista – più il marketing cambierà”.

Fantastico – penso io – sotto la spinta di quelli che questa gente chiama UGC, User Generated Content – e noi chiamiamo blog, YouTube, uStream, Operator11, Mogulus etc – il marketing non è più in grado di indurre necessità sulle masse e quindi i politici non possono più gonfiare il PIL – per poi sfoggiarlo durante la legislatura e soprattutto in campagna elettorale – con progetti sterili come la NGN, quella rete ultraveloce – e subottimale – che Telecom si appresta a costruire con i soldi nostri (30 miliardi di euro) spingendo la falsa idea, congeniale ai politici e esaltante per i consumatori, che l’NGN è un’esigenza del paese. Nelle interviste McKenna ad esempio rivela ( qui il video) come nella Silicon Valley non si richieda giacca e cravatta per andare a lavorare. Push is dead .

Ma cosa centra questo con l’informatica? Tutto questo sta accadendo grazie agli effetti della Legge di Moore , che ci consegna macchine la cui potenza cresce rapidamente mese dopo mese, e il collegamento in banda larga di un numero crescente di persone, che permette una comunicazione più similare a quella de visu. Collegandoci cioè l’uno all’altro con strumenti che ci consentono di elaborare e trasmettere a distanza non solo le parole ma anche le immagini e con esse la mimica facciale, la postura del corpo, e i gesti delle mani, così come i suoni – timbro e intonazione della voce – ci stiamo rendendo indipendenti dagli schemi, liberi di essere diversi, liberi di posizionarci nel locus della lunga coda della rete a noi più congeniale; semplicemente non forzabili ad uno standard comportamentale usando la sola televisione. Ma credo che ognuno di quei guru si riferisse solo a quella parte “della massa” che è collegata broadband e sa usare gli strumenti di questi tempi.

Io me ne sono tornato a casa, felice come un bambino, con la conferma che il push è morto: alle aziende così come ai politici è rimasta solo la pubblicità (il pull). Ma cosa succederà quando Paco Underhill avrà terminato i suoi studi? Non lo so, ma spero vivamente che se soldi pubblici saranno spesi, sarà per collegare tutti, prima possibile e simmetricamente; piuttosto che per dare a Telecom i soldi che il suo management di questi anni ha tramutato in dividendi per i grandi azionisti e debiti per i piccoli possessori di bond, al punto che oggi non hanno i soldi per tenere la propria rete al passo con i tempi, e per costruire qualcosa – tra un decennio – che non è urgente come abilitare tutto il paese a fare rete. Perché essendo un tipo strano, un po’ folle, mi piace la libertà di poter essere me stesso e non posso esserlo se tutti i miei compatrioti non si collegano in fretta ad Internet. Dobbiamo collegarci tutti in fretta prima che PacoSan – come ha chiesto lui stesso di farsi chiamare – finisca di studiare.

Michele Favara Pedarsi
Meganetwork.org

I precedenti interventi di MFP sono disponibili a questo indirizzo

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Il vero problema
    Il vero problema è che la borsa non dovrebbe esistere proprio.Sono spostamenti di immani quantità di soldi in modo del tutto ingiustificato:se fosse giustificato sarebbe prevedibile.
    • frog scrive:
      Re: Il vero problema
      - Scritto da:
      Il vero problema è che la borsa non dovrebbe
      esistere
      proprio.
      Sono spostamenti di immani quantità di soldi in
      modo del tutto
      ingiustificato:
      se fosse giustificato sarebbe prevedibile.Hai ragione, aboliamo anche l' economia....
      • Anonimo scrive:
        Re: Il vero problema
        - Scritto da: frog
        Hai ragione, aboliamo anche l' economia....Se io produco 100 hamburger, ricavo 100*ricavo di un singolo hamburger meno le spese accessorie.Non vedo perchè l'essere quotato in borsa debba farmi guadagnare di più o di meno.
        • frog scrive:
          Re: Il vero problema
          - Scritto da:
          .

          Se io produco 100 hamburger, ricavo 100*ricavo di
          un singolo hamburger meno le spese
          accessorie.
          Non vedo perchè l'essere quotato in borsa debba
          farmi guadagnare di più o di
          meno.Infatti una societa' che si quota in borsa non lo fa' per guadagnare, ma "vende" dei piccoli pezzi di azienda (le azioni) per reperire i capitali da investire (per produrre gli hamburger). E' logico che se l' azienda va' bene, tutti vorranno "essere soci" e questa domanda fara' salire il prezzo delle azioni.
          • Anonimo scrive:
            Re: Il vero problema
            - Scritto da: frog
            Infatti una societa' che si quota in borsa non lo
            fa' per guadagnareNO. INFATTI LO FA PER PERDEREAHAHAHHAHAHAHAHAHHAHAHAHAHAAHAHAHHAHAHAHAHAHHAHAHAHAHAAHAHAHHAHAHAHAHAHHAHAHAHAHAAHAHAHHAHAHAHAHAHHAHAHAHAHAAHAHAHHAHAHAHAHAHHAHAHAHAHAAHAHAHHAHAHAHAHAHHAHAHAHAHAAHAHAHHAHAHAHAHAHHAHAHAHAHAAHAHAHHAHAHAHAHAHHAHAHAHAHAAHAHAHHAHAHAHAHAHHAHAHAHAHAAHAHAHHAHAHAHAHAHHAHAHAHAHAAHAHAHHAHAHAHAHAHHAHAHAHAHAAHAHAHHAHAHAHAHAHHAHAHAHAHAAHAHAHHAHAHAHAHAHHAHAHAHAHAAHAHAHHAHAHAHAHAHHAHAHAHAHAAHAHAHHAHAHAHAHAHHAHAHAHAHAAHAHAHHAHAHAHAHAHHAHAHAHAHAAHAHAHHAHAHAHAHAHHAHAHAHAHAAHAHAHHAHAHAHAHAHHAHAHAHAHAAHAHAHHAHAHAHAHAHHAHAHAHAHAAHAHAHHAHAHAHAHAHHAHAHAHAHAAHAHAHHAHAHAHAHAHHAHAHAHAHAAHAHAHHAHAHAHAHAHHAHAHAHAHAAHAHAHHAHAHAHAHAHHAHAHAHAHAAHAHAHHAHAHAHAHAHHAHAHAHAHAAHAHAHHAHAHAHAHAHHAHAHAHAHAAHAHAHHAHAHAHAHAHHAHAHAHAHAAHAHAHHAHAHAHAHAHHAHAHAHAHAAHAHAHHAHAHAHAHAHHAHAHAHAHAAHAHAHHAHAHAHAHAHHAHAHAHAHAAHAHAHHAHAHAHAHAHHAHAHAHAHAAHAHAHHAHAHAHAHAHHAHAHAHAHAAHAHAHHAHAHAHAHAHHAHAHAHAHAAHAHAHHAHAHAHAHAHHAHAHAHAHAAHAHAHHAHAHAHAHAHHAHAHAHAHAAHAHAHHAHAHAHAHAHHAHAHAHAHAAHAHAHHAHAHAHAHAHHAHAHAHAHAAHAHAHHAHAHAHAHAHHAHAHAHAHAAHAHAHHAHAHAHAHAHHAHAHAHAHAAHAHAHHAHAHAHAHAHHAHAHAHAHAAHAHAHHAHAHAHAHAHHAHAHAHAHAAHAHAHHAHAHAHAHAHHAHAHAHAHAAHAHAHHAHAHAHAHAHHAHAHAHAHAAHAHAHHAHAHAHAHAHHAHAHAHAHAAHAHAHHAHAHAHAHAHHAHAHAHAHA
          • frog scrive:
            Re: Il vero problema
            - Scritto da:
            - Scritto da: frog


            Infatti una societa' che si quota in borsa non
            lo

            fa' per guadagnare

            NO. INFATTI LO FA PER PERDERE
            AHAHAHHAHAHAHAHAHHAHAHAHAHA
            AHAHAHHAHAHAHAHAHHAHAHAHAHA
            AHAHAHHAHAHAHAHAHHAHAHAHAHA
            Era un po' che non postavo su PI, ma noto che la presenza di bimbi di 8 anni non e' diminuita.........
      • Anonimo scrive:
        Re: Il vero problema
        In gran parte ha ragione. La borsa era nata come mezzo per raccogliere "capitali" da investire in cambio di una parte degli utili.Poi però si è trasformata in un "monopoli" dove si guadagna semplicemente sul valore delle azioni, non sul dividendo.L'effetto è che diventa importante il "valore" del pezzo di carta, non quello dell'azienda e la sua capacità - reale - di produrre utili. Quindi si fa un'attenzione esasperata a far salire quelle azioni con qualsiasi mezzo, spesso a scapito della salute vera dell'azienda. E questa non è economia.Purtroppo si vede che il '29 non ha insegnato nulla... c'è solo da ringraziare che nessuna ha il coraggio di urlare "il re è nudo" e mandare tutto a catafascio un'altra volta.
        • frog scrive:
          Re: Il vero problema
          - Scritto da:

          Poi però si è trasformata in un "monopoli" dove
          si guadagna semplicemente sul valore delle
          azioni, non sul
          dividendo.Si chiamano in due maniere diverse e sono utili entrambi.Investitore e' chi, sul medio o lungo periodo, fornisce capitali stabili con lo scopo di percepire parte dell' utile sotto forma di dividendo.Speculatore e' chi spera di guadagnare sulle variazioni di prezzo di un bene mobiliare.Attenzione, e' utilissimo anche lui al mercato.....perche' rende lo stesso "liquido".

          L'effetto è che diventa importante il "valore"
          del pezzo di carta, non quello dell'azienda e la
          sua capacità - reale - di produrre utili. L' analisi fondamentale serve proprio, attraverso lo studio dei moltipli di bilancio, a capire se un azienda e' sopravvalutata o quota "a sconto".Tieni presente che un azienda ha necessita' di quotarsi perche' vuole crescere.Quindi
          si fa un'attenzione esasperata a far salire
          quelle azioni con qualsiasi mezzo, spesso a
          scapito della salute vera dell'azienda. E questa
          non è
          economia.Quello che dici e' vero, non e' economia, e' giocare con il fuoco.E infatti il 95% dei daytrader o scalper perde soldi a manate....

          Purtroppo si vede che il '29 non ha insegnato
          nulla... c'è solo da ringraziare che nessuna ha
          il coraggio di urlare "il re è nudo" e mandare
          tutto a catafascio un'altra
          volta.Cerca con google "carry trade JPY-USD" e poi dimmi se il problema e' dato dalle azioni o dalla speculazione in derivati (che per carita, prima o poi si trascineranno dietro l' equity)
    • alfridus scrive:
      Re: Il vero problema
      - Scritto da:
      Il vero problema è che la borsa non dovrebbe
      esistere
      proprio.Sono talmente tante le cose da eliminare, che la loro eliminazione improvvisa farebbe crollare il sitema.Preferirei un' evoluzione ad una rivoluzione : se invece di chattare si passasse ad una riflessione seria sulle modifiche da apportare al sistema per farlo funzionare in modo più efficiente ed equilibrato, forse si potrebbe anche ottenere qualcosa.Alla fine dei conti, se si concreta un movimento d'opinione, è gioco-forza che coloro che spingono i bottoni siano indotti a tenerne conto, a pena di perdere il posto tanto faticosamente guadagnato e difeso.doct.alfrdius
  • Anonimo scrive:
    Mantellini non ha azioni Apple...
    ... o non sarebbe stato così generoso :)È vero che anche la stampa "tradizionale" è incorsa e incorre in bufale, ma è anche vero che l'autorevolezza di una fonte su Internet è spesso basata solo sulla "notorietà" e nient'altro. Anche perché un grosso fiasco non ha il prezzo economico di un'azienda tradizionale, quindi il rischio che si finisce per accettare è molto più alto, vista anche la maggiore competitività.Se questo viene sommato poi alla schizofrenia tipica ormai dei mercati borsistici (io eliminerei l'informatica da lì, ne gioverebbe l'economia - quella vera - probabilmente), si ottiene un cocktail micidiale.
  • Anonimo scrive:
    Mantellini il difensore...
    Si Mante, però con Grillo non eri stato cosi comprensivo eh...http://www.mantellini.it/2006/07/allarmismi-la-coque.htm
  • Anonimo scrive:
    Prima di dire bufala
    Apple controbatte alle chiacchiere con altre chiacchiere. Solo da giugno sapremo la verità. Purchè "la verità" non venga costruita ad arte immettendo sul mercato prodotti ancora prototipali, giusto per dire "era tutto falso, vedete, ce l'abbiamo fatta!"
    • Anonimo scrive:
      Re: Prima di dire bufala
      esatto- Scritto da:
      Apple controbatte alle chiacchiere con altre
      chiacchiere. Solo da giugno sapremo la verità.
      Purchè "la verità" non venga costruita ad arte
      immettendo sul mercato prodotti ancora
      prototipali, giusto per dire "era tutto falso,
      vedete, ce l'abbiamo
      fatta!"
  • avvelenato scrive:
    mi aspettavo un articolo migliore
    mi aspettavo qualcosa di più che la smentita dell'airbus con posti in piedi, da un articolo che nel trafiletto premette "quando sono 100 anni che media di tutto il pianeta diffondono notizie false senza mai rettificarle".Detta così, senza altri esempi che giustifichino la mole del problema, assume il sapore di un luogo comune e non confermato dai fatti.Dai mante, dimostraci che la rete è figa, leggi la mia critica e in venti minuti aggiungi qualche esempio in più! D'altra parte anche questo post fa parte del fenomeno di autocorrezione dell'informazione dal basso, no? 8)
    • Anonimo scrive:
      Re: mi aspettavo un articolo migliore
      - Scritto da: avvelenato
      Detta così, senza altri esempi che giustifichino
      la mole del problema, assume il sapore di un
      luogo comune e non confermato dai
      fatti.http://attivissimo.blogspot.com/2006/07/repubblica-235-milioni-di-morti.htmlhttp://attivissimo.blogspot.com/2006/05/corriere-bufalato-dai-videogame.htmlhttp://attivissimo.blogspot.com/2006/04/posti-in-piedi-sugli-aerei.htmlTi basta o devo riportare tutte le migliaia di cazzate immani che compaiono ogni giorno sui quotidiani?
      • Anonimo scrive:
        Re: mi aspettavo un articolo migliore
        - Scritto da:

        - Scritto da: avvelenato

        Detta così, senza altri esempi che giustifichino

        la mole del problema, assume il sapore di un

        luogo comune e non confermato dai

        fatti.

        http://attivissimo.blogspot.com/2006/07/repubblica
        http://attivissimo.blogspot.com/2006/05/corriere-b
        http://attivissimo.blogspot.com/2006/04/posti-in-p

        Ti basta o devo riportare tutte le migliaia di
        cazzate immani che compaiono ogni giorno sui
        quotidiani?No, continua
        • Anonimo scrive:
          Re: mi aspettavo un articolo migliore
          - Scritto da:

          - Scritto da:



          - Scritto da: avvelenato


          Detta così, senza altri esempi che
          giustifichino


          la mole del problema, assume il sapore di un


          luogo comune e non confermato dai


          fatti.




          http://attivissimo.blogspot.com/2006/07/repubblica


          http://attivissimo.blogspot.com/2006/05/corriere-b


          http://attivissimo.blogspot.com/2006/04/posti-in-p



          Ti basta o devo riportare tutte le migliaia di

          cazzate immani che compaiono ogni giorno sui

          quotidiani?

          No, continuaNon ne ho voglia. I duri di comprendonio come te mi annoiano.
          • Anonimo scrive:
            Re: mi aspettavo un articolo migliore
            - Scritto da:

            - Scritto da:



            - Scritto da:





            - Scritto da: avvelenato



            Detta così, senza altri esempi che

            giustifichino



            la mole del problema, assume il sapore di un



            luogo comune e non confermato dai



            fatti.








            http://attivissimo.blogspot.com/2006/07/repubblica





            http://attivissimo.blogspot.com/2006/05/corriere-b





            http://attivissimo.blogspot.com/2006/04/posti-in-p





            Ti basta o devo riportare tutte le migliaia di


            cazzate immani che compaiono ogni giorno sui


            quotidiani?



            No, continua

            Non ne ho voglia. I duri di comprendonio come te
            mi
            annoiano.vedi, l'affermazione finale dell'articolo richiderebbe ad esempio una citazione per ogni anno di notizie false mai smentite :)oppure si tratta di una affermazione falsa, giusto?
          • Anonimo scrive:
            Re: mi aspettavo un articolo migliore
            - Scritto da:

            - Scritto da:



            - Scritto da:





            - Scritto da:







            - Scritto da: avvelenato




            Detta così, senza altri esempi che


            giustifichino




            la mole del problema, assume il sapore di
            un




            luogo comune e non confermato dai




            fatti.













            http://attivissimo.blogspot.com/2006/07/repubblica









            http://attivissimo.blogspot.com/2006/05/corriere-b









            http://attivissimo.blogspot.com/2006/04/posti-in-p







            Ti basta o devo riportare tutte le migliaia
            di



            cazzate immani che compaiono ogni giorno sui



            quotidiani?





            No, continua



            Non ne ho voglia. I duri di comprendonio come te

            mi

            annoiano.

            vedi, l'affermazione finale dell'articolo
            richiderebbe ad esempio una citazione per ogni
            anno di notizie false mai smentite
            :)

            oppure si tratta di una affermazione falsa,
            giusto?I giornali sono pieni di fattoidi, cosa nota e stranota da anni. Svejaaa.
          • Anonimo scrive:
            Re: mi aspettavo un articolo migliore
            - Scritto da:
            - Scritto da:



            - Scritto da:





            - Scritto da:







            - Scritto da:









            - Scritto da: avvelenato





            Detta così, senza altri esempi che



            giustifichino





            la mole del problema, assume il sapore
            di

            un





            luogo comune e non confermato dai





            fatti.



















            http://attivissimo.blogspot.com/2006/07/repubblica














            http://attivissimo.blogspot.com/2006/05/corriere-b














            http://attivissimo.blogspot.com/2006/04/posti-in-p









            Ti basta o devo riportare tutte le
            migliaia

            di




            cazzate immani che compaiono ogni giorno
            sui




            quotidiani?







            No, continua





            Non ne ho voglia. I duri di comprendonio come
            te


            mi


            annoiano.



            vedi, l'affermazione finale dell'articolo

            richiderebbe ad esempio una citazione per ogni

            anno di notizie false mai smentite

            :)



            oppure si tratta di una affermazione falsa,

            giusto?

            I giornali sono pieni di fattoidi, cosa nota e
            stranota da anni.
            Svejaaa.E' un luogo comune, svejaaaaaaaa!
          • Anonimo scrive:
            Re: mi aspettavo un articolo migliore
            - Scritto da:

            - Scritto da:

            - Scritto da:





            - Scritto da:







            - Scritto da:









            - Scritto da:











            - Scritto da: avvelenato






            Detta così, senza altri esempi che




            giustifichino






            la mole del problema, assume il sapore

            di


            un






            luogo comune e non confermato dai






            fatti.


























            http://attivissimo.blogspot.com/2006/07/repubblica




















            http://attivissimo.blogspot.com/2006/05/corriere-b




















            http://attivissimo.blogspot.com/2006/04/posti-in-p











            Ti basta o devo riportare tutte le

            migliaia


            di





            cazzate immani che compaiono ogni giorno

            sui





            quotidiani?









            No, continua







            Non ne ho voglia. I duri di comprendonio
            come

            te



            mi



            annoiano.





            vedi, l'affermazione finale dell'articolo


            richiderebbe ad esempio una citazione per ogni


            anno di notizie false mai smentite


            :)





            oppure si tratta di una affermazione falsa,


            giusto?



            I giornali sono pieni di fattoidi, cosa nota e

            stranota da anni.

            Svejaaa.


            E' un luogo comune, svejaaaaaaaa!Io posso solo giudicare quello che conosco, quando leggo articoli riguardanti l'IT su giornali anche autorevoli nazionali, non è raro trovare cavolare in stile "formattare la ram". Non posso giudicare quanto detto per altri argomenti, es medicina, giurisprudenza, ma faccio fatica a immaginare che l'ignoranza, o la pressapochezza, del panorama giornalistico italiano, no, globale, sia settoriale e limitata ad un solo argomento.
          • Anonimo scrive:
            Re: mi aspettavo un articolo migliore
            - Scritto da:
            E' un luogo comune, svejaaaaaaaa!Beata ignoranza... :(
          • avvelenato scrive:
            Re: mi aspettavo un articolo migliore
            - Scritto da:

            - Scritto da:



            - Scritto da:





            - Scritto da: avvelenato



            Detta così, senza altri esempi che

            giustifichino



            la mole del problema, assume il sapore di un



            luogo comune e non confermato dai



            fatti.








            http://attivissimo.blogspot.com/2006/07/repubblica





            http://attivissimo.blogspot.com/2006/05/corriere-b





            http://attivissimo.blogspot.com/2006/04/posti-in-p





            Ti basta o devo riportare tutte le migliaia di


            cazzate immani che compaiono ogni giorno sui


            quotidiani?



            No, continua

            Non ne ho voglia. I duri di comprendonio come te
            mi
            annoiano.Ma scusa, pretendi di liquidarmi con così poco?L'articolo sull' inpied airbus , che era già stato sbugiardato (l'hai messo giusto per far numero?).Un banale errore di zeri che ad un giornalista piuttosto stupido anziché invogliarlo a correggerlo ha fatto fare l'articolone (subito rimosso).E una non notizia relativa a terroristi con una mod pro-islamica inesistente di un gioco, ma che anche fosse esistita (e non ci vorrebbe molto a realizzarne una) non avrebbe certo cambiato il corso della storia.Tu vieni a paragonare queste cazzate con la notizia di Engadget che ha fatto colare a picco le azioni Apple per parecchi minuti?E poi sarei io il testa dura.......
          • Anonimo scrive:
            Re: mi aspettavo un articolo migliore
            - Scritto da: avvelenato
            Ma scusa, pretendi di liquidarmi con così poco?Si'
            L'articolo sull' inpied airbus , che era già
            stato sbugiardatoEra gia' stato sbugiardato prima, e quindi il Corriere ha fatto bene a riportarlo come notizia vera? Devo ridere o piangere?
            (l'hai messo giusto per far numero?)Rispondi giusto per dar fiato alla bocca?
            Un banale errore di zeri che ad un giornalista
            piuttosto stupido anziché invogliarlo a
            correggerlo ha fatto fare l'articolone (subito
            rimosso)Certo, un "banale" errore di zeri, riportato in parola... ma ROTFL... poi proprio banale, soltanto un "errorino" di 1000 grandezze... forse tu sei abituato a fare di questi errori, che dire...
            E una non notizia relativa a terroristi con una
            mod pro-islamica inesistente di un gioco, ma che
            anche fosse esistita (e non ci vorrebbe molto a
            realizzarne una) non avrebbe certo cambiato il
            corso della
            storiaAh perche' adesso le notizie false sono false solo se cambiano il corso della storia? Sono questi i tuoi argomenti? Mi viene il latte alle ginocchia...
            Tu vieni a paragonare queste cazzate con la
            notizia di Engadget che ha fatto colare a picco
            le azioni Apple per parecchi
            minuti?Mai fatto alcun paragone...
            E poi sarei io il testa dura.......Certo, e lo stai dimostrando ampiamente.
          • Anonimo scrive:
            Re: mi aspettavo un articolo migliore
            Questa invece come la metti? Altro "errorino" perdonabile?http://sunbeltblog.blogspot.com/2006/08/photoshop-in-news.html
    • Anonimo scrive:
      Re: mi aspettavo un articolo migliore
      get a life
    • Anonimo scrive:
      Re: mi aspettavo un articolo migliore
      - Scritto da: avvelenato
      mi aspettavo qualcosa di più che la smentita
      dell'airbus con posti in piedi, da un articolo
      che nel trafiletto premette "quando sono 100 anni
      che media di tutto il pianeta diffondono notizie
      false senza mai
      rettificarle".
      Detta così, senza altri esempi che giustifichino
      la mole del problema, assume il sapore di un
      luogo comune e non confermato dai
      fatti.


      Dai mante, dimostraci che la rete è figa, leggi
      la mia critica e in venti minuti aggiungi qualche
      esempio in più! D'altra parte anche questo post
      fa parte del fenomeno di autocorrezione
      dell'informazione dal basso, no?
      8)provocatorio, ma totalmente pertinente.La risposta a questo darebbe valore all'articolo.Ma se leggi cosa pensa Mante dei commenti nei blog e della necessità di rispondere... vedrai come funzionano le cose... ;)
      • motumboe scrive:
        Re: mi aspettavo un articolo migliore
        cosa pensa dei commenti?
        • Anonimo scrive:
          Re: mi aspettavo un articolo migliore
          - Scritto da: motumboe
          cosa pensa dei commenti?beh... diciamo che in passato si è espresso parecchio in merito (e ci sono anche contraddizioni, a dire il vero): http://www.google.it/search?as_q=commenti&hl=it&num=10&btnG=Cerca+con+Google&as_epq=&as_oq=&as_eq=&lr=&as_ft=i&as_filetype=&as_qdr=all&as_occt=any&as_dt=i&as_sitesearch=mantellini.it&as_rights=&safe=imagesma quello più importante (e ringraziatemi, ho fatto un po' di fatica per voi a raccattarlo!) è questo: http://www.mantellini.it/2006_02_19_archivio.htmvedi punto 8.;)il tenore dello scritto ti dice tutto :)Per lui siamo ... idioti & troll ... oppure scrivergli una mail e fine, questo concede. ;)
          • Massimo Mantellini scrive:
            Re: mi aspettavo un articolo migliore
            - Scritto da:


            http://www.mantellini.it/2006_02_19_archivio.htm

            vedi punto 8.

            ;)

            il tenore dello scritto ti dice tutto :)

            Per lui siamo ... idioti & troll ... oppure
            scrivergli una mail e fine, questo concede.
            ;)trovo che la tua interpretazione del punto 8 sia alquanto curiosa.....M.
  • Anonimo scrive:
    Basti pensare questo..
    .. quando hanno diffuso in rete la notiziona dei siti del gruppo http://www.ilconioappartamenti.net tutti a cominciare a preoccuparsi dell'effetto senza sapere se fosse vera oppure no... incredibile se ci pensate!! Anni fa non sarebbe successo!!
  • Pejone scrive:
    Il paradosso
    Il fatto paradossale è che mentre un tempo le notizie (e di conseguenza eventuali smentite) circolavano in maniera più lenta, oggi che si può avere un'informazione in tempo reale non se ne sfruttano tutte le potenzialità.Basti pensare alle classiche bufale che girano via email. Basterebbe cercare una stringa di testo ivi contenuta per capire che si tratta di una bufala, ma tante persone non se ne preoccupano affatto e credono a quanto ricevono -magari da uno sconosciuto- via email.Per poi inoltrarla acriticamente a tutti i contatti presenti in rubrica.
    • longinous scrive:
      Re: Il paradosso
      - Scritto da: Pejone
      Il fatto paradossale è che mentre un tempo le
      notizie (e di conseguenza eventuali smentite)
      circolavano in maniera più lenta, oggi che si può
      avere un'informazione in tempo reale non se ne
      sfruttano tutte le
      potenzialità.

      Basti pensare alle classiche bufale che girano
      via email. Basterebbe cercare una stringa di
      testo ivi contenuta per capire che si tratta di
      una bufala, ma tante persone non se ne
      preoccupano affatto e credono a quanto ricevono
      -magari da uno sconosciuto- via
      email.
      Per poi inoltrarla acriticamente a tutti i
      contatti presenti in
      rubrica.http://dept51.blogspot.com/2006/07/il-sole-caldo-e-lacqua-bagna.htmlTanto per fare un esempio...
      • Pejone scrive:
        Re: Il paradosso

        http://dept51.blogspot.com/2006/07/il-sole-caldo-e

        Tanto per fare un esempio...Carino l'esempio.... la conoscevo già comunque.Quello che non conosco è chi abbia interesse nel far circolare in rete queste fetenzie...Passi il phishing e le varie truffe ma diffondere scemenze senza ottnere nessun ritorno non capisco proprio che senso abbia.
  • Anonimo scrive:
    Esattamente
    " E se le cose stanno in questi termini c'è da chiedersi dov'erano tutti coloro che in questi giorni si sono scandalizzati per la bufala di Engadget quando negli ultimi 100 anni i media di tutto il pianeta hanno diffuso notizie false (per errore o ad arte) senza essere stati poi sottoposti a nessun processo di revisione non nei 20 minuti successivi ma nemmeno nei 20 anni seguenti. "Esattamente. La tragedia comunque nel caso della carta stampata non sta nel fatto che le notizie FALSE non vengono corrette (per quanto cio' sia letteralmente scandaloso), ma nel fatto che poi per inerzia finiscono per diventare "vere" agli occhi della gente che non si informa... :(
    • Anonimo scrive:
      Re: Esattamente
      Un po' come succede col cavalierone nazionale..... el Berlusca, tanto per dirne una 8)
    • Anonimo scrive:
      Re: Esattamente

      " E se le cose stanno in questi termini c'è da
      chiedersi dov'erano tutti coloro che in questi
      giorni si sono scandalizzati per la bufala di
      Engadget quando negli ultimi 100 anni i media di
      tutto il pianeta hanno diffuso notizie false (per
      errore o ad arte) senza essere stati poi
      sottoposti a nessun processo di revisione non nei
      20 minuti successivi ma nemmeno nei 20 anni
      seguenti. "

      Esattamente. La tragedia comunque nel caso della
      carta stampata non sta nel fatto che le notizie
      FALSE non vengono corrette (per quanto cio' sia
      letteralmente scandaloso), ma nel fatto che poi
      per inerzia finiscono per diventare

      "vere" agli occhi della gente che non si
      informa...
      :(Già era meglio il MinCulPop :D
Chiudi i commenti